Advertisement
Artemisia Gentileschi, la pittrice guerriera che ha ispirato le donne

Disponibile in streaming su VatiVision il film che racconta la storia della prima pittrice professionista nota nella storia dell’arte. GUARDALO ORA »
di Rossella Farinotti

mercoledì 3 marzo 2021 - Focus

Artemisia Gentileschi (Roma, 1593; Napoli, 1656) è la prima pittrice professionista nota nella storia dell’arte. Non è un dettaglio banale. Oggi anche in Italia è di nuovo acceso il dibattito sulla difesa dei diritti delle donne. Un discorso per cui, ancora, devono essere affrontati tanti ostacoli e ogni esempio è buono.

Il lieve ma denso racconto sulla figura di Artemisia del documentario Artemisia Gentileschi - Pittrice guerriera - disponibile in streaming su VatiVision - rappresenta un motore per tante donne, non solo artiste, che hanno intrapreso una strada dedicandosi alla propria carriera, al proprio talento. E di talento Artemisia Gentileschi ne aveva.

Figlia del pittore Orazio Gentileschi, la giovane impara, fin da subito nella bottega del padre, a utilizzare materiali e nozioni per la pittura: pigmenti per creare il colore giusto; soggetti inizialmente tradizionali come ritratti o temi religiosi; la raffigurazione perfetta del corpo umano nei suoi pregi e difetti della carne; l’uso già raffinato di ombre e luci che, via via negli anni, la pittrice perfezionerà fino a giungere a quegli ambienti che solo Caravaggio, prima di lei, riusciva a comporre; il gesto deciso; il rigore nella resa di una certa perfezione.

E così Artemisia non può fare altro che la pittrice: è brava e decisa nella sua scelta. Un grande ostacolo però la pone nel rischio della vergogna e della segregazione. A 18 anni Artemisia viene aggredita da un amico del padre, Agostino Tassi, che abusa di lei. Orazio, che ha cresciuto la figlia da solo, non cede agli usi del tempo e denuncia l’atto in tribunale. Artemisia, dopo aver subito violenza anche da questo luogo dedicato alla “giustizia” – l’uso della “Sibilla”, un marchingegno utilizzato per torturare le vittime, non fa perdere per miracolo le dita ad Artemisia che porta avanti la sua difesa dell’innocenza – è libera.

La Gentileschi diventa nota inizialmente per aver subito quest’azione orrenda ma, grazie alle nozze riparatrici con Pierantonio Siattesi, la virtù è salva e Artemisia può intraprendere la sua carriera. Da Roma a Firenze, dove l’artista si sposa a Borgo Santo Spirito, il documentario intraprende un’avventura tutta italiana, attraverso narrazioni per immagini dove i soggetti dipinti, sempre forti e un po’ fuori dagli schemi, rappresentano il focus principale.
 

A Firenze Michelangelo Buonarroti il Giovane la introduce al mondo artistico fiorentino, aiutandola a trovare le prime vere commissioni. L’Allegoria dell’Inclinazione (1615-16), commissionata proprio dal Buonarroti, rappresenta il primo grande tripudio della pittura della Gentileschi: un’allegoria dedicata all’arte che è qui una procace, ma romanticissima, donna che guarda oltre la tela, con una stella a vegliare in alto e una bussola saldamente tenuta tra le mani.


GUARDALO IN STREAMING SU VATIVISION CONTINUA A LEGGERE
news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati