MYmovies.it
Advertisement
Scatola Nera, una serie ambiziosa che mescola con coraggio crime e comedy

Atmosfere da giallo e comicità si alternano nella storia di Castangia e Bosastra. Dal 25 novembre su Prime Video
di Emanuele Sacchi

domenica 17 novembre 2019 - Serie TV

Crime comedy è qualcosa più di black comedy. Non significa solo una commedia che sfiora temi al confine di generi apparentemente contrastanti, e che trova il modo di ridere sulle disgrazie della natura umana. È una commedia che convive con un delitto, in genere con una morte insoluta. La si può declinare in chiave di farsa vernacolare, come il maestro Pupi Avati seppe fare in Tutti defunti... tranne i morti; oppure secondo l'ambizioso cocktail preparato da Elia Castangia e Roberto Bosatra, rispettivamente regista e produttore - ma entrambi sceneggiatori - di Scatola nera, una nuova serie, prodotta da ZEN Europe, che debutterà in esclusiva su Amazon Prime Video il 25 novembre.

Per adesso abbiamo visto due episodi - ma non i primi due della serie, secondo il vezzo che Nicolas Winding Refn con Too Old to Die Young ha reso consuetudine - dedicati a Tobia e Luca. Ogni puntata è infatti legata a un singolo personaggio e, forse, a un suo punto di vista. Ma la scelta di proporre in anteprima due episodi non consequenziali aiuta a far intuire le potenzialità di un soggetto già di per sé curioso e personale.

Scatola nera è la storia di una compagnia teatrale, che mette in scena una commedia ambientata nel caveau di una banca. Un gioco di personaggi costretti nello stesso luogo e destinati a mettere a nudo le rispettive personalità, mentre emergono i segreti e i livelli doppi e tripli di maschere che la quotidianità impone di indossare.
Emanuele Sacchi

Un meccanismo che è tale nella finzione scenica, ma soprattutto al di fuori da essa, con le dinamiche distruttive che si generano tra gli attori coinvolti. A guidare la compagnia è Tobia, interpretato da Alessandro Betti, in procinto di abbandonare il mestiere, squassato da drammi inconfessabili. Ma anche Monica (Marta Dalla Via), la regista scelta da Tobia e sua ex compagna, sa più di quanto racconta; e così pure Marta (Marta Zoboli), insofferente per la mancanza di riflettori puntati su di lei mentre le lancette del tempo avanzano inesorabili. Sono giovani e belli, invece, Luca (Luca Cesa) e Valentina (Ilaria Serantoni), ma non meno falsi e pericolosi dei loro colleghi. Sembrano più paciosi e innocui Antonio (Antonio Ornano) ed Enzo (Enzo Paci) e pare premurosa e sensibile Chiara (Marial Bajma Riva), ma sono tutti destinati a riservare sorprese e sconvolgere i nostri pregiudizi di spettatori.

Dai due episodi visti in anteprima, si desume che Scatola nera è costruito sullo spostamento continuo del piano narrativo dal privato degli attori alla loro performance, dal lato crime a quello comedy. E su quest'ultimo gli amanti di Zelig, dalla cui factory provengono tanto Bosatra che Alessandro Betti, riconosceranno un'impronta inconfondibile legata all'esperienza cabarettistica e televisiva: tempi comici serrati, successione di equivoci e crescendo incontenibile di ilarità.

È un progetto ambizioso Scatola nera, che ha sia la possibilità di interessare molteplici ambiti e target ossimorici, sia quella di deluderli. Proprio in virtù di questo coraggio, e dell'unicità di una proposta così anomala per il mercato italiano, merita tutta la nostra attenzione.


GUARDALO SUBITO SU AMAZON PRIME VIDEO
news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati