Il nemico alle porte

Acquista su Ibs.it   Dvd Il nemico alle porte  
Un film di Jean-Jacques Annaud. Con Jude Law, Ed Harris, Rachel Weisz, Joseph Fiennes, Bob Hoskins.
continua»
Titolo originale Enemy at the Gates. Guerra, durata 129 min. - Germania, Gran Bretagna, Irlanda 2000. MYMONETRO Il nemico alle porte * * * - - valutazione media: 3,07 su 41 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,07/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Usa)
 dizionari * * - - -
 critican.d.
 pubblico * * * - -
   
   
Il tiratore russo Vassili Zaitsev viene scelto come mezzo di propaganda, finchè un maggiore tedesco, König, non decide di sfidarlo sul suo stesso terreno: la precisione nella mira.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Rilettura del genere western con un ottimo, lacerato Ed Harris
Giancarlo Zappoli     * * - - -

Stalingrado è stretta nella morsa nazista e ogni metro di terreno viene conteso armi in pugno. Il tiratore scelto Vassili Zaitsev abbatte uno dopo l'altro i tedeschi. Il commissario politico Danilov fa di lui un potente mezzo di propaganda. È l'eroe sovietico per eccellenza che non sbaglia un colpo. Un maggiore tedesco, König, decide di sfidarlo sul suo stesso terreno: la precisione nella mira. I due danno inizio a un inseguimento che porterà allo scontro finale.
Annaud è un esperto di rilettura di generi cinematografici consolidati a cui mutare contesto. Lo aveva fatto con Il nome della rosa rivisitato come fosse soltanto una detection e ci riprova ora prendendo spunto da un soldato realmente esistito e distintosi nella battaglia di Stalingrado. In questa occasione il genere preso in esame è il western che trova il suo punto di forza nella scenografia che è irta di ostacoli costituiti da filo spinato, trincee e tunnel che divengono una manifestazione esteriore dei tormenti che dilaniano i protagonisti. Il punto di forza sul piano narrativo viene offerto dal contesto iniziale: viene fornito in dotazione un fucile ogni due soldati. L'arma passerà al secondo quando il primo sarà morto e chiunque verrà visto indietreggiare sarà ucciso a vista dal 'fuoco amico'. A favore del film depone poi la prestazione di Ed Harris che offre al suo maggiore König tutta la lacerazione interiore di un uomo che conosce solo un modo per risarcire se stesso per ciò che gli è stato sottratto: uccidere.
C'è però poi tutto il versante romantico (Vassili e Danilov innamorati entrambi della soldatessa Tania) che inficia l'esito nel suo complesso riconducendo il film nei binari dello stereotipo. Diventa allora quasi inevitabile chiedersi cosa ne sarebbe stato di un soggetto così imponente come quello della battagli di Stalingrado nelle mani di Sergio Leone, in quel progetto che, purtroppo, la morte gli impedì di portare a compimento.

Premi e nomination Il nemico alle porte MYmovies
il MORANDINI
Primo Weekend Usa: $ 13.810.000
Incasso Totale* Usa: $ 13.810.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 18 marzo 2001
Sei d'accordo con la recensione di Giancarlo Zappoli?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
20%
No
80%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* * * * -

Gran bel film

mercoledì 28 febbraio 2007 di federico

Quando ho letto il sottotitolo del film ("ogni guerra ha i suoi eroi" o qc di simile) ho subito pensato a un film americanoide della serie Chuck Norris in cosacco. Invece non manca di riflessioni dure sulla propaganda nel patriottismo, sulla canalizzazione delle masse, sugli ideali del socialismo e la loro traduzione contraddittoria nella pratica (molto bella la "resa" del compagno innamorato della ragazza). Avvincente e godibile, senza punti morti, ha vari momenti di suspance, belle scene, ottime continua »

* - - - -

Le opinioni e l'evento storico

domenica 12 giugno 2011 di Querontin

L'imparzialità non dovrebbe essere un vincolo nella valutazione di un film. Si possono fare film smaccatamente parziali, ma che sono allo stesso tempo opere validissime. Penso, tanto per stare in argomento, a film quali Ottobre o La Corazzata Potemkin di Ejzenstejn. Film assolutamente di propaganda, ma che restano grandi capolavori che hanno riscontrato l'apprezzamento anche di cinefili che non condividono quell'ideologia. Il problema de Il Nemico Alle Porte non è quello continua »

* * * * -

Amore tra i fuochi

domenica 15 marzo 2009 di Fighter

Film di guerra che ritrae molto bene le scene della seconda guerra mondiale (precisamente la battaglia a Stalingrado)e che in questa cornice di morte e distruzione inserisce una storia d'amore tra un cecchino abilissimo e una giovane "soldatessa" che non vuole in nessun modo rinunciare al campo di battaglia. L'amore come barlume di speranza e luce in mezzo al fumo e alle tenebre della guerra, è vissuto comuqnue con grande intensità e passione. Vengono introdotti inoltre i forti temi di patria, continua »

* * - - -

Solite storie

martedì 28 febbraio 2012 di Napos81

Quello che stupisce è l'acredine con cui i critici di professione trattano le opere non schierate ideologicamente dalla loro parte: ovvero dalla parte del solito, squallido sinistrismo snob e spocchioso. Il nemico alle porte è pieno anche di difetti, primo fra tutti l' inutile storia d'amore che toglie respiro e soffoca il racconto. Ma se si legge il critico Morandini,si ha l'impressione di vedere un film protonazista, coi poveri comunisti maltrattati dal regista, continua »

Danilov (Joseph Fiennes)
Sono stato così sciocco Vassili. L'uomo sarà sempre l'uomo. Non esiste l'uomo nuovo. Con tanta fatica abbiamo provato a creare una società che fosse giusta, dove non c'è niente da invidiare al tuo compagno, ma ci sarà sempre qualcosa da invidiare: un sorriso, un'amicizia... qualcosa che non hai e di cui ti vuoi appropriare. In questo mondo, perfino nel mondo sovietico, ci saranno sempre i ricchi e i poveri. Ricchi di talento, poveri di talento. Ricchi d'amore... poveri d'amore.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Maggiore Konig (Ed Harris) a Sasha (Gabriel Thomson)
Buongiorno Sasha… Ancora una volta lui sapeva esattamente dove trovarmi, non credi che sia strano, a parte me soltanto tu lo sapevi. Non ho niente contro di te Sasha, tu hai fatto una cosa molto coraggiosa, hai scelto il tuo campo di battaglia e io questo lo rispetto però non è il mio. Siamo entrambi soldati, siamo entrambi nemici quindi io so che capirai. Sono in collera con te piccolo Sasha perché non sei rimasto a casa come avevi promesso, sono in collera con te perché mi obblighi a fare quello che devo fare.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Nikita Sergeyevich Khrushchev
La vodka è un lusso che ci possiamo permettere, il caviale è un lusso che ci possiamo permettere, il tempo no!
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | Il nemico alle porte

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 24 agosto 2011

Cover Dvd Il nemico alle porte A partire da mercoledì 24 agosto 2011 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Il nemico alle porte di Jean-Jacques Annaud con Ed Harris, Bob Hoskins, Jude Law, Joseph Fiennes. Distribuito da Eagle Pictures. Su internet nemico alle porte (DVD) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 7,99 €
Prezzo di listino: 9,99 €
Risparmio: 2,00 €
Aquista on line il dvd del film Il nemico alle porte

di Alessandra Levantesi La Stampa

Il problema di un film come Il nemico alle porte, il kolossal europeo da 90 milioni di dollari firmato dal regista Jean-Jacques Annaud e finanziato con soldi tedeschi (soprattutto) e inglesi è proprio l'argomento: ovvero la battaglia di Stalingrado, con cui i sovietici rovesciarono le sorti della seconda guerra. Infatti se nella vicenda ai tedeschi tocca il ruolo di cattivi, c'era il rischio di far passare per buoni i loro antagonisti, ovvero gli stalinisti e, visto quello che hanno combinato, non era proprio il caso. »

di Lietta Tornabuoni La Stampa

Rivisitazione della battaglia di Stalingrado (1942-'43), che durante la seconda guerra mondiale ebbe importanza militare e politica essenziale, perché segnò sia il momento di massimo successo delle forze tedesche in Europa, sia la loro prima sconfitta di portata strategica e l'inizio della riscossa del fronte antifascista. I tedeschi posero l'assedio alla città, fiduciosi in una rapida vittoria; ma i sovietici difesero Stalingrado con eroica tenacia. Ispirandosi a un romanzo di William Craig, riprendendo un progetto che era stato carissimo a Sergio Leone, il regista Jean-Jacques Annaud ( Il nome della rosa, L'orso, Sette anni in Tibet) ha cercato di tenere le distanze dall'episodio storico, impasticciando una specie di parità tra i cattivi nazisti e i cattivi sovietici, e simboleggiando lo scontro in un conflitto tra due tiratori scelti, uno sovietico e uno nazista. »

Il nemico alle porte | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | federico
  2° | fighter
  3° | napos81
  4° | alessiomovie
  5° | fericjaggar
  6° | marco chiappetta
  7° | alessiomovie
  8° | rosemberg
  9° | valetag
10° | andyflash77
11° | querontin
Shop
DVD
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità