Le Week-End

Film 2013 | Commedia 93 min.

Regia di Roger Michell. Un film Da vedere 2013 con Jim Broadbent, Lindsay Duncan, Jeff Goldblum, Olly Alexander, Judith Davis. Cast completo Genere Commedia - USA, 2013, durata 93 minuti. Uscita cinema giovedì 12 giugno 2014 distribuito da Lucky Red. - MYmonetro 3,21 su 21 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Le Week-End tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

In Italia al Box Office Le Week-End ha incassato 323 mila euro .

Le Week-End è disponibile a Noleggio e in Digital Download su TROVASTREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,21/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA 3,25
PUBBLICO 2,89
CONSIGLIATO SÌ
Il magnifico ritratto di una matura coppia di insegnanti inglesi che trascorre un weekend a Parigi.
Recensione di Giovanni Ottone
Recensione di Giovanni Ottone

Nick e Meg sono due docenti inglesi sessantenni, sposati da trent'anni. Si sono recati a Parigi, il luogo romantico dove avvenne la loro luna di miele, per trascorrere un week end. Sono intenzionati a godere pienamente dei piccoli piaceri di una città che gli anglosassoni considerano diversa e sorprendente. In realtà vorrebbero cercare di ritrovare un'intesa e di rivitalizzare il loro matrimonio, ormai ridotto a una convivenza punteggiata da episodi di insofferenza, dopo che i figli, ormai adulti, si sono resi indipendenti. All'inizio del film arrivano in un modesto alberghetto di Montmartre. Meg lo rifiuta e trascina il riluttante Nick in un hotel prestigioso dove ottengono una suite. Poi iniziano una felice peregrinazione, girovagando tra bistrot e mercatini e concedendosi ristoranti di ottimo livello. Una sera il conto della cena risulta astronomico e riescono a defilarsi rocambolescamente senza pagarlo. Nel frattempo si scambiano impressioni e sensazioni. Nick annuncia anche il prossimo pensionamento forzoso, costretto dal rettore della facoltà, dopo essersi reso colpevole di una risposta non politically correct nei confronti di una studentessa negra. La vicenda scorre tra tentativi di nuovo corteggiamento da parte di Nick, schermaglie dovute a incomprensioni caratteriali e sprazzi di passionalità oltre il tradizionale understatement britannico. Poi incontrano il cinquantenne Tom, un vecchio amico yankee di Nick, economista alla moda stabilitosi a Parigi con una nuova moglie molto più giovane. Si recano ad un party nell'appartamento di Tom. Nel corso della serata sono rievocati i loro trascorsi di impegno politico radical, vengono allo scoperto vecchie ruggini e ferite e le ragioni della loro infelicità, ma emerge anche un sentimento d'amore controverso e, nonostante tutti, ancora vitale.
Michell, già regista di film gradevoli, con reinterpretazione intelligente di noti stereotipi, quali Notting Hill (1999), The mother (2003) e Hyde Park on Hudson (2012), ha articolato la narrazione costruendo un sapiente incastro di temi e suggestioni, punteggiato da uno humour fine e, a tratti, genuinamente esilarante. Le week-End è un film ben lontano dalle innumerevoli fiacche commediole dedicate a britannici e yankee in vacanza a Parigi e, soprattutto, evita il classico happy end. Articola le situazioni con delicatezza e risulta convincente, perché i suoi protagonisti, interpretati con evidente empatia da tre magnifici attori, sono ben riconoscibili, ma non scontati. Un grande merito va alla sceneggiatura di Hanif Kureishi che sviluppa un ardito equilibrio, modulando toni da commedia brillante e incisive analisi dei caratteri dei personaggi.

Sei d'accordo con Giovanni Ottone?
LE WEEK-END
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
TIMVISION
-
-
iTunes
-
-
-
-
Infinity
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
mercoledì 18 giugno 2014
Maria Cristina Nascosi Sandri

Con un occhio a Godard - la battuta di Nick che afferma "quando questo ballo andava di moda leggevo Gramsci e sognavo di rapire un capitano d'industria" - viene pronunciata davanti ad un televisore mentre passa -citato- un film del sacro mostro della Nouvelle Vague appena risorto a Cannes a nuova vita(lità) ed uno a Truffaut, si dipana il racconto minimale ma affatto minimo di [...] Vai alla recensione »

mercoledì 18 giugno 2014
veritasxxx

Sono capricciosette queste insegnanti sull'orlo della pensione, stando a "Le week-end". Eppure dovrebbero ringraziare il cielo di avere un marito 1) ancora vivo e in discreta salute 2) che le trova ancora fisicamente attraenti 3) con cui riescono a condividere ancora momenti piacevoli. Ed è questa la conclusione a cui arriva la nostra coppia di anziani maestri di Birmingham, che [...] Vai alla recensione »

domenica 22 giugno 2014
Sabrina Lanzillotti

Nick e Meg sono due sessantenni inglesi che decidono di festeggiare il loro trentesimo anniversario a Parigi, lì dove trascorsero la luna di miele. All'inizio Nick prenota in un piccolo albergo, lo stesso in cui alloggiarono trent'anni prima, ma Meg lo convince ad andar via, preferendo una suite in un hotel lussuoso. Tra cene in ristoranti troppo costosi e piccoli furtarelli nelle boutique [...] Vai alla recensione »

domenica 15 giugno 2014
Melvin II

 Il biglietto per “Le week-end” è 5)Sempre “Le week –end” è un film del 2013 diretto da Roger Michell, scritto da Hanif Kureishi e distribuito in Italia dalla Lucky Red. Con : Jim Broadbent, Lindsay Duncan, Jeff Goldblum. Sapete ormai cosa penso del matrimonio e quanto tenga alla libertà, prezioso dono divino.

martedì 1 luglio 2014
pepito1948

Basta una coppia di eccellenti attori, oltre ad un ottimo Goldblum, a far decollare un film sia pure molto attoriale e dal taglio eminentemente teatrale? No, non basta. La sceneggiatura scorre come un rosario con i grani di lava, aspra e discontinua. Nel racconto delle vicende di una coppia di attempati pensionati, che attraverso un fine settimana  a Parigi in parte passato in un hotel di lusso [...] Vai alla recensione »

giovedì 24 luglio 2014
degiovannis

Il film è gradevole e si vede volentieri in quanto le note amarognole sono condite da ironia e humour. I personaggi sono delineati con accuratezza e sembrano impersonare proprio il modo di essere di una generazione, i teenagers degli anni sessanta e quindi quelli che hanno a che fare con il '68, o giù di lì. Bene! Il film che tutto sommato rimane in equilibrio in tutte le sue componenti, proprio nell'affron [...] Vai alla recensione »

venerdì 20 giugno 2014
Flyanto

 Film in cui si racconta del weekend trascorso a Parigi da una coppia di anziani professori in occasione del proprio trentennale anniversario di nozze. Quello che succederà e che vivranno i  protagonisti nel corso dei due giorni di vacanza cambierà di molto le loro esistenze, soprattutto per ciò che riguarda il proprio approccio alla vita e direttamente il proprio rapporto [...] Vai alla recensione »

mercoledì 2 luglio 2014
vanessa zarastro

Un film strano, sembrerebbe l’ennesino film sugli amori di una coppia anziana (basti pensare al bellissimo “Amour”di Haneke) invece diventa un’occasione di riflessione sulle scelte fatte nella vita. Il regista del brioso Notting Hill diventa impegnato e solo apparentemente il film è divertente. Roger Micchel aveva, infatti, già girato un impegnativo film sulla [...] Vai alla recensione »

mercoledì 2 luglio 2014
Alex2044

Carino ma si può dare di più . Il film è gradevole ,gli attori sono bravini ma il film non decolla e non è completamente riuscito . Si può vedere ma senza aspettarsi colpi d'ala .Mezzo voto in più per la scelta di Parigi come ideale luogo di vacanza .

venerdì 12 febbraio 2016
LBavassano

Brillante, con giudizio. Malinconico, ma con ritmo. Ottimamente interpretato e molto ben scritto (ma da Hanif Kureishi non ci si aspetta niente di meno, anche se siamo ben lontani dai vertici del soggetto di "Intimacy"), si perde purtroppo nella seconda parte, virando decisamente verso quello stucchevole sempre pericolosamente in agguato.

domenica 28 settembre 2014
salva66

l'uomo e la donna non sono monogami a vita, hanno si, una monogamia , ma seriale. Ci sono vari fasi, dall'innamoramento al volersi bene, come e anche, nella relazione a due ci sia uno che ami e dia di più. Quindi si instaura una e definirei "percezione dei sentimenti, delle cose , dei fatti"...l'amore. Ci sono periodi in passato che le relazioni duravano, ma non per un fattore miracoloso, ma per una [...] Vai alla recensione »

domenica 15 giugno 2014
ginevra

Ben diretto e interpretato. La trama è banale e poco credibile. Se fra due persone un rapporto esiste non è necessario cercarlo in un'altra città, distruggendo tutto il precedente per dare l'impressione di ricominciare. Da ragazzi i sogni e le idee sono tante, ma nella vita le cose vanno diversamente. Per chi poi aveva da ragazzo un atteggiamento e idee radical è quasi la regola, se ci si attiene alle [...] Vai alla recensione »

lunedì 16 giugno 2014
Vincenzo Ambriola

Una coppia di quasi pensionati inglesi decide di trascorrere un week end a Parigi, per festeggiare il trentesimo anniversario delle loro nozze. Dopo un inizio disastroso, la stanza prenotata non è all'altezza dei festeggiamenti, trovano alloggio in un albergo di lusso dove iniziano a ripercorrere la loro vita coniugale, tra battute acide e commenti a volta surreali.

venerdì 13 giugno 2014
melania

Film lento,monotono,poco interessante.Non mi ha fatto pensare,non mi ha dato particolari emozioni. Belle le immagini di Parigi,ma la storia è pretestuosa e poco significativa.

Frasi
"L'unica consolazione del masochismo è la disciplina..."
Una frase di Nick Burrows (Jim Broadbent)
dal film Le Week-End - a cura di Maria Cristina Nascosi Sandri
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Massimo Bertarelli
Il Giornale

Il regista, Roger Michell, è lo stesso di Notting Hill, ma mancano Julia Roberts e Hugh Grant. Quindi non ci sarà certa la fila per questa commedia, che intreccia dignitosamente umorismo e sentimento. Al centro della storia una stagionata coppia di insegnanti inglesi, ritornata per un weekend, a Parigi, trent'anni dopo il viaggio di nozze. Jim Broadbent e Lindsay Duncan sono in palla e il copione regge [...] Vai alla recensione »

Anna Maria Pasetti
Il Fatto Quotidiano

Una coppia al trentennale di matrimonio decide di "tornare" nella Ville Lumiére sulle tracce della Luna di Miele dimenticata. Lui è un eccentrico docente universitario di filosofia, lei una prof di liceo, romantica come il suo perfetto "francais" insegna. L'incontro casuale con un vecchio amico di lui fa emergere segreti & bugie che nessuno mai aveva osato sfiorare.

Fulvia Caprara
La Stampa

Innamorarsi in età avanzata è impresa difficile, se non impossibile. Provare a farlo, con la stessa persona, per la seconda volta, è addirittura temerario, eppure, alla fine di Le week-end, regia di Roger Michell, sceneggiatura dello scrittore Hanif Kureishi, si è autorizzati a credere che forse, nonostante tutto, si può. Merito del testo scoppiettante e mai scontato, della regia lieve e musicale, [...] Vai alla recensione »

Silvio Danese
Quotidiano Nazionale

C'è un confine ragionevole della vita, e quando ci si arriva in due può diventare un ultimo sguardo a se stessi, l'ultima volta in cui si potrebbe scegliere, cambiare, fuggire, tornare, disorientati e anche un po' arrabbiati che sia andata com'è andata, cioè più o meno bene, con amore, condivisione e incarnazione, deterioramento e infelicità compresi, ma è anche l'unica vita che abbiamo a disposizione, [...] Vai alla recensione »

Alessandra De Luca
Avvenire

Per celebrare 30 anni di matrimonio e provare a ridare smalto a un rapporto ormai logoro, un professore universitario e sua moglie, insegnante al liceo, tornano a Parigi dove avevano trascorso la loro luna di miele. Anziché far riemergere romantici ricordi, il viaggio alimenta vecchi rancori e rimpianti resi ancora più amari dal tempo, ma tra dialoghi feroci, battibecchi, reciproche accuse, minacce [...] Vai alla recensione »

Paolo D'Agostini
La Repubblica

Una firma di prestigio alla sceneggiatura, quella di Hanif Kureishi, il drammaturgo che dette un impulso fondamentale alla British Renaissanc e cinematografica degli anni 80 (My beautiful Laundrette). Un regista di successo, Roger Michell. Due attori di inappuntabile scuola britannica: lei Lindsay Duncan, lui il finissimo Jim Broadbent. Anche se ambientato a Parigi e malgrado l'interferenza dell'americano [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati