Viridiana

Film 1961 | Drammatico 90 min.

Regia di Luis Buñuel. Un film Da vedere 1961 con Francisco Rabal, Fernando Rey, Silvia Pinal, Victoria Zinny, Margarita Lozano. Genere Drammatico - Spagna, 1961, durata 90 minuti. - MYmonetro 3,99 su 4 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Viridiana tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Una ragazza, prima di prendere i voti, si reca a trovare uno zio e questi, colpito dalla straordinaria somiglianza fra la giovane e la moglie defunta. Il film è stato premiato al Festival di Cannes,

Consigliato assolutamente sì!
3,99/5
MYMOVIES 4,00
CRITICA
PUBBLICO 3,99
ASSOLUTAMENTE SÌ
Altra feroce critica di Buñuel alla religione e alle convenzioni sociali.

Una ragazza, prima di prendere i voti, si reca a trovare uno zio e questi, colpito dalla straordinaria somiglianza fra la giovane e la moglie defunta, se ne innamora. Lei però rifiuta di sposarlo e lui s'uccide. La fanciulla rimane nella casa, intenzionata a dedicarsi ad opere di bene. A poco a poco s'instaurerà però un rapporto ambiguo fra lei e il cugino e l'amante di quest'ultimo. Il film fece scandalo per una scena che parodia l'Ultima Cena, con laidi mendicanti che incarnano gli apostoli. La solita ferocissima critica di Buñuel alla religione tradizionalmente intesa e alle convenzioni sociali.

Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Bella orfana, decisa a farsi suora, è ospitata in casa di un ricco zio che, dopo aver cercato di usarle violenza, s'impicca. Erede del suo castello, si dedica a opere di carità cristiana, ma è derisa dai suoi beneficiati. 1° film girato in Spagna da Buñuel dopo 30 anni d'esilio, ebbe la Palma d'oro a Cannes ex aequo con L'inverno ti farà tornare di H. Colpi, fu proibito in Spagna, attaccato dal Vaticano come "insulto alla religione cristiana", specialmente per la scena blasfema dell'"ultima cena", modellata su quella di Leonardo. Nonostante la sua innegabile carica eversiva, non è un film a tesi, ma un racconto di schema melodrammatico, ai limiti del romanzo d'appendice, dove i tipici temi privati buñueliani (religione, erotismo, feticismo, masochismo, movimenti dell'inconscio) s'innestano sul fondo sociale della vecchia proprietà terriera in decadenza cui succede una borghesia più efficiente. Scritto da Buñuel con Julio Alejandro de Castro. Händel (Il Messia ), Beethoven ( Sinfonia N. 9 ) e Mozart ( Requiem ) nella colonna musicale.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO

VIRIDIANA disponibile in DVD o BluRay

DVD

BLU-RAY
€6,99
€12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
giovedì 18 novembre 2010
laulilla

Viridiana è una bella e giovane donna, che vuole farsi suora, né riesce a smuoverla dal fermo proposito Don Jaime, lo zio, ricco possidente, vecchio vizioso e incestuosamente attratto da lei. Egli, anzi, ottiene, col suo comportamento, di renderne ancora più salda la volontà. La notizia del suicidio di Don Jaime la indurrà però a tornare sui suoi passi e a [...] Vai alla recensione »

mercoledì 11 luglio 2012
fedeleto

Bunuel e' sempre stato un regista critico,dissacratore,anarchico,ma estremamente profondo.Stavolta con il film Viridiana tocca vertici altissimi,dando libero sfogo alla sua immensa creativita'.Tratto da un soggetto di Benito Perez Galdos chiamato halma,e una sceneggiatura dello stesso Bunuel e Julio Alejandro,si racconta la storia di Viridiana.

lunedì 21 febbraio 2011
Luca Scialo

Viridiana è una bella giovane pronta a prendere i voti come suora di clausura. Prima di rinunciare al Mondo, riceve l'invito dello zio vedovo che l'ha cresciuta sostenendone gli studi e dandole una dote, di passare qualche giorno nella sua tenuta. Ma questi, trovando una forte somiglianza tra lei e la moglie defunta, vorrebbe tenerla con sé per sempre.

Frasi
Di tutto quello che mio padre mi ha lasciato, quello che preferisco sono le terre. E sulla terra che si vede il risultato del lavoro.
Dialogo tra Jorge (Francisco Rabal) - Viridiana (Silvia Pinal)
dal film Viridiana
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Gian Piero dell'Acqua

Sentendosi in qualche modo responsabile della morte dello zio, la giovane Viridiana decide di rinunciare ai voti per dedicarsi ad opere di carità. Derisa dai suoi beneficiati, sconfitta nella sua dedizione altruistica, Viridiana accetterà di restare vicino a Jorge, figlio naturale del morto, che si è frattanto stabilito nella casa del padre. Tagliente ritratto di una società statica, limpida parabola [...] Vai alla recensione »

winner
palma d'oro al miglior film
Festival di Cannes
1961
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati