Perduto amor

Film 2003 | Commedia 96 min.

Regia di Franco Battiato. Un film con Corrado Fortuna, Donatella Finocchiaro, Gabriele Ferzetti, Antonino Bruschetta. Cast completo Genere Commedia - Italia, 2003, durata 96 minuti. - MYmonetro 2,92 su 3 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Perduto amor tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento mercoledì 17 febbraio 2021

Argomenti:  Cantanti e pop star alla regia

Romanzo di formazione di un giovane siciliano a cavallo tra gli anni 50 e i 60. Esordio alla regia di Franco Battiato. Ha vinto un premio ai Nastri d'Argento, In Italia al Box Office Perduto amor ha incassato 578 mila euro .

Consigliato sì!
2,92/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA
PUBBLICO 2,83
CONSIGLIATO SÌ
Una bella sorpresa!
Recensione di Alessandra Montesanto
Recensione di Alessandra Montesanto

Ettore è bambino, negli anni '50, in Sicilia in una famiglia alto borghese, dove il padre tradisce sistematicamente la madre. Ettore si divide tra i giochi e gli insegnamenti di un colto aristocratico, figura fondamentale della storia perché introduce il ragazzo nel mondo della cultura. Dopo la morte del padre, Ettore si trasferisce a Milano. Suona e trova piacere anche nella scrittura e proprio nel capoluogo lombardo il giovane uomo fa incontri importanti per la sua completa maturazione, attraverso le varie forme d'Arte, la filosofia, la meditazione a cui si avvicina per trovare se stesso. La storia del protagonista (ovviamente l'autobiografia del regista) è il filo conduttore del film, ma il personaggio di Ettore non si impone sulla scena, ma lascia spazio alle atmosfere (del Sud e del Nord del Paese), ai luoghi, ai personaggi-guida del suo cammino interiore. Tante citazioni, tante parodie e gag surreali per un racconto che segue i pensieri, i ricordi, le emozioni del narratore.

Sei d'accordo con Alessandra Montesanto?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Titolo: da una canzone di Adamo. Etichetta: racconto di formazione. Ambienti: una cittadina siciliana a metà degli anni '50, la Milano editoriale e discografica a metà dei '60. Trama: Ettore, di famiglia piccolo borghese e musicalmente dotato, va a Milano a vent'anni con la vocazione dello scrittore. Struttura: autobiografia indiretta. Intenti dichiarati: costruito, scritto, girato come partitura di un film-balletto. Stile: naïf. Principale collaboratore: Manlio Sgalambro, siciliano, filosofo anomalo, da anni amico e complice, qui cosceneggiatore e cantante. Citazioni: innumerevoli (Empedocle, Gruppo '63, John Cage, tantrismo, esoterismo, opera lirica). Cammei: Elisabetta Sgarbi, Francesco De Gregori, Maurizio dei New Dada. Musiche: canzoni italiane, francesi, tedesche degli anni '50-'60, Bach, Schumann, Brahms, Vivaldi. Lancio pubblicitario imponente. Nastro d'argento per il regista esordiente F. Battiato, cantante e compositore. La calcolata ingenuità della scrittura funziona nella parte siciliana perché gli permette di evitare gli stereotipi, ma non in quella milanese.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO

PERDUTO AMOR disponibile in DVD o BluRay

DVD

BLU-RAY
€23,20
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
venerdì 12 novembre 2010
weachilluminati

Bello, perché , da buon musicita , Franco Battiato ci coinvoge in questa  storia autobiolgrafica sollecitando archetipi musicali , i suoi. Si intersecano il linguaggio musicale  con il dialogo dell'immagine in modo vantaggioso;il risutato è appagante  e l'emozione del ricordo passato profuma , c'è fragranza  ,fluidità. E& [...] Vai alla recensione »

domenica 18 agosto 2013
Labriset

Perduto Amor non è un film. Non è musica, non è nesso logico, non è nemmeno casualità.  È tutto ciò e il suo contrario. Ma intriso di sensazioni. Di quelle come quando la mano lieve e intrigante del tuo amante ti accarezza le braccia e, con raffinatezza, dalle braccia arriva a sfiorarti i polpastrelli delle mani.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Roberto Nepoti
La Repubblica

Si potrebbe dire che il film scandisce i passaggi narrativi come se andasse da strofa a ritornello e poi ancora da ritornello a strofa, proprio come una canzone, della quale del resto porta il titolo. Perduto amor, la cantava il belga Adamo, nella notte dei tempi, oggi la canta Franco Battiato e su questa suggestione ha costruito una storia, o meglio non storia, che con disinvolta licenza poetica racconta [...] Vai alla recensione »

Aldo Fittante
Film TV

Uno strano oggetto del desiderio, quest’esordio nella regia del cantautore (e pittore) Franco Battiato. Pur rifiutando l’etichetta di debutto che attinge nell’autobiografismo, è chiaro fin dall’incipit siciliano (metà anni ‘50) che l’artista catanese rivolge il suo sguardo all’indietro tra donne e ricami, mentori e ambizioni di fughe verso il Nord, direzione Milano, che Battiato frequenterà davvero [...] Vai alla recensione »

winner
miglior regista esordiente
Nastri d'Argento
2004
RECENSIONI MYMOVIES
PUBBLICO
RASSEGNA STAMPA
SHOWTIME
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati