Advertisement
La prima notte del giudizio, la video recensione

Alle origini dello Sfogo, mentre nella saga distopica la critica politica prevale sul thriller. Recensione di Emanuele Sacchi, legge Veronica Bitto.
di A cura della redazione

Impostazioni dei sottotitoli

Posticipa di 0.1s
Anticipa di 0.1s
Sposta verticalmente
Sposta orizzontalmente
Grandezza font
Colore del testo
Colore dello sfondo
0:00
/
0:00
Caricamento annuncio in corso
lunedì 24 febbraio 2020 - Video recensione

Gli Stati Uniti sono schiacciati da crisi, sovrappopolazione, criminalità e miseria. Un partito di estrema destra salito al potere, i Nuovi Padri Fondatori, pensa che l'unica possibilità di risanare il Paese sia l'istituzione annuale di una notte in cui ogni reato sia lecito, chiamata Lo Sfogo.
Il fascino del mistero legato alla notte dello Sfogo rischia di scolorire nella prevedibilità. E la componente thriller passa in secondo piano rispetto alla rivolta sociale. Ma il coraggio di firmare un film in cui i protagonisti siano afroamericani indigenti e i personaggi caucasici rappresentino il male colpisce.

Se Scappa - Get Out (guarda la video recensione) ci aveva aperto gli occhi sulla percezione della questione razziale, La prima notte del giudizio aumenta il carico, svolgendo il suo sporco lavoro con generose dosi di piombo.
A cura della redazione

La prima notte del giudizio è disponibile su Amazon Prime Video.
Veronica Bitto interpreta la recensione di Emanuele Sacchi.


GUARDALO SUBITO SU AMAZON PRIME VIDEO
news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati