Apes Revolution - Il pianeta delle scimmie

Acquista su Ibs.it   Dvd Apes Revolution - Il pianeta delle scimmie   Blu-Ray Apes Revolution - Il pianeta delle scimmie  
Consigliato sì!
3,28/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * * 1/2 -
 critica * * 1/2 - -
 pubblico * * * - -
   
   
   
La Fox ha confermato il sequel de L'alba del pianeta della scimmie visto il successo mondiale del film precedente.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Un film che attraversa diversi generi cinematografici con il passo spedito e appassionato del cinema di grande respiro abile tanto nei primi piani quanto nelle panoramiche
Gabriele Niola     * * * 1/2 -
Showtime:
venerdì 30 settembre 2016 alle ore 22,50 in TV su PREMIUMCINEMA2
Scopri gli altri film in televisione »

Sono passati dieci anni da quando delle scimmie rese più evolute da un virus confezionato dagli uomini sono evase e hanno combattuto gli esseri umani sul ponte di San Francisco. In questo periodo la razza umana è stata quasi annichilita da quello stesso virus che si è rivelato per loro letale, è rimasta in vita solo una piccola percentuale di persone naturalmente immuni. Dall'altra parte le scimmie, sempre capitanate da Cesare, si sono ritirate nella foresta, hanno creato una loro città, vivono in pace, cacciano e procreano nella convinzione che ormai gli uomini non esistano più. L'incontro tra le due razze (gli uomini devono avere accesso ad una diga vicino al villaggio delle scimmie per poter riottenere l'elettricità) porterà ad una spaccatura tra chi vuole la guerra e chi invece pensa si possa vivere in pace.
È affascinante come Apes revolution attraversi diversi generi cinematografici, partendo con titoli di testa tipici da cinema della pandemia (molto forte negli anni 2000, oggi lentamente scomparso), per deviare su suggestioni postapocalittiche con le città divorate dalla vegetazione come già abbiamo visto solo nell'ultimo anno in Transcendence e Divergent (anche se l'impressione è che l'archetipo visivo rimanga sempre il videogioco Last of us) e finire nel puro cinema di guerra, con l'azione che si mescola alle tattiche e le difficoltà nel mantenere il fronte interno. Tutto con il passo spedito e appassionato del cinema di grande respiro abile tanto nei primi piani quanto nelle panoramiche.
Questa volta al timone c'è Matt Reeves e la differenza si sente. Pur rimanendo dalle parti di una narrazione molto semplice e diretta, in cui tutto quel che c'è da sapere passa per i dialoghi o è chiaramente messo in scena, l'avventura della scimmia Cesare e del suo rapporto difficile sia con gli umani che con i suoi simili è raccontata con l'abilità necessaria a rendere la parabola una storia appassionante. Non è certo intenzione di Apes revolution innovare lo storytelling ma la maniera in cui interpreta questo preciso mix di generi guardando sempre il suo protagonista in faccia, partendo e tornando da lui e dai suoi occhi (come nell'apertura e chiusura del film), sembra l'unica possibile per fare di un film simile un'opera coinvolgente.
A partire da un inizio molto forte in cui le scimmie cacciano e nel quale con un solo grande salto vengono stabiliti i termini affettivi tra personaggi (cosa siamo disposti a fare gli uni per gli altri e con quale atteggiamento), Reeves mette in chiaro non solo la volontà di dare uguale spazio a uomini e scimmie ma soprattutto di trattare quest'ultime con la complessità che solitamente è riservata agli uomini. Così il film ha due poli d'attrazione e repulsione (in ognuna delle due fazioni ci sono buoni e cattivi) e senza dirlo mai afferma anche più che nel precedente (e anche più di Avatar che molto si era sforzato in questo senso) l'indistinguibilità tra falso e vero. Accostando moltissimo reale e digitale, mettendoli a confronto e in parallelo ne sfuma i confini.
Cesare è una scimmia creata al computer, non c'è nulla di vero se non i suoi movimenti sia corporali che facciali, tutti "catturati" attraverso i sensori del motion capture dal corpo e dal volto di Andy Serkis, attore maestro di questa tecnica. Quel che Cesare vive tra i suoi simili, la lotta che conduce per la pace, è speculare a quella che i protagonisti umani conducono tra i propri simili. Non ci sono scimmie e uomini ma pacifisti e guerrafondai, esseri spaventati che vogliono vendicarsi o azzerare il nemico ed esseri che cercano di vivere in armonia, Cesare come il buon Malcolm, la scimmia che odia gli umani Koba come il guerrafondaio interpretato da Gary Oldman. Un parallelo evidente che non è in nessun modo messo in difficoltà dal fatto che le scimmie sono esseri inesistenti, anzi che si esalta nei dettagli con i quali gli attori-scimmia fondono movimenti animali con altri più evoluti e umani, ragione e istinto, avvicinamento al passaggio evolutivo successivo e mantenimento di una radice bestiale. Un vero gioiello di minuzia recitativa.
Altro segno della volontà di dare alle scimmie la complessità necessaria a renderle protagoniste, rendendole qualcosa di più di una versione aggiornata del ruolo occupato dagli indiani nativi americani nei western revisionisti (vittime dell'uomo bianco, retti e immacolati, dotati di valori solidi e cristallini, ma mai realmente protagonisti solo specchi di purezza utili a mostrare il loro contrario, la brutalità di chi li combatte), è il fatto che gli incrollabili principi sbandierati dalle migliori scimmie non siano seguiti fino alla fine nemmeno da loro, fallibili e complessi come noi, come le espressioni che sono in grado di fare.

Incassi Apes Revolution - Il pianeta delle scimmie
Primo Weekend Italia: € 1.541.000
Incasso Totale* Italia: € 4.818.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 7 settembre 2014
Primo Weekend Usa: $ 73.000.000
Incasso Totale* Usa: $ 207.590.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 28 settembre 2014
Sei d'accordo con la recensione di Gabriele Niola?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
81%
No
19%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Apes Revolution - Il pianeta delle scimmie

premi
nomination
Premio Oscar
0
1
BAFTA
0
1
* * * - -

Bello, ma non un capolavoro

sabato 23 agosto 2014 di parieaa

Sicuramente un buon film di fantascienza, che riporta in auge definitivamente una delle saghe cinematografiche più longeve. Effetti speciali strepitosi (da Oscar), un Andy Serkis sempre più bravo e, secondo me, sempre meno umano, che praticamente da solo regge il film intero. Anche la colonna sonora è buona e la sequenza finale è molto ben curata e ben giostrata dal regista. Però da qui paragonarlo addirittura al primo Matrix (da un sacco continua »

* * * - -

La guerra è già iniziata.

lunedì 7 settembre 2015 di ultimoboyscout

Il film inizia più o meno una decina di anni dopo "L'alba del pianeta delle scimmie", il virus T-113 ha spazzato via la stragrande maggioranza degli umani e i pochi rimasti vivono arroccati all'interno dei ruderi delle città, mentre le scimmie si moltiplicano e procedono nella loro incredibile evoluzione nei boschi, riuscendo persino a parlare. "Apes revolution"  è la storia di due dinastie: quella delle scimmie che continuano a proliferare e continua »

* - - - -

Scimmie & noia: quel tandem che non ti aspetti

giovedì 31 luglio 2014 di Krant

E dire che gli scimpanzè, come moltissimi altri simili, sono fra gli animali più affascinanti ed intriganti che si possano studiare. Matt Reeves, accompagnato da un cast più che mediocre e da sceneggiatori altrettanto limitati, ci regala invece una sprangata in fronte di due ore e dieci minuti di banalità e noia assolute. Nulla di nuovo all'orizzonte: la solita predica pseudo-animalista e antirazzista che vuole ricordare come le disuguaglianze fra uomo-uomo e uomo-animale siano effettivamente poche. continua »

* * * * -

Gran bel film su paura, fiducia, amicizia e....

sabato 2 agosto 2014 di Angelo Bottiroli - Giornalista

Chi si aspetta di vedere un film di fantascienza, catastrofico, sulla pandemia o altro rimarrà deluso, perché  “Il Pianeta delle Scimmie Revolution” è tutt’altro che questo, ma a conti fatti è un film stranissimo e anche se è stato scritto molto sul tema, molto, molto originale, perché, forse per la prima volta sullo schermo, scimmie e uomini sono messi sullo stesso livello. Il regista, Matt Revees, autore di film molto particolari continua »

Cesare e koba
Koba: "Scimmia non uccide scimmia"
Cesare: "Tu non sei una scimmia"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Cesare e koba
Koba: "Scimmia non uccide scimmia"
Cesare: "Tu non sei una scimmia"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Cesere
"Gli umani si sono distrutti a vicenda"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | Apes Revolution - Il pianeta delle scimmie

Uscita in DVD

Disponibile on line da martedì 2 dicembre 2014

Cover Dvd Apes Revolution - Il pianeta delle scimmie A partire da martedì 2 dicembre 2014 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Apes Revolution - Il pianeta delle scimmie di Matt Reeves con Gary Oldman, Kirk Acevedo, Judy Greer, Angela Kerecz. Distribuito da 20th Century Fox Home Entertainment. Su internet Apes Revolution. Il pianeta delle scimmie (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 12,99 €
Aquista on line il dvd del film Apes Revolution - Il pianeta delle scimmie

APPROFONDIMENTI | Le scimmie eterna metafora dell'umanità.

Di guerra e di pace

sabato 2 agosto 2014 - Roy Menarini

Di guerra e di pace Non sono note le divergenze creative che hanno portato Rupert Wyatt ad abbandonare il progetto del sequel di L'alba del pianeta delle scimmie né ovviamente sappiamo come sarebbe stato il suo film rispetto a quello ora in sala diretto da Matt Reeves. Certo è che il primo episodio pareva più coraggioso nel gettarsi a capofitto dentro le tensioni contemporanee: il virus "scimmiesco" come metafora del contagio mondiale economico, e la rivolta dei primati - giusta e violenta insieme - come allegoria dei movimenti di dissenso internazionale che proprio in quei mesi stavano incendiando sia il mondo arabo sia le piazze occidentali.

   

Incassi milioanri per l'ennesima guerra tra uomini e primati

di Federico Pontiggia Il Fatto Quotidiano

Scimmia a chi? Dieci anni dopo la battaglia al Golden Gate di San Francisco, la nazione dei primati guidata da Cesare (Andy Serkis) vive e lotta: con noi o contro di noi? Incognita affidata al secondo capitolo della saga reboot intesa a rilanciare il mitologico Pianeta delle Scimmie: Apes Revolution (titolo originale: Dawn of the Planet of the Apes), che finora ha incassato 365 milioni di dollari in tutto il mondo, di cui circa la metà negli Usa. Dopo L'alba del pianeta delle scimmie affidato nel 2011 a Rupert Wyatt, stavolta alla regia c'è Matt Reeves, già apprezzato per il mostruoso Cloverfield, il vampiresco Blood Story e il serial lv Felicity: "Un rilancio? Diciamo semplicemente un nuovo capitolo della saga, costruito da un punto di vista emotivo. »

Uomini contro scimmie tra le rovine della Terra

di Antonello Catacchio Il Manifesto

È passato qualche anno dall'episodio precedente. L'umanità è stata decimata dal virus che avrebbe dovuto guarire l'Alzheimer, e invece ha permesso alle scimmie di evolversi. Ora la comunità umana residuale vive barricata nella zona di San Francisco, comandata da Dreyfuss, l'ennesimo imbecille convinto che le armi siano la soluzione e non il problema E sempre a caccia di colpevoli estranei i sopravvissuti ritengono le scimmie responsabili dell'epidemia e non gli scienziati. Poco distanti, oltre il ponte, nella città villaggio costruita nella foresta di sequoie, vivono invece le scimmie capitanate da Cesare, lo scimpanzé divenuto un vecchio saggio che deve tenere a bada gli ardori bellicosi del bonobo Kobo. »

Che attori questi Scimpanzè

di Fabio Ferzetti Il Messaggero

Estate 2013: una massa di zombie invade il pianeta. Sono famelici, brulicanti, imbattibili. E indistinguibili, pura carne da macello (da spettacolo). Il film si chiamava World War Z e ce lo siamo già dimenticato malgrado le impressionanti scene di distruzione ambientate ai quattro angoli del globo (con epicentro, triste coincidenza, in Israele). Estate 2014. Una massa di scimmie evolutissime - anche in senso digitale - invade le foreste intorno a San Francisco e gli schermi del mondo intero. Anche qui un pugno di umani sopravvissuti a un'epidemia scende in guerra contro quegli avversari diventati quasi umani grazie a una serie di esperimenti scientifici dagli effetti imprevisti. »

Apes Revolution - Il pianeta delle scimmie | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Gabriele Niola
Pubblico (per gradimento)
  1° | ultimoboyscout
  2° | angelo bottiroli - giornalista
  3° | domenico maria
  4° | parieaa
  5° | versus
  6° | manganini
  7° | veritasxxx
  8° | lief3
  9° | sebastian13
10° | sileo
11° | mister q
12° | mister q
13° | orion84
14° | ilaria pasqua
15° | gianlucarinaldi
16° | matteo manganelli
17° | evildevin87
18° | ellie29
19° | khaleb83
20° | gianleo67
21° | mickey97
22° | valentino giorgi
23° | muttley72
24° | ermanno bartoli
25° | felipito
26° | chris75
27° | alexander 1986
28° | ziocamo
29° | fabio1957
30° | anabasi
31° | film80
32° | krant
Premio Oscar (1)
BAFTA (1)


Articoli & News
Approfondimenti
di guerra e di pace
Trailer
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
Link esterni
Sito italiano
Shop
DVD
Uscita nelle sale
mercoledì 30 luglio 2014
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità