Babadook

Film 2014 | Horror V.M. 14 95 min.

Titolo originaleBabadook
Anno2014
GenereHorror
ProduzioneAustralia
Durata95 minuti
Regia diJennifer Kent
AttoriEssie Davis, Noah Wiseman, Daniel Henshall, Hayley McElhinney, Barbara West Benjamin Winspear, Cathy Adamek, Craig Behenna, Adam Morgan, Peta Shannon.
Uscitamercoledì 15 luglio 2015
TagDa vedere 2014
DistribuzioneKoch Media
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: V.M. 14
MYmonetro 3,33 su 67 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Jennifer Kent. Un film Da vedere 2014 con Essie Davis, Noah Wiseman, Daniel Henshall, Hayley McElhinney, Barbara West. Cast completo Titolo originale: Babadook. Genere Horror - Australia, 2014, durata 95 minuti. Uscita cinema mercoledì 15 luglio 2015 distribuito da Koch Media. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: V.M. 14 - MYmonetro 3,33 su 67 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Babadook tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Jennifer Kent alla sua opera prima con The Badabook In Italia al Box Office Babadook ha incassato nelle prime 4 settimane di programmazione 1,6 milioni di euro e 613 mila euro nel primo weekend.

Babadook è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,33/5
MYMOVIES 4,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,00
CONSIGLIATO SÌ
Uno dei film più paurosi dell'anno è anche uno dei più profondi e commoventi, una vera favola morale.
Recensione di Gabriele Niola
lunedì 24 novembre 2014
Recensione di Gabriele Niola
lunedì 24 novembre 2014

Sono sei anni che è morto il marito di Amelia e sei anni che è nato Samuel, il suo unico figlio, cresciuto senza padre da una madre single in grandi difficoltà economiche e distrutta dallo stress causato dalla sua iperattività. Il bambino non dorme bene, la tiene sveglia, spaventa i compagni, si fa riprendere a scuola, è violento, non ha molti amici per via di un temperamento esagitato e la stessa madre arriva quasi ad odiarlo. Le cose non migliorano quando nella loro vita si materializza un libro di favole diverso dagli altri, molto nero, cupo e spaventoso che viene prontamente messo via dopo la prima lettura ma continua a ripresentarsi fino a che la sua storia di un uomo nero che ti entra dentro fino a condizionarti non comincia lentamente ad avverarsi e intrappola i due nella loro stessa casa.
Che Jennifer Kent non sia una regista come le altre e che il suo The Babadook non sia un film dell'orrore come gli altri è subito evidente dalla prima inquadratura di Amelia che nei suoi sogni dolcemente cade nel letto in cui si sveglierà. L'australiana fonde una conoscenza della paura come raramente abbiamo visto con l'indagine di un carattere femminile sui generis per il cinema. La regista sa bene che l'horror può avere molti fini, che smuovere un profondo senso di instabilità e risvegliare fantasmi di terrore nello spettatore serve a qualcos'altro, è solo la prima parte di un processo che termina altrove. Nonostante sia quindi abile nel terrorizzare in realtà l'obiettivo di questa australiana all'esordio nel lungometraggio è un altro. Il suo film mentre si presenta come una classica storia di famiglie perseguitate rinnega qualsiasi luogo comune della messa in scena horror, non usa mai impennate sonore o anche solo apparizioni improvvise per prediligere un tono cinereo, una fotografia studiata in armonia con l'arredamento della casa (set principale di tutta la storia), in un continuo grigio funereo che solo lentamente lascia emergere il suo uomo nero. Anche la minaccia del titolo è mostrata con l'uso di una inusuale stop motion frenetica (come nei videoclip di Marilyn Manson degli anni '90) e riferimenti ad un immaginario gotico burtoniano in cui però non c'è nulla d'adorabile.
Figlia diretta dell'Halloween di Carpenter per come inietta nella sua storia di paura una caratterizzazione profonda della propria protagonista, donna vessata da tutte le parti, madre single disperata, sommessamente in cerca di un inconfessabile desiderio amore, abbandonata da tutti e apparentemente destinata alla follia, Jennifer Kent fa uso delle migliori idee del moderno horror americano a basso costo (minimalismo di messa in scena, un luogo unico in cui ambientare gran parte della storia e gioco di montaggio furioso) e delle psicosi mentali nello stile di Aronofsky. Amelia nella sua lotta contro Babadook per salvare il figlio diventa le favole che legge a Samuel, i cartoni che vede in televisione, il lupo travestito da agnello, arriva a bussare alle porte e minacciare di abbatterle.
Le idee attraverso le quali The Babadook colpisce il cerchio delle regole del cinema horror (le fughe, le lotte contro la minaccia, i coltelli e le possessioni) e la botte di un sentimentalismo finalmente non di facciata (in più d'un punto è possibile commuoversi onestamente per la tremenda sete d'amore soppressa) sembrano non finire mai, il suo lungo delirio e la caccia che occupa tutta la seconda parte sono un piacere per gli occhi (basterebbe anche solo lo sguardo nell'ombra quando la vicina bussa alla porta) e, cosa rara, il terrore che infonde è il contrario dell'epidermica tensione degli horror più cretini, una profonda sensazione di disagio nei confronti del nero che respingiamo nell'angolo del nostro cervello per poi ritrovarlo che emerge dalle ombre, dentro gli armadi o sotto i letti. E proprio quando sembra che il film sia pronto alla sua chiusa, quando pare che il delirio di invenzioni e splendore debba terminare The Babadook presenta un finale come non si era mai visto, che getta una luce ancora diversa, paradossalmente conciliante, su tutta la storia per svelarne la natura di favola morale.

Sei d'accordo con Gabriele Niola?
BABADOOK
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€12,99 €12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
sabato 25 luglio 2015
Pio Antonio Romano

La vita di Amelia consiste in una triste e stancante routine: lavorare all’ospizio con gli anziani – ormai abbandonate le ambizioni da scrittrice – e occuparsi del problematico figlio di sette anni Sam, che non le permette di vivere un attimo di tranquillità. Vedova a causa di un incidente stradale avvenuto in concomitanza alla nascita del bambino, la donna sembra non avere [...] Vai alla recensione »

lunedì 23 gennaio 2017
laurence316

Il film d’esordio della regista-sceneggiatrice australiana, acclamato, abbastanza insolitamente, alla quasi unanimità dalla critica, è indubbiamente uno dei migliori horror della stagione, anche se non l’evento epocale che alcune recensioni entusiastiche porterebbero a pensare. E’ un buon esercizio di paura, d’atmosfera, privo di risaputi effetti splatter o gore [...] Vai alla recensione »

sabato 29 novembre 2014
KingLC

Premessa: da amante dell'horror non posso non ammettere come si sia ridotto in basso il genere negli ultimi anni. Nonostante alcuni progetti molto interessanti, purtroppo sopratutto le grandi produzioni americane ci hanno abituato oramai costantemente a vedere spaventosi film dell'orrore tutti uguali sia nei pregi ma sopratutto nei difetti. Quante volte vi è capitato di vedere un personaggio di un [...] Vai alla recensione »

lunedì 20 luglio 2015
vanessa zarastro

  0 0 1 336 1920 DIPSA 16 4 2252 14.0 Normal 0 14 false false false IT JA X-NONE [...] Vai alla recensione »

lunedì 20 luglio 2015
Filippo Catani

Una giovane madre vive da anni sola con il figlio in quanto il marito è morto mentre la portava a partorire in ospedale. Una sera mamma e figlio leggono un inquietante libro che sconvolgerà le loro vite. Finalmente un horror intenso e originale che anzi potrebbe anche quasi essere inserito nel genere dei thriller psicologici. Questo film tiene lo spettatore costantemente attento e sul [...] Vai alla recensione »

lunedì 27 luglio 2015
Ely57

Solitamente i film horror hanno trame avulse dai problemi reali delle persone, anzi sono quasi sempre un'evasione forte dalla vita reale, ma  questo bel film al contrario, tocca profondamente il nostro essere attraverso la conoscenza e la vicinanza al dolore, di un  tipo di dolore quello non risolto, ne elaborato, quel traumatico dolore, dovuto alla perdita del proprio marito-futuro padre, [...] Vai alla recensione »

sabato 25 luglio 2015
nerazzurro

"Il miglior horror degli ultimi anni" "Vi gelerà il sangue" "Terrore vero" "Agghiacciante" E grazie a questi slogan promozionali che sinceramente sono rimasto cosi... deluso. Come horror Babadook e alquanto sopravvalutato. Oserei dire che lo considero più un thriller psicologico, ma non assolutamente un horror vero e proprio.

domenica 26 aprile 2015
MorganaKam

 Anche secondo me è un bel film ma è pieno di difetti, infatti ci sono parecchie imprecisioni. La storia sembra abbastanza singolare, perché è inusuale che un libro ci minacci...però ci sono tante ispirazioni oltre a Boogeyman, ma anche Poltergeist, Shining (come già detto) o pure film più recenti sulle possessioni, così come la presenza [...] Vai alla recensione »

martedì 9 dicembre 2014
hamnesia

Un tuffo nell'inconscio da cui scaturisce non più la paura, bensì terrore e isteria. L'attrice, nonché regista Jennifer Kent stupisce il pubblico senza bisogno di effetti speciali, superflui, e che avrebbero forzato la suspense della pellicola.  La storia si apre sulle sempre più chiare problematiche di una famiglia allo sbando dopo la morte del padre: una [...] Vai alla recensione »

martedì 3 maggio 2016
Kyokina

Attenzione: contiene spoiler. Nel 2014, entra nelle sale cinematografiche il film di Jennifer Kent, intitolato Babadook. Il lungometraggio della regista australiana lascia basiti molti spettatori, ma non facciamoci trarre in inganno, perchè non si tratta del solito film horror privo di trama che vuole solo spaventarci nelle sale dei cinema. Babadook ha molto da dirci.

giovedì 5 novembre 2015
CinemaLove

Merita la palma del miglior horror annuale? Decisamente si. Stravolgente? non proprio. The Babadook è il nuovo che avanza e va dato atto a Kent di essere riuscito nell'intento di terrorizzare il pubblico mentalmente prima, successivamente anche sul piano visivo. Il vero motivo per cui l'intera pellicola regge bene sta nell'ottima interpretazione di Essie Davis, madre single alle [...] Vai alla recensione »

domenica 26 luglio 2015
skywalker70

La forza di questo film sta nella rappresentazione drammatica della protagonista, così intensa e umana nel suo alternarsi di forza e debolezza, che suscita empatia. Il punto debole è il finale. Il castello di suggestioni magiche e dark (molto bello) crolla proprio nel momento in cui sarebbe stato necessario invece dimostrare un di saper concludere la vicenda in modo più chiaro e deciso.

domenica 19 luglio 2015
ClaudioFedele93

Quando Stephen King, una leggenda della letteratura del genere horror, descrive il tuo lavoro come “profondamente disturbante” e un maestro del cinema quale William Friedkin, a cui dobbiamo il cult L’Esorcista, lo annovera su Twitter come uno dei film più paurosi di sempre, significa che sei riuscita a portare alla luce un qualcosa di oscuro, carico di tensione, ma sopratutto [...] Vai alla recensione »

giovedì 16 febbraio 2017
Midnight

 Babadook è un horror davvero ben riuscito sotto tutti i punti di vista; l'incipit non è originalissimo ma viene affrontato in modo diverso dal solito sostenuto poi dall'ottima prova dei due protagonisti, davvero bravissimi e convincenti (cosa non da poco soprattutto per un bambino di 7 anni!). Anche il lato visivo è davvero molto bello e curato nei dettagli: tutto [...] Vai alla recensione »

lunedì 3 agosto 2015
Maramaldo

da brivido...ma solo a pensarci su.Esemplare,tuttavia, per un'opera prima.Una scrittura ineccepibile e matura.Gli elementi di rito ci sono tutti:fruscii,sussurri,mormorii e gracchi; ombre, penombre e angoli oscuri; sconsigliabili visite allo scantinato;trambusti da sgombero in soffitta;ecc.ecc. Manca niente? Si,l'eccesso:lo splatter sanguinolento,il macabro raccapricciante.

sabato 22 novembre 2014
gianleo67

Sei anni dopo la tragica morte del marito nell'incidente d'auto avuto quando la stava accompagnando in ospedale per il parto, Amelia vive da sola insieme al figlioletto, un bambino iperattivo e dalla fantasia molto vivace. Ossessionato dal 'Babadook', il minaccioso personaggio di un libro animato trovato per caso tra gli scaffali di casa, il bimbo trascina la madre, una donna fragile che soffre per [...] Vai alla recensione »

martedì 5 dicembre 2017
elgatoloco

"The Babadiook"(2014), scritto e diretto da Jennifer Kent con particolare e intelligente attenzione allo sguardo femminiale e materno sulla vita e il mondo, riesce a catturare l'attenzione non con effettacci che, peraltro, al cinema, hanno fatto il loro tempo(anche il recentissimo "Et"da Stephen King-che, tra l'altro, ha molto lodato questo"Babadook", proprio come" [...] Vai alla recensione »

lunedì 24 luglio 2017
Marci

Carico di aspettative per le recensioni avute, sono rimasto piuttosto deluso. Il problema e' che e' NOIOSO. Dall'inizio alla fine si ripetono sempre le stesse scene, senza nessuna evoluzione o arricchimento della storia, e anche le parti di suspence sono le solite ( porte che si aprono, rumori nella notte, persone che volano portate via dalle entita' sovrannaturali).

giovedì 11 maggio 2017
Great Steven

  BABADOOK (USA, 2014) diretto da JENNIFER KENT. Interpretato da ESSIE DAVIS, NOAH WIESEMAN, DANIEL HENSHALL, HAYLEY McELHINNEY, BARBARA WEST Morto il padre Oskar, Amelia, infermiera presso un centro diurno di disabili anziani, si arrangia come può nel crescere il figlio di sei anni Samuel. Il marito perse la vita in un incidente stradale prima ancora che il piccolo nacque, in [...] Vai alla recensione »

mercoledì 19 ottobre 2016
biso 93

Babadook e' un film del 2014, opera prima della regista jennifer kent. Babadook consiste in un horror psicologico molto interessante, volto non tanto a spaventare ma a suscitare inquietudine e profondo fastidio per quanto cio' che accade, non e' molto diverso da cio' che accade in nuclei familiari orfani di qualcuno. Si perche' Babadook porta l'horror ad un livello metaforico [...] Vai alla recensione »

giovedì 24 settembre 2015
Savross85

Questo film di matrice australiana mi ha riportato indietro al polanskiano Repulsion, al zulawskiano Possession, film bellissimi e terrificanti che esprimono il disagio dell'essere umano nell'era moderna, ma soprattutto evidenziano la paura o meglio sarebbe dire il mostro che è dentro di noi. L'uomo nero, l'ombra junghiana che possiamo controllare, combattere, ma non vincere [...] Vai alla recensione »

giovedì 24 settembre 2015
Savross85

Questo film di matrice australiana mi ha riportato indietro al polanskiano Repulsion, al zulawskiano Possession, film bellissimi e terrificanti che esprimono il disagio dell'essere umano nell'era moderna, ma soprattutto evidenziano la paura o meglio sarebbe dire il mostro che è dentro di noi. L'uomo nero, l'ombra junghiana che possiamo controllare, combattere, ma non vincere [...] Vai alla recensione »

venerdì 7 agosto 2015
kondor17

Samuel è un bambino disturbato e scomodo, tanto per la madre che per gli amici. I suoi continui incubi notturni aventi per oggetto l'uomo nero lo terrorizzano al punto di passare notti intere nello scantinato, l'officina del padre deceduto il giorno della sua nascita, per costruire armi tanto improvvisate quando pericolose (balestre con le freccette  dei darts, catapulte con palle [...] Vai alla recensione »

giovedì 6 agosto 2015
Noia1

Una madre ed il proprio figlio alle prese con una presenza oscura. Dopo un lungo periodo di crisi nel cinema horror, dopo anni di seguaci di Saw L’enigmista e le loro torture in tutte le salse, dopo il disperato tentativo d’introdurre un nuovo genere di film costruiti sui sobbalzi, ecco apparire dal nulla Jennifer Kent e smontare qualsiasi disilluso riguardo il declino inevitabile del [...] Vai alla recensione »

domenica 26 luglio 2015
ralphscott

Con la premessa doverosa che far paura é un mestiere difficile,soprattutto quando si cerca di limitare i déjà vu,non ci si può astenere da lodare Babadook. Dentro c'é tanto di già visto,inevitabilmente,anche solo pensando al capolavoro assoluto "L'esorcista" e a "Poltergeist",recentemente rifatto in maniera scolastica.

giovedì 23 luglio 2015
Sbergo

Babadook riesce fin dall'inizio ad avvolgere lo spettatore, che si ritrova catapultato all'interno di un'accesa battaglia tra una madre e il suo incoscio; esasperata, quest'ultima, non riesce più a gestire la sua vita e comprendere la differenza tra il mondo reale e quello interiore. Jennifer kent é riuscita a creare un horror psicologico totalmente diverso dai soliti schemi, che non spaventa con i [...] Vai alla recensione »

giovedì 23 luglio 2015
Ele Cpt

Aldilà delle categorie dei generi Babadook e' un ottimo film. Ridurre un prodotto ben fatto a un genere, in questo caso horror, sarebbe davvero superficiale. Forma e sostanza nella pellicola vanno a pai passo e le atmosfere cupe che a tratti ricordano l'espressionismo tedesco non sono altro che i moti d'animo di questa donna desolata.

domenica 19 luglio 2015
MartaGiannelli93

Un mostro dell'anima personificato, un dolore gigantesco come quello della depressione e della psicosi. Una madre vedova che combatte la battaglia più grande insieme ad un figlio il quale personaggio è specificato nei più invisibili dettagli. La conquista della donna da parte della malattia che la distrugge, inghiottendola, risparmia per fortuna al regista l'utilizzo dei soliti cliché da film horror [...] Vai alla recensione »

sabato 5 settembre 2015
CarloB

Una madre si trova a crescere suo figlio da sola dopo la morte del marito. Il bambino ha sei anni, ed è molto problematico. Presto, però, si troverà a fronteggiare ben altro: un mostro che proviene da un libro di cui lei ignora la provenienza.  Il film ha un grande pregio: quello di provare a fare paura non con inutili sobbalzi, ma con un sottile gioco di tensione [...] Vai alla recensione »

giovedì 13 agosto 2015
IuriV

Kent ci presenta un horror di stampo classico, che non punta sullo spavento fine a se stesso, ma mira a costruire un'atmosfera attorno ai suoi due protagonisti, immergendoli progressivamente nell'incubo. E anche l'incubo stesso, che prende la forma del mostro dentro l'armadio, è quanto di più classico si possa immaginare per una pellicola di questo genere.

domenica 26 luglio 2015
TheMaster

Da tempo il cinema horror è in crisi,una crisi da cui non è facile uscire in quanto,almeno fino ad ora si pensava che sull'horror si avesse già detto tutto,tuttavia da un po di tempo l'Australia,tra gli altri ha prodotto alcuni prodotti di livello,distribuiti per la gran parte dalla Koch Media,che ora con il progetto Midnight Factory si ripromette di riportare in auge un [...] Vai alla recensione »

mercoledì 18 novembre 2015
GGBike

Una  tristezza di film inverosimile. Una palla infinita. Inutile che vi racconti la trama ( molto scarna ), tanto e' gia' postata . Il soggetto  e' goffo e statico, la regia e' molto povera e a tratti elementare, penso che alcune scene avrebbe potuto girarle  meglio mia zia con un cellulare. Gli apprezzamenti vari che ho letto su questo "capolavoro"  non [...] Vai alla recensione »

domenica 1 novembre 2015
Allison_

Di questo film mi ha colpito subito il fatto che fosse tratto da un racconto di Stephen King, quindi anche se temevo di ricevere una delusione (molti film di bello hanno solo il trailer!) l' ho guardato e, per fortuna, non e' stato così. Già dalla prima scena si intuisce che e' un film diverso dagli altri. Inquietante in ogni scena, non dà un attimo di respiro.

mercoledì 29 luglio 2015
ombri

Interno di famiglia monogenitoriale in grossissima crisi. Questa la sinossi di Babadook, che mette in scena la vita desolata di una madre vedova (il marito è morto in un incidente stradale mentre la accompagnava a partorire) e del suo bambino iperattivo, disturbato, insonne, in una sola parola sfiancante. La poveretta è a dir poco sull'orlo di una crisi di nervi: il bimbo reclama continuamente attenzioni, [...] Vai alla recensione »

venerdì 24 luglio 2015
Gael T.

Amelia Vanek (Essie Davis) è rimasta vedova in seguito ad un incidente stradale mentre si stava recando con il marito all'ospedale per partorire Samuel. Sei anni dopo, si ritrova, sola, alle prese con un irrequieto bambino, convinto dell'esistenza di mostri nell'armadio ed emarginato dai suoi coetanei per le sue stranezze. La loro malinconica e monotona vita, viene però [...] Vai alla recensione »

venerdì 24 luglio 2015
infognaman76

Ottimo film! Ma purtroppo non per tutti! Bisogna avere 2 neuroni per apprezzarlo! Se si ha un solo neurone meglio virare verso film tipo Giovannona coscia lunga o l'esorciccio piuttosto che vedere questo gioiellino e valutarlo con una stellina perchè non lo si è capito! P.S: Che poi prima di avventurarsi al cinema,bastava vedere il corto che dura poco più di 8 minuti.

domenica 19 luglio 2015
Noia1

Una madre ed il proprio figlio alle prese con una presenza oscura. Dopo un lungo periodo di crisi nel cinema horror, dopo anni di seguaci di Saw L’enigmista e le loro torture in tutte le salse, dopo il disperato tentativo d’introdurre un nuovo genere di film costruiti sui sobbalzi, ecco apparire dal nulla Jennifer Kent e smontare qualsiasi disilluso riguardo il declino inevitabile del genere horror. Atmos [...] Vai alla recensione »

giovedì 30 luglio 2015
Eugenio98

Dopo la morte del marito, Amelia vive con il piccolo figlio, tormentata a causa della grande perdita. Una sera, in mezzo ai libri di favole ne trova uno intitolato Babadook. Da allora un mostruoso uomo nero terrorizzerà i due fino all'enigmatico finale. Primo film di Jennifer Kent, la regista ci catapulta in un claustrofobico tunnel da quale raramente si può intravedere luce, riproponendo una storia [...] Vai alla recensione »

venerdì 5 giugno 2015
Alex62

Finalmente un racconto che alza il velo sugli aspetti più neri e nascosti della maternità. Oggi viviamo in un mondo di bambini malcresciuti nell'assenza del padre, in famiglie monogenitoriali, dove quasi sempre la madre è l'unico genitore e l'altro genitore, quando c'è è il patrigno...perché i giudici, nelle cause di divorzio nel 97% dei casi [...] Vai alla recensione »

sabato 6 dicembre 2014
Alex2044

Visto al TFF . Non amo particolarmente il genere  Horror spesso più che atterrirmi mi provoca qualche sorriso . Anche questo non ha fatto eccezione ma il film è ben fatto , l'attrice protagonista molto brava e quindi in un festival lo si può vedere tranquillamente anche se con un po' di disincanto.

sabato 7 novembre 2015
Kyotrix

Interessante e guardabile. Strano (positivamente) il finale. Ma, e ripeto MAH: Personaggi, soprattutto la madre, troppo strani e irreali, comportamenti ridicoli, sembra fatta tutto il film, si nasconde sotto le lenzuola come una bimba, ecc.ecc., cose che mi hanno fatto estraniare dal film, peccato.

mercoledì 22 luglio 2015
fireworks96

Salve a tutti innanzitutto premetto che avrei voluto mettere 0 stelle ma purtroppo non si può fare data la bassissima qualità del film per i seguenti motivi: Non ha un senso logico Ha una conclusione davvero deludente Non fa paura come dicevano... Almeno è quello che io penso....NON VE LO CONSIGLIO VIVAMENTE.... A presto

lunedì 14 marzo 2016
Mauro

Avviso ai naviganti, agli amanti del cinema Horror, ai "non intenditori radical chic": QUESTO FILM E'  DA EVITARE!!!!!!!!!!! Non cadete ai tranelli dei commenti "buoni" Mirate ad altro..  guardate "the counjuring" x esempio...

domenica 22 luglio 2018
Gimbe_

Horror psicologico niente male: cupo, tetro e spaventoso al punto giusto; adatto per approdare nel genere

venerdì 23 marzo 2018
Contrammiraglio

A tratti noiso, niente di nuovo, notevole il bambino e la mamma.

mercoledì 30 novembre 2016
Francis Metal

l'unica cosa interessante del film è che questo mostro, secondo la mia lettura altro non è che il lutto che i protagonisti si portano... mai e poi mai te ne puoi liberare ma non puoi vivere dipendendo da lui... se la mia interpretsazione è sbagliata allora il film non ha alcun senso

sabato 7 maggio 2016
Giova_Raxos85

Definirlo horror è già troppo.  Poi sul libro Babadook sembra un barbapapà e quando esce dal libro sembra un misto tra Edward mani di forbici e il cappellaio matto di Alice nel paese delle meraviglie.  Mi chiedo con che coraggio abbiano fatto questo film

lunedì 3 agosto 2015
opidum

per sdebitarmi con lei che è venuta a vedersi terminator genesys sono andato con la mia fidanzata a vedere bababadok. io dò 3. la mia fidanzata 8. entrambi concordiamo che babadok non è un horror ma una triste storia con madre schizofrenica e figlio esaurito. entrambi concordiamo che in certi punti del film il regista non sapeva più che pesci prendere e come andare avanti.

mercoledì 29 luglio 2015
AngelHxH

Ma il produttore chi era Bernard Madoff?! Mi hanno rubato i soldi! Mi accorsi subito di aver preso un granchio (anzi un aragosta cit.) quando i minuti passavano e le scende da paura persistevano a quota zero, realizzai che il trailer era una truffa, montato ad hoc per nascondere lo schifo che mi aspettava. Ma il film non smise di sorprendermi! Infatti mentre le persone abnandonavano la sala tra grida [...] Vai alla recensione »

venerdì 24 luglio 2015
Sturmaz4

Male in tutto e per tutto... Inspiegabilmente eletto horror dell'anno

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Roberto Nepoti
La Repubblica

È molto raro che un film dell'orrore susciti unanime entusiasmo nella critica. Perciò si attendeva con curiosità questo debutto nel lungometraggio di una regista australiana, accolto molto bene al Sundance e premiato in diversi festival prima di approdare da noi. Assumendo il punto di vista della protagonista adulta, il film racconta i rapporti tumultuosi tra una madre, Amelia, e Samuel, il suo bambino [...] Vai alla recensione »

Anna Maria Pasetti
Il Fatto Quotidiano

Una giovane vedova da sei anni è la madre del piccolo Samuel, nato poco dopo la scomparsa del padre. Lei lavora troppo, lui è sovente in solitudine, generando comportamenti stressati con amichetti e compagni. Ricevuto misteriosamente in dono un libro fantasy intitolato The Babadook, la mamma inizia a leggerlo per il figliolo, pensando di distrarlo. Il passo dalla lettura all'immaginazione del bambino [...] Vai alla recensione »

Massimo Bertarelli
Il Giornale

Dacci oggi il nostro horror quotidiano. Stavolta australiano, scritto e diretto da una donna. Protagonisti una vedova e il suo bambino di sei anni, ossessionato da un immaginario uomo nero, uscito dalle pagine di un libro. Se la prima parte funziona, la resa dei conti si squaglia come in tutti i film di paura. E con due protagonisti così isterici, si tifa per il mostro.

NEWS
NEWS
mercoledì 8 luglio 2015
 

Online su MYmovies.it lo spot del film horror Babadook che la Rai si è rifiutata di trasmettere durante lo scorso Gran Premio di Silverstone. A rendere noto il fatto è stato qualche giorno fa il distributore del film, Koch Media, che si è visto negare, [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati