Dizionari del cinema
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
venerdì 20 ottobre 2017

Matilda De Angelis

22 anni, 11 Settembre 1995 (Vergine), Bologna (Italia)
occhiello
"Nostro signore del sangue che corre nel buio delle vene, reggi il mio braccio sul volante, regola la forza dei miei piedi su acceleratore e freno, proteggimi, e fa che niente mi accada."
dal film Veloce come il vento (2016) Matilda De Angelis è Giulia De Martino
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Matilda De Angelis
David di Donatello 2017
Nomination miglior attrice per il film Veloce come il vento di Matteo Rovere



A Venezia 74 con Una famiglia, l'attrice è la testimonial dell'edizione 2017 di Scrivere di Cinema - Premio Alberto Farassino.

Tra musica e cinema: Matilda De Angelis, una stella in ascesa

lunedì 11 settembre 2017 - Ilaria Ravarino cinemanews

Tra musica e cinema: Matilda De Angelis, una stella in ascesa Basta pochissimo per notarla. Una sequenza, una scena, un'apparizione veloce: come quella che fa in Una famiglia di Sebastiano Riso, un ruolo piccolo ma sufficiente per accorgersi di quel suo carisma limpido, di quell'energia potente e rock. Non è difficile capire come mai, a 22 anni, Matilda De Angelis sia già in concorso con un film a Venezia: nata anche lei da un'idea di Stefano Accorsi, che la volle sul set di Veloce come il vento, l'attrice (e cantante, voce dei Rumba Da Bodas) bolognese ha bruciato le tappe, conquistando anche il piccolo schermo (Tutto può succedere). Al cinema tornerà presto da protagonista, con tre film: Il Premio di Alessandro Gassmann, Youtopia di Berardo Carboni e Una vita spericolata di Marco Ponti. Com'è stata la sua prima volta a Venezia?
Ero molto emozionata. Il film era in concorso e accanto a me c'erano attori molto importanti. È stata una prima volta da cardiopalma. Certo, il fatto che non fossi la protagonista mi ha restituito un po' di serenità: non avevo troppa responsabilità sulle spalle. Sono felice che questa sia stata la mia prima volta e felice di esserne uscita indenne.

Lei fa musica, il palco lo conosce. L'esposizione non dovrebbe preoccuparla...
E infatti, per esempio, camminare sul tappeto rosso non mi fa paura. Voglio dire, se dovessi inciampare mi metterei a ridere: penso di avere il carattere giusto, in quelle situazioni non mi prendo sul serio. Sono altre le cose che mi spaventano. Quando sono sul palco, e devo suonare, sono consapevole delle mie possibilità. A meno che non sia proprio una serata storta, di quelle che stecchi e dimentichi i testi, la tua performance non può essere un disastro. E il riscontro del pubblico è immediato. Al cinema invece no, è tutto filtrato. C'è il parere del regista, quello del pubblico, quello della critica. Non riesco a capire se una cosa l'ho fatta bene o no: non avere un riscontro oggettivo mi turba, mi dà l'ansia. Figuriamoci con un film in Concorso.

venerdì 15 settembre 2017 - La testimonial Matilda De Angelis ha incoronato a Pordenonelegge i vincitori della 15ma edizione del Concorso. Tra i premi anche un anno di abbonamento a MYMOVIESLIVE.

Scrivere di Cinema 2017, i vincitori del Premio Alberto Farassino

a cura della redazione cinemanews

Scrivere di Cinema 2017, i vincitori del Premio Alberto Farassino Scrivere di Cinema Premio Alberto Farassino ha i suoi nuovi vincitori. A conquistare il podio del concorso di critica per ragazzi dai 15 ai 25 anni - promosso da Cinemazero, Fondazione Pordenonelegge.it, il Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani e MYmovies.it in collaborazione con Far East Film Festival, minima&moralia e Le Voci dell'Inchiesta e grazie al sostegno di Crédit Agricole FriulAdria - sono stati un manipolo di aspiranti critici che, insieme ad altri coetanei e numerosi curiosi, hanno assistito all'incontro con la madrina della giornata, Matilda De Angelis, giovane attrice reduce dai successi al Lido di Venezia, dove ha appena presentato il film di Sebastiano Riso, Una famiglia (che arriverà nelle sale il 28 settembre), giunta a Pordenone direttamente dal set dell'ultima stagione della fiction RAI "Tutto può succedere".

Nell'incontro condotto da Enrico Magrelli di Hollywood Party, in cui la De Angelis ha ripercorso la strada che l'ha portata dal mondo della musica a quello del cinema - nasce infatti cantante per il gruppo Rumba da Bodas - la giovane attrice, scoperta da Matteo Rovere in Veloce come il vento, ha parlato alla platea di ragazzi, soffermandosi sul suo rapporto con la critica. Ha dichiarato infatti di leggere molto i critici, sia quelli autorizzati che i cosiddetti "leoni da tastiera", riconoscendo però ai primi un importante ruolo, come risorsa e come sguardo che, da esterno, restituisce un'immagine più completa del suo operato, aggiungendo degli importanti pezzi alla sua percezione, inevitabilmente soggettiva, completandola con aspetti che non sempre è possibile cogliere quando si è coinvolti nell'opera.

Le premiazioni vere e proprie, che da sempre sono inserite nel calendario di Pordenonelegge, hanno poi visto salire sul palco di Cinemazero, per la sezione Young Adult, Leonardo Strano (1° classificato, con Paterson perché "Con mirabile sintesi analizza un film intimamente minimalista, cogliendo con la medesima impeccabile geometria gli aspetti poetici fondanti e il senso ripetitivi e sfuggente dei gesti e del tempo"); Bianca Delpiano (2° posto con Elle per "I colori della vita e l'anima anaffettiva della protagonista. Il suo rapporto perverso con la sessualità. Il crollo sistematico dell'universo emotivo di personaggi. Sono questi i nodi di Elle che la recensione mette in luce con cruda lucidità"); e Alice De Luca (3° posto con Tutto quello che vuoi, perché "Con metodica coerenza e puntuale elencazione dei fatti la riflessione rivela un ampio e approfondito sguardo sugli aspetti principi del cinema italiano recente, pur con un eccesso di rimandi e citazioni"). Per gli Under 25 invece sono sfilati Lorenzo Ciofani (1° posto con Allied grazie ad una "recensione [che] riflette e mette fuoco, con competenza, una delle magnifiche ossessioni del regista. In un film che è un affascinante gioco di specchi, incorporato in un genere classico che non ha paura della modernità); Elvira Del Guercio (2° classificata con Knight of cups, perché "Con una bussola ben calibrata, la recensione ci accompagna nel labirinto filosofico di un cineasta che, attraverso i suoi personaggi, affronta una ricerca spirituale inesauribile in una società sgretolata"); e Marco Castelli (3° posto con Neruda, che "Muovendosi con sorprendente lucidità nel disegno mobile di un film a specchio, l'analisi esprime compiutamente la stratificazione di un'anti-biografia che supera la potenza del personaggio").

Tutti i vincitori scelti dalla giuria composta da Viola Farassino, Mauro Gervasini, Enrico MagrelliAdriano De Grandis si sono aggiudicati la collaborazione con il blog Minima et Moralia e la partecipazione come critici alla prossima edizione del Far East Film Festival (per gli Under 25) e dei buoni acquisto per ingressi al cinema e un anno di abbonamento a MYMOVIESLIVE (per gli Young Adult).

A chiudere l'appuntamento il Premio Mediateche FVG, promosso da Crèdit Agricole FriulAdria in collaborazione con Mediateca Cinemazero (Pordenone), Mediateca Mario Quargnolo del Visionario (Udine), Mediateca.GO "Ugo Casiraghi" (Gorizia), Mediateca La Cappella Underground (Trieste), rivolto agli studenti delle Scuole Secondarie di II grado della Regione FVG, che è stato vinto dal Liceo "G. Marinelli" di Udine, con Animali notturni. Il Premio per la classe vincitrice è la partecipazione ad un evento formativo loro dedicato, all'interno del festival Le Voci dell'Inchiesta 2018.

lunedì 11 settembre 2017 - A Venezia 74 con Una famiglia, l'attrice è la testimonial dell'edizione 2017 di Scrivere di Cinema - Premio Alberto Farassino.

Tra musica e cinema: Matilda De Angelis, una stella in ascesa

Ilaria Ravarino cinemanews

Tra musica e cinema: Matilda De Angelis, una stella in ascesa Basta pochissimo per notarla. Una sequenza, una scena, un'apparizione veloce: come quella che fa in Una famiglia di Sebastiano Riso, un ruolo piccolo ma sufficiente per accorgersi di quel suo carisma limpido, di quell'energia potente e rock. Non è difficile capire come mai, a 22 anni, Matilda De Angelis sia già in concorso con un film a Venezia: nata anche lei da un'idea di Stefano Accorsi, che la volle sul set di Veloce come il vento, l'attrice (e cantante, voce dei Rumba Da Bodas) bolognese ha bruciato le tappe, conquistando anche il piccolo schermo (Tutto può succedere). Al cinema tornerà presto da protagonista, con tre film: Il Premio di Alessandro Gassmann, Youtopia di Berardo Carboni e Una vita spericolata di Marco Ponti. Com'è stata la sua prima volta a Venezia?
Ero molto emozionata. Il film era in concorso e accanto a me c'erano attori molto importanti. È stata una prima volta da cardiopalma. Certo, il fatto che non fossi la protagonista mi ha restituito un po' di serenità: non avevo troppa responsabilità sulle spalle. Sono felice che questa sia stata la mia prima volta e felice di esserne uscita indenne.

Lei fa musica, il palco lo conosce. L'esposizione non dovrebbe preoccuparla...
E infatti, per esempio, camminare sul tappeto rosso non mi fa paura. Voglio dire, se dovessi inciampare mi metterei a ridere: penso di avere il carattere giusto, in quelle situazioni non mi prendo sul serio. Sono altre le cose che mi spaventano. Quando sono sul palco, e devo suonare, sono consapevole delle mie possibilità. A meno che non sia proprio una serata storta, di quelle che stecchi e dimentichi i testi, la tua performance non può essere un disastro. E il riscontro del pubblico è immediato. Al cinema invece no, è tutto filtrato. C'è il parere del regista, quello del pubblico, quello della critica. Non riesco a capire se una cosa l'ho fatta bene o no: non avere un riscontro oggettivo mi turba, mi dà l'ansia. Figuriamoci con un film in Concorso.

Altre news e collegamenti a Matilda De Angelis »
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | moviecard® | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso |
pubblicità