Dei

Film 2018 | Drammatico +13

Anno2018
GenereDrammatico
ProduzioneItalia
Regia diCosimo Terlizzi
AttoriAndrea Arcangeli, Martina Catalfamo, Luigi Catani, Angela Curri, Mathieu Dessertine .
Uscitagiovedì 21 giugno 2018
DistribuzioneEuropictures
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro Valutazione: 2,50 Stelle, sulla base di 2 recensioni.

Regia di Cosimo Terlizzi. Un film con Andrea Arcangeli, Martina Catalfamo, Luigi Catani, Angela Curri, Mathieu Dessertine. Genere Drammatico - Italia, 2018, Uscita cinema giovedì 21 giugno 2018 distribuito da Europictures. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 Valutazione: 2,50 Stelle, sulla base di 2 recensioni.

Condividi

Aggiungi Dei tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

La storia di iniziazione di Martino, che ogni giorno raggiunge Bari per frequentare l'università di nascosto e presto lega con un gruppo di musicisti.

Dei è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 2,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO NÌ
Un racconto di formazione che fa pensare a Kechiche e a Guadagnino.
Recensione di Paola Casella
giovedì 19 aprile 2018
Recensione di Paola Casella
giovedì 19 aprile 2018

Martino ha 17 anni e vive in un casolare della campagna pugliese popolato da pecore e galline ma anche da quelle lavatrici dismesse dalle quali il padre di Martino, Nicola, ricava il ferro per rivenderlo. Nicola vive di espedienti e, nella percezione della moglie Anna, porta a casa solo rottami e miseria. L'unica proprietà di valore è un ulivo secolare solidamente piantato in mezzo al cortile, su cui però incombe la doppia minaccia dell'epidemia di origine batterica che ha colpito gli uliveti pugliesi e della sete di denaro di Nicola. Anche Martino vorrebbe vendere l'ulivo per potersi permettere gli studi all'università di Bari, dove il ragazzo scappa, insieme all'amica Valentina, ogni volta che ne ha l'occasione. E mentre assiste a una lezione d'arte in cui si parla delle divinità greche (ma anche della reciproca attrazione fra la terra e la luna) Martino e Valentina si imbattono in Laura, una studentessa della Bari bene che li introduce in un mondo parallelo di musica, terrazzi condominiali e internazionalità.

Inizia così per Martino il tiro alla fune fra radici famigliari (e botaniche) e prospettive future, incerte ma allettanti.

Il giovane documentarista pugliese Cosimo Terlizzi, che ha un solido background nella video art, si lancia nel lungometraggio di finzione con un racconto di formazione che fa pensare a Kechiche e a Guadagnino, ma fatica a trovare una propria cifra individuale.

Il grande senso estetico di Terlizzi infatti non può da solo compensare per l'assenza di una forte sostanza narrativa. Se da un lato le immagini denotano una padronanza della cinepresa e della composizione cinematografica davvero notevoli per un esordiente, dall'altro la narrazione è esile e i dialoghi dei ragazzi artefatti: è vero che l'adolescenza e la prima giovinezza sono l'epoca dei grandi proclami e delle banalità conclamate, ma il modo di esprimerli dev'essere riconoscibile. E la tensione fra apollineo e dionisiaco enunciata all'inizio della storia latita nella sceneggiatura (di Terlizzi e Jean Elia), il che impedisce alle regole dell'attrazione, su cui si fonda gran parte della trama, di diventare realmente visibili.

È un peccato perché alcune intuizioni di regia - come quella di non mostrare in volto la madre di Martino finché non è arrivato il momento di riconoscere la sua somiglianza fisica (ed emotiva) con il figlio, o quella di filmare un prato illuminato dalle lucciole quando è necessario ricordare al ragazzo che la campagna non è solo fatica ma anche magia - fanno capire che Terlizzi ha la stoffa per proseguire sulla sua strada autoriale: ma deve essere supportato da una migliore architettura drammaturgica.

Perché se è vero che la narrazione visiva fluida a tattile racconta bene la ricerca identitaria di un adolescente e il continuo avvicinarsi e allontanarsi fra corpi che vivono la loro giovinezza come se fossero divinità dell'Olimpo, dall'altro queste menti acerbe devono interagire in modo più cinematograficamente interessante, mostrando di capire (o per lo meno intuire) che la vita non è solo una posa plastica o un raffinato videoclip.

Sei d'accordo con Paola Casella?
DEI
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
iTunes
-
-
-
-

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€14,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
martedì 26 giugno 2018
Flyanto

 “Dei”, del regista Cosimo Terlizzi, racconta la crescita personale del protagonista Martino, un ragazzo di 17 anni molto sensibile e più maturo della sua età anagrafica, che vive con la famiglia in campagna. Ma la sua personale predisposizione gli fa sentire stretto l’ ambiente in cui è nato ed è sempre vissuto e gli alimenta dentro sempre di più [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati