7 Uomini a Mollo

Film 2018 | Commedia 122 min.

Regia di Gilles Lellouche. Un film Da vedere 2018 con Mathieu Amalric, Guillaume Canet, Benoît Poelvoorde, Jean-Hugues Anglade, Virginie Efira. Cast completo Titolo originale: Le Grand Bain. Genere Commedia - Francia, 2018, durata 122 minuti. Uscita cinema giovedì 20 dicembre 2018 distribuito da Eagle Pictures. Oggi tra i film al cinema in 1 sala cinematografica - MYmonetro 3,20 su 8 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi 7 Uomini a Mollo tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Una squadra maschile di nuoto sincronizzato: Bertrand, Laurent, Marcus, Simon e Thierry. Finalmente liberi e utili. Il film ha ottenuto 8 candidature e vinto un premio ai Cesar, In Italia al Box Office 7 Uomini a Mollo ha incassato 1,1 milioni di euro .

Consigliato sì!
3,20/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 3,40
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
Nuoto sincronizzato: un affare da uomini.
martedì 20 novembre 2018
martedì 20 novembre 2018

Un gruppo di quarantenni, tutti sull'orlo di una crisi di mezza età, decidono di formare, per la prima volta in assoluto nella piscina locale, una loro squadra di nuoto sincronizzato per uomini. Affrontando lo scetticismo e il senso di ridicolo che li avvolge e allenati da una ex campionessa che cerca di risollevarsi, il gruppo si imbarca in questa improbabile avventura e, durante il percorso, ognuno di loro ritrova un po' di autostima e riesce a imparare molto sia su se stesso sia sugli altri.

Una commedia generosa e inventiva che non ha paura di fare i conti col corpo che cambia.
Recensione di Marzia Gandolfi
giovedì 12 aprile 2018

Bertrand è depresso, non lavora da due anni e si consuma sul divano. Poi un giorno si tuffa in piscina e il mondo finalmente gli sorride. Come Delphine che lo arruola nella sua équipe di uomini sull'orlo di una crisi di nervi. Ex campionessa di nuoto sincronizzato a coppia, Delphine allena una squadra maschile per passare il tempo e chiudere col passato: una carriera interrotta bruscamente dall'incidente della sua partner. I suoi allievi non stanno molto meglio: Bertrand è rassegnato, Laurent è adirato, Marcus indebitato, Simon complessato, Thierry stonato. Ma insieme si sentono finalmente liberi e utili. Partecipare a una gara di nuoto sincronizzato in Norvegia, diventa il loro obiettivo.

Commedia sociale "tra uomini", Le Grand Bain è il terzo film di Gilles Lellouche ma il primo (ben) realizzato da solo.

Affondato in una piscina municipale, l'attore interroga la virilità attraverso un gruppo di uomini non esattamente al meglio della forma e alla ricerca di una briciola di riconoscenza. Lellouche filma corpi imperfetti e cadenti a mollo nell'acqua, uomini alla soglia dei cinquant'anni e sulla soglia dello spogliatoio, dove a turno confessano le insoddisfazioni e le rispettive infelicità. A narrarli fuori campo è la voce di Mathieu Amalric alle prese con la caricatura goliardica del suo soggetto di elezione, la depressione.

Incarnazione irresistibile dello scacco, tra Xanax e Candy Crush, è il suo personaggio a introdurre lo spettatore in piscina e al cospetto di un dream team ostinato a riuscire in una disciplina ad assoluto appannaggio delle donne. Sfidando l'immaginario collettivo, il nuoto sincronizzato non è mai associato agli uomini, Lellouche firma un film generoso e inventivo che non ha paura di fare i conti col corpo che cambia e coi bilanci inclementi dell'età.

Al centro della commedia piazza la vulnerabilità esistenziale e lo specchio d'acqua in cui rifletterla e riflettere i profili dei suoi protagonisti, tutti in ambasce con la gestione dei figli, del lavoro, del matrimonio, delle relazioni, dell'avvenire. Insieme formano una squadra di sirene amorfe che riusciranno nell'impresa grazie alla loro volontà e al potere idealizzante del cloro.

Nonostante una regia a grana grossa e qualche passaggio confuso di sceneggiatura, Le Grand Bain guadagna coi suoi antieroi quella disinvoltura di movimento che gli permette di avanzare e di sfidare la fatica del vivere.

Non è certo la prima volta che Lellouche lavora sulla mascolinità e i suoi contorni imprevisti (Gli infedeli) ma a questo giro di vasca la qualità della materia comica, la perfezione dei suoi tempi e il livello della riflessione sul tempo che passa e ha fatto dei protagonisti quello che vediamo, configurano una ben strutturata commedia di caratteri.

Personaggi identificati con rapidità e leggerezza in una sintesi prodigiosa. I ritratti rivelano una sensibilità di scrittura ma soprattutto un'indulgenza e una comprensione che nascono dall'essere compagni di vita affiatati e fedeli. Da Guillaume Canet a Mathieu Amalric, da Benoît Poelvoorde a Philippe Katerine, passando per Jean-Hugues Anglade, tutti esprimono la storia del loro personaggio fuori e dentro l'acqua, registrando i propri soliloqui e facendo appello al personale arsenale comico. Giocolieri del doppio senso e prestigiatori del significato, si accordano in acqua chiedendo indulgenza e complicità anche quando la sparano grossa. Incarnazione sullo schermo dell'etero babbeo, l'autore corregge il tiro, incrocia le gambe e pesca il queer che è in lui e in ciascuno dei suoi eroi in crisi di mezza età.

Vicino col cuore a Rock'n Roll, storia di un attore quarantenne che prende coscienza della caducità della sua gloria, Le Grand Bain si avvale di un cast memorabile, un bacino di possibilità comiche che donano una base solida a questa commedia in apnea. Gilles Lellouche regola il suo film come un balletto e vince l'oro.

Sei d'accordo con Marzia Gandolfi?

7 UOMINI A MOLLO disponibile in DVD o BluRay su IBS

DVD

BLU-RAY
€14,99 €14,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
mercoledì 26 dicembre 2018
spione

(contiene spoiler) Il film è ben fatto, e pur senza essere un capolavoro si segue volentieri e diverte. Il tema del disagio psicologico degli "esclusi" dalla società dell'apparenza è trattato con una certa leggerezza ma in maniera non superficiale, e la scena della preparazione alla gara finale crea una suspense perfetta: tutto il cinema era nei panni (anzi: nel costume [...] Vai alla recensione »

lunedì 31 dicembre 2018
Rumon

"7 uomini a mollo" si inserisce in un ampio filone di pellicole che hanno per tema il riscatto finale di un gruppo eterogeneo di sconfitti, che, attraverso l'impegno e lo spirito di gruppo, riescono a tirare fuori da se stessi e dai compagni il meglio delle loro possibilità. Nel caso specifico, un gruppo raccogliticcio di falliti o aspiranti tali si ritrova ad allenarsi sotto la [...] Vai alla recensione »

lunedì 4 marzo 2019
gabriella

 Adoro il cinema francese, riesce sempre a sorprendermi o quantomeno mettermi di buon umore, riesce sempre a coniugare la semplicità di storie comuni con un’eccellente qualità, così a Gilles Lellouche non rimane che allineare in campo, in questo caso in piscina, buona parte della miglior nazionale del cinema francese e il risultato è garantito.

venerdì 11 gennaio 2019
kaipy

Piaciuto. Il sorriso amaro di molte commedie francesi rientra nei miei gusti. In questo film Jonas prezzo molto la prima parte, delicata e profonda, la.seconda da trailer è la solita palestra del riscatto, ma nel finale c'è un tocco di regia che ho molto gradto. Bello. 

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
giovedì 27 dicembre 2018
Stefano Giani
Il Giornale

Bertrand si trascina una vita di routine e per darle un senso si butta in piscina. Entra in una squadra di nuoto sincronizzato dove trova altri 7 disperati come lui che tentano un'incosciente scalata al titolo mondiale. Sorta di Full Monty acquatico, il film racconta sette storie viste pure dal lato femminile perché dietro ogni mattacchione in pantaloni c'è un sorriso in gonnella.

venerdì 21 dicembre 2018
Nicola Falcinella
La Provincia di Como

Lo sport può essere occasione di riscatto, anche nei modi più imprevisti. Dopo la divertente commedia spagnola "Non ci resta che vincere", con una sorprendente squadra di basket di disabili che insegna a vivere a un allenatore pieno di sé, arriva sugli schermi il francese "7 uomini a mollo" di Gilles Lellouche. Bertrand (Mathieu Amalric) è un quarantenne senza lavoro da due anni e depresso, mantenuto [...] Vai alla recensione »

mercoledì 19 dicembre 2018
Sergio Sozzo
Sentieri Selvaggi

La questione del respiro è fondamentale quando ci si approccia agli sport acquatici, e la tentazione di trasformarla in una metafora esistenziale ha sicuramente accarezzato chiunque si sia trovato a frequentare le piscine anche solo per qualche tempo: trattenere il respiro, imparare a controllarlo e come sfruttare al massimo i momenti in cui puoi inspirare aria fuori dall'acqua, ma soprattutto conoscerlo, [...] Vai alla recensione »

martedì 18 dicembre 2018
Simone Emiliani
Film TV

Full Monty dentro l'acqua. Ancora con personaggi in cerca di riscatto. Però, più che alla popolare commedia inglese, 7 uomini a mollo (l'originale Le grand bain funzionava meglio) fa pensare alla follia e alla contagiosa solidarietà di Quattro pazzi in libertà, un'elettrizzante commedia di Howard Zieff con Michael Keaton. Il secondo film da regista dell'attore Gilles Lellouche sembra infatti riprendere [...] Vai alla recensione »

lunedì 17 dicembre 2018
Emanuele Rauco
La Rivista del Cinematografo

Simbolicamente, non c'è luogo più adatto dell'acqua per rinascere e al tempo stesso non c'è un genere cinematografico più adatto per raccontare la rinascita che il film sportivo. Gilles Lellouche sceglie un'improbabile squadra di nuoto sincronizzato maschile per raccontare le rinascite dei suoi personaggi. 7 uomini a mollo racconta di questo gruppo di depressi a vario titolo che cercano di ritrovare [...] Vai alla recensione »

NEWS
VIDEO RECENSIONE
lunedì 31 dicembre 2018
A cura della redazione

Bertrand è depresso, non lavora da due anni e si consuma sul divano. Poi un giorno si tuffa in piscina e il mondo finalmente gli sorride. Come Delphine, che lo arruola nella sua squadra di uomini sull'orlo di una crisi di nervi: Laurent è adirato, Marcus [...]

TRAILER
giovedì 29 novembre 2018
 

Bertrand è depresso, non lavora da due anni e si consuma sul divano. Poi un giorno si tuffa in piscina e il mondo finalmente gli sorride. Come Delphine che lo arruola nella sua équipe di uomini sull'orlo di una crisi di nervi.

POSTER
martedì 13 novembre 2018
 

Bertrand è depresso, non lavora da due anni e si consuma sul divano. Poi un giorno si tuffa in piscina e il mondo finalmente gli sorride. Come Delphine che lo arruola nella sua équipe di uomini sull'orlo di una crisi di nervi.

TRAILER
giovedì 25 ottobre 2018
 

Bertrand è depresso, non lavora da due anni e si consuma sul divano. Poi un giorno si tuffa in piscina e il mondo finalmente gli sorride. Come Delphine che lo arruola nella sua équipe di uomini sull'orlo di una crisi di nervi.

winner
miglior attore non protag.
Cesar
2019
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati