The Millionaire

Acquista su Ibs.it   Soundtrack The Millionaire  
Un film di Danny Boyle. Con Dev Patel, Anil Kapoor, Freida Pinto, Madhur Mittal, Irrfan Khan, Mia Drake, Imran Hasnee, Faezeh Jalali.
continua»
Titolo originale Slumdog Millionaire. Commedia, durata 120 min. - Gran Bretagna, USA 2008. - Lucky Red uscita venerdì 5 dicembre 2008. MYMONETRO The Millionaire * * * - - valutazione media: 3,47 su 270 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
giorgio lunedì 29 dicembre 2008
capolavoro di boyle, trascinante e spettacolare Valutazione 5 stelle su cinque
80%
No
20%

The Millionaire è il primo film drammatico di Danny Boyle. Dopo il buon Sunshine, rovinato dal finale disastroso, ritorna con questo The Millionaire, capolavoro consigliatissimo prodotto da Bollywood. E' un film drammatico ambientato in India, sviluppato all'inizio su tre, poi su due piani temporali: il flashback sulla vita di Jamal, il quiz e l'interrogatorio con il poliziotto. Ogni risposta alle domande del quiz gli sarà fornita da dettagli della sua vita travagliattissima (i flashback sono uno spaccato sensazionale sull'India degli ultimi anni). Non mi soffermo sulla trama, per evitarvi sorprese, ma gli elementi che fanno di The Millionaire un capolavoro sono molti: l'incastro narrativo, perfetto, la fotografia, così luminosa da rappresentare alla perfezione il significato del film, un vero inno alla vita, la recitazione di tutto il cast, e la regia di Boyle, che non sbaglia niente, e dico, niente! (non c'è un'inquadratura già vista, il riutilizzo due volte delle stesse tecniche). [+]

[+] piccolo appunto... (di the blues brothers)
[+] tutto vero (di paola)
[+] d'accordissimo! (di mgrazia)
[+] altro piccolo appunto (di matteo)
[+] un orrore (di dirac)
[+] originalità? (di francesco2)
[+] capolavoro no buon film forse (di marcus 76)
[+] lascia un commento a giorgio »
d'accordo?
cormac mccarthy venerdì 23 gennaio 2009
slumdog millionaire Valutazione 5 stelle su cinque
70%
No
30%

Film riconciliante con la vita, un'esplosione d'energia ed al contempo un balsamo per l'anima. Un film catalogabile come commedia, film drammatico e d'avventura ed allo stesso tempo impossibile da etichettare secondo i canoni convenzionali. Un film che ci parla di tutto (vita, amore, destino) con una facilità a tratti disarmante e fa rabbrividire il pensiero di registi (anche italiani che lavorano all'estero, a buon intenditore, poche parole...) che dopo 2 ore spese intorno ad un solo argomento ancora non hanno toccato il punto. Questione di stile, di classe. Boyle ne ha da vendere. E si vede dai dettagli. Dalla fotografia capace di rendere la bidonville un paradiso cromatico. Dalla sequenza lirica e straordinaria della latrina più lurida di tutta Mumbai. [+]

[+] e poi è bello... (di megliosenza)
[+] non posso che darti ragione (di loxcobra)
[+] lascia un commento a cormac mccarthy »
d'accordo?
benton domenica 15 marzo 2009
ti piace vincere facile?? Valutazione 2 stelle su cinque
71%
No
29%

Sicuramente non si può rimanere indifferenti a questo film, però non è un capolavoro, e penso che non meriti nemmeno tutti i premi vinti. Inizia bene con un bel ritmo tra presente e passato, buona musica d'accompagnamento e spunti per un proseguimento interessante. Poi si perde nell'ostentazione della ricerca della protagonista e in banalità che non ti aspetti da un film da Oscar. Nel film è il protagonista che vince ma non convince, nella realtà il film fa la stessa cosa.

[+] bravissimo (di francesco2)
[+] per (di francesco2)
[+] lascia un commento a benton »
d'accordo?
francesco90 domenica 1 marzo 2009
una piccola rivoluzione cinematografica... Valutazione 5 stelle su cinque
64%
No
36%

Recensire The millionaire è un arduo compito quanto un’esigenza irresistibile per chi esce dal cinema. Il film abbraccia talmente tanti temi e li affronta con la potenza di un mix stilistico che coinvolge e commuove, non solo nel culmine melodrammatico del lieto fine, ma soprattutto durante tutta la sua durata, e sicuramente il merito di questo va dato ai bravissimi quanto giovanissimi interpreti ma soprattutto al regista, Danny Boyle, a cui si deve un approccio a contenuti più che mai importanti da rivoluzione cinematografica. La prima ora è infatti assolutamente straordinaria, ed è essa a toccare lo spettatore più che al cuore, al cervello, allo stomaco. Jamal e Malik ne passano di tutti i colori, attraversano la povertà, gli scontri religiosi, gli abusi, ma tutto questo non ci viene raccontato con un’ asfissiante carica drammatica che angosci lo spettatore, bensì con un mix di cultura pop, dettata da inquadrature e stacchi quasi da videoclip scandite dal ritmo irrefrenabile della musica indiana che ci catapulta nella realtà dei due giovani moschettieri facendoci vivere le loro difficoltà e il loro mondo integralmente e toccandoci forse ancor di più, rammentandoci attraverso questa “narrazione moderna” che tutto quello che stiamo vedendo esiste davvero, mentre noi lo stiamo osservando comodamente sul divano dal nostro “mondo civilizzato”. [+]

[+] retorica (di luca)
[+] toh guarda (di luca)
[+] non agosciarti troppo (di aldo)
[+] siamo indulgenti? (di francesco2)
[+] lascia un commento a francesco90 »
d'accordo?
linus2k lunedì 30 marzo 2009
un giudizio incerto... Valutazione 3 stelle su cinque
77%
No
23%

Stavolta non so come giudicare il film... dal punto di vista stilistico penso sia stato reso in maniera magistrale, una regia perfetta... belle le luci, le musiche, i passaggi in flashback... insomma... Oscar alla regia più che meritato... ...per il resto... mah... sono decisamente combattuto... la trama è assurda e nella sua assurdità ai limiti del prevedibile, un buonismo eccessivo e troppe coincidenze che sono al limite dell'irritante... Gli attori sono bravi e convincenti... il problema è proprio che la storia in se per se non convince... un plauso invece alla sequenza finale del ballo, molto Bollywood e molto trascinante... per quanto per gli occhi occidentali possa rasentare il trash, l'ho trovata sufficientemente catartica della storia. [+]

[+] lascia un commento a linus2k »
d'accordo?
carlo giovedì 12 marzo 2009
era necessario andar fino in india? Valutazione 2 stelle su cinque
80%
No
20%

bah... che dire non mi sento di dare piu di due stelle perche per quanto il film sia diretto molto bene, con un montaggio niente male alla Boyle appunto, beh alla fine la storia sarebbe potuta svolgersi ovunque, il pubblico non entra mai veramente nella baraccopoli, ne si sente vera aria di denuncia, e credo non ci fosse intenzione, una bella storia d'amore, con classico finale "americano" che un po' mi ha innervosito... Il film e coinvolgente pur adottando la tecnica narrativa della cornice ormai usurata, e malcelata... pero mano mano che avanza la storia diventa sempre meno interessante, quasi non ci fosse una vera coesione tra l'infanzia e la vita presente dei personaggi... Trapianto... [+]

[+] lascia un commento a carlo »
d'accordo?
caponord2005 martedì 10 marzo 2009
8 oscar!? no, sul serio... Valutazione 3 stelle su cinque
72%
No
28%

Senza voler essere troppo polemico, trovo veramente strano che possano andare a "The Millionaire" ben otto oscar. Ho trovato il film assolutamente gradevole, intenso ed originale, ma come si può soprassedere alle grossolane caratterizzazioni dei personaggi? La ragazza dapprima forte e risoluta, poi completamente in balia degli eventi, una banderuola nelle avide mani del cattivo di turno; Il fratellino, unico affetto rimasto a condividere il triste destino di Salim, che all'improvviso con una pistola e una bottiglia di birra in pugno, si trasforma nell'orco cattivo, per poi immolarsi a fine film, di nuovo inspiegabilmente redento dall'amore per il fratello. E poi i "cattivi": inesorabilmente, crudelissimamente, ingiustificatamente e banalmente cattivi, senza altro scopo che far rigirare sulla poltrona lo spettatore. [+]

[+] ti quoto in tutto (di r. artoni)
[+] lascia un commento a caponord2005 »
d'accordo?
aldo mercoledì 4 marzo 2009
oscar per la regia, ma la morale... Valutazione 2 stelle su cinque
65%
No
35%

Ci si prepara a vedere il film con grandi aspettative, ovviamente anche a seguito dell'oscar. Inizio particolare, con le violenze della polizia, con tanto di annegamento nel "WC" tipo trainspotting. Temi interessanti ed avvincenti che si pensa vengano approfonditi portando ad un finale rivoluzionario, oppure di grande denuncia e tutto il resto che dovrebbe seguirne. Invece no! non ho trovato approfondimento ma tanti spunti, anzi pretesti per portare ad un finale totalmente ordinario, con retrogusto irritante, dove, dopo tutte le traversie durate circa un ventennio (l'età dei protagonisti) che, alla fine, non solo vivono felici e contenti, ma anche ricchi. Quindi, infanzia nell'immondizia, occhi strappati e bruciati, prostituzione minorile, omicidio della madre (da parte di musulmani, che sono cattivi per esserlo, non c'è propio storia, sti musulmani sono cattivi sempre e ovunque, e senza motivo, almeno secondo l'autore), violenza, abusi di potere; conclusione? non tutti i mali vengono per nuocere, se si vuole cambiare vita, basta andare in televisione, partecipare ad un bel programmino, vincere tanti soldi e risolvi tutti i mali dell'umanità. [+]

[+] . (di sofia)
[+] x sofia (di aldo)
[+] lascia un commento a aldo »
d'accordo?
kimbe5 domenica 15 febbraio 2009
il treno della giustizia Valutazione 4 stelle su cinque
66%
No
34%

si può argomentare che sia un film strappalacrime. che tutto sia costruito in maniera perfetta a cavallo tra finzione e raltà. che boyle non sia più quello di trainspotting e che si lascia lusingare dal conformismo e dal melodramma. io personalmente ho visto un bel film tratto da un libro che non ho letto ma che immagino molto simile. mi è piaciuta l'associazione de treno/stazione/viaggio agli accadimenti della vita. dal treno arrivano dolori e gioie (la morte della madre, la salvezza e la perdita dell'amata, il nuovo incontro e il trionfo finale). E alla fine non trionfa solo l'amore (forse troppo utopico) ma trionfa anche la scalata sociale (il protagonista vince e diventa ricco non ritrova solo l'amata e resta povero). [+]

[+] ciao o trovato questa chatt (di claud.)
[+] lascia un commento a kimbe5 »
d'accordo?
lunetta sabato 25 aprile 2009
meno male che non vivo in india! Valutazione 2 stelle su cinque
66%
No
34%

Il titolo è polemico, naturalmente. Ma il quadro che emerge da questo film dell'India fa davvero inorridire: miseria, violenza. crudeltà più o meno gratutite,invidia, odio, schiavismo, stragi s sfondo religioso. Inperdonabile l'errore di traduzione:"arrivano i musulmani e uccidono tutti". Erano gli indù che uccidevano i musulmani, ma nella nostra ottica post 11 settembre viene preferita questa versione, anche se falsa. L'unico "buono" del film è il ragazzo, protagonista, una specie di martire isolato, l'eccezione che conferma la regola. Dopo una vita fatta solo di sofferenze ed umiliazioni, un percorso ad ostacoli in mezzo al male assoluto, ne esce vincitore (mi ricorda i polpettoni dell'800 tipo Remì, etc)vince un sacco di soldi, riscatta la sua "principessa", una figura femminile patetica e senza partcolari meriti, oltre quello di aver aspettato, ridotta in schiavitù, che un principe senza macchia e senza paura, con un sacco di soldi, naturalmente, la liberasse dal suo padrone cattivo. [+]

[+] svegliati.... (di valentina82)
[+] lascia un commento a lunetta »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 4 5 »
The Millionaire | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1° | giorgio
  2° | cormac mccarthy
  3° | benton
  4° | francesco90
  5° | carlo
  6° | linus2k
  7° | caponord2005
  8° | aldo
  9° | kimbe5
10° | lucio
11° | lunetta
12° | lindab
13° | vittomymovies
14° | noxaro
15° | angelo laratta
16° | nicola scanga
17° | teo '93
18° | giacomo j.k.
19° | anto
20° | marty_87
21° | sassolino
22° | utente insoddisfatta
23° | kia1980
24° | giacomo
25° | thegame
26° | iuriv
27° | aristoteles
28° | dani alfieri
29° | antonello villani
30° | dandy
31° | fabolando
32° | jacopo b98
33° | monia
34° | antonello villani
35° | luca scialo
36° | the lady on the hot tin roof
37° | sebastianjuan
38° | boffese
39° | il_marco
40° | massimiliano di fede
41° | carlo
42° | paco andorra
43° | gabry
44° | g. romagna
45° | sarapor
46° | silver
47° | luca
Rassegna stampa
Emilio Marrese
Premio Oscar (23)
Nastri d'Argento (2)
Golden Globes (8)
European Film Awards (8)
David di Donatello (2)
Critics Choice Award (2)
Cesar (1)


Articoli & News
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 |
Link esterni
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità