Songbird

Film 2021 | Drammatico, +13 90 min.

Anno2021
GenereDrammatico,
ProduzioneUSA
Durata90 minuti
Regia diAdam Mason
AttoriK.J. Apa, Sofia Carson, Craig Robinson, Bradley Whitford, Peter Stormare Alexandra Daddario, Paul Walter Hauser, Demi Moore, Jenna Ortega, Lia McHugh, Joost Janssen, Ben Scott (II).
Uscitamercoledì 30 giugno 2021
DistribuzioneNotorious Pictures
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 2,19 su 5 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Adam Mason. Un film con K.J. Apa, Sofia Carson, Craig Robinson, Bradley Whitford, Peter Stormare. Cast completo Genere Drammatico, - USA, Progetto in lavorazione durata 90 minuti. Uscita cinema mercoledì 30 giugno 2021 distribuito da Notorious Pictures. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 2,19 su 5 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Songbird tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Il virus del Covid-23 è mutato e il mondo è nel quarto anno di lockdown. In Italia al Box Office Songbird ha incassato nelle prime 8 settimane di programmazione 65 mila euro e 44,6 mila euro nel primo weekend.

Songbird è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it e su LaFeltrinelli.it. Compralo subito

Consigliato no!
2,19/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA 1,88
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO NÌ
Un action girato in piena pandemia, che immagina un futuro in cui il Covid uccide ancora.
Recensione di Roberto Manassero
martedì 29 giugno 2021
Recensione di Roberto Manassero
martedì 29 giugno 2021

Nel 2024 il Covid-19 ha continuato a mutare e ha ormai sterminato metà della popolazione terrestre. A Los Angeles i sopravvissuti vivono in quarantena, sotto coprifuoco e legge marziale. Solo gli immuni possono muoversi liberamente, e tra questi il corriere Nico, fidanzato con Sara, confinata con la nonna. Quando quest'ultima muore, la polizia guidata dal perfido direttore Harland si reca nell'appartamento delle due donne per deportare Sara: toccherà a Nico salvare la ragazza, infrangendo la legge per trovarle un braccialetto che la dichiari immune. Nella corsa contro il tempo, sarà aiutato dal suo capo Lester, da un ex militare innamorato di una cantante fallita e dalla moglie di un discografico, riciclatasi come spacciatrice di lasciapassare...

Un action da era pandemica, girato nei mesi del lockdown a Los Angeles, con una trama prevedibile che utilizza la cronaca come punto di partenza per immagine un futuro distopico non troppo lontano.

Ci sono film che intercettano lo spirito del tempo, che lo anticipano o lo riverberano, e altri che semplicemente lo assecondano, sfruttando in maniera epidermica gli elementi noti a tutti. Di norma il compito spetta in entrambi i casi al cinema di genere, e più ancora alle produzioni di serie B, agili, superficiali e capaci di trasformarsi nello specchio una società.

Inevitabilmente, nel 2021 ciò significa parlare di pandemia, di Covid-19, di confinamento e controllo, trasformando una dramma sociale in un dispositivo pronto all'uso. Niente di nuovo, sia chiaro, dal momento che la distopia fa parte del cinema di genere (hollywoodiano e non) da decenni; ma nel caso di film come Songbird la differenza sta nel fatto che l'innesco della storia è realistico e solo le derive più drammatiche sono per il momento frutto della fantasia degli autori.

Songbird, prodotto da Michael Bay e girato a Los Angeles nei mesi del primo lockdown (negli Stati Uniti è poi uscito on demand nel dicembre scorso), nonostante la tempistica delle riprese è proprio uno di quei film che approfittano della situazione storica solo come cornice di un possibile immaginario futuribile. Le stesse riprese della metropoli deserta risultano fatalmente già viste, anticipate tanto dalla realtà quanto da altri film più rapidi nel raccontare l'esperienza della quarantena e della solitudine (ad esempio, l'episodio di Ana Lily Amirpour in Homemade, con la stessa regista in giro per Los Angeles con la sua bicicletta, proprio come il corriere Nico...).

Songbird è un contemporaneo nel modo più ovvio possibile, in quanto miscuglio di formati (cinemascope, video di smartphone, dirette streaming, telecamere di servizio, riprese con droni) e in quanto ripresa di personaggi stereotipati: il corriere eroe e belloccio, immune e di buonumore; la sua fidanzata telematica, bellissima anche lei e filmata in primissimo come su Instagram; la coppia ricca e corrotta, lui traditore, lei colpevole ma redenta (dall'amore per la figlia); i due reietti della società americana, la cantante illusa dallo show business e l'ex soldato paraplegico, che uniscono le rispettive solitudini e si amano a distanza come la Bella e la Bestia; il tutore della legge marcio fino al midollo, che arriva dai bassifondi e si comporta da squilibrato (alla maniera del detective psicopatico di Gary Oldman in Leon).

Su tutto spira un'aria di trascuratezza e di action grossolano, senza le derive ultramoderne e mélo di Bay: la fotografia è cupa e solo a tratti dai colori sparati; il finale arioso ripreso da Blade Runner; la violenza improvvisa ma fuoricampo; gli interpreti più giovani, come K.J. Apa, Sofia Carson o Alexandra Daddario, in grado solo di sgranare gli occhi e quelli più esperti, da Demi Moore a Peter Stormare a Bradley Whitford, di gigioneggiare senza freni (e lo stesso Paul Walter Hauser di Richard Jewell è già la parodia dei suoi personaggi).

Peggio ancora, però, è il sentore di complottismo che emana dalla trama, come se per gli autori di Songbird - non solo Bay, ma anche il regista Adam Mason e il suo co-sceneggiatore Simon Boyes - la pandemia fosse una cosa grave, certo, ma ancora di più lo la limitazione della libertà personale. Per cui non importa se immuni o esposti al virus, i personaggi positivi del film meritano di essere sollevati dal gioco del controllo, sia esso politico, sessuale o psicologico. Così la morale americana è salva, e il virus in qualche modo affrontabile.

Sei d'accordo con Roberto Manassero?
SONGBIRD
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
Rakuten tv
-
-
-
-
CHILI
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€14,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
mercoledì 5 gennaio 2022
carloalberto

 Adam Mason è il regista di questo fantathriller sentimentale con un soggetto abusato nel cinema di genere apocalittico, in cui il protagonista è il virus di turno che stermina la popolazione lasciando in vita pochi sopravvissuti, furbescamente attualizzato facendo riferimento al Covid. Nonostante l’ottimo cast, in cui figura anche Demi Moore, il film è deludente [...] Vai alla recensione »

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
mercoledì 30 giugno 2021
Francesca Pistocchi
Close-up

Los Angeles, 2020 - ah no, scusate, volevamo dire: Los Angeles, 2023. Ma potremmo anche scrivere 2021. Lo scenario rimane lo stesso e, volenti o nolenti, ci sentiamo come Will Smith a caccia di zombie. Chiunque si sia dovuto spostare durante i precedenti lockdown ha potuto bearsi di panorami quantomeno simili: autostrade abbandonate, confusi ammassi di carte ripiegati nel portamonete, strani cartelli [...] Vai alla recensione »

mercoledì 30 giugno 2021
Alessio Baronci
Sentieri Selvaggi

Girato durante la prima ondata di Covid-19 negli Stati Uniti, Songbird, di Adam Mason, è il primo film che mette la pandemia al centro della narrazione ma è soprattutto un atto di resistenza nei confronti del nuovo statuto delle immagini imposto dal coronavirus. Sul film di Mason incombe in effetti la personalità di Michael Bay, uno dei più lucidi teorici dell'immagine nel cinema pop contemporaneo, [...] Vai alla recensione »

martedì 29 giugno 2021
Simone Emiliani
Sentieri Selvaggi

Gli elicotteri e le sirene rimbombano dentro Los Angeles, vuota e decadente. Autostrade deserte, spiagge devastate, la ruota del luna park rotta. Il COVID-19 ha continuato a mutare e dopo quattro anni una parte dei contagiati è morta, mentre l'altra è costretta a vivere isolata in delle Q-Zone da cui non si può fuggire. Nico è un corriere immune al virus che attraversa la metropoli in bici per effettuare [...] Vai alla recensione »

lunedì 28 giugno 2021
Lorenzo Ciofani
La Rivista del Cinematografo

Distopia elementare: nel 2024 il Covid-19 è diventato Covid-23, le città sono in quarantena permanente, la legge marziale impera, i contagiati continuano a morire e gli infetti vengono allontanati dalle loro case per essere deportati nelle Q-Zones, gli immuni cercano di sopravvivere. L'eroe è Nico, l'amata è Sara: non si possono vedere se non via FaceTime perché lui è immune e consegna i pacchi e [...] Vai alla recensione »

NEWS
TRAILER
venerdì 7 maggio 2021
 

Regia di Adam Mason. Un film con Sofia Carson, Craig Robinson, Bradley Whitford, Alexandra Daddario, Peter Stormare. Prossimamente al cinema. Guarda il trailer »

TRAILER
venerdì 30 ottobre 2020
 

Regia di Adam Mason. Un film con Sofia Carson, Craig Robinson, Bradley Whitford, Alexandra Daddario, Peter Stormare. Guarda il trailer »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati