MYmovies.it
Advertisement
35° Torino Film Festival, tutti i vincitori

Trionfo per Don't Forget Me di Ram Nehariv, premiato come Miglior Film e per i suoi due interpreti. Ottimo risultato per Kiss and Cry. Il pubblico sceglie À voix haute - La force de la parole.

Video Anonimo

Impostazioni dei sottotitoli

Posticipa di 0.1s
Anticipa di 0.1s
Sposta verticalmente
Sposta orizzontalmente
Grandezza font
Colore del testo
Colore dello sfondo
0:00
/
0:00
Caricamento annuncio in corso
Moon Shavit . Interpreta Tom nel film di Ram Nehari Non Dimenticarmi - Don'T Forget Me. Al cinema da giovedì 15 novembre 2018.
sabato 2 dicembre 2017 - Torino Film Festival

La 35esima edizione del Torino Film Festival si conclude con la vittoria di Don't Forget Me del regista israeliano Ram Nehari, storia di una ragazza anoressica e di un suonatore di tuba fuori di testa, fra reparti psichiatrici e centri di riabilitazione alimentare. Due giovani che si incontrano per caso e s'innamorano a modo loro, ma la speranza di una vita normale verrà loro negata da mille fattori, familiari e sociali. Ad assegnare i premi di Torino 35 è stata una giuria presieduta da Pablo Larraín (Cile) e composta da Gillies MacKinnon (Gran Bretagna), Petros Markaris (Grecia), Santiago Mitre (Argentina) e Isabella Ragonese (Italia).

Tra i riconoscimenti annunciati si segnala il Premio Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, del valore di €7000, assegnato a A fabrica de Nada, feconda e pungente opera prima incentrata sulla crisi economica europea.
MYmovies.it

Se a vincere tra gli attori sono Nitai Gvirtz (Miglior Interpretazione Maschile) per il film Don't Forget Me e - ex aequo - Emily Beecham e Moon Shavit (Miglior Interpretazione Femminile), rispettivamente per Daphne di Peter Mackie Burns e Don't Forget Me, l'altro exploit di questa edizione è appannaggio di Kiss and Cry della coppia Chloé Mahieu-Lila Pinell, che conquista sia il Premio per la Miglior Sceneggiatura che la Menzione speciale della Giuria (quest'ultima in condivisione con Lorello e Brunello di Jacopo Quadri). Si smarca invece il Pubblico del TFF, che sceglie di premiare À voix haute - La force de la parole di Stéphane De Freitas.


CONTINUA A LEGGERE
In foto una scena di Kiss and Cry.
In foto una scena di A fabrica de nada.
In foto una scena di A voix haute - La force de la parole.

Nella sezione Internazionale.doc a vincere come Miglior Documentario è M-1 di Luciano Pérez Savoy, mentre il Premio Speciale della Giuria va a Sans Adieu di Christophe Agou. In Italiana.doc la spunta Diorama di Demetrio Giacomelli mentre il Premio Speciale della Giuria è di Talien di Elia Mouatamid.

La Giuria del Premio Fipresci composta da Mehdi Abdollahzadeh (Iran), Marta Balaga (Finlandia) e Giovanni Ottone (Italia) assegna il Premio per il Miglior Film a Morto Stalin, se ne fa un altro di Armando Iannucci
MYmovies.it

Tra gli altri premi assegnati dal TFF si segnalano il Premio Cipputi al Miglior Film sul mondo del lavoro (a Lorello e Brunello di Jacopo Quadri), il Premio Scuola Holden per la Miglior Sceneggiatura (a Morto Stalin, se ne fa un altro), il Premio Avanti (assegnato a Don't Forget Me) e il Premio Gli occhiali di Gandhi (ex-aequo a Talien e Balon di Pasquale Scimeca).


VAI ALLO SPECIALE TORINO FILM FESTIVAL
news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati