M. Butterfly

Film 1993 | Drammatico 100 min.

Regia di David Cronenberg. Un film Da vedere 1993 con Jeremy Irons, John Lone, Barbara Sukowa, Ian Richardson, Shizuko Hoshi, Annabel Leventon. Cast completo Genere Drammatico - USA, 1993, durata 100 minuti. - MYmonetro 3,37 su 4 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi M. Butterfly tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

L'amore folle per una presunta cantante lirica porta alla follia un diplomatico francese. Al Box Office Usa M. Butterfly ha incassato 57,3 mila dollari .

M. Butterfly è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,37/5
MYMOVIES 3,25
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,05
CONSIGLIATO SÌ

Un diplomatico francese in Cina si innamora di una cantante d'opera. È convinto di aver trovato la propria Butterfly ma non si rende conto che si tratta di un uomo che, oltre a tutto, comunica quanto lui rivela al proprio governo. Cronenberg si conferma indagatore di corpi e anime e dell'ambiguità della loro interazione anche se, quando pretende di fare cronaca (un caso analogo è realmente accaduto), rischia delle incongruenze. Come nella scena rivelatrice sul furgone cellulare in cui i due detenuti possono stare insieme senza neppure una guardia che li controlli.

Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Dalla pièce teatrale (1988) di David Henry Hwang, ispirata a un vero processo di spionaggio. Pechino, 1964. René Galimard, diplomatico francese, ama per anni una cantante dell'Opera di Pechino che in realtà è, oltreché spia, un uomo. È convinto a tal punto che sia una donna da credere di avere avuto da lei un figlio. Scoperta la verità, decide, prima di darsi la morte, di diventare quella donna che si era illuso di amare. Poco o nulla preoccupato della verosimiglianza, in questo melodramma raffreddato Cronenberg si dedica all'analisi di una passione impossibile e straziante, messa in immagini come un incubo o un'allucinazione. Almeno in due sequenze fa grande cinema: il furgone dove Lone si spoglia e il tragico epilogo in carcere. È anche una parabola disperata sull'assorbimento dell'Oriente da parte dell'Occidente, del Femminile da parte del Maschile, dell'Amato da parte dell'Amante. Grande e apparentemente monocorde attore, Irons (con la voce di Mario Cordova) regge il film sul suo sguardo.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
M. BUTTERFLY
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
Rakuten tv
-
-
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€10,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
venerdì 29 luglio 2011
fedeleto

Dopo l'allucinato PASTO NUDO,David Cronenberg(la mosca,videodrome,inseparabili),dirige un film dove gli effetti speciali non possono entrare ma le sue tematiche sono le benvenute.Un uomo ,lavorando in cina,conosce una donna che lo attrae ,ella e' colei che mette in scena la madame butterfly ed esercita su di lui un potere magnetico.Si avvicinano gli anni della guerra dle vietnam,e solo dopo [...] Vai alla recensione »

lunedì 24 novembre 2014
Luigi Chierico

Si è detto tanto su questa storia tratta da un fatto vero,tante parole per nascondere una vicenda scabrosa nell’ormai lontano anno 1964,mezzo secolo. Non si era più nell’epoca,come dire,del puritanesimo,ma ancora non lo si era del tutto abbandonato.Si aveva il concetto della bellezza pura della donna,un ideale di donna (Butterflay canta:Già del femmineo sciame qual di vento in fogliame s'ode il brusio),e [...] Vai alla recensione »

venerdì 9 luglio 2010
Francesco2

Fin dall'inizio, il lui/lei di cui Irons si innamorerà non mi sembra "Uomo " o "Donna" in senso definito: è una sorta di "donna" androgina, o meglio voce maschile, che -Guarda caso- nel suo paese, la Cina, mette in scena qualcosa che -mi pare- appartiene alla tradizione giapponese. Sono del parere che questo non sia assolutamente il miglior Cronenberg, anche se qualcuno potrebbe considerare questo [...] Vai alla recensione »

venerdì 14 novembre 2014
Luigi Chierico

Si è detto tanto su questa storia tratta da un fatto vero,tante parole per nascondere una vicenda scabrosa nell’ormai lontano anno 1964,mezzo secolo. Non si era più nell’epoca,come dire,del puritanesimo,ma ancora non lo si era del tutto abbandonato.Si aveva il concetto della bellezza pura della donna,un ideale di donna (Butterflay canta:Già del femmineo sciame qual di vento in fogliame s'ode il brusio),e [...] Vai alla recensione »

lunedì 14 luglio 2014
Fujiko Nime

Oriente e occidente, maschile e femminile, rituale e trasgressione, tradizione e innovazione, sessualità e repressione. La poetica degli opposti secondo Cronenberg che potrebbe forse fare un capolavoro ma manca il colpo, a mio avviso, per quella disattenzione all' estetica dell' immagine che renderebbe il film ancora più interessante soprattutto per le ambientazioni che già [...] Vai alla recensione »

domenica 3 luglio 2011
Gwynplaine

figo

Frasi
Sai perché le donne a teatro sono interpretate dagli uomini? Perche in Cina solo gli uomini possono decidere come può muoversi una donna.
Una frase di Song Liling (John Lone)
dal film M. Butterfly
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Roberto Escobar
Il Sole-24 Ore

René Gallimard si (e ci) guarda in uno specchio: con un gesto fulmineo uccide una mosca che s'è posata sul vetro. E a noi viene in mente Seth Brundle. Lo ricordate? Era lo scienziato pazzo di La mosca, l'ottavo film di David Cronenberg e quello che, nel 1986, gli consolidò fama e rispetto: fama fra gli spettatori, rispetto fra i critici. Per la verità, questo fu meno spontaneo e immediato di quella. [...] Vai alla recensione »

Luigi Paini
Il Sole-24 Ore

Attenzione alla "M." del titolo: M. Butterfly di David Cronenberg si legge in modi diversi prima e dopo aver visto il film. Siamo nel 1964: gli americani stanno per impelagarsi in Vietnam, e le autorità cinesi sono ansiose di conoscere le intenzioni degli "yankee" con il massimo di anticipo possibile. René Gallimard (Jeremy Irons), contabile presso l'ambasciata francese a Pechino, sembra fare al caso [...] Vai alla recensione »

Irene Bignardi
La Repubblica

Nessuno è perfetto. Neanche Cronenberg, che nella sua ormai lunga serie di variazioni sul tema dei sesso angoscioso e deviato, delle incerte identità, tenta con M. Butterfly un film sull’ambiguità sessuale e scivola fragorosamente sulla buccia di banana della credibilità. La storia è vera. Un piccolo funzionario dell’ambasciata francese a Pechino nei giorni immediatamente precedenti la rivoluzione [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati