Com'era verde la mia valle

Film 1941 | Drammatico 118 min.

Regia di John Ford. Un film Da vedere 1941 con Anna Lee, Walter Pidgeon, Maureen O'Hara, John Loder, Roddy McDowall, Donald Crisp. Cast completo Titolo originale: How Green Was My Valley. Genere Drammatico - USA, 1941, durata 118 minuti. - MYmonetro 4,63 su 2 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Com'era verde la mia valle tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Huw Morgan, ormai anziano, raccoglie le sue poche cose per lasciare il Galles e le miniere che ormai sono chiuse. Ora la valle è triste e vuota, ma un... Il film ha ottenuto 10 candidature e vinto 5 Premi Oscar,

Com'era verde la mia valle è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato assolutamente sì!
4,63/5
MYMOVIES 4,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO 4,44
ASSOLUTAMENTE SÌ

Huw Morgan, ormai anziano, raccoglie le sue poche cose per lasciare il Galles e le miniere che ormai sono chiuse. Ora la valle è triste e vuota, ma un tempo non era così e l'uomo si vede ragazzo, quando tutta la sua famiglia lavorava in miniera. Rivede la bellissima sorella Angharad, l'anziana mamma e il padre patriarca, che organizzava la famiglia secondo tradizione e timore di Dio. La sorella, innamorata del pastore, sposerà il ricco del paese, il padre morirà in un incidente di lavoro e i fratelli lasceranno la miniera per migliorare, e lui, il piccolo Huw, dopo aver avuto molte, belle e dolorose lezioni di vita vedrà poco a poco finire quel mondo. Tratto da un romanzo di Richard Llewellyn e indubbiamente migliorato da Ford, il film rappresenta, insieme a Furore e a Un uomo tranquillo, il momento più alto della storia (non-western) del regista. Con tutte le tematiche rese nobili dalla felicità del racconto. Vi sono istantanee di grande efficacia poetica, come quando la famiglia scende a casa dalle miniere cantando e la madre raccoglie in un grembiule il guadagno della giornata, o la lezione di boxe data al cattivo insegnante del ragazzo, o la purissima storia d'amore del pastore protestante con Maureen O'Hara. La famiglia, la disciplina, il senso religioso, e poi l'inevitabile evoluzione che tutto trasforma e tutto conduce a termine. Una parabola sulla fatica, il dolore e la rinuncia. Il mondo degli adulti ossevato dal ragazzo nel suo angolo, con l'ingenuità nella quale Ford si è sempre riconosciuto e che, nel tempo, gli è stata persino rimproverata da una certa critica. Ford faceva discorsi semplici, ma colti ed efficaci. Il vecchio patriarca Morgan non sopporta le astruse dottrine socialiste che hanno fatto presa sui figli, e li lascia partire. Ford venne subito accusato di fascismo, ma il regista ci rideva sopra. In quel contesto era buon senso, così com'era buon senso il populismo in Furore. Nella versione italiana la voice-off è di Emilio Cigoli. Il film ottenne una messe di Oscar, fra cui quello assoluto e al regista.

Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Dal romanzo (1939) di Richard Llewellyn: vite di minatori in un paese del Galles nel 1890. Tipico melodramma a sfondo sociale nella Hollywood degli anni '40 per il quale J. Ford ebbe a disposizione dalla M-G-M grandi mezzi che gli permisero di ricostruire in studio il villaggio gallese. Grande successo al botteghino, aiutato da 4 premi Oscar (film, regia, fotografia di A. Miller e D. Crisp attore non protagonista): raramente il regista s'era tanto spinto nel territorio turgido del sentimentalismo. Edificante e pomposo, ma impeccabile nel ritmo narrativo e a livello figurativo.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
COM'ERA VERDE LA MIA VALLE
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
CHILI
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€12,90
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
sabato 17 novembre 2012
Luca Scialo

Fine '800. In un paesino del Galles la cui popolazione è di tutti minatori, si svolgono le vicende della famiglia Morgan: due genitori amorevoli, credenti e all'occorrenza severi, 6 figli maschi e una femmina. Anch'essa è legata alla miniera. Tutti vi lavorano, anche il figlio piu' piccolo Huw che l'ha scelta nonostante vada bene a scuola.

mercoledì 30 dicembre 2009
NANA'

Il film è certamente un autentico capolavoro della cinematografia, degno di essere annoverato non nella 7^ arte quale il cinema rappresenta ,ma in una "collocazione" più alta.Penso ch'esso costituisca un forte elemento di pedagogia per le generazioni d'oggigiorno.Infatti,Il contenuto val la pena sottolinearlo, è di grandissima dignità e degno di essere riproposto per il suo valore culturale ed educativo [...] Vai alla recensione »

domenica 7 giugno 2020
samanta

Nel 1941 esce questo film tratto dal romanzo omonimo con la regia di John Ford che ottenne il suo terzo Oscar, il film fu pluripremiato come miglior film, scenografia, fotografia mentre Donald Crisp ottenne il premio come migliore attore n.p. John Ford che aveva cominciato con il cinema muto, nel 1939 aveva diretto il suo capolavoro assoluto western Ombre Rosse e l'anno dopo Furore ottenendo il [...] Vai alla recensione »

giovedì 28 marzo 2019
Fabio

La dura vita di una comunità di minatori del Galles vista con gli occhi di un ragazzo. I canti, l'innocenza, la lotta per la vita e la dignità. Temi eterni per un film che resta eterno anche se oggi può apparire datato.

mercoledì 4 novembre 2009
matteo78

Film di una bellezza smisurata

lunedì 11 gennaio 2010
G. Romagna

Un bellissimo spaccato della vita dei minatori gallesi di inizio Novecento tra usanze, difficoltà, fatiche e primi vagiti di socialismo. Ogni evento, ogni tassello è cesellato a meraviglia per dipingere, con lirismo sobrio ed affettuoso, questo grande affresco, ed in maniera così elevata da farsi perdonare qualche lentezza di troppo nella prima parte.

martedì 3 febbraio 2015
il befe

xò l oscar andava a welles

Frasi
Non c'è bisogno di dirci addio: vivremo ognuno nel ricordo dell'altro.
Dialogo tra Il signor Gruffydd (Walter Pidgeon) - Huw Morgan (Roddy McDowall)
dal film Com'era verde la mia valle
winner
miglior film
Premio Oscar
1942
winner
miglior regia
Premio Oscar
1942
winner
miglior attore non protag.
Premio Oscar
1942
winner
miglior fotografia in bianco e nero
Premio Oscar
1942
winner
miglior scenogr. per film in bianco e nero
Premio Oscar
1942
PREMI
MULTIMEDIA
SHOWTIME
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati