Hole - L'abisso

Film 2019 | Horror +13 90 min.

Titolo originaleThe Hole in the Ground
Anno2019
GenereHorror
ProduzioneIrlanda
Durata90 minuti
Al cinema60 sale cinematografiche
Regia diLee Cronin
AttoriSeána Kerslake, James Cosmo, Kati Outinen, Simone Kirby, Steve Wall, James Quinn Markey Eoin Macken, Sarah Hanly, Bennett Andrew, David Crowley (II).
Uscitagiovedì 10 ottobre 2019
TagDa vedere 2019
DistribuzioneMidnight Factory
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,13 su 10 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Lee Cronin. Un film Da vedere 2019 con Seána Kerslake, James Cosmo, Kati Outinen, Simone Kirby, Steve Wall, James Quinn Markey. Cast completo Titolo originale: The Hole in the Ground. Genere Horror - Irlanda, 2019, durata 90 minuti. Uscita cinema giovedì 10 ottobre 2019 distribuito da Midnight Factory. Oggi tra i film al cinema in 60 sale cinematografiche Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,13 su 10 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Hole - L'abisso tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Un'inquietante buca nella foresta cambia la vita di una madre e di suo figlio. In Italia al Box Office Hole - L'abisso ha incassato 357 mila euro .

Consigliato sì!
3,13/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA 2,75
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
CERCA IL FILM NEI CINEMA DI
|
Sulla scia di Babadook, una potente metafora horror sull'emancipazione femminile.
Recensione di Rudy Salvagnini
giovedì 10 ottobre 2019
Recensione di Rudy Salvagnini
giovedì 10 ottobre 2019

La giovane Sarah si è riposizionata in una cittadina nella campagna irlandese con il piccolo Chris, suo figlio. Chris è molto attaccato alla mamma, ma la rimprovera per avergli mentito quando gli aveva detto che il papà li avrebbe raggiunti. Sarah sa che non è facile spiegare certe cose ai bambini e perciò deve glissare: con il papà di Chris si intuisce che le cose sono finite in modo burrascoso e ciò non è stato estraneo alla decisione di andare in campagna. Arrabbiato, Chris corre verso il bosco. Sarah lo insegue e si imbatte in uno strano e gigantesco buco nel terreno, una voragine, proprio in mezzo agli alberi. Sarah recupera Chris e, sconcertata, ritorna a casa. Una notte, la donna si risveglia e scopre che Chris non è nel suo letto. Spaventata, lo cerca anche nel bosco, senza trovarlo. Rientrata in casa, proprio mentre sta chiamando la polizia, Chris ricompare come se niente fosse negando d'essersi mai allontanato. Ma c'è qualcosa di strano e Sarah se ne rende conto sempre di più.

Per il rapporto tra una madre single in difficoltà e un bambino che presenta elementi di problematicità, è facile pensare a film come Babadook o, prima ancora, al Dark Water di Nakata; film horror che avevano saputo coniugare le paure derivanti dalla vita reale con quelle del soprannaturale. Ma questo film mantiene una sua indipendenza stilistica pur con quelle ascendenze e con gli evidenti richiami anche a un classico come L'invasione degli ultracorpi.

La storia, infatti, magari non presenta particolari elementi di novità, ma è raccontata molto bene, con ottimo senso della suspense, la capacità di creare un'atmosfera inquietante e straniante e di costruire personaggi azzeccati: quello della mamma, in particolare, giovane donna sotto il peso della responsabilità, è accurato e stimola empatia. Non manca qualche apparente incongruità logica, ma per come il film è sviluppato, con squarci onirici e simbolici, la cosa non disturba né sorprende.

E la voragine che dà il titolo al film è un'immagine potente e significativa oltre che, quella sì, originale, che dà il senso di qualcosa di ancestrale, nascosto e volutamente ignorato dagli abitanti della zona. Su tutto, infatti, si staglia la metafora potente della lotta di una donna per affermare la propria individualità e il proprio diritto a crescere il proprio figlio da genitrice autonoma all'interno di una società che sembra acquiescente alla progressiva spersonalizzazione e allo spossessamento dell'identità.

L'irlandese Lee Cronin, al suo esordio nel lungometraggio, mostra notevoli qualità nella messa in scena e nella narrazione, riuscendo a rendere in modo mirabile il disagio della protagonista di fronte a ciò che le sembra inspiegabile e le sue difficoltà a trovare riscontro in chi la circonda. Il mistero viene costruito con ammirevole maestria sempre sul filo sull'ambiguità: è Sarah, turbata e ferita dalle cose della vita, a immaginarsi tutto o c'è qualcosa di vero in quello che le sembra stia succedendo intorno a lei e a suo figlio? La cosa buona è che anche quando ogni dubbio è sciolto, il film mantiene coesione e coerenza sino a una conclusione che, coraggiosamente, non è quella che ci si potrebbe aspettare in un horror di questi tempi e va piuttosto controtendenza.

Buona parte del merito per la riuscita del film e, in particolare, per la credibilità del personaggio centrale va anche alla sensibile interpretazione di Seána Kerslake, perfetta nel rendere l'arco psicologico del suo personaggio. Sui titoli di coda, canta la brava cantautrice irlandese Lisa Hannigan.

Sei d'accordo con Rudy Salvagnini?
L'orrore che arriva dall'Irlanda.
Overview di Massimiliano Carbonaro
lunedì 16 settembre 2019

In quella profonda e buia voragine senza fondo c'è un mostro che guarda dentro di te come scopre ben presto la giovane madre Sarah nell'horror soprannaturale Hole - L'abisso. Il film, inquietante anche senza scomodare Nietzsche, è scritto e diretto da Lee Cronin che si era già fatto notare con il suo corto Ghost Train e che con questo nuovo lavoro mostra una sostanziale affinità per un certo tipo di tematiche e la sicura capacità di tenere il pubblico incollato alla sedia del cinema, tra un urlo e l'altro.

Acclamato come il nuovo Babadook, Hole appare più come un horror thriller che riprende un tema in questo momento di grande successo come quello del doppio mostruoso, del doppelganger, di Us - Noi, firmato di Jordan Peele.

Certo al centro del film c'è il rapporto madre - figlio come in Babadook (ma lì era l'adulto a dover essere salvato). Ma questo legame è messo in crisi dalla lenta trasformazione del ragazzino che ha le sue radici più oscure in un'orrenda voragine presente nel bosco non lontano dalla loro abitazione. Tutto comincia con l'arrivo nella campagna irlandese, in una villa ai limiti della foresta di Sarah con il figlio Chris.

Le cose iniziano a precipitare ben presto con piccoli segnali inquietanti come il bambino che comincia a mangiare i ragni. Quindi i tanti indizi diventano una certezza nel cuore della madre che si convince che quello non è più suo figlio e che il bambino deve essere intrappolato appunto nell'abisso non lontano da casa. Sarah però è disposta a tutto per riavere il suo vero bambino.

Il resto del film è affidato alla bravura degli attori capaci di restituire un poco alla volta il crescere dell'inquietudine, il senso di distacco e straniamento. Insomma di trasmettere quell'orrore che è alla base di Hole. Nei panni del piccolo Chris troviamo il bravissimo James Quinn Markey, mentre la mamma sempre più disperata è Seana Kerslake famosa in Irlanda per la sua partecipazione alla serie Can't Cope, Won't Cope. Più un gruppo di solidi professionisti come Kati Outinen, l'attrice finlandese amata da Kaurismaki o James Cosmo che è apparso in decine di film.

Sei d'accordo con Massimiliano Carbonaro?
Frasi
Io non voglio dei nuovi amici..
Una frase di Chris O'Neill (James Quinn Markey)
dal film Hole - L'abisso - a cura di MYmovies.it
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
giovedì 17 ottobre 2019
Adriano De Grandis
Il Gazzettino

Mamma e figlio su un'auto si dirigono verso la loro nuova abitazione, isolata nella campagna irlandese, ma una disattenzione rischia di trasformare già in tragedia l'arrivo. La conoscenza dei vicini di casa è inquietante, il passato della mamma sembra nascondere qualcosa di violento da parte del marito, mentre il bambino inizia a mandare segnali inquietanti e a fare domande insistenti sull'assenza [...] Vai alla recensione »

martedì 15 ottobre 2019
Tonino De Pace
Sentieri Selvaggi

È compito dell'horror non più immaginare mondi, scardinare tabù o costituire il grimaldello per innescare critiche sociali profonde (contro la guerra, contro il concetto tradizionale di famiglia, contro la società dei consumi, contro molte altre cose), ma solo suggerire e con una certa naturale e forse non deprecabile superficialità descrivere, colorare o decolorare ambienti, stati d'animo.

domenica 13 ottobre 2019
Simone Emiliani
Sentieri Selvaggi

C'è una parte invisibile in Hole - L'abisso. È nelle foto e nei video scattati e filmati dalla madre. Quasi delle immagini segrete che questo solido horror non condivide ma lascia soltanto presagire. Che richiama certe forme dell'horror giapoponese, in particolare Hideo Nakata. In un film che agisce spesso sottotraccia. Che è piuttosto classico ma efficace nel costruire una malata inquetudine.

venerdì 11 ottobre 2019
Serena Nannelli
Il Giornale

Presentato al Sundance Film Festival, "Hole- L'abisso" segna l'esordio al lungometraggio dell'irlandese Lee Cronin ed è un horror psicologico imperniato sul rapporto madre-figlio. Sarah (Seána Kerslak), una giovane donna probabilmente in fuga dal marito per maltrattamenti domestici, si trasferisce col figlio di otto anni (James Quinn Markey) nella campagna irlandese, in una vecchia casa a due passi [...] Vai alla recensione »

giovedì 10 ottobre 2019
Maurizio Acerbi
Il Giornale

Anche se la protagonista è una grossa buca, non siamo a Roma, ma in Irlanda. Qui, Sarah, con il figlioletto Christopher, si trasferisce nella classica magione al limitar del bosco. Il bimbetto va a visitare di nascosto una grossa voragine nel terreno e torna che non sembra più lui. La mamma, dopo che lo ha visto mangiare ragni, non ha dubbi: «Non sei mio figlio».

giovedì 10 ottobre 2019
Roberto Nepoti
La Repubblica

Primo lungometraggio dell'irlandese Lee Cronin, presentato al Sundance Film Festival, Hole-L'abisso appartiene a quella variante del cinema di paura che si suole definire horror psicologico. Nel genere, non mancano casi di film imperniati sul rapporto madre-figlio: dal classico Psyco al recente Babadook . Ed è facile ricordare soggetti simili. Per rompere con un passato doloroso, Sarah O' Neill si [...] Vai alla recensione »

martedì 8 ottobre 2019
Rocco Moccagatta
Film TV

Mamma giovane e sola, in fuga da un marito manesco, si trasferisce col figlio di otto anni nella campagna irlandese a due passi da una sinistra foresta dove c'è un'enorme voragine (ma c'è davvero?). Ucci ucci, sento odor di spiritacci alla Babadook (anche quello distribuito dall'etichetta di genere Midnight Factory). Il film di Jennifer Kent è sicuramente uno dei modelli tenuti presenti, a ruoli invertiti, [...] Vai alla recensione »

lunedì 3 giugno 2019
Marcello Garofalo
Ciak

Cercando di sfuggire al suo rovinoso passato, Sarah O'Neill prova a costruirsi una nuova vita ai margini di una cittadina rurale con il figlioletto Chris. Un incontro inquietante con una misteriosa vicina di casa frantuma la sua fragile sicurezza, gettando Sarah in una spirale di paranoia e sfiducia, mentre cerca di scoprire se i cambiamenti allarmanti del suo bambino siano o meno collegati a una minacciosa [...] Vai alla recensione »

NEWS
VIDEO RECENSIONE
venerdì 11 ottobre 2019
A cura della redazione

Sarah si trasferisce nella campagna irlandese con il figlio Chris. Quando il bambino scopre che la mamma ha mentito sul fatto che il padre li avrebbe raggiunti, scappa arrabbiato nel bosco. Sarah lo insegue e si imbatte in un gigantesco buco nel terreno. [...]

OVERVIEW
lunedì 16 settembre 2019
Massimiliano Carbonaro

Un'inquietante buca nella foresta cambia la vita di una madre e di suo figlio. Da giovedì 10 ottobre al cinema. Vai all'articolo »

TRAILER
martedì 10 settembre 2019
 

Regia di Lee Cronin. Un film con Seána Kerslake, James Quinn Markey, Simone Kirby, Steve Wall, Eoin Macken. Da giovedì 10 ottobre al cinema. Guarda il trailer »

POSTER
lunedì 9 settembre 2019
 

Sarah sta costruendo una nuova vita con suo figlio ai margini di una piccola cittadina rurale. Un incontro terreficante con un vicino misterioso frantuma la sua già fragile anima, gettandola in una spirale paranoica sempre più disturbante.

NEWS
venerdì 6 settembre 2019
 

Un'inquietante buca nella foresta cambia la vita di una madre e di suo figlio. Vai all'articolo »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati