Quei bravi ragazzi

Acquista su Ibs.it   Dvd Quei bravi ragazzi   Blu-Ray Quei bravi ragazzi  
Un film di Martin Scorsese. Con Robert De Niro, Ray Liotta, Joe Pesci, Lorraine Bracco, Paul Sorvino.
continua»
Titolo originale Goodfellas. Drammatico, durata 145 min. - USA 1990. MYMONETRO Quei bravi ragazzi * * * * - valutazione media: 4,38 su 76 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato assolutamente sì!
4,38/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * * -
 critican.d.
 pubblico * * * * -
Una storia di mafia vista in un'ottica diversa e originale. Infatti tutto è analizzato in chiave grottesca e il protagonista per una volta non è un pezzo grosso della malavita.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Storia di mafia vista in un'ottica diversa e originale, analizzato in chiave grottesca
Annarita Mazzucca     * * * * -
Questo film è disponibile in versione digitale, scopri il miglior prezzo:
TROVASTREAMING

La maggior parte delle pellicole dedicate al richiamo edonistico alla malavita indugiano su figure criminali presentandone un percorso che ha del programmatico: l'ascesa e il successivo declino, vittime della loro stessa ambizione. Ma Scorsese dimostra un talento raro costruendo un film esplicitamente immorale. Lo script distilla ricordi in una finzione grottesca che vira a volte nel documentario. È il regista giusto per questo materiale, figlio di Little Italy, cresciuto in un ghetto siciliano a Manhattan e forgiato quindi da un background di un certo tipo. Il plot, che si svolge in un arco di tempo pressappoco corrispondente ad un quarto di secolo, ha un'atmosfera epica nonostante la sua prospettiva intimista. Nei primi quaranta minuti, in dettaglio sull'infanzia di Henry e sulla sua aspirazione alla vita criminale, si utilizza lo stesso tipo di approccio romanzato de Il Padrino. Lo scopo è chiaramente quello di creare un legame tra il pubblico e il protagonista, mentre è ancora relativamente innocente. Volendo compiere un parallelismo con la trilogia di Francis Ford Coppola risulta inevitabile cogliere la diversità di approccio adottato, dissimile per temperamento e tono. L'esplorazione di Scorsese è, in linea di principio, più pragmatica e la violenza è compagna brutale, spesso improvvisa, scioccante, senza ragionevole spiegazione, raffinata nella sua visceralità, sempre cinematograficamente necessaria. Quei bravi ragazzi è un capolavoro di composizione visiva, sorretto da sceneggiatura degna di lode (scritta dallo stesso regista e da N. Pileggi, autore del romanzo da cui il film è tratto) e dall'interpretazione di attori al massimo della loro forma. La regia trasuda le esperienze cinematografiche accumulate fino a quel momento. Nel racconto c'è tutto ciò che serve al cineasta, il desiderio di appartenenza e la paura dell'esclusione, la sottile frontiera tra il mondo normale e l'universo dei mostri. Perfezionato è il metodo di assemblaggio della colonna sonora. Troviamo in questo film tutti i pilastri del pantheon di Martin Scorsese, in un caleidoscopio musicale che va dai gruppi vocali degli anni 50 ai Rolling Stones, da Mina fino al punk di Sid Vicious.
Premiato al Festival di Venezia con il Leone d'Argento e nominato a sei premi Oscar, di cui uno vinto dal grande Joe Pesci come miglior attore non protagonista.

Stampa in PDF

TROVASTREAMING
QUEI BRAVI RAGAZZI
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
CHILI
-
-
-
-
Wuaki.tv
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
Google Play
Infinity
Premi e nomination Quei bravi ragazzi MYmovies
Premi e nomination Quei bravi ragazzi

premi
nomination
Festival di Venezia
2
0
Premio Oscar
1
6
Golden Globes
0
5
* * * * *

Forse uno dei miglior film di mafia mai realizzato

mercoledì 24 gennaio 2007 di Il fido Nava

QUei bravi ragazzi è uno di quei film relegati ai un orso d'oro che meritava tutti gli oscar salvo quello ai migliori effetti speciali. Ha un ritmo allucinante,Joe Pesci e De niro sono i tipici killer asettici e insenibili al sangue. Liotta è un grande...mi stupisco che vaghino incapaci come Cage e Pitt e Liotta poi di grandi film ne ha fatti pochi. La cosa sconvolgente è l aricerca psicologica di Henry Hill. Alla fine del film il soggetto ha la nausea da soldi e da morto, e questo è esattamento continua »

* * * * *

I bravi ragazzi di scorsese

domenica 21 marzo 2010 di Marv89

Goodefellas è un gangster-movies del maestro Scorsese basato sulla vita di Henry Hill, pentito mafioso e sul libro "Il delitto paga bene " di Nicholas Pileggi, che vede la luce nel 1990 e facente parte della brillante trilogia della mafia del regista italo-americano insieme agli altri due capolavori Mean streets(1973) e Casinò(1995). La pellicola descrive la storia dell'adolescente italo-irlandese Henry Hill cresciuto in una famiglia povera nella New York di quartiere, continua »

* * * * *

La normalità del delitto

martedì 30 novembre 2010 di danilodac

Il film narra la vicenda di Henry Hill (Ray Liotta), italo-irlandese cresciuto a Brooklyn che sogna di diventare un gangster. Il sogno diventa realtà, ma Henry sarà destinato a perdere tutto e ad abbandonare la vita dei bravi ragazzi. Utilizzando un puntiglioso stile documentaristico, Scorsese racconta la malavita organizzata con impassibile occhio da antropologo, dirigendo una ventina di personaggi uno più memorabile dell’altro. E’ un vero e proprio trattato sullo stile di vita dei goodfellas: continua »

* * * * *

Bel film

venerdì 4 marzo 2005 di Riccardo

Il film è uno spaccato della mafia italoamericana con il suo evolversi e i suoi degradi. Il ritmo è travolgente, Liotta in gran forma e Joe Pesci odioso per davvero. Un film riuscito. Forse qualcuno voleva una posizione più netta nel condannare i bravi ragazzi e meno compiacimento nelle scene violente (sono tante) ma non era questo l'intento che si voleva raggiungere. L'esempio lampante è De Niro, il cui personaggio è più preoccupato di far fuori i suoi complici che a godersi i frutti della rapina. continua »

Madre e figlio, Catherine Scorsese e Joe Pesci
Ma tu perché non ti trovi una brava ragazza?
Io ne trovo di bravissime tutte le sere, mamma.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Madre e figlio, Catherine Scorsese e Joe Pesci
Ma tu perché non ti trovi una brava ragazza?
Io ne trovo di bravissime tutte le sere, mamma.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Henny Youngman
Il Dottor Wellsler è fra noi, è fantastico! A uno gli diede sei mesi di vita, ma siccome non poteva pagargli il conto, gliene diede altri sei!
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | Quei bravi ragazzi

Uscita in DVD

Disponibile on line da martedì 8 novembre 2005

Cover Dvd Quei bravi ragazzi A partire da martedì 8 novembre 2005 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Quei bravi ragazzi di Martin Scorsese con Ray Liotta, Robert De Niro, Joe Pesci, Paul Sorvino. Distribuito da Warner Home Video, il dvd è in lingue e audio inglese, Dolby Digital 5.1 - francese, Dolby Digital Surround - italiano, Dolby Digital Surround. Su internet Quei bravi ragazzi è acquistabile direttamente on-line su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film Quei bravi ragazzi

di Luigi Paini Il Sole-24 Ore

Sono dei criminali, certo ma hanno tutto l'aspetto di bravi ragazzi: amano gli anziani genitori, non fanno mancare nulla a mogli e numerosa prole (trovando il tempo beninteso, per qualche scappatella con l'amante), rispettano con scrupolo tutte le tradizioni. Sul "lavoro» sono ferrei: gestiscono i traffici loschi del quartiere con estrema precisione, e chi sgarra non ha nemmeno il tempo di pentirsene. Danno soprattutto l'impressione di vivere bene: mai una coda, portafoglio sempre ben fornito, abiti e auto ultimo modello. »

di Lietta Tornabuoni La Stampa

Cose note, ma che esempio straordinario di maestria cinematografica: il ritmo, lo stile sono entusiasmanti, Scorsese non è mai stato tanto bravo nel raccontare una storia allo stato puro, arrivando a comunicare insieme i meccanismi della memoria, l’inquietudine perenne dei suoi mafiosi, il crescere della tensione sino all’arresto del protagonista. Seguendo dal 1955 al 1980 la carriera mafiosa di Ray Liotta (l’approccio, l’ingresso, il successo, la caduta), il film racconta usi, costumi, vita quotidiana della piccola mafia italoamericana di New York così come Henry Hill, autentico mafioso di mezza tacca divenuto dopo l’arresto informatore della polizia, li illustrò allo scrittore Nicholas Pileggi per il libro Wiseguy: Life in a Mafia Family (Il delitto paga bene, editore Rizzoli): contro il mito epico del Padrino di Coppola o il romanticismo accorato di C’era una volta in America di Leone, Scorsese riporta la mafia alla sua realtà di sangue, soldi, volgarità, prepotenza, ferocia, e la guarda vivere senza dare giudizi. »

di Roberto Escobar Il Sole-24 Ore

Chi sta bussando alla mia porta? (1965-69), Mean Streets (1973), Italianamerican (1974), Toro scatenato (1980), e ora Goodfellas: ecco le tappe del cinema "italoamericano" di Martin Scorsese. L'ultima parla di mafia, o meglio della malavita che sta ai margini della mafia vera, quella delle grandi famiglie, quella che il cinema ha raccontato in film come Il padrino (Francis Ford Coppola, 1972 e 1974) o L'onore dei Prizzi (John Huston, 1985). D'altra parte, Quei bravi ragazzi - inutile traduzione di un titolo che non aveva alcun bisogno d'essere tradotto - non è, in primo luogo, un film sulla mafia: in primo luogo è un film di Scorsese, e un film che parla di radici. »

di Irene Bignardi La Repubblica

i “goodfellas”, i bravi ragazzi mafiosi a cui Martin Scorsese dedica il suo quattordicesimo film, si chiamano anche, tra loro, “wiseguys”, dritti. E Wiseguys: Life in a Mafia Family (Il delitto paga bene) si intitola il libro-inchiesta del giornalista Nicholas Pileggi a cui Scorsese si è ispirato, chiamandolo a collaborare alla sceneggiatura (e il titolo è stato cambiato perché esisteva già una non divertentissima commedia mafiosa di Brian De Palma intitolata appunto Wiseguys). Con Quei bravi ragazzi, Scorsese ritorna alle origini del suo cinema - si pensi ad America 1929: sterminate/i senza pietà -, ma soprattutto al mondo della Littie Italy di Mean Streets e alle sue origini etniche e ambientali, alla società separata e aggressiva, onnipresente e tentatrice, protettiva e minacciosa costituita, a fianco della comunità italiana in America, dalle famiglie mafiose. »

Quei bravi ragazzi | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | il fido nava
  2° | marv89
  3° | danilodac
  4° | riccardo
  5° | wiseguy
  6° | lorenzonero27
  7° | davide_chiappetta
  8° | francesco manca
  9° | readcarpet
10° | g. romagna
11° | flegiàs tn
12° | shiningeyes
13° | tony montana
14° | ibracadabra 8
15° | alex41
16° | groucho900
17° | everbigod
18° | vinnie
19° | aristoteles
20° | tomdoniphon
21° | tiamaster
22° | poliziano
23° | leonardos
24° | kiro
25° | piernelweb
26° | nathan
27° | pispus
Festival di Venezia (2)
Premio Oscar (8)
Golden Globes (6)


Articoli & News
Shop
DVD
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità