Qualcosa di troppo

Acquista su Ibs.it   Dvd Qualcosa di troppo   Blu-Ray Qualcosa di troppo  
Un film di Audrey Dana. Con Audrey Dana, Christian Clavier, Eric Elmosnino, Alice Belaïdi, Antoine Gouy.
continua»
Titolo originale Si j'étais un homme. Commedia, Ratings: Kids+13, durata 98 min. - Francia 2017. - Adler Entertainment uscita giovedì 11 maggio 2017. MYMONETRO Qualcosa di troppo * * - - - valutazione media: 2,42 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato nì!
2,42/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * 1/2 - -
 critica * * - - -
 pubblicon.d.
Una donna che non vuole più avere a che fare con gli uomini si ritrova improvvisamente ad avere a che fare con una novità che le cambierà la vita.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Una commedia surreale tendente all'esagerazione e allo stereotipo, più grottesca che divertente
Paola Casella     * * 1/2 - -
Questo film è disponibile in versione digitale, scopri il miglior prezzo:
TROVASTREAMING

Jeanne è un architetto 38enne sposata e con due figli "meravigliosi". Il suo matrimonio è in crisi ma lei pensa di risolvere le cose con un po' di terapia di coppia e qualche esercizio perineale. Peccato che il marito le riveli che aspetta un figlio da un'altra, facendo cadere Jeanne in depressione. La sua già scarsa fiducia in se stessa crolla definitivamente quando il giudice decide di accordare l'affido alternato dei figli all'ex marito fedifrago. È allora che la sua vita ha una svolta davvero inaspettata: la donna scopre da un giorno all'altro di avere un pene. E poiché è cresciuta nella convinzione che "se non hai un pisello non sei nessuno" la novità, per quanto sconvolgente, presenta le sue attrattive.
L'attrice comica francese Audrey Dana scrive, dirige e interpreta una commedia surreale che ha i pregi e i difetti del suo lavoro precedente, 11 donne a Parigi: dal lato dei pregi mostra una certa libertà e inventiva che si esprime soprattutto nel giocare con tutto ciò che ci si aspetta (anche cinematograficamente) da una donna e da un uomo; dal lato dei difetti sconta una tendenza all'esagerazione e allo stereotipo che grava il suo cinema di un elemento grottesco più sgradevole che divertente. Nella caratterizzazione di Jeanne, Dana mostra la stessa dualità: per un verso è buffa, rocambolesca e coraggiosa nel costruire il ritratto di una donna che è anche un po' un uomo, ma non lo diventa mai completamente; per un altro i suoi eccessi di attrice e autrice tolgono credibilità al personaggio che interpreta e rendono difficile ricondurre la Jeanne delle ultime scene a quella delle prime, poiché il cambiamento è eccessivamente radicale e precipitoso.
Accanto a lei Eric Elmosnino nei panni di un collega che si scopre attratto proprio dalla dualità di Jeanne è più sottile, mentre Alice Belaidi nei panni della vicina Marcelle sembra la macchietta della single aggressiva e arrabbiata con gli uomini, ma in fondo desiderosa di una relazione stabile. Il personaggio più credibile resta il ginecologo di Jeanne, il dottor Pace, interpretato con grande verve comica e saggio equilibrio da Christian Clavier (il papà di Non sposate le mie figlie!).
Quel che disturba, nella storia di Jeanne, è l'assunto per cui un pene regalerebbe automaticamente competenza, carisma e autorevolezza, dando conferma al presupposto per cui "è il pisello a fare l'uomo". Da quando la donna scopre di avere quel "qualcosa di troppo" di cui parla il titolo del film diventa infatti improvvisamente più efficiente sul lavoro, più decisionista e sicura nei rapporti con gli altri. Disturba anche l'assunto per cui ritrovarsi un pene fra le gambe equivalga ad avere il sesso come pensiero fisso e un'attrazione incondizionata verso chiunque abbia attributi femminili. Entrambi gli assunti sono banali e riduttivi, per non dire sessisti, e la situazione di Jeanne viene presentata come del tutto inconsueta, quando per certi versi è quella con cui si confronta ogni transessuale che ha scoperto di non appartenere al proprio sesso biologico.
Comicamente qui e là il palleggio con gli stereotipi di genere funziona, creando situazioni paradossali davanti alle quali il sorriso, se non proprio la risata, ci scappa. Ma un po' più di imprevedibilità nel tracciare il ritratto del maschile e del femminile, un po' più di profondità nel raccontare gli individui come esseri potenzialmente completi a prescindere dal loro sesso, avrebbero alzato il livello e dato al pubblico la possibilità di ragionare davvero su stereotipi e differenze, come hanno fatto film comici alla Tootsie o drammatici alla La moglie del soldato.

Stampa in PDF

TROVASTREAMING
QUALCOSA DI TROPPO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
Rakuten tv
-
-
Infinity
-
-
-
-
-
TIMVISION
-
-
-
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
-
-
Google Play
* * * - -

Molti difetti, ma strappa due risate

giovedì 4 maggio 2017 di alberto

 Audrey Dana, attrice e regista francese, non è nuova nell'ambito della commedia, dato che ha già interpretato e diretto "11 donne a Parigi". Per la sua seconda opera scrive insieme a Maud Ameline una storia strana, fantasy, e che sulla carta farebbe venire molte domande esistenziali, ma che sul campo non vuole assolutamente insegnare o far riflettere lo spettatore: molto verosimilmente si chiede cosa succederebbe se una donna divorziata e un pò depressa (l'incipit continua »

* * - - -

Parbleu le pénis!

lunedì 15 maggio 2017 di scavadentro65

La curiosità per questo film era duplice. In primis per la regia e l'interpretazione della Dana, la quale faceva ipotizzare una visione "al femminile" , in secondo luogo per la tematica che quando volge sul sesso strappa il riso o comunque la risatina. L'obiettivo viene solo in parte raggiunto, con una serie di alti e bassi che a parer mio collocano il lungometraggio ad un livello di due stelle e mezza. La trama risulta assai basica: la timida e debole moglie abituata continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Qualcosa di troppo adesso. »
Shop

DVD | Qualcosa di troppo

Uscita in DVD

Cover Dvd Qualcosa di troppo È disponibile in tutti i negozi il dvd Qualcosa di troppo di Audrey Dana con Audrey Dana, Christian Clavier, Eric Elmosnino, Alice Belaïdi. Distribuito da Universal Pictures. Su internet Qualcosa di troppo (DVD) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS.

Prezzo: 13,99 €
Prezzo di listino: 14,99 €
Risparmio: 1,00 €
Aquista on line il dvd del film Qualcosa di troppo

Di troppo c'è solo la volgarità

di Maurizio Acerbi Il Giornale

Jeanne, ingegnere edile con poco carattere e madre separata, odia gli uomini. Una mattina, però, si risveglia con l'attributo maschile tra le gambe, imparando a conoscere pregi e difetti della vita maschile. Non è proprio il classico scambio di personalità cinematografico, ma gli stereotipi sono gli stessi. Anzi, qua volgarmente esasperati (la scena della masturbazione è da cartellino rosso). E poi, neanche un quindicenne si arraperebbe così alla vista di ogni donna. Da Il Giornale, 11 maggio 2 »

Se lei si risveglia uomo la commedia è esilarante

di Francesco Alò Il Messaggero

Sembra un mobile danese: linee pulite, riflessi madreperla, è celestiale!». Così l'amica del cuore descrive ammirata a Jeanne (Audrey Dana) l'organo sessuale spuntato... tra le cosce di Jeanne. Ebbene sì: questa divorziata parigina di 38 anni, trafelata e sfigata con gli uomini, si risveglia dopo un magico temporale con qualcosa di piuttosto maschile sotto l'ombelico. Che fare? Il ginecologo, esaltato, sognerà di diventare il nuovo Ambroise Paré (genio della chirurgia francese), l'amica sognerà la rivoluzione («Sei la nuova Giovanna d'Arco!») mentre Jeanne inizierà a masturbarsi à gogo, camminare di notte vestita da uomo, desiderare donne ma innamorarsi di un collega architetto. »

Da donna a uomo: cambio con ironia

di Silvio Danese Quotidiano Nazionale

Si sa, l'equilibrio di ogni persona si fonda sulla proporzione tra maschile e femminile. Se il nostro non è più il tempo del sesso come ossessione, bensì del sesso come variazione (anche transgender), questa è una scorrevole commedia sulla conoscenza carnale dell'altro genere. E tema ricorrente: dal meglio "Nei panni di una bionda" di Blake Edwards, al discreto "Quello che vogliono le donne" con Mel Gibson, fino al mediocre - il recente italiano - "Moglie e marito". Abbandonata dal consorte, emarginata sul lavoro, sfiduciata in se stessa, Jeanne si sveglia un mattino con un pene che, complice il medico (esilarante Clavier), impara a "gestire" come una parte sconosciuta di sé. »

Qualcosa di troppo | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Paola Casella
Pubblico (per gradimento)
  1° | scavadentro65
  2° | alberto
Link esterni
Facebook
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 11 maggio 2017
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità