Samaritan

Film 2022 | Drammatico 99 min.

Regia di Julius Avery. Un film con Sylvester Stallone, Javon 'Wanna' Walton, Pilou Asbæk, Martin Starr, Dascha Polanco. Cast completo Titolo originale: Samaritan. Genere Drammatico - USA, 2022, durata 99 minuti. - MYmonetro 2,23 su 6 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Samaritan tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento giovedì 25 agosto 2022

Un ragazzo è convinto che il suo vicino sia un famoso vigilante con superpoteri dichiarato scomparso 25 anni prima.

Powered by  
Consigliato nì!
2,23/5
MYMOVIES 1,50
CRITICA 2,20
PUBBLICO 3,00
CONSIGLIATO NÌ
Un B-Movie dall'atmosfera anni 80, mediocre nella messa in scena e senza grandi idee di sceneggiatura.
Recensione di Andrea Fornasiero
giovedì 25 agosto 2022
Recensione di Andrea Fornasiero
giovedì 25 agosto 2022

Sam è un ragazzino bianco in un quartiere a etnia mista e ha un solo amico, un corpulento nero che però è contrariato dalle scelte dal compagno. Sam infatti è povero, lui e sua madre sono a un passo dallo sfratto, quindi decide di partecipare a un piccolo furto in un drugstore insieme a una banda di giovani delinquenti. Così finirà per conoscere il loro boss, Cyrus, che lo prende in simpatia anche se hanno due miti diversi: Sam è un fan di Samaritan, un supereroe che si è battuto contro il fratello Nemesis per salvare la città, mentre Cyrus crede che Nemesis fosse quello che si ribellava a un sistema ingiusto. Sam è inoltre convinto che Samaritan non sia morto ma viva ancora in città sotto mentite spoglie...

Un film dall'atmosfera assolutamente anni 80, con un ragazzino che spera in un miracolo sovrannaturale in mezzo al degrado urbano. Non manca un colpo di scena demistificatore, ma è tutto troppo cheap e di routine.

Samaritan nasce come un soggetto cinematografico che poi nel 2014 diventa anche un fumetto a dir poco misconosciuto, pubblicato in America da Mythos e sceneggiato da Bragi F. Schut, infatti autore anche del copione del film. Dopo diverse traversie produttive, il film - in cui Stallone ha creduto tanto da produrlo - è stato affidato a Julius Avery, regista australiano emerso con il thriller Son of a Gun, ma più noto per il successivo e modesto Overlord. Non è purtroppo con Samaritan che si risolleverà la sua carriera: si tratta infatti di un titolo MGM che Amazon, nuova proprietaria dello Studio da qualche mese, ha deciso di distribuire direttamente sulla propria piattaforma. Il perché è evidente: non basta la nostalgia anni 80 a rendere oggi tollerabile un ennesimo e povero film sui supereroi.

L'idea è di offrire una critica al genere e al suo implicito manicheismo fatto di eroi e villain, ma è un manicheismo che è da tempo entrato in crisi pure al cinema, anche nelle produzioni delle major, dal Superman assassino di Zack Snyder alla Guerra Civile tra supereroi che non vogliono essere regolamentati dall'ONU per non dire, naturalmente, della satira al vetriolo di The Boys sulla piattaforma della stessa Amazon. In tutto questo, le riflessioni di Samaritan risultano all'acqua di rose, stucchevoli nella loro morale spiattellata al ragazzino e davvero fuori tempo massimo nella rappresentazione della criminalità urbana.

Persino il giustiziere metropolitano per eccellenza, l'Uomo Pipistrello, ormai se la vede in The Batman con una corruzione che investe le alte sfere, dove i criminali di strada fanno da solo da corollario e il villain tortura l'eroe cercando di dimostrargli che protegge un sistema corrotto. In Samaritan invece la legge è semplicemente assente e le bande fanno il brutto e il cattivo tempo, come fossimo nella New York post-apocalittica di Jena Plissken.

Inoltre, anche per via del budget piuttosto risicato, i costumi sembrano usciti da una fiera per cosplayer amatoriali e una scena con il de-aging di stallone ha una CGI da console di vecchia generazione.

Le scene d'azione non hanno poi tensione e anzi ricorrono spesso a situazioni davvero troppo illogiche. Non si contano infatti gli attacchi destinati a essere assolutamente inefficaci contro un eroe che ha già dimostrato più volte di essere antiproiettile. Attacchi a volte perpetrati persino da ragazzini, che il buon samaritano prende a superschiaffi, come non volesse infierire troppo - anche se un suo schiaffo basta a far volare via una uomo e figuriamoci un ragazzino. Unica cosa in grado di ferirlo è un supermartello, che naturalmente finisce quasi subito nelle mani del cattivissimo cattivo - che pare cattivo per semplice gusto sadico. Si torna dunque al punto debole dell'eroe come con la kyptonite di Superman, un concetto tutt'altro che nuovo e declinato senza alcuna ulteriore idea di sceneggiatura o di messa in scena. A parte dunque per la simpatia che può suscitare Stallone, Samaritan è davvero un B-Movie di quelli più mediocri.

Sei d'accordo con Andrea Fornasiero?
Powered by  
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
giovedì 20 ottobre 2022
Felicity

In Samaritan la carta vincente è l’idea di raccontare una storia di supereroi dal punto di vista di un ragazzo. Sebbene nessuna scena di questo film d’azione si avvicini mai al valore roboante e spettacolare della concorrenza Marvel, l’uscita dell’eroe di Stallone potrebbe ugualmente suscitare meraviglia nei più giovani.

lunedì 14 novembre 2022
Kyotrix

Decisamente mediocre come film, così come le espressioni di Stallone. Si salva solo il "colpo di scena" finale.

martedì 30 agosto 2022
Fabio Silvestre

Il film prodotto da Amazon Prime e Sylvester Stallone vede quest'ultimo nelle vesti di Joe un vecchio netturbino che vive da solo in quartiere degradato della città. Sam un ragazzino vicino di casa e fan del fumetto Samaritan si convince che il suo eroe buono non sia morto 25 anni prima nello scontro con il fratello cattivo Nemesis e sia in realtà proprio il vecchio e introverso Joe. [...] Vai alla recensione »

Frasi
Il bene e il male convivono nel cuore di ognuno di noi, quindi spetta a te fare la scelta giusta
Joe Smith (Sylvester Stallone)
dal film Samaritan - a cura di Manciuman
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
sabato 1 ottobre 2022
Giona A. Nazzaro
Rumore

Le parabole cristologiche, resurrezione e compimento del destino dell'eroe, sono il materiale primario nel quale si è plasmata la mitologia di Sylvester Stallone. Samaritan, sin dal biblico titolo, implica un'idea di bene legata all'eroe e alla trasmissione (i destinatari del bene ricevuto). Ambientato in un futuro distopico di matrice chiaramente operaista, Stallone interpreta un netturbino che un [...] Vai alla recensione »

venerdì 16 settembre 2022
Emanuele Di Porto
Sentieri Selvaggi

Samaritan è uno di quei film abbandonati dopo una premessa promettente che avrebbe avuto bisogno di un maggiore sostegno. La storia sembra abbracciare il sottogenere del supereroe plausibile e suggerisce delle associazioni familiari per il pubblico italiano. Il protagonista si nasconde in mezzo ad un grigio vicinato di periferia, afflitto da una povertà diffusa e taglieggiato da una banda di spietati [...] Vai alla recensione »

martedì 6 settembre 2022
Giona A. Nazzaro
Film TV

Joe Smith (Stallone) è un netturbino di Granite City, una città sull'orlo del caos, invasa da senzatetto e preda delle gang capeggiate da Cyrus (Pilou Asbæk) che, come il suo omonimo di I guerrieri della notte, ambisce a unirle tutte. Sam (Javon Walton) è convinto che il netturbino che si trascina ogni mattina al lavoro sia in realtà Samaritan, il supereroe che tutti ritengono morto nello scontro con [...] Vai alla recensione »

venerdì 2 settembre 2022
Kate Erbland
IndieWire

Proprio come Gotham City, la città fittizia di Granite City fa schifo. Cupa, sporca e infestata dal crimine, non è esattamente il posto in cui crescere. Nessuna sorpresa quindi se Sam (Javon Walton) si attacca a ogni eroe possibile, in parti- colare al supereroe cittadino, Samaritan, morto da tempo. È proprio Sam, all'inizio del film, a raccontarci l'antefatto.

venerdì 26 agosto 2022
Marco Minniti
Asbury Movies

Dato definitivamente l'addio ai personaggi di Rocky e Rambo (con coda di accuse al produttore Irwin Winkler per la gestione economica del primo), e preparandosi a tornare per la quarta (e forse ultima) volta nel ruolo del mercenario Barney Ross in The Expendables 4, Sylvester Stallone non sembra, comunque, voler mollare il genere dell'action movie. E, d'altronde, perché dovrebbe farlo? Arrivato a 76 [...] Vai alla recensione »

NEWS
PRIME VIDEO
giovedì 25 agosto 2022
Andrea Fornasiero

Il progetto paga un manicheismo che è da tempo entrato in crisi pure al cinema. Vai all'articolo »

TRAILER
venerdì 29 luglio 2022
 

Regia di Julius Avery. Un film con Sylvester Stallone, Javon 'Wanna' Walton, Pilou Asbæk, Martin Starr, Dascha Polanco. Dal 26 agosto su Prime Video. Guarda il trailer »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati