Roma

Acquista su Ibs.it   Dvd Roma   Blu-Ray Roma  
   
   
   
writer58 domenica 9 dicembre 2018
l'altra metà del cielo Valutazione 4 stelle su cinque
77%
No
23%

Breve nota autobiografica: ho vissuto per diversi anni (dal 1981 al 1985) proprio nella colonia Roma, il quartiere di Città del Messico ritratto nel film di Cuaròn. Era un quartiere residenziale, insidiato dallo sviluppo urbano che lo ha parzialmente snaturato e dalla proliferazione di strade ad altissimo traffico (Insurgentes, Chapultepec, Monterrey)  che ne hanno lacerato il tessuto. Tuttavia, il quartiere manteneva una sua grazia fatta di palazzine liberty, neoclassiche e art déco, piccoli parchi e piazzette con i nomi degli stati del Messico e delle città dell'America Latina. Almeno fino al 1985, quando un devastante terremoto si abbattè sul Distretto Federale distruggendo centinaia di edifici, soprattutto nel centro di Città del Messico. [+]

[+] lascia un commento a writer58 »
d'accordo?
antonio montefalcone martedì 4 dicembre 2018
una rilettura del passato, intimistica e storica Valutazione 4 stelle su cinque
92%
No
8%

Dopo 5 anni dal pluripremiato con gli Oscar “Gravity”, Alfonso Cuarón è tornato nella sua terra natia, il Messico, dove esordì con “Y Tu Mama También”, per girare la sua pellicola più personale e autobiografica, “Roma”. L’opera è un interessante ed affascinante viaggio nella memoria, uno scavo nella mente e nei ricordi d’infanzia e familiari dello stesso regista.
Il desiderio di tornare non solo da dov’è partita la sua carriera da cineasta, ma soprattutto la sua esistenza, nasce da una voglia di cinema di impegno civile e denuncia provocatoriamente politica, di forte richiamo simbolico alla più problematica attualità americana, ma, soprattutto, da un bisogno di riconoscenza verso coloro che l’hanno cresciuto ed educato, figure femminili principalmente, donne con la “d” maiuscola, quelle più importanti della sua vita che si sono prodigate anima e corpo nella collaborazione domestica e quotidiana. [+]

[+] lascia un commento a antonio montefalcone »
d'accordo?
toni mais giovedì 31 gennaio 2019
cleo, il cielo, l'umanità Valutazione 4 stelle su cinque
64%
No
36%

Quando si vuole diagnosticare il male di un organismo complesso si preleva un piccolo campione di tessuto, lo si scolora, lo si mette tra due vetrini e lo si osserva al microscopio . Questo ha fatto Alfonso Cuaròn : ha analizzato non il Messico tutto , non Mexico City ma Roma un quartiere della media bassa borghesia , in un momento di grandi tensioni sociali culminate nell'esproprio delle terre coltivate dai campesinos , lo ha trattato in bianco e nero , è entrato nei meandri dell'animo umano ed è riuscito a separare il bene dal male: il male universale viene battuto dal bene individuale fatto di dolcezza, rassegnata tenerezza, di profonda umanità coniugata tutta al femminile. [+]

[+] lascia un commento a toni mais »
d'accordo?
samanta domenica 3 marzo 2019
cominciamo un'altra avventura ... Valutazione 3 stelle su cinque
83%
No
17%

Il film Roma (non c'entra nulla con la capitale italiana ma è il nome del quartiere dove viveva a Citta del Messico il regista) ed è ambientato nella capitale messicana tra il 1971 e il 1972 alla viglilia delle Olimpiadi che imponenti manifestazioni studentesche represse nel sangue dalla polizia (i famosi Granaderos) cercarono di impdire. Il regista Alfonso Cuaròn (Oscar per la regia di Gravity nel 2013) è anche autore del soggetto, sceneggiatore e co-produttore, come regista ha diretto pochi film (Da segnalare La piccola principessa, Harry Potter e il prigioniero Azkaban) dimostrando un notevole eccletismo..
[Spoiler] Cleo (Yalitza Aparicio) è domestica in una casa borghese la padrona è Sofia (Marina de Tavira)  sposato con il medico Antonio figura evanescente che l'abbandona con i 4 figli, quanto a Cleo si innamora, ancora vergine, di Fermin un poco di buono che quando scopre che è incinta l'abbandona di brutto e si arruola negli squadroni della morte che fanno il lavoro sporco per la polizia nella repressione delle manifestazioni. [+]

[+] lascia un commento a samanta »
d'accordo?
vanessa zarastro lunedì 10 dicembre 2018
come eravamo Valutazione 4 stelle su cinque
55%
No
45%

Roma” è un bellissimo film in bianco e nero che narra un anno di vita di una famiglia borghese messicana, visto attraverso gli occhi di Cleo, la domestica mixteca. Alle vicende della famiglia, fanno da sfondo i contrasti sociali che in quegli anni hanno sconvolto il Paese.
Siamo nel 1970 a Mexico City, nel quartiere residenziale Colonia Roma nel centro della città impiantato agli inizi del XX secolo. La zona è costituita da casette a due piani abitate da professionisti benestanti: nel nostro caso Antonio è medico, Sofia è una biochimica. Con loro vive anche nonna Teresa, la madre di Sofia. Hanno quattro figli, tre maschietti e una femminuccia. [+]

[+] lascia un commento a vanessa zarastro »
d'accordo?
fabio sabato 23 febbraio 2019
una famiglia bene nel messico anni '70 Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Parte lento ma va'in crescendo. La scelta del b/n aumenta l'effetto drammatico e del ricordo. La storia ha una struttura semplice fatta di ricordi d'infanzia: la separazione dei genitori, il dramma per la perdita di una figlia, i contrasti tra studenti e polizia. Tutto è narrato in modo realistico, senza metafore, senza visioni o simboli. Il film è commovente ma non riesce a toccare corde profonde, sembra restare sospeso in superficie.

[+] lascia un commento a fabio »
d'accordo?
cinefoglio mercoledì 23 gennaio 2019
istantanea di roma Valutazione 4 stelle su cinque
57%
No
43%

Una pellicola suggerita ed articolata nella sua proiezione dall'elemento acqua, in tutte le sue varie forme: di pioggia e grandine; liquidi corporei e acqua di servizio per pulire i pavimenti; acqua come humus della campagna e come nemica e domatrice del fuoco; acqua che è inizio e fine della vita come l’oceano.
Mancava solo la soffice neve, ahimè, improbabile nel quartiere di ROMA in Città del Messico.
 

[+]

[+] lascia un commento a cinefoglio »
d'accordo?
zarar lunedì 14 gennaio 2019
il bianco e nero della nostra storia interiore Valutazione 4 stelle su cinque
55%
No
45%

 Ho visto questo film di Alfonso Cuaron in contemporanea con Cold war di Pawel Pawlikowski.  Per motivi diversi e con diverse partenze legate ai diversi contesti di appartenenza dei registi, impressiona una scelta comune: Nella tematica, nella regia, nella sceneggiatura una specie di consapevole balzo indietro, un voluto minimalismo, una macchina da presa che registra nello stile del documentario o meglio, nello stile di una memoria che ha una sua specifica narrazione, fatta non necessariamente di eventi importanti, ma di quel che per qualche motivo ci è rimasto dentro, ed è nostra storia parallela. Un curioso neo-neorealismo, che può essere piano fino alla banalità, che può sottolineare in modo elementare i salti cronologici, che sceglie il bianco e nero della memoria e del sogno, le cui riprese non disdegnano i tempi lunghi, indugiano su momenti e oggetti di piatta quotidianità, hanno ripetizioni e sottolineature di significato trasparente, visi disperatamente autentici di attori non professionisti,  sentimenti e passioni tutti assorbiti da immagini e gesti. [+]

[+] lascia un commento a zarar »
d'accordo?
jackbeauregard mercoledì 9 gennaio 2019
messico senza nuvole Valutazione 4 stelle su cinque
60%
No
40%

Cuaron realizza un film molto personale, girato in un bianconero luminoso e brillante, forse un tantino troppo lucido e pulito (ma è l'unica blanda critica che mi sento di fare), con forti richiami al neorealismo italiano, sia per il largo ricorso ai piani sequenza, che per l'utilizzo di attori non professionisti.
Ambientato nell'omonimo quartiere di Città del Messico che dà il titolo al film, agli inizi degli anni 70, in un periodo di forti fermenti e contrasti in campo politico, economico e sociale, segnati da momenti anche di estrema  violenza, narra,nel corso di un breve lasso temporale, le vicissitudini di una famiglia dell'alta borghesia ispanica, padre medico, moglie insegnante di biochimica, 4 figli e 2 domestiche, per tacer del cane. [+]

[+] lascia un commento a jackbeauregard »
d'accordo?
fabiofeli domenica 6 gennaio 2019
"non è poi così male essere morti!" Valutazione 4 stelle su cinque
67%
No
33%

Cleo (Yalitza Aparicio), una india, ha appena finito di lavare il pavimento dell’ingresso di una grande casa e la cinepresa la segue in un lungo piano-sequenza su una scala che porta alle camere da letto dei padroni di casa e dei loro 4 bambini; la giovane si reca in cucina a dare istruzioni alla cuoca: è la tuttofare presso la famiglia alto-borghese che vive nel quartiere Roma di Città del Messico, agli inizi degli anni ’70. Cleo non sembra spaventata dalla mole di lavoro, anche se, imitando uno dei bambini che gioca a fingersi morto, si sdraia accanto a lui e commenta: “Non è poi così male essere morti!”. [+]

[+] lascia un commento a fabiofeli »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 »
Roma | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Paola Casella
Pubblico (per gradimento)
  1° | writer58
  2° | antonio montefalcone
  3° | toni mais
  4° | samanta
  5° | vanessa zarastro
  6° | fabio
  7° | cinefoglio
  8° | zarar
  9° | jackbeauregard
10° | fabiofeli
11° | cinephilo
12° | mauro.t
13° | kimkiduk
14° | alesimoni
15° | fulviowetzl
16° | boffese
17° | miguelangeltarditti
18° | daniela montanari
19° | jardena
20° | lorifu
21° |
22° | mauridal
23° | stefanocapasso
24° | cartoons'' caf�
25° | freerider
26° | maurizio.meres
27° | francesco zennaro
28° | peergynt
Writers Guild Awards (1)
Festival di Venezia (1)
Premio Oscar (13)
Producers Guild (1)
Spirit Awards (2)
Goya (2)
Golden Globes (5)
Directors Guild (2)
David di Donatello (2)
Critics Choice Award (12)
BAFTA (11)
AFI Awards (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 |
Shop
DVD
Uscita nelle sale
lunedì 3 dicembre 2018
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità