Advertisement
Ronnie Sandahl: «Mi interessa il modo in cui un atleta può vincere o perdere... nella vita»

Il regista di Tigers racconta le fasi di realizzazione del film dedicato al calciatore Martin Bengtsson. Da oggi disponibile in digitale.
di Paola Casella

Ronnie Sandahl . Regista del film Tigers.
giovedì 16 settembre 2021 - Incontri

Ronnie Sandahl, il regista e sceneggiatore di Tigers - da oggi disponibile in digital streaming - si è imbattuto per caso nella storia del calciatore svedese Martin Bengtsson, promessa del calcio europeo ingaggiato dall’Inter a soli 16 anni. Lo scrittore, sceneggiatore e regista svedese, classe 1984, ha subito intravisto in quella storia il potenziale per una trasposizione cinematografica che approfondisse un tema a lui caro: la crudeltà dell’ambiente agonistico gonfiato da incassi stratosferici e caratterizzato da un clima ferocemente competitivo.
Ammirato in Europa e conteso da Hollywood, Sandahl ha firmato il copione di Borg McEnroe (guarda la video recensione) e quello di Perfect, il prossimo film diretto da Olivia Wilde che vedrà al centro la figura della campionessa olimpica di ginnastica artistica Kerri Strug, interpretata da Thomasin McKenzie.

Come è venuto a conoscenza della storia di Bengtsson?
Ho incontrato l’ex calciatore durante il tour di promozione di un mio libro: anche lui stava promuovendo la sua autobiografia, “All’ombra di San Siro”, ed entrambi eravamo poco più che ventenni. Abbiamo fatto amicizia, io stavo per esordire nel cinema con il primo cortometraggio e lui mi ha promesso che se avessi voluto dirigere la sua storia mi avrebbe concesso i diritti dell’autobiografia. È bastata una stretta di mano, e Martin ha mantenuto la parola, rifiutando ogni altra offerta!

Come ha scelto Erik Enge per il ruolo del protagonista?
Erik era giovanissimo e quasi del tutto sconosciuto, ma aveva quel che cercavo: a dispetto della sua giovane età sapeva sostenere lo sguardo della cinepresa, il che era indispensabile in un film dove il protagonista appare in ogni singola inquadratura. Si è sottoposto a una preparazione anche fisica durata più di un anno, perché era molto esile e invece Bengtsson doveva essere molto muscoloso e atletico. Dopo l’anteprima svedese di Tigers Erik è stato contattato da registi e produttori, anche americani: scommetto che sarà il nostro prossimo divo d’esportazione a Hollywood!

La ragazza di Bengtsson nel film, diversamente dal libro e dalla realtà, è una modella. Come mai questo cambiamento?
Volevo mettere a confronto due ragazzi che vivono in mondi paralleli che usano i giovani come merce, in un mercato in cui i loro corpi creano valore economico per altri: il calcio fa questo prevalentemente con i maschi, la moda con le femmine. Per me era importante che il film si espandesse fuori dei confini ristretti del calcio per diventare la storia di formazione di un ragazzo che deve diventare adulto, al di là del contesto specifico in cui si trova.

Quali altre libertà si è preso nell’adattare la storia di Bengtsson per il grande schermo?
Mi prendo sempre molte libertà quando realizzo una sceneggiatura o un film di finzione basato su eventi e personaggi reali, perché ho bisogno di inserire elementi metaforici e simbolici. Credo che l’unica cosa importante sia restare aderenti all’essenza di quella storia e all’esperienza vissuta dai suoi protagonisti. Naturalmente ho chiesto il permesso a Martin, e lui mi ha risposto “Fai ciò che vuoi, purché tu resti autentico”.
 

Il film gli è piaciuto?
Molto, il che per me è un grande sollievo! In un’intervista televisiva ha persino detto che era più vicino alla sua esperienza del suo stesso libro, forse perché l’immedesimazione che consentono le immagini cinematografiche è superiore a quella delle parole in un testo scritto.
 


CONTINUA A LEGGERE
news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati