The Green Hornet

Acquista su Ibs.it   Soundtrack The Green Hornet   Dvd The Green Hornet   Blu-Ray The Green Hornet  
Un film di Michel Gondry. Con Seth Rogen, Jay Chou, Cameron Diaz, Christoph Waltz, Edward Furlong.
continua»
Azione, Ratings: Kids+13, durata 120 min. - USA 2011. - Sony Pictures uscita venerdì 28 gennaio 2011. MYMONETRO The Green Hornet * * 1/2 - - valutazione media: 2,96 su 43 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
2,96/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * * - -
 critica * * 1/2 - -
 pubblico * * 1/2 - -
   
   
   
The Green Hornet, Kato e la segretaria Lenore contro Benjamin Chudnofsky, l'uomo che controlla la malavita di Los Angeles.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Un film misteriosamente godibile che riflette sul ruolo dell'eroe
Gabriele Niola     * * * 1/2 -

Erede di una potente famiglia a capo di uno dei giornali più importanti della città, lasciato orfano dalla madre quando era piccolo e di nuovo alle prese con il lutto paterno in età adulta, Britt Reid è di colpo costretto a fare qualcosa della sua vita, dopo aver vissuto a lungo di baldorie inconcludenti. Grazie all'aiuto di Kato, un suo coetaneo talentuoso e tremendamente inventivo che il padre sottoutilizzava come meccanico, si trasformerà in il Calabrone Verde ("Bel nome! Ma in inglese ha più stile: Green Hornet!" gli fa pronunciare il doppiaggio italiano per giustificare il cambio di lingua), un giustiziere che si finge criminale per combattere meglio il crimine. Nonostante non sia capace di nulla e lasci fare tutto a Kato, lo stesso Reid riuscirà a infastidire il boss più boss di tutti della malavita cittadina e smascherare un complotto a cui suo padre aveva preso parte, utile a favorire la rielezione del procuratore distrettuale.
Prima o poi doveva succedere. A furia di commissionare film grossi e commerciali a quelli che una volta sarebbero stati considerati autori personali e vicini al cinema indipendente, qualcosa di strano è capitato. La versione di Michel Gondry di Green Hornet infatti è senza dubbio il film di più difficile classificazione dell'anno. Frutto dell'incontro tra la volontà e la visione di cinema dell'autore francese, la scrittura e le prerogative di Seth Rogen (e di tutto il tipo di commedia che rappresenta) e le intenzioni commerciali della Sony Columbia, il primo adattamento cinematografico delle avventure del Calabrone Verde è un pastrocchio talmente pieno di caratteristiche provenienti da generi diversi da risultare inclassificabile, eppure misteriosamente godibile.
Dopo averlo visto toccare gran parte dei toni e delle modalità produttive dell'audiovisivo (dal videoclip alla pubblicità, dall'analogico al digitale, dalla commedia al drammatico, dall'indipendente al grosso budget, dal personale al commissionato) possiamo dire con cognizione di causa quello che era intuibile già 10 anni fa, ovvero che Michel Gondry è l'unico cineasta contemporaneo ad aver veramente compreso come far convivere l'anima analogica del cinema con le nuove possibilità e spinte digitali. Il suo linguaggio espone il trucco analogico nel suo farsi artigianale trasformandolo in elemento della messa in scena per un ulteriore il piacere dello spettatore, nel frattempo come un vero illusionista fa accadere il vero trucco da un'altra parte con l'invisibilità garantita dal digitale. Da questa dialettica tra esposizione e occultamento scaturisce tutto il movimento e il dinamismo della messa in scena dei film di Gondry, nonchè tutto il senso di un cinema che applica alle persone e alle storie uno sguardo voglioso di immagini nuove e diverse.
Che Gondry fosse un mirabile manipolatore di illusioni ottiche però lo sapevamo già, come del resto già avevamo intuito la sua capacità di raccontare storie complesse. Quello a cui invece siamo ora messi di fronte è quanto sia in grado di mischiare e dosare toni e ritmi diversi, trasformando l'eterogeneità in omogeneità. Le intemperanze infantili da commedia demenziale tipiche dello "stile Judd Apatow" che Rogen porta con sè, le forti esigenze di azione, la scansione e il ritmo tipico del film d'azione, il racconto di stile fumettistico (le origini del personaggio e della sua nemesi) e ancora la sperimentazione visiva sono solo alcune componenti di un film che a tratti somiglia ad un blockbuster, ad altri una commedia.
Alla sua prima esperienza di pura commissione Michel Gondry realizza un film che ha quasi più punti in comune con una parodia che con il proprio genere, a partire dalla messa in discussione delle consuete dinamiche di potere nella coppia eroe/spalla. Nel suo Calabrone Verde, benchè il protagonista rimanga Britt Reid, è Kato l'unico vero eroe (in più di un momento egli stesso sembra chiedersi come mai non agisca da solo), i costumi sono un supporto ridicolo, i cattivi cercano di operare con goffagine il passo da criminale a supercriminale e ogni momento topico della vita di un supereroe diventa una burla. Eppure allo stesso tempo Green hornet riesce ad inserirsi in quella riflessione più alta sul ruolo dell'eroe (e per traslato del bene) quale molla in grado di generare la comparsa di una nemesi uguale e contraria, già iniziata da Il cavaliere oscuro e mutuata da quel percorso evolutivo che negli ultimi 20 anni il fumetto ha compiuto riflettendo sul proprio senso.

Stampa in PDF

Premi e nomination The Green Hornet MYmovies
il MORANDINI
Incassi The Green Hornet
Primo Weekend Italia: € 409.000
Incasso Totale* Italia: € 698.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 13 febbraio 2011
Primo Weekend Usa: $ 34.000.000
Incasso Totale* Usa: $ 97.468.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 13 marzo 2011
Sei d'accordo con la recensione di Gabriele Niola?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
64%
No
36%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Showtime:
venerdì 18 aprile 2014 alle ore 11,35 in TV su SKYCINEMAHITS
Scopri gli altri film in televisione »
* - - - -

Imbarazzante

domenica 13 febbraio 2011 di JimmyJazz

Sono estremamente deluso dal film, lo dico da subito senza giri di parole. Non bastano 2 o 3 trovate simpatiche all'interno del film per salvarlo, non per un Maestro come Gondry, capace di firmare 2 capolavori assoluti come "L'arte del sogno" e "Se mi lasci ti cancello" e una commedia brillante e geniale come "Be kind rewind". Qui mi sembra essere finito schiacciato nell'ingranaggio del Film-d'azione-per-tutti-in-3D senza essere riuscito a dare un tocco personale all'opera, senza dare un senso all'utilizzo continua »

* - - - -

Era davvero necessario un altro "super eroe" ?

martedì 1 febbraio 2011 di walalla

Un film di una pochezza imbarazzante. Questo calabrone verde (traduzione letterale del titolo) di certo non passerà alla storia . La trama è banale , un fannullone ricco che ha la fortuna di imbattersi in un genio della tecnologia e maestro di arti marziali che per qualche oscuro motivo decide di aiutarlo nello sconfiggere il male (perchè non lo faccia da solo non si capisce ..). Il tutto condito dal cattivo di turno (Chrisoph Waltz) che offre gli unici spunti vagamente interessanti continua »

* * * * -

Film simpatico e divertente

domenica 30 gennaio 2011 di davidjordanair

ho appena finito di vedere il film e vi devo dire che è stato molto simpatico e carino. Il film è adatto a chi vuole passare due ore senza preoccuparsi di avere la mente concentrata per capire la storia, infatti questa risulta semplice e in alcuni passaggi anche scontata. I punti di forza del film sono i dialoghi e le battute tra i personaggi. (l'aiutante Kato è troppo forte!) L'azione non manca e l'uso del 3D è discreto anche se si poteva fare di più. In conclusione assegno a questo film 4 continua »

* * * * -

Un punturone di ironia e stile

lunedì 31 gennaio 2011 di Storyteller

Un piccolo kolossal d'autore, che ha il pregio di non prendersi troppo sul serio pur raccontando una storia innegabilmente attuale. Il punto di forza dell'opera è appunto lo stile con cui viene narrata (il set che si triplica, le sequenze in fast forward come le comiche degli Anni '30, panorami cittadini stile plastico da stop-motion, combattimenti ipercinetici che mescolano Matrix, V for Vendetta e Kung Fusion) e l'irresistibile carica goliardica dei dialoghi, che non si esaurisce mai fino al continua »

non è di morire che bisogna aver paura ma di non aver mai vissuto
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
the green hornet/breid reid
"Non è di morire che bisogna avere paura ma bisogna avere paura di non aver vissuto!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

DVD | The Green Hornet

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 11 maggio 2011

Cover Dvd The Green Hornet A partire da mercoledì 11 maggio 2011 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd The Green Hornet di Michel Gondry con Seth Rogen, Cameron Diaz, Christoph Waltz, Edward Furlong. Distribuito da Sony Pictures Home Entertainment. Su internet The Green Hornet è acquistabile direttamente on-line su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film The Green Hornet

SOUNDTRACK | The Green Hornet

La colonna sonora del film

Disponibile on line da martedì 19 giugno 2012

Cover CD The Green Hornet A partire da martedì 19 giugno 2012 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film The Green Hornet del regista. Michel Gondry Distribuita da HRKCD.

MAKING OF | The Green Hornet: un film di supereroi che non è di supereroi.

La strana coppia cameron diaz e seth rogen

lunedì 24 gennaio 2011 - Gabriele Niola

La strana coppia Cameron Diaz e Seth Rogen Strana coppia Seth Rogen e Cameron Diaz. L'eroe e la protagonista femminile di The Green Hornet contrariamente al solito non finiscono insieme, nè tantomeno trasudano tensione sessuale. Un attore che è anche autore e produttore di un film che ha molto voluto e un'attrice che non teme di prendere in giro la propria età all'interno del film (quasi 39 anni, la soglia della terza età hollywoodiana). Dopo il duetto di interviste a Michel Gondry e Christoph Waltz, sconfinato nel cinema teorico, ora quello dei due attori verte molto più sui temi e sull'approccio del film.

   

INTERVISTE | Un talento francese ed uno austriaco al servizio di un progetto tutto americano.

Gondry e waltz parlano di

lunedì 17 gennaio 2011 - Gabriele Niola

Gondry e Waltz parlano di The Green Hornet Gli europei d'America Il primo è il mago del cinema dagli effetti speciali allo stesso tempo poveri e ricchi, analogici e digitali, il secondo è il talento emergente più clamoroso degli ultimi anni, il nuovo "cattivo d'America". Michel Gondry e Christoph Waltz, rispettivamente regista e attore di Green Hornet, sono una coppia di quelle che qualche anno fa sarebbe sembrata improbabile e che, visti così, sono l'emblema di cosa sia ed è sempre stata Hollywood: un talento francese ed uno austriaco al servizio di un progetto commerciale tutto americano.

   

Malgrado Gondry il calabrone non vola

di Francesco Alò Il Messaggero

Prendi il cinefumetto alla Marvel e trattalo male: l'eroe mascherato è un goffo idiota (Britt Reid, figlio di un magnate dell'editoria), il fido aiutante è geniale e coraggioso (Kato, sa fare pure un gran cappuccino), la ragazza del cuore è intelligente e autonoma (ma fa la segretaria) e il cattivo è follemente insicuro (cambierà il nome da Chudnofsky al sanguinario Bloodnofsky). Green Hornet (Il calabrone verde) è l'adattamento dalla serie radiofonica, poi diventata tv nel '66 (Bruce Lee era Kato) e dopo anche fumetto. »

L'odioso Ritt superato dall'autista

di Roberto Nepoti La Repubblica

Dopo l' assassinio del padre, proprietario del giornale "Daily Sentinel", il ricco playboy Britt Reid si reinventa: sotto l' identità segreta del Calabrone Verde, combatterà il crimine assieme al suo autista Kato. Circondato dalla fama di registaautore (anche per il bellissimo "Se mi lasci ti cancello"), Michel Gondry passa inaspettatamente al film di supereroi; al contrario dei vari Batman e Spiderman, però, ha il merito di non prendere sul serio il proprio. Britt è un riccone ignorante, infantile, inetto. »

Helzapoppin surreale per il Calabrone Verde

di Valerio Caprara Il Mattino

È ormai frequente che autori di gran nome sprezzanti del pericolo e stimolati dal compenso si cimentino con il blockbuster. Con «The Green Hornet 3D» tocca stavolta a Michel Gondry, regista particolarmente estroso, schivo e raffinato subentrato a Kevin Smith e Stephen Chow dopo lungo e tormentato allestimento e il risultato è alquanto strano. Lontano, cioè, sia dai disastri alla Henckel von Donnersmarck («The Tourist») sia dai successi di un Burton o di un Nolan, il primo adattamento cinematografico delle fumettistiche imprese del Calabrone Verde è un film tutto sommato brutto disseminato di guizzi creativi e insolite sperimentazioni. »

Il Calabrone verde purtroppo non punge

di Alessandra Levantesi La Stampa

Protagonista di un serial radiofonico creato nel’36 da George Trendle e Frank Stricker, divenuto un fumetto nel ‘40 e un ciclo tv alla metà degli anni ‘60, The Green Hornet (Calabrone verde) è il prototipo dell’eroe dalla doppia identità impegnato nella lotta contro il male, probabile modello di Batman che nasce solo nel’39. Nel fu in 3D a rivestire i panni dell’editore di giornali Britt Reid che va in missione nascosto sotto una mascherina e un cappello verdi è il comico Seth Rogen; mentre la pop star Jay Chou impersona il suo assistente Kato, maggiordomo, autista, inventore e esperto di arti marziali, che in tivù era interpretato dal mitico Bruce Lee. »

The Green Hornet | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Gabriele Niola
Pubblico (per gradimento)
  1° | dario carta
  2° | nfl 26
  3° | ams80
  4° | ultimoboyscout
  5° | mikemaister
  6° | jimmyjazz
  7° | fedeleto
  8° | davidjordanair
  9° | storyteller
10° | hollyver07
11° | alexpark
12° | mar.ck
13° | claudiorec
14° | freemovie
15° | poldino
16° | giacomogabrielli
17° | francesco adami
18° | walalla
Trailer
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 |
Backstage
1 | 2 |
Video
1| 2| 3| 4| 5| 6| 7| 8|
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 | 41 | 42 | 43 | 44 | 45 | 46 | 47 | 48 | 49 | 50 | 51 | 52 | 53 | 54 | 55 | 56 | 57 | 58 | 59 | 60 | 61 | 62 | 63 | 64 | 65 | 66 | 67 | 68 | 69 | 70 | 71 | 72 | 73 | 74 | 75 | 76 | 77 | 78 | 79 | 80 | 81 | 82 | 83 | 84 | 85 |
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità