Interstellar

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Interstellar   Dvd Interstellar   Blu-Ray Interstellar  
Un film di Christopher Nolan. Con Matthew McConaughey, Anne Hathaway, Jessica Chastain, Michael Caine, John Lithgow.
continua»
Fantascienza, Ratings: Kids+13, durata 169 min. - USA 2014. - Warner Bros Italia uscita giovedì 6 novembre 2014. MYMONETRO Interstellar * * * 1/2 - valutazione media: 3,87 su 392 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Mi spiace Chris. Purtroppo non posso farlo... Valutazione 1 stelle su cinque

di Rainsaint


Feedback: 339 | altri commenti e recensioni di Rainsaint
sabato 8 novembre 2014

Non volendo dilungarmi troppo (anche perché non ho intenzione di sprecare il mio “tempo”, non avendo buchi spazio-temporali con i quali recuperarlo) arrivo subito al punto: Christopher Nolan è un regista indubbiamente mediocre e sopravvalutato. Interstellar è un film inutilmente lungo, diretto male e scritto anche peggio. Prima di tutto la sceneggiatura. La storia, benché le premesse siano alquanto semplici, affascinanti e lineari (la specie umana, in procinto di estinguersi a causa della penuria di cibo e delle condizioni climatiche, è costretta a cercare nuovi pianeti che possano accoglierla) è astrusa, a tratti ridicola, priva di senso, caratterizzata da molte lacune e da una morale spiccia e buonista. Essa si vuole dotare di fondamenta rigorosamente scientifiche (basandosi, a detta dello stesso Nolan, “a ore e ore di lezioni sui buchi neri e sulla teoria della relatività”), ma che fa del suo cardine una “legge” pseudo-scientifica dal carattere prettamente ironico: la legge di Murphy (citata e citata e citata fino alla noia). I fratelli Nolan hanno ormai abituato il pubblico a trame “complesse e articolate” (Memento, The Prestige, Inception) che sommariamente, se ben metabolizzate dallo spettatore, di fatto, non portano da nessuna parte, con il loro immancabile “finale-non finale” a sorpresa il cui unico scopo è stupire lo spettatore senza significare assolutamente nulla (Inception). E così accade in questo film, alla fine del quale si arriva a domandarsi:”Ma come è finito?”. Lo scopo di tutto ciò è quello di indurre lo spettatore, esattamente come usava Stanley Kubrick (del quale non posso, benché non sia uno dei miei registi preferiti, non riconoscerne e affermarne la grandezza) a riguardare e riguardare il film per cercare di cogliere particolari che gli consentano di completare il puzzle e farlo sorridere e compiacersi in questa forma di intrattenimento che va oltre lo schermo. Il problema è che qui, come negli altri film per altro, gli indizi non ce ne sono. Il protagonista, Cooper, è il solito “tipo”, caratterizzato dai soliti comportamenti dettati dai soliti stereotipi del solito Nolan: un uomo di mezza età, bianco, reietto, con problemi familiari (come del resto Bruce Wayne, Dom Cobb, Robert Angier, Leonard Shelby). I personaggi femminili (Murph e la dott.ssa Brand) sono, come al solito, la causa scatenante (la figlia) di ogni azione del protagonista o ne sono l’ostacolo principale (la scienziata). I personaggi sono privi di spessore, semplici caratteri. I robot presenti nel film sono la brutta copia di HAL 9000… un pasticciaccio brutto che offende ogni degno cinefilo. E non c’è altro da dire poiché sono semplicemente un abominio. La trama, infine, (anche se si potrebbe continuare) è pervasa da un continuo desiderio di porre domande allo spettatore (come al solito) e da un’altrettanto insostenibile bisogno di fornirgli tutte le risposte, senza per altro adempiere allo scopo, aprendo anzi interrogativi ben più reali e concreti sullo sviluppo della storia stessa, come accennato poc’anzi. Lo spettatore non viene lasciato mai solo per tutto il film, nel senso che ogni cosa è “detta” esplicitamente, senza alcun sottointeso particolare, da uno dei personaggi e mai “mostrata” attraverso le immagini. Tutte le rocambolesche “risposte”(?) di Nolan in Interstellar non valgono una singola domanda posta da Kubrick in 2001:Odissea Nello Spazio. Veniamo ora alla regia. Christopher Nolan in questo film vuole emulare Stanley Kubrick (e in piccola parte oserei dire anche Ridley Scott) e affermare la sua superiorità. Di contro dimostra palesemente la sua mediocrità. Le immagini di Saturno, della Terra, dello Spazio ricordano gli scenari di 2001:Odissea Nello Spazio o Alien, scenari da cartolina, un po’ sfocati, vuoti e dalle tinte nuance pastello di assoluta magnificenza e bellezza, sulla scia dei quali Nolan vuole porsi e immancabilmente risulta fuori luogo. La colonna sonora (benché io consideri il maestro Hans Zimmer uno dei più grandi compositori della storia del cinema, con le sue indimenticabili colonne sonore de “Il Gladiatore”, “L’Ultimo Samurai”, “Pirati dei Caraibi”, “Il Codice Da Vinci”, “Sherlock Holmes” solo per citarne alcune) è ridondante, sempre presente (pochissime le scene in cui vi è assoluto silenzio…perché caspita siamo nello Spazio) e spesse volte non è altro che un baccano assordante, un mix mal riuscito tra la musica elettronica e new age di Vangelis in Blade Runner e il “Così Parlò Zarathustra” di Strauss in 2001. Le citazioni di Nolan al capolavoro di Kubrick si sprecano e si ridicolizzano da sé invogliando lo spettatore a tornare a casa e rivedersi 2001 (durante la scena del salvataggio di Cooper nello spazio prima dell’epilogo ci si può quasi aspettare di vedere attraverso il suo casco il feto nella placenta di 2001). Il medium close up (primo piano a distanza media che lascia intravvedere lo sfondo) e il montaggio frenetico non valorizzano al massimo gli attori presenti (come del resto nei precedenti film del regista). Le inquadrature sono spesso sterili e ripetute, benché in assenza di gravità il regista avrebbe potuto sorprendere e reinventarsi con shots sempre diversi: in Gravity, di Alfonso Cuaron, a stento si riesce a orientarsi grazie alle fini ed elaborate e preziose acrobazie della telecamera, in Interstellar di Nolan, benché si sia ai confini dell’Universo, lo spettatore è sempre con i “piedi per terra”. Gli effetti speciali risultano, indubbiamente, spettacolari e i nuovi mondi visitati dagli esploratori spaziali sono alquanto carichi, al contempo, di desolazione e bellezza, ma quale prodotto cinematografico contemporaneo dall’alto budget (come lo sono i film di Nolan) oramai non è ineccepibile nell’utilizzo della computer grafica? Nessuno. Nolan con Interstellar vuole affermarsi come il nuovo Kubrick, come un regista di spessore in grado di unire la cripticità dello stesso Kubrick alla spettacolarità di Scott, rivelandosi altezzoso e pieno di boria, finendo, con la sua arroganza derivante da una completa sopravvalutazione del proprio ruolo o dei propri meriti, a poter essere paragonato a un “primate che sbalordito si avvicina a stento a qualcosa che non potrà mai non solo raggiungere, ma nemmeno avere la capacità di comprendere”.

[+] lascia un commento a rainsaint »
Sei d'accordo con la recensione di Rainsaint?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
43%
No
57%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
gnoma martedì 11 novembre 2014
e meno male...
0%
No
0%

...che non volevi dilungarti!

[+] lascia un commento a gnoma »
d'accordo?

Ultimi commenti e recensioni di Rainsaint:

Interstellar | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Gabriele Niola
Pubblico (per gradimento)
  1° | antonio montefalcone
  2° | ardoedo
  3° | ilpoponzimo
  4° | jacopo b98
  5° | ashtray_bliss
  6° | the jester
  7° | parieaa
  8° | cress95
  9° | francescom94
10° | alessiok
11° | 38ogeid
12° | mattia li puma
13° | parisioclaudio88
14° | marce84
15° | fedson
16° | jaylee
17° | misterwinter
18° | snozzillo
19° | willywillywilly
20° | iuriv
21° | mardou_
22° | catcarlo
23° | degiovannis
24° | gadoraid
25° | killbillvol2
26° | renatoc.
27° | forgy
28° | gabryhope95
29° | dave69
30° | willparry
31° | rustincohle
32° | sandy halles
33° | miranbaricic
34° | thega
35° | khaleb83
36° | veronica c
37° | alexander 1986
38° | tonyruggiero
39° | iuriv
40° | borro11
41° | yurigami
42° | gian_90
43° | gentlewolf
44° | nellyty
45° | bigpask
46° | luca cinemaniacs
47° | giak96
48° | isaiavonfingan
49° | kronos
50° | paulnacci
51° | angelo bottiroli - giornalista
52° | jayan
53° | andreafalci
54° | nineteen
55° | mrgm1221
56° | savio 86
57° | filippo catani
58° | fabal
59° | greyhound
60° | great steven
61° | enrimaso
62° | fedemug87
63° | lo_polpo_ideale
64° | antonio
65° | giulio andreetta
66° | gdahlia
67° | lele95sartorato
68° | nico_c
69° | cress95
70° | roger glover
71° | giulioct
72° | tarantinofan96
73° | floridiano
74° | spock88
75° | tiazgasolio
76° | mtosco
77° | william anonimo
78° | arbi!
79° | luca9892
80° | davidgiovanelli
81° | gallomatt
82° | bruce wayne
83° | ombri
84° | elothen.
85° | shiningeyes
86° | gatsby97
87° | vincenzo ambriola
88° | sebastian13
89° | santiago81
90° | kondor17
91° | goliadkin
92° | intothewild4ever
93° | watchdat
94° | simofloyd
95° | luca biondo
96° | frankisssimo
97° | evildevin87
98° | thedust67
99° | thedust67
100° | leonidaxx
101° | mikymiky67
102° | landscape
103° | freaks!
104° | riccardo bassi
105° | melvin ii
106° | zonagloria
107° | nerone bianchi
108° | storie di cinema
109° | hector ternaz
110° | orion84
111° | polpietromicale
112° | lindermann
113° | stericci85
114° | myddr
115° | massimo
116° | dragoneme
117° | clavius
118° | dandy
119° | nino pell.
120° | enabram tain
121° | luca agnifili
122° | zarar
123° | the_diaz_tribe
124° | hitman97
125° | albydrummer
126° | giorpost
127° | bacieabbracci
128° | pao_1093
129° | vito spericolato
130° | silvy
131° | alex22
132° | luigiruf
133° | lucananni93
134° | fabrizio costa
135° | ceresfelipe
136° | gianleo67
137° | weach
138° | indiepercui
139° | tavanteros
140° | chebelletetteflo
141° | slp92
142° | flowerlike14
143° | keyser.soze
144° | cinemaniac98official
145° | strikefight
146° | jackmalone
147° | krant
148° | zenostar
149° | pelgrana
150° | baud14
151° | michele
152° | alex01
153° | peer gynt
154° | nicola1
155° | mirko bradley
156° | lovilove
157° | fortesque
158° | rainsaint
159° | silvano bersani
160° | epika
161° | jesuiscarlos
162° | weach
163° | weach
164° | weach
165° | lorenzo iorio
Premio Oscar (14)
Golden Globes (2)
Critics Choice Award (8)
BAFTA (12)
AFI Awards (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 |
Link esterni
Sito ufficiale
Facebook
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
mercoledì 25 novembre
High Life
Galveston
martedì 17 novembre
Gli anni amari
La vacanza
Gauguin
mercoledì 11 novembre
Volevo nascondermi
giovedì 5 novembre
L'amore a domicilio
Just Charlie - Diventa chi sei
Almost Dead
mercoledì 4 novembre
Una intima convinzione
mercoledì 28 ottobre
La partita
mercoledì 21 ottobre
L'assistente della star
mercoledì 7 ottobre
Gamberetti per tutti
L'anno che verrà
Nel nome della Terra
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità