Advertisement
A tutto schermo, 10 documentari e tanti extra per osservare la realtà nella sua complessità

Disponibile per 2 mesi su MYmovies una rassegna che intende restituire valore alla qualità dell’immagine e all’originalità di pensiero nel raccontare il mondo di oggi. ATTIVA SUBITO IL TUO ACCREDITO »

Impostazioni dei sottotitoli

Posticipa di 0.1s
Anticipa di 0.1s
Sposta verticalmente
Sposta orizzontalmente
Grandezza font
Colore del testo
Colore dello sfondo
0:00
/
0:00
Caricamento annuncio in corso
Giovanni Lindo Ferretti (67 anni) 9 settembre 1953, Cerreto Alpi (Italia) - Vergine. Nel film di Alessandro Cattaneo Res Creata.
venerdì 19 febbraio 2021 - mymovieslive

È uno sguardo sul presente nelle sue tante sfaccettature quello che Rete degli Spettatori, l’associazione che da dieci anni porta il cinema e la cultura dove non arrivano e crea spazio per la cinematografia indipendente, propone insieme a MYmovies con la selezione "A tutto schermo": dieci documentari che osservano e analizzano la realtà restituendola nella sua complessità, e dandone inedite chiavi di lettura. Un modo per disegnare un quadro filmico della nostra società nei suoi aspetti più controversi, dalla criminalità ai legami famigliari, dalla creatività artistica al rapporto con la natura, dalla politica alla sessualità, restituendo visibilità a titoli passati troppo velocemente attraverso il circuito dei festival, con l’intenzione di restituire valore alla qualità dell’immagine e all’originalità di pensiero nel raccontare il mondo di oggi.

ATTIVA IL TUO ACCREDITO
La selezione è offerta nella formula di un abbonamento online al costo di 9,90€, dal 19 febbraio fino al 18 aprile 2021. Ad accompagnare i singoli titoli ci saranno approfondimenti e interviste ai registi a cura di Rete degli Spettatori. Il progetto, sostenuto dal MIBACT, prevede anche, quando sarà possibile, la visione dei film e l’organizzazione di eventi in ogni cinema che parteciperà all’iniziativa nel circuito di sale che collaborano con Rete degli Spettatori.

I FILM

Fra le scelte della Rete, operata da un comitato di selezione composto da Paola Casella, Fabrizio Grosoli, Valerio Jalongo ed Emanuele Rauco, ci sono documentari che affrontano di petto il tema del crimine, come CORLEONE di Mosco Boucault e PAROLA D'ONORE della regista calabrese Sophia Luvarà. Corleone ripercorre la vita di Totò Riina e Tommaso Buscetta ma anche di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino fino alla strage di Capaci, tracciando una fenomenologia di Cosa Nostra da immagini d’archivio, spezzoni di telegiornale, fotografie e testimonianze; Parola d'onore traccia invece il percorso del Presidente del Tribunale dei Minori di Reggio Calabria Roberto Di Bella che lotta contro la ’ndrangheta allontanando i figli dei boss dalle loro famiglie,e quello di alcuni dei ragazzi che sono riusciti a sottrarsi alla stretta tentacolare della criminalità organizzata e ad un destino deciso per loro.

Anche NEVER WHISTLE ALONE - LA BUFERA parla di crimine: non quello organizzato delle mafie contemporanee, ma quello subdolo e sistematico della corruzione, che se denunciata risponde con una violenza pari a quella delle lupare. Marco Ferrari raccoglie le testimonianze di sette individui che hanno denunciato un episodio di corruzione sul luogo di lavoro e ne hanno pagato le conseguenze, salvando però la propria dignità personale e la speranza in una società migliore. PINO - VITA ACCIDENTALE DI UN ANARCHICO di Claudia Cipriani ci porta invece ad esplorare un episodio chiave della storia italiana, attraverso l’animazione e foto e filmati d’archivio atti a creare un distacco critico (ma non emotivo) dalle vicende narrate. La storia di Giuseppe Pinelli, precipitato da una finestra della Questura di Milano nel 1969, viene raccontata dalle figlie Claudia e Silvia, che avevano 8 e 9 anni all’epoca della morte del padre, e si conclude quarant’anni dopo: una ricostruzione intima e personale che si rivela anche un ritratto complesso e sfaccettato di quegli anni.  

Di legami famigliari parla anche QUESTO È MIO FRATELLO di Marco Leopardi, che ripercorre la vita del fratello minore Massimo segnata dalla depressione dall’infanzia, entrando anche nel rapporto conflittuale fra Massimo e suo padre e passando attraverso amori, vicende lavorative e continue sfide con la morte attraverso sport estremi e imprese spericolate. È una sfida continua, dettata però da motivazioni differenti, il parkour che tre ragazzi palestinesi praticano a Gaza, in ONE MORE JUMP di Emanuele Gerosa: energico e adrenalinico, il documentario contrappone una realtà cristallizzata ad un continuo movimento di fuga verso un ideale di libertà, saltando al di là di ostacoli architettonici che trovano nel Muro la loro incarnazione più manifesta.

RES CREATA di Alessandro Cattaneo narra la scissione fra gli esseri umani e gli altri animali come una svolta drammatica nella contemporaneità, facendo descrivere questo scisma da filosofi come Felice Cimatti e psicanalisti come Daniele Ribola, nonché artisti come il poeta Franco Marcoaldi e il cantautore Giovanni Lindo Ferretti.

Tre i ritratti di artisti in selezione: FELLINI DEGLI SPIRITI di Selma Dell’Olio racconta il maestro riminese nella sua dimensione più spirituale, al confine con l’esoterico, attraverso materiale d’archivio e molte interviste, sia ripescate dalle teche che realizzate ex novo: da Terry Gilliam a Damien Chazelle, da William Friedkin a Giuditta Mascioscia, assistente del sensitivo Gustavo Rol. IN UN FUTURO APRILE di Federico Savonitto e Francesco Costabile ricorda invece il giovane Pier Paolo Pasolini, quello degli anni ’40 in Friuli e dei versi dialettali, della militanza nel Pci e delle prime scoperte sessuali ricordati dallo stesso scrittore e regista più adulto e dal cugino poeta Nico Naldini. Infine LA RIVOLUZIONE SIAMO NOI di Ilaria Freccia ricostruisce il ricco e movimentato panorama dell’arte figurativa fra il ’68 e la fine degli anni Settanta, che oltre a cambiare le regole artistiche ha contribuito all’evoluzione del costume e della società dell’epoca, avvalendosi delle testimonianze visive del lavoro di Marina Abramovich e Michelangelo Pistoletto, Jannis Kounellis ed Andy Warhol, i galleristi Fabio Sargentini e Lia Rumma fino a Pino Pascali, Alighiero Boetti e Jospeh Beuys.  


ATTIVA SUBITO IL TUO ACCREDITO
news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati