Solaris

Film 1971 | Fantascienza 165 min.

Titolo originaleSoljaris
Anno1971
GenereFantascienza
ProduzioneURSS
Durata165 minuti
Regia diAndrei Tarkovsky
AttoriNatalya Bondarchuk, Donatas Banionis, Yuri Charvet, Jüri Järvet, Vladislav Dvorzhetskiy, Nikolaj Grinko Anatoliy Solonitsyn, Olga Barnet, Vitalik Kerdimun, Olga Kizilova, Aleksandr Misharin, Bagrat Oganesyan, Tamara Ogorodnikova, Yulian Semyonov, Valentina Sumenova, Georgi Tejkh, Sos Sargsyan.
TagDa vedere 1971
MYmonetro 4,07 su 37 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Andrei Tarkovsky. Un film Da vedere 1971 con Natalya Bondarchuk, Donatas Banionis, Yuri Charvet, Jüri Järvet, Vladislav Dvorzhetskiy, Nikolaj Grinko. Cast completo Titolo originale: Soljaris. Genere Fantascienza - URSS, 1971, durata 165 minuti. - MYmonetro 4,07 su 37 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Solaris tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Fenomeni non consueti si stanno verificando su una stazione nell'orbita di uno strano pianeta, uno scienziato è chiamato a indagare.. Il film è stato premiato al Festival di Cannes,

Consigliato assolutamente sì!
4,07/5
MYMOVIES 4,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,60
CONSIGLIATO SÌ
Solaris: follia e visioni nello spazio.

alcosa da tempo non va sulla stazione scientifica orbitante attorno al pianeta Solaris: dei tre scienziati che vi lavorano, uno si è suicidato e gli altri due danno segni di squilibrio mentale. A indagare su quanto sta accadendo, viene inviato il dottor Kris Kalvin, uno psicologo di noto valore. Lo studioso scopre che Solaris è un pianeta magmatico e vivente che è in grado di materializzare i sogni e i ricordi degli uomini. Questa proiezione delle coscienze è all'origine del dramma degli astronauti ed anche lo psicologo cade vittima del meccanismo che comprometterà la sua misisone.

Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Uno psicosociologo arriva sulla stazione spaziale in orbita attorno al pianeta Solaris per indagare sui misteriosi fenomeni che vi avvengono e che coinvolgono gli scienziati a bordo: su Solaris c'è un oceano che pensa. Dal romanzo (1961) del polacco Stanislaw Lem, eminente fautore della problematica del dubbio nella fantascienza, il 3° film di Tarkovskij è un'avventura della coscienza più che della conoscenza, un'opera di fantacoscienza (C. Cosulich) in cui il cosmo corrisponde al subconscio umano: su Solaris gli astronauti sono alle prese con gli "ospiti" del proprio passato, proiezioni materializzate della loro memoria e del loro inconscio. Angoscioso, ossessivo nel suo ritmo lento, enigmatico, il film ha un potere ipnotico che inchioda lo spettatore allo schermo con immagini che non si erano mai viste nel cinema, di fantascienza e non. Curata da Dacia Maraini, l'edizione italiana è mutilata di più di mezz'ora, priva di un lungo prologo a terra (inesistente nel romanzo) cui l'autore teneva molto.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
FANTAFILM
Cento anni di cinema di fantascienza

Qualcosa da tempo non va sulla stazione scientifica orbitante attorno al pianeta Solaris: dei tre scienziati che vi lavorano, uno si è suicidato e gli altri due danno segni di squilibrio mentale ... Ad indagare su quanto sta accadendo, viene inviato il dottor Kris Kalvin, uno psicologo di noto valore. Lo studioso scopre che Solaris è un pianeta magmatico e vivente che è in grado di materializzare i sogni e i ricordi degli uomini. Questa proiezione delle coscienze è all'origine del dramma degli astronauti ed anche lo psicologo cade vittima del meccanismo quando crede di incontrare la sua donna morta suicida alcuni anni prima. E della morte della donna, l'uomo si sente ancora responsabile. Al mistero dello spazio ignoto si associa, e forse si antepone, il mistero dell'ignoto che è dentro di noi.
Opera filosofica, impegnativa e difficile, ricca di suggestioni letterarie e poetiche, metafora drammatica dell'angoscia e del desiderio, in Italia Solaris venne pubblicizzato sensazionalisticamente come "La risposta della cinematografia sovietica a 2001: Odissea nello spazio".La versione italiana del film venne ridotta a 115 minuti. Un vero massacro.Remake nel 2002.


SOLARIS disponibile in DVD o BluRay su IBS

DVD

BLU-RAY
€5,90 €12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 3 aprile 2011
weachilluminati

Solaris di Tarkovskij è la trasposizione cinematografica dell’omonimo romanzo di fantascienza dello scrittore polacco Stanislaw Lem. Lem , con una fantascienza fortemente filosofica, ha generato con la sua opera di non facile lettura ,ampio dibattito fra gli estimatori della fantascienze, lasciando a questo mondo un patrimonio di domande e di tracce ancora non completamente decriptate [...] Vai alla recensione »

giovedì 11 giugno 2015
gabri0001

 Il libro di Stanislaw Lem è un libro senza ombra di dubbio molto bello e scritto bene: è narrato in prima persona, ricche e accurate sono descrizioni, ampie sono le parti scientifiche anche se, secondo la mia opinione, il lirbo è di gran lunga inferiore al film del 1972 diretto da Andrej Tarkovskij (Stalker, Andrei Rublev).

venerdì 21 marzo 2014
Max Steel

In un futuro non precisato, Kris (interpretato dall’ottimo Banionis) é uno psicologo-scienziato incaricato di raggiungere una stazione spaziale orbitante su uno strano e sinistro pianeta chiamato “Solaris”(una sorta di ammasso gelatinoso, gassoso e liquido in continua evoluzione e dalla natura ancora incomprensibile all’uomo)e stabilire se è il caso di continuare [...] Vai alla recensione »

lunedì 22 febbraio 2010
G. Romagna

Kris raggiunge la stazione spaziale Solaris, ove trova solo due colleghi, Snaut e Sartorius, giacchè il terzo si è suicidato dopo aver lasciato al nuovo arrivato un messaggio video in cui lo avverte di alcuni strani fenomeni che si stanno verificando a bordo. Anche il comportamento degli altri due uomini è profondamente sospetto.

lunedì 26 settembre 2016
IuriV

Il 2001 sovietico, come è stato talvolta impropriamente definito, porta sullo schermo le gesta narrate nel romanzo Solaris di Stanislaw Lem. Tarkovskij tocca buona parte delle tematiche affrontate dallo scrittore polacco, come il confronto tra etica e scienza e l'incomprensione tra l'essere umano e l'oceano gelatinoso che caratterizza il pianeta. Tuttavia il regista si sofferma sul rapporto che Kelvin [...] Vai alla recensione »

martedì 19 aprile 2016
Greyhound

Solaris segna il passaggio del regista Tarkovskij da una tematica prettamente storica a una fantascientifica, che tuttavia non si configura come lo spettatore potrebbe aspettarsi. Qui non vi sono alieni, incrociatori stellari o armi laser, ma un tema filosofico piuttosto impegnativo e ricorrente lungo tutta la pellicola, condensabile nella seguente domanda: qual è il significato dell’essere umano? Il [...] Vai alla recensione »

sabato 12 settembre 2015
Kyashan

Cinema e storia si amalgamarono indissolubilmente quando, durante gli anni della corsa allo spazio, il maestro Kubrik, e dunque l'America, mostrarono al mondo intero il vero significato di fantascienza, mediante quel capolavoro assoluto che fu, e che è tutt'ora, "2001: Odissea nello spazio". Esattamente come sul fronte aerospaziale, la risposta sovietica non si fece attendere, [...] Vai alla recensione »

mercoledì 25 luglio 2012
Kronos

  All'epoca fu propagandato come "la risposta sovietica a 2001 odissea nello spazio", anche se in comune alla pietra miliare kubrickiana ha solo una caratteristica: la fantascienza intesa come territorio in cui esplorare dimensioni arcane e metafisiche, piuttosto che giocattolo ad alto costo per l'intrattenimento popolare.

venerdì 31 luglio 2015
Barolo

Non si può classificare questo gioiello come film di fantascienza,è riduttivo.La pellicola,che si ispira a un capolavoro di Lem e che ha visto anche un remake inadeguato  con Cloney,è assolutamente geniale e scava a fondo nel grande interrogativo dell'uomo.Siamo soli nell'universo?Ma soprattutto esiste Dio e se ci fosse potrebbe essere un pianeta,non inerte e inanimato, [...] Vai alla recensione »

sabato 25 gennaio 2014
Video-r

 Sarebbe riduttivo parlare di Solaris come di un semplice film di fantascienza: la narrazione, infatti, più che verso un futuro avveniristico è introiettata nella sfera del ricordo, nel tentativo di favorire un approccio con un passato quanto mai problematico.   Lo psicologo Kris Kelvin, in procinto di imbarcarsi per una missione interstellare, viene visitato nella sua [...] Vai alla recensione »

giovedì 14 agosto 2014
alfa999

Si tratta di un diamante fantastico dell'industria cinematografica dalla fondazione di essa ad oggi. Ispirato ad un romanzo di S. Lem (1961) molto notevole per profondità concettuale. Il regista è riuscito nell'impresa extraordinem di tradurre in arte cinematografica un romanzo che pur essendo in prosa si avvicina molto alla poesia.

mercoledì 6 maggio 2009
superpicche

La stazione Russa orbita intorno al pianeta Solaris lontano dal nostro sistema solare. Lì viene inviata una missione di soccorso per indagare su degli strani fenomeni che vi accadono. La trama individua nel pianeta (vivente) la causa della materializzazione di persone scomparse che si ricompongono nella stazione Russa. Esse risorgono grazie ai ricordi "Vivi" degli ospiti.

martedì 9 giugno 2009
Fluturnenia

Ho avuto la fortuna di vedere l'edizione integrale. Devo dire che i primi 40 minuti seppur mostrando punti di contatto tra la vita pre e post missione del protagonista sn del tt privi di utilità e decisamente noiosi. Ma probabilmente nn sn abbastanza colto. Cm sostengono alcuni è un film x dotti. Un limite del mio vocabolario è quello di contenere la parola retrò piuttosto che vintage il che penalizza [...] Vai alla recensione »

venerdì 18 febbraio 2011
Carlo's Dè

Film psico-fantascientifico tratto dal romanzo di  Stanislaw Lem e messo su pellicola dal grande regista russo Tarkovskji. Trama forse essenziale: Dalla stazione russa in orbita attorno al pianeta Solaris accadono cose inspegabili ,ed è così che viene inviato in missione dalla terra l'astronauta psicologo Kris Kelvin. Recatosi nell'astronave l'ambiente è surreale [...] Vai alla recensione »

martedì 13 gennaio 2015
fabiomassafra

l'attore juri jarvet è "re lear" in un fantastico film in bianco e nero passato su una rete rai (movie, 4, ecc), credo oppure su iris nella notte di un anno fa circa. il film è stato un bellissimo film tatrale. vorrei tanto ritrovarlo e rivederlo.

domenica 21 ottobre 2018
Inesperto

Di quest'opera è stato già detto tutto, sia da esperti sia da profani. Qualsiasi altro elogio o critica suonerebbe ridondante. Per coloro che non l'abbiano ancora vista, che si colmi la lacuna, assolutamente. Trovarsi a parlar di cinema con amici con la consapevolezza di poter dire la propria riguardo a Solaris fa bene all'ego.

sabato 7 marzo 2015
il befe

bello

martedì 6 gennaio 2015
isin89

Ragazzi questo film è bellissimo, suggestivo ed emozionante. Estremamente lento e poco scorrevole ma dotato di una forza d'animo elevata. L'unica nota davvero negativa del film (e credetemi potrei addirittura dire che il film fa schifo solo per colpa sua) è l'attore protagonista. Pessimo, patetico e soprattutto fuori luogo.

venerdì 25 febbraio 2011
vatican97

Il film si riassume nella parola CAPOLAVORO! Uno spettacolo, un film penetrante e davvero bellissimo, anche per la sua conclusione.

mercoledì 21 settembre 2011
jimi caos

Uno dei miei film preferiti in assoluto; personalmente è meglio del cervelloticissimo libro di Lem, al quale si deve però la geniale idea da cui il film trae ispirazione. L'avvertimento è d'obbligo: si può apprezzare solo se si è davvero predisposti a vederlo perchè non è una pellicola pesante, ma senz'altro impegnativa ed evidentemente [...] Vai alla recensione »

domenica 7 febbraio 2010
fedeleto

DOPO IL CAPOLAVORO DI ANDREJ RUBILOV,TARKOVSKIJ CI PORTA IN UN ALTRO MONDO DOVE IL MONDO SEMBRA ESSERSI FERMATO ED IN ALCUNE OCCASIONI OSEREMMO DIRE CHE ANZI TORNA INDIETRO PORTANDO LE CONQUISTE DEL PASSATO.IL FILM E' TRATTO DAL RACCONTO DI LEN STANISLAW,E RACCONTA UNA MISSIONE DI UN UOMO INVIATO A SOLARIS( UN NUOVO MONDO,UNA RINASCITA )UN PIANETA DOVE RISIEDE UNA BASE DI SCIENZIATI E LI NOTA [...] Vai alla recensione »

venerdì 18 giugno 2010
paride86

Complesso e cerebrale film di Andrei Tarkovskij, mutilato e snaturato nella versione italiana. La storia è quella di uno psicologo che arriva su una stazione presso il pianeta Solaris, dove accadono strani fenomeni parapsicologici. Sicuramente si tratta di un film interessante e di ampio respiro che mostra il talento narrativo e intellettuale di un grande regista, ma devo ammettere che il sentimento [...] Vai alla recensione »

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Adelio Ferrero
Cinema Nuovo

Sei anni dopo (Rublëv risale al 1966) questa parziale dialettica si restringe ulteriormente in Solaris (l'edizione italiana, orrendamente ridotta e stravolta, consente solo qualche notazione incerta e approssimativa). Come tutti i personaggi di Tarkovsky, Chris ama la terra: i boschi fermi nella luce diffusa del giorno, le piante che scivolano e affondano lentamente sulle sponde di uno stagno, la pioggia [...] Vai alla recensione »

winner
premio speciale della giuria
Festival di Cannes
1972
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati