The Lady - L'amore per la libertà

Acquista su Ibs.it   Dvd The Lady - L'amore per la libertà   Blu-Ray The Lady - L'amore per la libertà  
Un film di Luc Besson. Con Michelle Yeoh, David Thewlis, William Hope, Martin John King, Susan Wooldridge.
continua»
Titolo originale The Lady. Drammatico, durata 145 min. - Francia, Gran Bretagna 2011. - Good Films uscita venerdì 23 marzo 2012. MYMONETRO The Lady - L'amore per la libertà * * * - - valutazione media: 3,17 su 39 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,17/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * 1/2 - -
 critica * * - - -
 pubblico * * * - -
   
   
   
La storia della leader democratica birmana Aung San Suu Kyi. Michelle Yeoh interpreta la protagonista che si oppose al governo militare del suo paese.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Un melò convenzionale che fa leva sul dramma umano della posata ma coraggiosa 'orchidea d'acciaio'
Paolo Bertolin     * * 1/2 - -

La storia vera di Aung San Suu Kyi, Premio Nobel per la Pace 1991 e 'orchidea d'acciaio' del movimento per la democrazia in Myanmar. Dopo l'assassinio del padre, il generale Aung San, leader della lotta indipendentista birmana, Suu cresce in Inghilterra e sposa il professore universitario Michael Aris. Quando nel 1988 il suo popolo insorge contro la giunta militare, Suu torna nel paese natale e inizia il suo lungo scontro diretto contro il potere assoluto dei generali.
La figura di Aung San Suu Kyi, paladina dei diritti democratici che per la libertà del suo paese e del suo popolo ha per oltre vent'anni sacrificato la propria libertà personale e gli affetti familiari è di certo una delle più toccanti e ammirevoli fonti d'ispirazione politica e umana degli ultimi decenni. È comprensibile quindi che The Lady fosse tanto per la scrittrice Rebecca Frayn che per il regista Luc Besson e, soprattutto, per la sua interprete Michelle Yeoh un vero e proprio progetto del cuore.
Onde rendere più vicina allo spettatore una figura complessa che ha attraversato fasi tumultuose della Storia di un paese di cui i più davvero poco sanno, Frayn e Besson hanno scelto la via della divulgazione, presentando il contesto storico e politico in maniera essenziale (la principale riflessione sulla Storia del Myanmar è racchiusa nel racconto di sapore quasi favolistico che Aung San fa alla figlia, e che funge da prologo del film), e di far leva sul dramma umano della protagonista. Dopo il ritorno a Yangon nel 1988, Aung San Suu Kyi ha difatti potuto rivedere il marito solo cinque volte, a causa di visti negati al consorte e della sua impossibilità di tornare in Gran Bretagna (una volta lasciato il suolo birmano non le sarebbe più permesso il ritorno), cosa che le ha impedito di vedere i figli crescere e di assistere Aris durante la malattia che l'ha condotto alla morte nel 1999.
Un'impostazione che inscrive la drammaturgia di The Lady nelle convenzioni del melodramma e che, a conti fatti, rischia di sminuire l'aspetto politico della battaglia di Aung San Suu Kyi. Sul fronte della resa formale, Besson rischia poco ed emoziona solo a sprazzi - ossia quando le situazioni tendono all'action (l'assassinio di Aung San, il primo blocco di Suu agli arresti domiciliari dopo la vittoria alle elezioni). Michelle Yeoh, dal canto suo, si spende nella sua migliore interpretazione (assai riuscita nella mimesi del contegno e della postura di Aung San Suu Kyi), anche se si ha l'impressione che il gigione David Thewlis (nel ruolo di Aris) sovente le rubi la scena.

Incassi The Lady - L'amore per la libertà
Primo Weekend Italia: € 98.000
Sei d'accordo con la recensione di Paolo Bertolin?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
31%
No
69%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* * * * -

Le scelte dolorose di suu kyi

venerdì 28 ottobre 2011 di peppe.simeone

Standing ovation per un Luc Besson in gran forma nella serata d'apertura della VI edizione del "Festival internazionale del film di Roma". Il suo ultimo lavoro,"The Lady", racconta la tormentata vita del premio nobel per la pace Aung San Suu Kyi, e la ritrae nella veste inedita al pubblico di donna, moglie e madre, scavando alla perfezione nel dramma umano, costretta a dover scegliere tra i suoi cari ed il suo paese. Questa rappresentazione psicologica del personaggio permette continua »

* * * * *

Cos'è? e' solo musica

sabato 29 ottobre 2011 di renato volpone

Bellissimo film di apertura al festival di Roma: The Lady di Luc Besson la storia di questa donna meravigliosa che ha lottato per la libertà del suo paese ed ha vissuto per 15 anni agli arresti ed è ancora viva, nonostante il regime violento che opprime la Birmania. La storia di una donna e di un uomo, il marito inglese che l'ha sostenuta fino alla morte per un tumore annunciato. La storia di un grande amore per il suo uomo, per i suoi figli, ma anche per la sua gente. continua »

* * * * -

Che donna, ha sacrificato tutto per il suo paese.

domenica 1 aprile 2012 di adelfococo

Un film che fa riflettere molto! davvero bellissimo continua »

* * * * *

Un film che scuote, splendido e commovente.

domenica 18 marzo 2012 di DICAST

Applausi e qualche lacrima al termine dell'anteprima di questo bel film di Luc Besson, nelle sale nei prossimi giorni. Una storia vera, conosciuta ma troppo poco ricordata, quella della coraggiosa Aung San Suu Kyu, Nobel per la Pace che ha dedicato e sta dedicando la vita alla sua Birmania, sacrificando ogni altro affetto o interesse personale. Girato da Besson con grandiosità ma anche cura del particolare e attenzione alla riproduzione fedele del dato reale, sfidando il regime birmano continua »

Ann San Suu Kyi
"Tu puoi anche non pensare alla politica, ma la politica pensa a te!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

DVD | The Lady - L'amore per la libertà

Uscita in DVD

Disponibile on line da giovedì 13 settembre 2012

Cover Dvd The Lady - L'amore per la libertà A partire da giovedì 13 settembre 2012 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd The Lady - L'amore per la libertà di Luc Besson con Michelle Yeoh, David Thewlis, William Hope, Martin John King. Distribuito da Koch Media. Su internet Lady. L'amore per la libertà (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film The Lady - L'amore per la libertà

APPROFONDIMENTI | Vita e opera del premio Nobel per la pace che ha ispirato Luc Besson.

La voce della speranza

lunedì 26 marzo 2012 - Tirza Bonifazi

Aung San Suu Kyi, la voce della speranza Rangoon, 13 novembre 2010 - Aung San Suu Kyi è libera. La leader dell'opposizione birmana è stata rilasciata intorno alle 17.15 di oggi... La notizia faceva il giro del mondo e con lei le prime parole pronunciate in pubblico dalla leader del movimento nonviolento e premio Nobel per la pace Suu Kyi: "Dobbiamo lavorare insieme, all'unisono, per raggiungere il nostro obiettivo... C'è un tempo per il silenzio e un tempo per parlare. Non vi vedo da così tanto, abbiamo molte cose da dirci. Quando è tempo di parlare, non rimanete in silenzio".

   

INTERVISTE | Al BIFF Luc Besson e Michelle Yeoh raccontano i dettagli del film.

Il coraggio di una donna che ama la libertà

mercoledì 12 ottobre 2011 - Nicoletta Dose

The Lady, il coraggio di una donna che ama la libertà La storia dell'attivista birmana Aung San Suu Kyi ha coinvolto emotivamente tutto il mondo. Da molti anni nella difesa dei diritti umani all'interno del suo paese, distrutto da un'aberrante dittatura militare, si è imposta come rappresentante internazionale della non-violenza. Malgrado il riconoscimento del premio Nobel per la Pace nel 1991, è stata arrestata più volte e finalmente liberata il 13 novembre 2010. La sua storia, grazie alla lungimiranza e alla fermezza di Luc Besson, è ora un film, The Lady, dove viene interpretata dall'attrice Michelle Yeoh.

NEWS | Michelle Yeoh nei panni del premio Nobel per la Pace Aung San Suu Kyi.

The lady di luc besson al tiff 2011

mercoledì 14 settembre 2011 - Nicoletta Dose

The Lady di Luc Besson al Tiff 2011 Mentre si fanno sempre più insistenti le voci sul nuovo fidanzamento di George Clooney, che pare si sia avvicinato alla modella Stacy Keibler, il Toronto International Film Festival continua a presentare in anteprima mondiale gli attesissimi film d'autore. Dopo Moneyball con Brad Pitt, Twixt di Francis Ford Coppola e il passaggio di W.E. di Madonna e di Shame di Steve McQueen (la scorsa settimana alla Mostra del Cinema di Venezia, dove l'attore protagonista Michael Fassbender ha ricevuto la Coppa Volpi come miglior interprete maschile), la kermesse punta i riflettori su The Lady di Luc Besson.

NEWS | Luc Besson racconta la storia di Aung San Suu Kyi.

The lady apre il festival internazionale del film di roma

venerdì 26 agosto 2011 - Nicoletta Dose

The Lady apre il Festival Internazionale del Film di Roma La sesta edizione del Festival Internazionale del Film di Roma, che si svolgerà dal 27 ottobre al 4 novembre all'Auditorium Parco della Musica apre la rassegna con la pellicola The Lady di Luc Besson che sarà presente nella sezione Fuori Concorso. Il film racconta la straordinaria avventura umana e politica del Premio Nobel per la Pace Aung San Suu Kyi, la pacifista birmana da decenni attiva contro la dittatura nel suo paese e per la difesa dei diritti umani. A Roma, con Luc Besson e il coprotagonista David Thewlis, ci sarà anche Michelle Yeoh che, per aver interpretato la figura di San Suu Kyi, è stata bandita dalla Birmania.

   

GALLERY | Da Luc Besson il biopic su Aung San Suu Kyi, premio Nobel per la pace nel 1991.

Ritratto di una donna straordinaria

venerdì 9 marzo 2012 - a cura della redazione

The Lady, ritratto di una donna straordinaria Da Luc Besson, la straordinaria storia di Aung San Suu Kyi (Michelle Yeoh), di suo marito Michael Aris (David Thewlis), e dell'amore che, nonostante tutto, li ha sempre tenuti insieme. The Lady è però anche un racconto di lotta, quella - pacifica - della donna leader del movimento democratico birmano. Aung San Suu Kyi è infatti una delle principali oppositrici alla giunta militare al potere in Birmania. Ha dedicato l'intera vita alla lotta per la democrazia, impegno che l'ha portata a vincere le elezioni nel 1990 e ad avere assegnato il Premio Nobel per la Pace l'anno successivo.

VIDEO | 20 videomessaggi di solidarietà per la coraggiosa leader birmana.

Un omaggio alla 'lady' aung san suu kyi

venerdì 23 marzo 2012 - Nicoletta Dose

Send a Message, un omaggio alla 'lady' Aung San Suu Kyi Promossa da Good Films, con il sostegno di Amnesty International, la campagna “Send a Message”, ispirata alla celebre frase “Use your freedom to promote ours”, è un’iniziativa lanciata per sensibilizzare l’opinione pubblica italiana sulla battaglia civile del premio Nobel per la pace Aung San Suu Kyi. Attori, imprenditori, gente dello spettacolo e gente comune hanno espresso, in video di alcuni secondi, l’affetto e la solidarietà per la leader del movimento democratico in Myanmar. Good Films ha scelto venti videomessaggi tra i quaranta più apprezzati dai fan della pagina Facebook e li ha montati in una sequenza unica che sarà proiettata durante l’anteprima del film The Lady a Roma (da venerdì 23 marzo al cinema), alla presenza del regista Luc Besson, e poi consegnata ad Aung San Suu Kyi tramite un ambasciatore.

   

BIZ

News e anticipazioni dal mondo del cinema.

Il trailer di The Lady

mercoledì 24 agosto 2011 - Robert Bernocchi

È decisamente uno dei progetti più curiosi in circolazione The Lady, in grado di dar vita a una pellicola molto interessante, ma anche potenzialmente a un film retorico. In effetti, l'idea che a raccontare la storia della dissidente birmana Aung San Suu Kyi e di suo marito sia Luc Besson ha suscitato qualche perplessità. Ad aiutarlo nell'impresa, la coppia di interpreti formata da Michelle Yeoh, che per una volta non dovrà sfruttare le sue doti marziali, e David Thewlis. Fonti correlate: continua »

   

Signora Libertà

di Concita de Gregorio La Repubblica

Che meraviglia, che piacere e che sollievo andare al cinema, sedersi al buioe per due ore entrare a far parte del mondo, capire domandarsi emozionarsi, sentirsi parte del tempo in cui viviamo e della storia, uscirne più ricchi, più consapevoli, grati. Lo so: non è una recensione convenzionale quella che inizia dicendo vi prego, andate a vedere questo film. E' senz' altro anche questo un effetto della condizione in cui lascia The Lady, il film che Luc Besson ha girato dopo quattro anni di lavoro sulla biografia di Aung San Suu Kyi. »

di Joachim Lepastier Cahiers du cinéma

“Chi non piange dovrebbe farsi vedere da un medico”, ha anticipato Luc Besson, in un’intervista all’Express, parlando del suo ultimo progetto dedicato ad Aung San Suu Kyi. Se fossimo in una dittatura, all’uscita dei cinema troveremmo delle brigate oftalmiche che controllano i dotti lacrimali degli spettatori. Per fortuna viviamo in una democrazia che la Birmania ci invidia e siamo assolutamente liberi di affermare che questo primo film falsamente adulto di Luc Besson ci ha lasciati di marmo. Per non dire di peggio, visto che questo affresco ipercolorato, qui e là, rasenta il comico involontario a causa di uno schematismo maldestro e di un desiderio di rendere iconico ogni dettaglio (al limite della gaffe, le prime locandine su internet mescolavano una serigrafia alla Yes we can, con la grafica della propaganda maoista, una specie di “Obamao” poi rimpiazzato da un’altra locandina). »

San Suu Kyi colpisce al cuore Besson

di Valerio Caprara Il Mattino

Cosa si va a vedere stasera? Se prediligete le «vere storie» dei personaggi che si sono opposti o ancora si oppongono ai governi liberticidi e siete lodevolmente attenti alle campagne di Amnesty International e Human Rights Watch, «The Lady» di Besson è il titolo che fa per voi. Il regista e produttore francese, per la verità, è noto per una filmografia di tutt’altro segno (da «Nikita» a «Leon») e la sua ultima vocazione sembrava quella del fantastico-fumettistico a caratura infantile (dalla saga dei Minimei ad «Adèle e l’enigma del faraone»). »

di Elisa Battistini Il Fatto Quotidiano

Il popolo di Minimei lo ha reso buono, per questo non si può imputare davvero a Luc Besson l’intenzione di raccontare la storia di Aung San Suu Kyi, icona dei diritti umani, come un western globale con i cattivi degni di un B movie italiano dei bei tempi e i buoni aureolati come eroi della Hollywood anni Trenta. I buoni sono uniti in una lobby mondiale, che si incrocia per i corridoi dell’Onu, vince Nobel e combatte contro i regimi. I generali birmani sono brutti, superstiziosi e ignoranti come capre (che non è falso). »

The Lady - L'amore per la libertà | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Trailer
1 | 2 | 3 | 4 |
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 | 41 | 42 | 43 | 44 | 45 | 46 | 47 | 48 | 49 | 50 | 51 | 52 | 53 | 54 | 55 | 56 | 57 | 58 | 59 | 60 | 61 | 62 | 63 | 64 | 65 | 66 | 67 | 68 | 69 | 70 | 71 | 72 |
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 23 marzo 2012
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità