L'arte di vincere

Acquista su Ibs.it   Dvd L'arte di vincere   Blu-Ray L'arte di vincere  
Un film di Bennett Miller. Con Brad Pitt, Jonah Hill, Robin Wright, Philip Seymour Hoffman, Chris Pratt.
continua»
Titolo originale Moneyball. Drammatico, durata 126 min. - USA 2011. - Warner Bros Italia uscita venerdì 27 gennaio 2012. MYMONETRO L'arte di vincere * * * 1/2 - valutazione media: 3,75 su 56 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato assolutamente sì!
3,75/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * * * -
 critica * * * - -
 pubblico * * * 1/2 -
   
   
   
Un lavoro intelligente e convincente di realismo sportivo.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Un'ottima fotografia al servizio di un punto di vista politico sul mondo sportivo
Adriano Ercolani     * * * * -

Gli Oakland Athletics sono una buona squadra di baseball che però non può competere con i budget stratosferici di squadre come ad esempio i New York Yankees. Quando al termine di una buona stagione il general manager Billy Beane si vede portar via i suoi tre migliori giocatori, la loro sostituzione diventa impossibile, soprattutto con i pochissimi soldi a disposizione. A questo punto però Beane incontra Peter Brand, giovane laureato in economia che gli dimostra come si possa costruire una squadra vincente basandosi sulle statistiche invece che sui nomi altisonanti. Beane abbraccia la filosofia del ragazzo e rifonda la squadra con nomi sconosciuti o apparenti scarti, lasciando basiti tutti i collaboratori degli Oakland Athletics, compreso l'allenatore Art Howe. All'inizio le cose non sembrano funzionare, ma pian piano il "sistema" messo in piedi da Beane Brand comincia a dare frutti insperati...
L'idea giusta nell'uomo sbagliato. Così potremmo sintetizzare l'idea portante de L'arte di vincere, seconda regia di Bennett Miller presentata al Toronto Film Festival. Questa è la bellezza intrinseca del personaggio principale, Billy Beane, interpretato alla perfezione da Brad Pitt: un uomo che è stato sconfitto come giocatore dal sistema vigente nel mondo del baseball e che da dirigente tenta con ogni mezzo di cambiarlo quando ne vede la reale opportunità. Una figura tutt'altro che eroica quella tratteggiata dalla penna di Steven Zaillian e Aaron Sorkin e per questo molto interessante: Beane è ossessionato dal suo lavoro, anche nel successo continua inconsciamente a sentirsi uno "sconfitto" - non guarda mai le partite allo stadio, sente dentro di sé di non portare fortuna alla squadra - e lo spirito di rivalsa che lo attanaglia non è ben chiaro neppure a lui. La star, colonna portante del film, gli regala carisma e anche una certa dose di ambigua rabbia repressa, che ad esempio viene sfogata dal costante assaggiare ogni cosa che gli capita a tiro. Accanto a Pitt un efficacissimo Jonah Hill, dopo Cyrus nuovamente alle prese con un ruolo soltanto incidentalmente comico. Utilizzato con poca sapienza invece Philip Seymour Hoffman, eccessivamente sacrificato nella parte dell'allenatore Howe.
L'idea di fondo de L'arte di vincere è molto forte, oseremmo dire "politica" nel senso inteso più ampio del termine, così come lo concepisce Aaron Sorkin: un sistema correttamente eseguito e basato sull'interazione di un gruppo di individui può essere più valido del singolo che eccelle. Miller mette in scena questo messaggio e gli uomini che tentano di renderlo verità con ottima professionalità, aiutato dalla fotografia elegante di Wally Pfister.
L'arte di vincere non deve essere confuso per un semplice film sportivo, quando invece è una storia basata su chi resta nelle retrovie e vede lo sport come comunità, spinta etica, ideale raggiungimento dell'eccellenza. La visione del baseball che il film ci propone è molto interessante, per niente scontata, e dietro di essa ovviamente c'è l'America come ognuno vorrebbe che fosse. Magari anche ferita e rabbiosa, ma sempre disposta a credere nel miglioramento collettivo.

Incassi L'arte di vincere
Primo Weekend Italia: € 103.000
Incasso Totale* Italia: € 297.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 11 marzo 2012
Primo Weekend Usa: $ 20.600.000
Incasso Totale* Usa: $ 75.267.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 8 gennaio 2012
Sei d'accordo con la recensione di Adriano Ercolani?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
81%
No
19%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination L'arte di vincere

premi
nomination
Premio Oscar
0
6
NYFCCA
2
0
Golden Globes
0
4
BAFTA
0
3
* * * * -

L'arte di sognare

mercoledì 8 febbraio 2012 di SteelyBread

A metà strada tra Soderbergh e Stone, il giovane Miller con questa pellicola, dopo lo splendido Truman Capote,si appresta a divenire il loro degno erede. Per far fronte all'impari lotta contro i grandi club, Billy Beane (Brad Pitt) manager degli Oakland Athletics, squadra di baseball dal budget molto limitato, decide di affidarsi ad un giovane e pingue statistico (Jonah Hill) seguace della bizzarra sabermetrica di Bill James. Osteggiati e derisi da stampa e tifosi, conosceranno la gloria fugace continua »

* * * * -

Il vero senso della partita

giovedì 14 marzo 2013 di Tom87

Ispirato al libro “Moneyball: The Art of Winning an Unfair Game” di Michael Lewis che tratta la vera storia di una squadra di baseball, gli Oakland Athletics, "L’arte di vincere" è uno dei migliori film d’argomento sportivo che riesce a coniugare una precisa ricostruzione storica con l’analisi di certe trame esistenziali. Concentrandosi sull’emblematica figura dell’ex giocatore e manager Billy Beane la pellicola riesce ad emozionare e far continua »

* * * * -

La chiave che cambiò,per sempre, lo sport!!!

mercoledì 25 gennaio 2012 di nfl 26

Il film inizia con una importante, ma scontata, partita: New York Yankees vs. Oakland Athletics. Ciò che fin da subito il film evidenzia non è tanto l'azione di gioco,il tifo, l'atmosfera che si respira prima e dopo il match, ma il grande divario che vi è tra il budget di una e dell'altra squadra. Un distacco di quasi 100 mln che, sul campo, non lascia speranza a squadre come gli Oakland Athletics. Come se ciò non bastasse la squadra di Oakland subisce la continua »

* * * * -

È difficile non essere romantici col baseball

mercoledì 15 agosto 2012 di folsom

Gli Oakland Athletic's squadra minore della Major League hanno appena perso le finali dell American League contro i New York Yankees.A fine stagione la squadra vende i suoi pezzi migliori a squadre con un budget di tre volte superiore.Questo fatto si ripete ciclicamente e spinge Billy Bean (Brad Pitt) eccentrico e stralunato Genaral Manager di Oakland a cercare nuove soluzioni per rendere la squadra vincente con i soldi di cui dispone.Fondamentale sarà l'incontro casuale a Cleeveland continua »

Billy Beane (Brad Pitt)
"Odio perdere più di quanto ami vincere"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Billy Beane
"Come fai a non essere romantico col baseball?"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Brad Pitt
"Questo è il rumore della sconfitta!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | L'arte di vincere

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 23 maggio 2012

Cover Dvd L'arte di vincere A partire da mercoledì 23 maggio 2012 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd L'arte di vincere di Bennett Miller con Brad Pitt, Jonah Hill, Robin Wright, Philip Seymour Hoffman. Distribuito da Sony Pictures Home Entertainment. Su internet Moneyball. L'arte di vincere (Blu-ray) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 7,49 €
Prezzo di listino: 9,99 €
Risparmio: 2,50 €
Aquista on line il dvd del film L'arte di vincere

GALLERY | Sport e denaro nell'atteso film con Pitt, Hill e Seymour Hoffman.

Una classica storia di perdenti

giovedì 26 gennaio 2012 - a cura della redazione

L'arte di vincere, una classica storia di perdenti Basato su una storia vera, L'arte di vincere racconta la vita di Billy Beane (Brad Pitt), aspirante eroe del baseball che, dopo una serie di fallimenti sul campo, decise di sfogare nel management il suo bisogno di competizione. In questo nuovo ruolo, durante la stagione 2002, si trova in una situazione critica: le continue sconfitte del suo team, gli Oakland Athletics, spingono i migliori giocatori a trasferirsi in club più importanti. Così, con un budget molto più ridotto, Billy è costretto a rifondare la squadra e lo fa ripartendo da dove nessuno era mai partito: recupera le vecchie teorie di Bill James e ingaggia l'economista Peter Brand (Jonah Hill).

   

GALLERY | Il film basato sulla biografia scritta da Michael Lewis.

Prime foto sul set di philip seymour hoffman

giovedì 5 agosto 2010 - Marlen Vazzoler

Moneyball: prime foto sul set di Philip Seymour Hoffman Una quindicina di giorni fa sono comparse online le prime foto di Brad Pitt nei panni del manager dell'Oakland Athletics, Billy Beane, sul set di Moneyball, la pellicola basata sul libro scritto da Michael Lewis. Oggi grazie alla pagina di facebook del film sono disponibili in rete nuove foto dal set e la prima immagine di Philip Seymour Hoffman nei panni del manager della squadra Art Howe, che si scontrò frequentemente con Beane sulle decisioni strategiche della squadra. La pellicola ambientata nel 2002 è incentrata sull'eccellente stagione di baseball giocata dagli Oakland Athletics nonostante avessero la più bassa paga dell'intera Major Leagues, grazie agli sforzi di Beane.

   

GALLERY | Prime foto del film sul baseball di Bennett Miller.

Brad pitt avvistato sul set

giovedì 22 luglio 2010 - Marlen Vazzoler

Moneyball: Brad Pitt avvistato sul set Dopo il licenziamento di Steven Soderbergh come regista del film sul baseball Moneyball a tre giorni dall'inizio delle riprese, avvenuto nel giugno dell'anno scorso, si è temuto che l'adattamento cinematografico del libro di Michael Lewis non avrebbe più visto la luce del sole. Quest'autunno la Sony ha assunto il regista Bennet Miller per raccontare la storia di Billy Beane (Brad Pitt) il manager degli Oakland Athletics e del suo tentativo di creare una squadra competitiva nonostante i problemi finanziari della squadra, scegliendo i giocatori tramite delle analisi realizzate con i computer.

   

BIZ

News e anticipazioni dal mondo del cinema.

Moneyball arriva prima in digitale

lunedì 5 dicembre 2011 - Robert Bernocchi

La pellicola con Brad Pitt, recentemente presentata al Festival di Torino, sarà protagonista di un'uscita in home video diversa dal solito, ma a cui probabilmente faremmo bene ad abituarci. Infatti, la Sony ha deciso di lanciarla quasi tre settimane prima come prodotto digitale in vendita rispetto all'uscita in dvd e blu-ray. Non si tratta di una decisione inedita, visto che la stessa major aveva fatto una cosa simile con Bad Teacher - Una cattiva maestra e 30 Minutes or Less, ma in quei casi la ‘window' era limitata a due settimane. continua »

   

di Federico Pontiggia Il Fatto Quotidiano

La vera storia di Billy Beane, il general manager degli Oakland Athletics che nel 2002 cambiò per sempre le regoie del baseball Usa. Non tanto sul diamante, quanto sui libri contabili: via supposte ma strapagate star e fiducia incondizionata a statistiche, calcoli e “la scienza di vincere”. Aiutato da un utile nerd (Jonah Hill, candidato all’Oscar), il manager ha il volto di Brad Pitt (ottima e sorniona prova, in cinquina agli Academy Awards), mentre il regista Bennett Miller (“Capote”) non muove di una virgola il sottogenere sportivo, ma aggiunge humour alla solita success-story, contemplando il formato famiglia e frullando le coordinate dell’American Dream. »

Il baseball delle statistiche

di Alessandra Levantesi La Stampa

La sabermetrica è un metodo, approntato da certo Billy James, che analizza il baseball su basi statistiche. In pratica non misura il valore di un giocatore (migliore battuta, carisma ecc), ma la sua capacità di aiutare la squadra a far punti. Nel 2002 Billy Beane, dal 1995 General Manager degli Oakland Athletics, abbracciando tale teoria fece infilare venti vittorie di fila - un record assoluto - alla sua squadra, la più povera del campionato. All’impresa, seguita con stupore misto a entusiasmo da cronisti e tifosi, nel 2003 il giornalista Michael Lewis ha dedicato un volume, ispiratore del film L’arte di vincere , attualmente in gara per cinque Oscar. »

Pitt da Oscar con il baseball

di Valerio Caprara Il Mattino

Tattica, spirito di squadra, campagna acquisti, monte ingaggi, preparazione atletica, veterani ricostruiti e giovani predestinati: non stiamo parlando, però, di Mazzarri o Luis Enrique bensì del bello-e-bravo Brad Pitt nei panni del general manager degli Oakland Athletics. «L’arte di vincere» è candidato a cinque nomination, tutte meritate perché si tratta di un film bell’e pronto per entrare nella galleria dei classici americani in virtù delle recitazioni di gran classe, la sceneggiatura a orologeria, le finezze di locations, dialoghi e scenografie e le innate quanto durevoli qualità di un cinema che sa trasformare la verità e la quotidianità in mitografie. »

L’arte di vincere? Imparatela dai brocchi

di Fabio Ferzetti Il Messaggero

Torna Bennett Miller, il regista del notevole Capote con Philip Seymour Hoffman. Stavolta racconta come il manager di una squadretta di baseball trasforma un gruppo di mezzi brocchi in una macchina da guerra, ma paradossalmente lo fa riunendo un plotone di pezzi da novanta che va da Brad Pitt (protagonista e produttore) agli sceneggiatori Steven Zaillian (Schindler’s List) e Aaron Sorkin (The Social Network). Anche se il vero asso nella manica è un cicciottello di nome Jonah Hill che forma con Pitt una coppia irresistibile. »

L'arte di vincere | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Adriano Ercolani
Pubblico (per gradimento)
  1° | tom87
  2° | steelybread
  3° | riccardo t.
  4° | folsom
  5° | paolo bisi
  6° | kondor17
  7° | nfl 26
  8° | kalamaius
  9° | gianleo67
10° | jacopo b98
11° | puppodums
12° | paolo_89
13° | andrea alesci
14° | onufrio
15° | marco q.
16° | filippo catani
17° | salda91
18° | laerte
19° | 1962thor
20° | astromelia
Rassegna stampa
David Denby
Premio Oscar (6)
NYFCCA (2)
Golden Globes (4)
BAFTA (3)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 | 41 | 42 | 43 | 44 | 45 | 46 | 47 | 48 |
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 27 gennaio 2012
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità