Advertisement
Il delitto Mattarella, guarda l'inizio del film

Su MYmovies.it i primi 7 minuti di un film che rende omaggio all'ex Presidente della Regione Sicilia, un uomo coraggioso assassinato dalla Mafia e ingiustamente dimenticato. Da giovedì 2 luglio al cinema.
di Massimiliano Carbonaro

Impostazioni dei sottotitoli

Posticipa di 0.1s
Anticipa di 0.1s
Sposta verticalmente
Sposta orizzontalmente
Grandezza font
Colore del testo
Colore dello sfondo
0:00
/
0:00
Caricamento annuncio in corso
David Coco (49 anni) 25 ottobre 1970, Catania (Italia) - Scorpione. Interpreta Piersanti Mattarella nel film di Aurelio Grimaldi Il delitto Mattarella. Al cinema da giovedì 2 luglio 2020.
venerdì 26 giugno 2020 - Guarda l'inizio

Una storia in parte dimenticata, un film dal fortissimo impegno civile, un ricordo doloroso di un'Italia non troppo lontana, è tutto questo Il delitto Mattarella.

Scritto e diretto da Aurelio Grimaldi (La discesa di Aclà a Floristella) nel solco di quel cinema impegnato capace di celebrare un eroe "normale" che ha pagato con la sua vita le proprie convinzioni e le sue onestà, il film - di cui MYmovies presenta in anteprima i primi 7 minuti - sarà al cinema da giovedì 2 luglio.


Il delitto Mattarella inizia con due frasi che sono un monito e offrono il senso a tutta la storia, due frasi che potrebbero rappresentare l'inizio e la fine dell'intera vicenda: "Il male ha vinto perché i Buoni vi si sono arresi e gli Indifferenti e i Vili vi si sono inchinati", si legge prima, e poi citando San Paolo: "Ho combattuto la buona battaglia, ho terminato la mia corsa ho conservato la fede". 

Nel maggio del 1978 la famiglia Mattarella riceve una telefonata di minaccia, non era la prima ma era in sé tremenda perché arrivava su una linea telefonica in teoria segreta. Poche parole per annunciare che loro sarebbero stati i prossimi a pagare con la vita dopo Aldo Moro. Poi il film entra nel vivo mostrandoci la Sicilia e la Palermo dell'epoca dove Piersanti Mattarella, esponente della DC e Presidente della Regione dal febbraio dello stesso anno cercava di cambiare le regole di un gioco pesantemente truccato. Quelle regole che avevano consentito il famigerato Sacco di Palermo.

Ma la sua intraprendenza e le sue decisioni non piacquero né a livello nazionale dove mal si digeriva la sua vicinanza politica con il partito Comunista in una coalizione di centro-sinistra per molti versi molto moderna, né a livello locale. Una certa Sicilia osservava, infatti, con sgomento l'adozione di criteri più severi per la nomina dei dirigenti, le nuove misure di politica amministrativa adottate e soprattutto le inchieste sui beneficiari dei contributi regionali. Ma su tutto si temeva la sua iniziativa per contrastare illeciti e abusi negli appalti.

Tutto questo gli aveva inimicato la criminalità organizzata che aveva profondi legami anche con la politica di Roma: tanto che il film ricostruisce in principio un incontro dell'allora Presidente del Consiglio Giulio Andreotti con il boss Stefano Bontade. Il 6 gennaio del 1980 a Palermo Piersanti Mattarella venne ucciso a colpi di pistola. Si trattò di un'esecuzione mafiosa, che in prima battuta fu considerato un attentato terroristico, perché le indagini vennero inquinate e depistate. Nonostante l'impegno del sostituto procuratore Pietro Grasso e poi del giudice Giovanni Falcone gli autori materiali dell'omicidio non vennero mai presi.

Ma il film non è la fredda cronaca di un'altra morte annunciata perché insieme a tratteggiare un'epoca, riesce anche a raccontare di una famiglia sotto assedio e di valori perseguiti fino alle estreme conseguenze. Protagonista del film è David Coco. Al suo fianco Leo Gullotta, Claudio Castrogiovanni e Donatella Finocchiaro.


IL DELITTO MATTARELLA: VAI ALLA SCHEDA COMPLETA
news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati