In Time

Film 2011 | Thriller 109 min.

Regia di Andrew Niccol. Un film con Justin Timberlake, Amanda Seyfried, Cillian Murphy, Vincent Kartheiser, Olivia Wilde. Cast completo Titolo originale: In Time. Genere Thriller - USA, 2011, durata 109 minuti. Uscita cinema venerdì 17 febbraio 2012 distribuito da Medusa. - MYmonetro 2,89 su 107 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi
In Time
tra i tuoi film preferiti.




oppure

Will Salas ha venticinque anni da tre anni e la volontà di resistere in un mondo in cui il tempo che resta da vivere è denaro. Nel futuro di Will, uomini e donne sono geneticamente programmati per raggiungere i venticinque anni. In Italia al Box Office In Time ha incassato nelle prime 5 settimane di programmazione 4,1 milioni di euro e 1,4 milioni di euro nel primo weekend.

Consigliato sì!
2,89/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 2,71
PUBBLICO 2,86
CONSIGLIATO SÌ
La teoria del film è manifestazione dell'umanesimo che resiste al culto del capitale.
Recensione di Marzia Gandolfi
venerdì 17 febbraio 2012
Recensione di Marzia Gandolfi
venerdì 17 febbraio 2012

Will Salas ha venticinque anni da tre anni e la volontà di resistere in un mondo in cui il tempo che resta da vivere è denaro. Nel futuro di Will, uomini e donne sono geneticamente programmati per raggiungere i venticinque anni, età dopo la quale avranno diritto a un anno extra e a una vita affannata e consumata a guardare il proprio orologio biologico. Un timer digitale che segna ogni minuto, ora, giorno, mese, anno guadagnato lavorando o rubando. Figlio premuroso di una madre mai invecchiata, Will salva la vita a un uomo ricco di tempo che intuisce la sua nobiltà e lo ricambia con un secolo di vita. Un secolo che Will è deciso a investire, raggiungendo la Time Zone, dove i ricchi vivono blindati e a spese dei più miserabili, e sfidando l'ordine costituito. Lo aiuterà imprevedibilmente nell'impresa una ricca ereditiera dai grandi occhi e il grande cuore, pronta a ipotecare l'immortalità e a 'spendere' finalmente la propria vita.
Dentro un mondo futuribile e una scansione rigorosa degli spazi (il dentro e il fuori, il sopra e il sotto), Andrew Niccol si interroga sul nostro esserci in un orizzonte di senso in cui l'uomo ha definitivamente cessato di essere natura per diventare merce, trattabile e scambiabile sul mercato della vita. Come Gattaca quindici anni prima, In Time abita una società che contempla due classi e mutua i 'validi' e i 'non validi' in 'immortali' e 'mortali'. La prima classe è quella degli eletti, la seconda è quella dei dominati, dove si producono inevitabilmente l'antidoto e la turbativa. Alla maniera di Ethan Hawke, Justin Timberlake incarna l'impresa impossibile di un mortale che, destinato a una previsione di vita di pochi anni e poca speranza, si ribella al suo destino e a quello dei suoi simili attaccando letteralmente il cuore degli immortali. La sua inquietudine febbrile e il suo agire precipitoso, che contraddicono il muoversi flemmatico degli immortali, non mancano di colpire e innamorare l'algida bellezza di Amanda Seyfried, che fa il paio con quella 'artificiale' di Uma Thurman.
L'ereditiera del tempo, figlia irrequieta del mad man Vincent Kartheiser, imparerà a frequentare i sentimenti e a trasformare la nostalgia della vita in vita tra le braccia di un eroe popolare e sotto un carré rosso, fissato e resistente all'acqua e alle fughe. E se idealmente prossimo a Gattaca è pure il patto 'di sangue' tra il protagonista e un immortale che gli cederà generoso il secolo accumulato e il suo posto tra i privilegiati, In Time scarta la riflessione genetica a favore di quella socio-economica, muovendosi in quartieri abbandonati al loro destino di miseria endemica.
Niccol aggiorna il suo cinema alla crisi economica e alle logiche stringenti che si sono affermate nel mondo contemporaneo, focalizzando la sua attenzione sulle speculazioni e sul ridimensionamento del singolo davanti agli organismi di potere sempre più estesi e transnazionali. La teoria del film, come la sua materia, è manifestazione dell'umanesimo che resiste al culto del capitale e dell'accumulo 'temporale', misurando la disuguaglianza sociale. Il regista scrive, dirige e produce per questo un ribelle che insorge per rivendicare il valore dell'autodeterminazione politica degli individui e per manifestare il bene come forza materiale, fisica, determinante la vita, determinante per la vita.
Will è l'imprevisto che non si può impedire, è una corsa contro il tempo (ma per il tempo) che sfugge al controllo e ai controllori, è la peripezia dell'abbraccio, è un corpo abbracciato e da abbracciare per sentire finalmente il mondo nella propria carne.

Sei d'accordo con Marzia Gandolfi?
IN TIME
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+

-
-
-
-
-
-
TIMVISION
-
-
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
-
-
Infinity
TIMVISION
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 12 febbraio 2012
nfl 26

Dopo il cult Gattaca, Andrew Niccol torna con questo film fantascientifico, interpretato da un Justin Timberlake sempre più attore e costruito su di una trama non comune. "In Time" è ambientato in un'epoca futura dove l'uomo è geneticamente modificato, esso non può invecchiare oltre i 25 anni, una volta superati, all'uomo non rimane altro che un anno [...] Vai alla recensione »

domenica 22 luglio 2012
SergioFi

Il tempo è la cosa più preziosa di cui disponiamo. Eppure non facciamo che sprecarlo o, nel peggiore dei casi, lasciarcelo scippare da persone che immeritevoli. . Il tempo è danaro, dice un proverbio popolare. "Tempus inesorabile fugit", ammonisce il film “In time” di Andrew Niccol. In un futuro prossimo venturo non sono i soldi a scandire la vita degli umani, bensì lo scorrere inesorabile del tempo. [...] Vai alla recensione »

venerdì 10 febbraio 2012
Dario85

 “In time” il nuovo film di Andrew Niccol con Justin Timberlake, Amanda Seyfried e Olivia Wilde. La storia si svolge nel futuro, in un’epoca in cui non ci si scambia il denaro ma il tempo, perché è proprio questo il vero protagonista. I secondi, i minuti, le ore scorrono sempre inesorabili, ed è nell’eterna lotta per la sopravvivenza (soventi sono i [...] Vai alla recensione »

martedì 7 febbraio 2012
owanone

Non male questo film di fantascienza ambientato in un ipotetico futuro dove il denaro non esiste più ma solo il tempo. Tutti i pagamenti vengono realizzati in questo modo e qualcuno non riesce a 'guadagnarne' dell'altro in prossimità dello scadere di quello accumulato, allora si muore. Per cui anche i ladri non rubano soldi ma tempo. Inoltre tutti partono con 25 anni assicurati e poi per poter continuare [...] Vai alla recensione »

martedì 21 febbraio 2012
osteriacinematografo

 “In time” ipotizza un futuro in cui, per via del sovrappopolamento, il tempo viene monetizzato: a ciascuno è concessa una vita di venticinque anni più un anno extra, dopodiché ognuno deve cavarsela come può, rubando, scambiando, contrabbandando tempo. Il gene dell’invecchiamento è stato sconfitto, e si rimane giovani per sempre; naturalment [...] Vai alla recensione »

domenica 26 febbraio 2012
Nino Pell.

Ho visto il film ed il mio giudizio complessivo è positivo, in quanto ho assistito a due ore di spettacolo caratterizzate da buone scene di azione e momenti di sana tensione per noi spettatori. Ottima, poi, l'idea di base di utilizzare il tempo come unica e principale componente di riferimento per la vita futura degli uomini, nonché come indispensabile "prodotto da barattare" nell'ambito dei rapporti [...] Vai alla recensione »

domenica 16 settembre 2012
tonysamperi

In un epoca dove la moneta corrente è il tempo Will (Justin Timberlake - "Bad teacher", "Amici di letto", "The social network") vive alla giornata con la madre Rachel (Olivia Wilde - "House M.D.", "The next three days", "Cambio vita", "Cowboys and aliens"). Per capire bene come gira il mondo in questo film serve un estratto, [...] Vai alla recensione »

mercoledì 29 febbraio 2012
Filippo Catani

In un futuro più o meno prossimo è stato scoperto ed isolato il gene dell'invecchiamento. Fino a venticinque anni la vita è garantita per tutti poi è necessario comprare tempo per sopravvivere. Naturalmente i più ricchi potranno vivere tranquillamente per secoli (mantenendo un corpo perfettamente giovanile) mentre i meno abbienti dovranno compiere una vera e propria [...] Vai alla recensione »

mercoledì 2 gennaio 2013
caribe1999

Tanti film di fantascienza contemporanei propongono un "futuro" come pretesto per inserire un sacco di esplosioni realizzate con effetti digitali e alla fine il film è bello esteticamente, ma privo di originalità. "In Time" invece è stata una gradevole scoperta. Il futuro che ci viene presentato è quasi indistinguibile dal nostro presente, anzi è un mix di passato e futuro con qualche dettaglio [...] Vai alla recensione »

sabato 31 marzo 2012
Forackone

Un orologio che segna quanto tempo ci resta da vivere, tempo che si può spendere, guadagnare e che sostituisce il denaro; Città divise in zone orarie, per isolare i ricchi in quartieri di iper-lusso senza metterli a contatto con la durissima realtà dei quartieri più poveri, che loro sfruttano per arricchirsi ulteriormente; ma vivere per sempre è un sogno irrealizzabile per la maggioranza delle persone, [...] Vai alla recensione »

domenica 11 marzo 2012
giacomogabrielli

Una storia quanto mai attuale scritta e diretta da uno che se ne intende, Andrew Niccol, lo sceneggiatore di 'The Truman Show'. I bravi Justin Timberlake e Amanda Seyfried sono due personaggi ben riusciti calati in scene mozzafiato. Il plot è pressochè geniale, realizzato con un bel ritmo e fotografato bene. Il primo film ufficiale girato con la Alexa Studio, nuovissima cinepresa [...] Vai alla recensione »

venerdì 24 agosto 2012
Cenox

In un mondo futuristico in cui tutte le persone sono programmate geneticamente per non invecchiare più dell'età di 25 anni, e in cui tutto si paga col tempo, il protagonista è Timberlake, un ragazzo che abita nel ghetto, in mezzo alle persone più povere di tempo, che vivono alla giornata. L'incontro con un immortale (che equivale ad un soggetto molto ricco) stanco [...] Vai alla recensione »

venerdì 9 marzo 2012
Alfonso Nero

C’è una cosa che anche degli ipotetici detrattori di Andrew Niccol non potrebbero negare: il regista neozelandese non si preoccupa solo di creare film, bensì mondi. Lasciando un attimo da parte la loro credibilità, basta dare un rapido sguardo alla sua filmografia. Qualunque sia la pellicola in cui, a vario titolo, appare il suo nome, il contesto è sempre il vero protagonista della scena.

sabato 18 marzo 2017
emanuele marchetto

Nell'anno 2169, le persone sono geneticamente programmate per invecchiare soltanto fino a 25 anni: dopodiché un timer che tutti hanno sul braccio inizia un conto alla rovescia, che dura solo un altro anno, al termine del quale l'individuo morirà all'istante. Questo limite può essere esteso lavorando. In pratica "il tempo è denaro", infatti viene utilizzato [...] Vai alla recensione »

domenica 15 settembre 2013
jacopo b98

 In un futuro non precisato gli uomini crescono fino a venticinque anni e poi smettono di invecchiare perché sul loro braccio si attiva un cronometro a tempo. Quando quest’ultimo si esaurisce la persona muore. Bisogna perciò guadagnarsi tempo lavorando. Ogni cosa; cibo, vestiti, pedaggi autostradali; costa tempo. Il venticinquenne, da tre anni (quindi ventottenne) Will (Timberlake) [...] Vai alla recensione »

martedì 15 aprile 2014
kondor17

Bella l'idea della vita a tempo, con tanto di timer sottopelle  (ma, neanche una parola al riguardo?). 25 anni massimo a meno che non ti guadagni prolungamenti lavorando, o rubando. Ma l'età fisica si blocca comunque a 25 anni, anche se ne hai 100. Vieni pagato in minuti ore anni e nei casinò ti giochi i millenni o gli eoni.

sabato 12 gennaio 2013
ultimoboyscout

Neozelandese trapiantato ad Hollywood, Andrew Niccol ha immaginato un futuro non troppo lontano in cui solo i ricchi restano giovani e vivi per sempre. Ma la ricchezza non rappresentata dal denaro, bensì dal tempo. Come la maggior parte delle sue storie, Niccol racconta di una società distopica in cui si smette di invecchiare a 25 anni, un caffè costa una manciata di minuti e Justin [...] Vai alla recensione »

mercoledì 8 febbraio 2012
martalari

VISTO "IN TIME" esce il 17 MOLTO FIKO !! "Who Wants To Live Forever....Chi Vuol Vivere Per Sempre? " Cantavano i Queen Il tempo e' diventato un lusso e "In time" e' un film cosi' intenso che usciti dalla sala nasconderete ogni sveglia e vi darà fastidio vedere ogni altro orologio digitale che avete in casa. "In time" parla di un futuro dove il caffè si paga scalando sullo scanner della [...] Vai alla recensione »

mercoledì 14 marzo 2012
ZeroOscar

Per la maggior parte del tempo ho pensato "ma perche' sono qui, cosa sto facendo, perché non esco dallla sala e non vado a gurdare il mare, baciare mia moglie, abbracciare mio padre ". Credo che questo sia uno dei pochi film talmente brutti da farti riflettere su come inpieghi il tuo tempo .  Andando con ordine: l'idea del mondo che ha sostituito il tempo al denaro è [...] Vai alla recensione »

martedì 6 marzo 2012
Amefuccino

Il film cattura l'attenzione dall'inizio alla fine, la trama è unica e coinvolgente e gli attori sono più che bravi. Peccato che il doppiaggio lasci un pò a desiderare, ovvero i discorsi sono un pò troppo piatti e privi di pathos ma gli attori sono comunque molto bravi e i doppiatori italiani come sempre sono tra i migliori al mondo. Un ottimo Justin Timberlake che si conferma sempre più attore oltre [...] Vai alla recensione »

giovedì 1 marzo 2012
ObiWan

Per quanto l'idea iniziale sia sconcertante e indubbiamente cattura la nostra attenzione facendoci riflettere su un mondo spiateto. Il film ha una trama molto poco credibile "non bisogna essere realisti ma almeno credibili" Il personaggio principale,un discreto Justin Timberlake , è principalmente un uomo comune che ha un lavoro comune e pensieri comuni,vive in una zona povera [...] Vai alla recensione »

domenica 19 febbraio 2012
alemestre

Il tema complessivamente meritava...ma poi il finale buttato la...alcuni momenti molto lenti, hanno banalizzato il tutto. Mi è parso durante la visione che alcune cose non fossero state minimamente pensate, e che gli attori in certi punti non fossero all'altezza delle aspettative. in finale pongo alcune domande che mi son fatto mentre guardavo questa pellicola: Ma il regista non poteva articolare [...] Vai alla recensione »

sabato 10 marzo 2012
glenn_glee

Un film che dal trailer crea molte aspettative nello spettatore, un' idea brillante, originale che, però, viene sviluppata male e banalmente dal regista Niccol. La storia parte bene, è accattivante nella prima mezz'ora poi, da quando il protagonista Timberlake decide di rapire la ricca e bella Seyfried, il film comincia a perdere colpi minuto dopo minuto e svela tutta la sua inconsiste [...] Vai alla recensione »

giovedì 15 marzo 2012
Sandro Roy

Non mi ha convinto per niente. Un futuro dove il tempo è l’unica valuta di scambio possibile per combattere il sovrappopolamento. Con il tempo compri, mangi vivi e al contempo muori. Questa è l’idea di futuro agli occhi di Andrew Niccol (Gattaca e Lord of War). Un futuro dove la distinzione tra le classi sociali è estremamente marcata e il tempo di vita a disposizione [...] Vai alla recensione »

domenica 19 febbraio 2012
AngryClockworkOrange

Questa sera, per diletto personale e della mia lei, mi sono regalato il piacere di una serata cinefila a base di uno dei tanti film promettenti di questo periodo... o perlomeno queste erano le mie intenzioni. Il film parte molto bene: la sceneggiatura pare brillante nei primi minuti di pellicola e sembra tutto girare nel verso giusto, in quanto l'universo di Niccol appare intrigante,freddo,duro e coinvolgen [...] Vai alla recensione »

giovedì 27 settembre 2012
soundthousend

Ottimo film... La trama è originale, semplice e significativa... Gli attori bravi e adatti al ruolo... Ovvio che si intuisce che si poteva fare di + ... ma nel complesso il FILM c'è... Il messaggio è forte e chiaro , come è chiara la metafora usata per raccontare la storia... Leggendo i commenti qui sul forum, ho avuto ancora di + la percezione di come [...] Vai alla recensione »

venerdì 28 settembre 2012
soundthousend

Quando la società uccide tua madre... Quando i potenti schiacciano il popolo... Quando la paura ci porta ad essere egoisti... a non vedere chi soffre e muore davanti a noi... Questo racconta IN TIME... con una trama semplice e allo stesso TEMPO originale... Un film metaforizzato e stilizzato all'estremo ...  L'azione non manca ma è solo per tenere in [...] Vai alla recensione »

martedì 25 settembre 2012
Luca V.

Bel film...molto originale

lunedì 24 settembre 2012
Paopon

Ecco la Fantascienza che preferisco, quella lontana dai roboanti effetti speciali, tutta focalizzata sulle meraviglie che ci prepara il futuro (stile il tanto osannato Avatar), ma che offre molti spunti di riflessione (per non dire di maggior spessore culturale). Un futuro presentato come distopico, mai come di questi tempi avvertito come ‘vicino’.

sabato 25 febbraio 2012
Dario85

volevo dare più stelle. ma questo film ha talmente tanti difetti, che alla fine do una stella solo per l'idea.  penso che ormai molta gente si accontenti di vedere un film in cui ci sono personaggi che scorrazzano qua e là, fanno inseguimenti molto improbabili con le macchine, scontro buoni vs cattivi , poi chi se ne frega dell'illogiità di molte scene (come la [...] Vai alla recensione »

giovedì 16 febbraio 2012
renato volpone

Splendido film d'azione che cattura fin da subito l'attenzione dello spettatore e lo porta dalla parte degli splendidi protagonisti, belli e bravi, justin timberlake e Amanda seyfried. Senza respiro si contano i minuti che servono ai personaggi del film per sopravvivere, chi per il quotidiano, chi per la vita eterna. Metafora della società moderna e delle sue crisi,  ma pure collocabile [...] Vai alla recensione »

mercoledì 15 febbraio 2012
hollyver07

...un interprete principale (presunto attore...) ridicolo.

mercoledì 29 febbraio 2012
gabrielhanelli

bello

martedì 21 febbraio 2012
SILVIA63

In Time e' un film molto particolare ed un po' inquietante. Mi ha molto colpito l'idea del tempo usato come moneta, uomini immortali perché ricchissimi di tempo ed altri destinati a morire poco dopo aver compiuto i venticinque anni. Molto bravo Justin Timberlake nella parte del protagonista che cerca, come un moderno Robin Hood, di ridistribuire questa ricchezza, di rubare il tempo [...] Vai alla recensione »

giovedì 23 febbraio 2012
NEDDY11

bellissimo film con una trama che rispecchia la realta in modo perfetto utilizzando il tempo... Come immaginazione e scenografia 100000000000000000000000000000000000000000000000

domenica 19 febbraio 2012
Dario85

Originale film di fantascienza-fantapoitica, ambientato in un futuro dickiano e vagamente retrò: l'ambientazione ricorda gli anni '50, lo spunto è geniale (il tempo al posto del denaro), la tematica è molto attaule: pensiamo alle crisi finanziarie, alla disoccupazione, alle rivoluzioni, alle rivolte intorno a noi, ai giorni difficili del nostro presente.

sabato 3 marzo 2012
Dario85

Un'idea abbastanza buona mal sfruttata; alla fine si ha la sensazione di un fumetto mancato, più che di un film; vuoto di sentimenti e di espressioni, sembra si sia fermato al momento della stesura provvisoria e, alla fine, non entra nel cuore. Peccato.

domenica 26 febbraio 2012
whitedemon

Un film che tiene incollato alla poltrona lo spettatore per tutto il tempo. I due protagonisti principali risultano essere un ottimo compromesso tra passione e coraggio ostentato. Interpretati da Justin Timberlake nei panni di un giovane ragazzo nato nel bronx, che cerca di cambiare la sua vita ribellandosi ad un sistema che tiene sul filo del rasoio la sua vita e quella degli altri abitanti; affiancato [...] Vai alla recensione »

mercoledì 29 febbraio 2012
giorgia81

non sono una critica a livello tecnico, ma per me il film è veramente originale: ogni umano ha un orologio sul braccio che si attiva a 25 anni e segna un anno, il tuo bonus che serve, oltre che per vivere, anche per pagare tutte le cose che si usano quotidianamente. si segna un netto confine tra le classi sociali: i ricchi hanno secoli mentre i poveri devono lottare per arrivare a [...] Vai alla recensione »

giovedì 8 novembre 2012
Onufrio

Il modo comune di dire "Il tempo è denaro", in questo film trova pienamente la sua efficacia. Non c'è moneta in giro, solo del tempo, fino a 25 anni vivi da "normale" dopo scatta nel braccio di ogni individuo una specie di orologio,ed ha inizio la tua corsa contro il tempo per sopravvivere; Che sia tempo o denaro il problema però è [...] Vai alla recensione »

giovedì 23 febbraio 2012
psyland

Fa quello che deve fare...mettere tensione al pubblico in un azione discretamente serrata e ben studiata. Il ritmo è buono. Ma da un idea così particolare mi aspettavo un analisi più profonda, una storia più articolata. Il mondo del "tempo al braccio" non viene spiegato in nessun punto, e dobbiamo così prendere tutto per buono. La cosa che mi ha amareggiato di più è comunque la riduzione della storia [...] Vai alla recensione »

martedì 8 luglio 2014
CIC99

Ho guardato il film molte volte ma soprattutto ho ascoltato le colonne sonore del film stesso!... Non molti capiranno il vero concetto di tempo perche la loro mentalità non ha il TEMPO di pensarci su!. È vero che i ricchi potranno avere un futuro stabile e felice mentre malamente i poveri o comuni mortali penseranno al vivere di giorno in giorno nella vita sperando forse a una furtuna trovata anche [...] Vai alla recensione »

mercoledì 22 gennaio 2014
toty bottalla

Tempo al posto del denaro, l'avidità umana rappresentata in un film che sembra un videogioco playstation in cui tutto è freddo ed evanescente, nonostante tutto credo che, per realizzare questa roba a qualcuno deve piacere...beato lui! Saluti.

domenica 18 agosto 2013
SharkL

Non mi ha deluso per niente, quando sono andato a vederlo all'inizio pensavo che non mi avrebbe interessato più di tanto e invece mi ha fatto abbastanza entusiasmare.

martedì 1 gennaio 2013
andre89LOST

Capita raramente di vedere dei film di azione che abbiano degli spunti interessanti come quelli presenti in "In Time". Questa pellicola scorre via molto piacevolmente tra belle scene di azione e un po' di angoscia.  Consigliato. Voto: 8

venerdì 21 settembre 2012
Liuk!

Tra "Bonnie e Clyde" e "Robin Hood", questo "In Time" lascia il segno per originalità del plot e realizzazione. Scenari piatti e malinconici uniti a due protagonisti vagamente decadenti, creano una buona atmosfera, ideale per lo sviluppo di una storia interessante e coinvolgente. Il prodotto non è di primissima fascia, siamo ben lontani dal capolavoro, ma si lascia guardare ed intrattiene lo spettatore. F [...] Vai alla recensione »

giovedì 23 febbraio 2012
Spike

Buonissima idea che si risolve nel banale. Cosa sarebbe stato questo soggetto nelle mani di Kubrick o di Nolan?

giovedì 27 dicembre 2012
Heisenberg

Per un amante della fantascienza non mi ha affatto deluso,,

giovedì 23 febbraio 2012
davidedadda

un film veramente ben pensato...uno dei migliori ke abbia visto!

martedì 21 febbraio 2012
Wounded Knee

Bella l'idea e anche l'intenzione, peccato che poi si cade nel solito inseguimento dei cattivi ai buoni. Oltre a Gattaca con Etan Hawke o Uma Thurman, poteva ricordare anche lo stesso attore con Scarlett Joansson in The island, oppure tanti altri. Purtroppo per spettacolarizzare il film c'è bisogno anche di questo, ma nello specifico trovo che il 90% dell'intera durata sia un po troppo.

Frasi
"Quanto tempo ti è rimasto?"
"Solo un giorno!"
"In un giorno si possono fare tante cose!"
Una frase di Will Salas (Justin Timberlake)
dal film In Time - a cura di Gianluca
"Cosa faresti se avessi tutto questo tempo su quell orologio?"
"Smetterei di guardarlo. Ma se avessi tutto quel tempo non lo sprecherei."
Una frase di Will Salas (Justin Timberlake)
dal film In Time - a cura di Fede
"Non mi interessano le ore della giornata, ma che non mi sfugga il tempo dalle mani…"
Una frase di Will Salas (Justin Timberlake)
dal film In Time - a cura di asromaforever
Sylvia Weis: "E adesso che facciamo, rubiamo?"
Will Salas: "È rubare se è già stato rubato?"
Dialogo tra Will Salas (Justin Timberlake) - Sylvia Weis (Amanda Seyfried)
dal film In Time - a cura di Pablo Traversa
''Per pochi immortali la maggioranza deve morire''
Una frase di Henry Hamilton (Matt Bomer)
dal film In Time - a cura di Daniela
"Ho poco tempo. Non ho tempo per capire come sia successo, funziona cosi. Siamo geneticamente progettati per smettere di invecchiare a venticinque anni. Il problema? È che viviamo solo un altro anno… se non guadagnamo altro tempo, il tempo è la valuta in corso. Lo guadagnamo e lo spendiamo. I ricchi posso vivere per sempre, invece noi. Voglio solo svegliarmi senza che il tempo mi sfugga dalle mani..."
Una frase di Will Salas (Justin Timberlake)
dal film In Time - a cura di andrea
"E' rubare se è già stato rubato?"
Una frase di Will Salas (Justin Timberlake)
dal film In Time - a cura di antonella
"Non siamo destinati all'eternità."
Una frase di Sylvia Weis (Amanda Seyfried)
dal film In Time - a cura di Chiara
"Nessuno dovrebbe essere immortale, anche se costasse una sola vita!"
Una frase di Will Salas (Justin Timberlake)
dal film In Time - a cura di Claudio
"I poveri muoiono, i ricchi non vivono"
Sylvia Weis (Amanda Seyfried)
dal film In Time - a cura di Tommaso
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Giulia D'Agnolo Vallan
Il Manifesto

La razza umana ha vinto la sua lotta contro il tempo: si smette infatti di invecchiare all'età di venticinque anni. Da lì in avanti, ogni giorno e ogni ora, sono a pagamento. I ricchi, isolati in una fortificata cittadella del lusso, diventano essenzialmente immortali. I poveri, in quartieri squallidi e pericolosi, devono lottare per sopravvivere l'istante successivo, vendendo e riacquistando ore e [...] Vai alla recensione »

Francesco Alò
Il Messaggero

Nel futuro, il tempo è diventato denaro. Si vive spensieratamente fino a 25 anni, poi ci si guadagna ogni secondo di vita restante. Vantaggi: conserverai per sempre il tuo aspetto da 25enne. Svantaggi: l'orologio al quarzo che ti compare sull'avambraccio ti regala un anno iniziale ma poi sei tu a doverti guadagnare i secondi futuri. Sei ricco: ti muovi flemmatico.

Paola Casella
Europa

Si inserisce nel recente filone dei film d’azione che riflettono sul valore del tempo questo thriller scritto e diretto dall’autore di Gattaca e ambientato in una società in cui il tempo è, letteralmente, denaro: la gente possiede solo 25 anni “in dotazione”, dopodiché deve procurarsi ogni momento ulteriore di vita lavorando o rubando. Il 28enne Will (Timberlake) viene dal ghetto, ovvero il luogo [...] Vai alla recensione »

Michele Anselmi
Il Riformista

Capitalismo darwiniano allo stato puro: se il tempo è denaro, come teorizzò Benjamin Franklin, “In Time” estremizza il concetto in chiave di fantascienza ammonitoria. Il film di Andrew Niccol, regista di “Gattaca” e sceneggiatore di “The Truman Show”, è di quelli dove l’idea è più bella dello svolgimento, nel senso che lo spunto ingegnoso non regge alla distanza.

Gianni Canova
Il Fatto Quotidiano

Venticinque anni: il limite è quello. Appena li compi, non cresci più. Non invecchi più. Resti come sei per tutto il tempo che ti resta. Quanto? Dipende. Non dalla biologia, ma dall’economia. Nel mondo messo in scena da Andrew Niccol in In Time i ricchi hanno a disposizione un capitale di secoli, mentre il display digitale tatuato sull’avambraccio dei poveri indica sempre una disponibilità temporale [...] Vai alla recensione »

Roberto Nepoti
La Repubblica

Sarà magari un tentativo a freddo per ingraziarsi i giovani che occupano Wall Street, ma ormai i nuovi cattivi di Hollywood sono le banche. In questo racconto di fantascienza alla Philip Dick si chiamano “agenzie del tempo”, custodiscono nei forzieri milioni di anni e li mettono a disposizione dei ricchi. Sì, perché nel futuro la metafora “iltempo è denaro” va presa alla lettera: attraverso una specie [...] Vai alla recensione »

Matteo Bittanti
Rolling Stone

In un certo senso, In Time, (in originale, Now )esemplifica l afantascienza in quanto tale: un genere ricco di idee, ma spesso incapace disupportare l’output creativo dei suoi autori con un’esecuzione altrettanto convincente. L’esempio paradigmatico è Philip K. Dick le cui geniali invenzioni sono penalizzate da una prosa inelegante e farraginosa. Scritto e diretto da Andrew Niccol, sceneggiatore di [...] Vai alla recensione »

NEWS
GALLERY
martedì 14 febbraio 2012
 

Scritto e diretto da Andrew Niccol, autore della sceneggiatura di The Truman Show, In Time è ambientato in un futuro in cui il processo d’invecchiamento si ferma a 25 anni. L’unica maniera per restare vivi è guadagnare, rubare o ereditare tempo.

VIDEO
lunedì 6 febbraio 2012
Nicoletta Dose

Il mondo gira intorno all'ossessione per la giovinezza. Solo in pochi riescono ad affrontare l'inevitabile decadimento fisico con serenità ed equilibrato spirito d'accettazione. Il regista Andrew Niccol (candidato all'Oscar per lo script di The Truman [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati