Babycall

Acquista su Ibs.it   Dvd Babycall   Blu-Ray Babycall  
Un film di Pal Sletaune. Con Noomi Rapace, Kristoffer Joner, Vetle Qvenild Werring, Stig R. Amdam, Maria Bock.
continua»
Titolo originale Babycall. Thriller, durata 96 min. - Norvegia 2011. - Nomad Film uscita venerdì 31 agosto 2012. MYMONETRO Babycall * * 1/2 - - valutazione media: 2,82 su 17 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
2,82/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * 1/2 - -
 critican.d.
 pubblico * * - - -
   
   
   
Un thriller agghiacciante, con la protagonista svedese per eccellenza: Noomi Rapace.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Un'intensa interpretazione di Noomi Rapace per un thriller sulla mania del controllo
Nicoletta Dose     * * 1/2 - -

Anna vive al buio, nel silenzio di un appartamento, ai piani alti di un palazzone di periferia. Adora suo figlio Anders di otto anni, lo protegge al punto da preferire l'insonnia per poterlo sorvegliare durante la notte - anche attraverso un babycall acquistato di recente. Il suo comportamento ossessivo non è solo la logica conseguenza dell'amore smisurato di una madre per il figlio; dietro alla sua esagerata preoccupazione si nasconde la paura di essere vittima, ancora una volta, dell'ex compagno violento. A poco a poco però le sue abitudini cominciano a diventare sempre più ossessive, comincia a sentire delle interferenze inquietanti al suo babycall, sospetta dei vicini di casa e la realtà si confonde con l'immaginazione. Solo l'incontro con Helge, timido commesso in un negozio di elettrodomestici, potrebbe rappresentare l'occasione del riscatto.
Dopo aver interpretato la cyber punk Lisbeth nella trilogia di Larsson, l'attrice Noomi Rapace porta con sé un'aura di inquietudine. Il suo personaggio, smanioso di controllare tutto, non sorride mai, vive nell'ombra e si dedica costantemente a salvaguardare un apparente equilibrio mentale, ormai reso troppo precario da un passato di violenze e soprusi. Pål Sletaune sembra aver scelto la Rapace che, per questo ruolo ha vinto il premio come miglior attrice al Festival Internazionale del Film di Roma 2011, proprio perché la sua filmografia è connotata da numerosi ruoli che la vedono come eroina costretta a sopravvivere al buio per poter rimuovere gli inganni del passato (accadeva anche in Beyond di Pernilla August). La presenza della Rapace rende così il film credibile e convincente, anche se la vicenda, mano a mano che il film prende corpo, perde la forza narrativa delle prime sequenze iniziali.
Sono svariati i temi che ruotano attorno alla figura vulnerabile della protagonista: la violenza infantile, l'ansia del controllo, la mancanza di fiducia verso il prossimo, intesa come patologia sociale. Mentre Anna cerca di vivere un'esistenza 'normale', tutto ciò che la circonda sembra far parte di un piano per dirle di stare attenta, di agire con cautela per trattenere gli slanci vitali. La sceneggiatura riesce a mantenere un buon ritmo, grazie anche ad un'equilibrata alternanza di chiaro e scuro che supporta i momenti di tensione (con il nero delle immagini notturne, illuminate da fugaci sprizzi di luce) e fa salire la tensione al punto da disorientare anche lo spettatore più attento.
Babycall intrattiene e tocca, senza però andare molto in profondità, alcune tematiche difficili da rendere sul grande schermo; riesce così ad essere allo stesso tempo, un buon thriller e una rappresentazione del grigiore sociale di molte periferie metropolitane.

Incassi Babycall
Primo Weekend Italia: € 9.353
Sei d'accordo con la recensione di Nicoletta Dose?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
60%
No
40%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Babycall

premi
nomination
Roma Film Festival
1
0
* * * * -

Cresce la tensione

mercoledì 2 novembre 2011 di renato volpone

Bel thriller psicologico basato sulla violenza fatta ai bambini. Una madre e il figlio di otto anni vengono alloggiati dai servizi sociali in un grande palazzo alla periferia di Oslo, per farli sfuggire dal padre violento. Ben presto si scopre che la madre è un po' nevrotica e visionaria, inoltre, accanto al bambino appare un altro piccolo amico molto misterioso. Il tutto condito da voci di violenze che giungono per interferenza al baby call che la madre continua »

* * * * -

In bilico tra il mondo reale e l'aldila.

giovedì 4 ottobre 2012 di ashtray_bliss

Anna, e' apparentemente una madre premurosa, forse fin troppo, che adora suo figlio in modo sviscerato. Tanto che questo amore diventa quasi ossessivo. Anna, perde quasi totalmente il sonno per controllare suo figlio, Anders di 8 anni. E non solo: preferisce che il bambino dorma insieme a lei nella camera matrimoniale piuttosto che nella sua cameretta, vorrebbe impedire al figlio di andare a scuola e insegnargli a casa, e alla fine decide di acquistare un babycall per monitorarlo anche quando continua »

* - - - -

Così freddo è brutto

mercoledì 2 novembre 2011 di peppe.simeone

Una donna nevrotica e ansiosa installa un "babycall" nella cameretta del figlio di otto anni per poterlo controllare durante la notte.  Di una lentezza cronica e quasi genetica, che affronta il tema della violenza domestica sui figli in maniera retorica e banale. La trama poi sembra contenere solo questo: l'assenza di un controno avvilisce sin da subito anche gli spettatori più attenti ed il clima di ambiguità cerca solo di rendere più interessante, fallendo, continua »

* * - - -

Thriller incompiuto con una intensa rapace

mercoledì 12 settembre 2012 di donni romani

Presentato in anteprima al Festival Internazionale del Film di Roma 2011 il thriller scandinavo con Noomi Rapace risulta un bozzetto incompiuto, capace di fascinazione in alcune scene e però mancante in fase risolutiva, quando si tratta di dare corpo al soggetto. Anna è una madre in fuga, il figlio Anders è sopravvissuto alla violenza del padre che ha tentato di ucciderlo e lei lo difende da ogni contatto esterno, arrivando perfino a comprare un babycall per controllarlo durante la notte, anche continua »

Anna (Noomi Rapace)
"Come sai che i tuoi ricordi sono reali?"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

DVD | Babycall

Uscita in DVD

Disponibile on line da giovedì 24 gennaio 2013

Cover Dvd Babycall A partire da giovedì 24 gennaio 2013 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Babycall di Pal Sletaune con Noomi Rapace, Kristoffer Joner, Vetle Qvenild Werring, Stig R. Amdam. Distribuito da Cecchi Gori Home Video. Su internet Babycall (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS.

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film Babycall

NEWS | In streaming il 21 gennaio e da giovedì 24 gennaio disponibile in dvd.

Su mymovieslive!

lunedì 21 gennaio 2013 - Nicoletta Dose

Babycall su MYMOVIESLIVE! L'attrice Noomi Rapace è stata spesso interprete di personaggi inquieti e tormentati. Dalla popolare Lisbeth, protagonista della trilogia cinematografica tratta dai romanzi di Larsson, alla madre terrorizzata di Babycall, ci sono stati diversi ruoli, spesso vitali nell'oscurità di un mondo che non lascia spazio alla speranza. Diretta da Pål Sletaune, l'attrice incarna un personaggio contraddittorio (la sua interpretazione è stata premiata con il Marc'Aurelio come miglior attrice al Festival Internazionale del Film di Roma 2011) che, fin dall'inizio, incuriosisce lo spettatore.

   

NEWS | Un thriller con la star svedese Noomi Rapace. In streaming fino al 7 ottobre.

Su mymovieslive!

lunedì 10 settembre 2012 - a cura della redazione

Babycall su MYMOVIESLIVE! Anna vive al buio, nel silenzio di un appartamento, ai piani alti di un palazzone di periferia. Adora suo figlio Anders di otto anni, lo protegge al punto da preferire l'insonnia per poterlo sorvegliare durante la notte – anche attraverso un babycall acquistato di recente. Il suo comportamento ossessivo non è solo la logica conseguenza dell'amore smisurato di una madre per il figlio; dietro alla sua esagerata preoccupazione si nasconde la paura di essere vittima, ancora una volta, dell'ex compagno violento.

   

di Paola Casella Europa

Un thriller norvegese che non sa decidere se virare verso l’horror o rimanere impastoiato nelle complicazioni psicologiche della mente, soprattutto femminile. La protagonista Anna (Rapace, della saga cinematografica svedese Millennium) è una madre in fuga dalle violenze dell’ex marito che trascina con sé un bambino di otto anni, marcandolo stretto per paura che possa cadere di nuovo nelle grinfie del padre. Fra gli stratagemmi di controllo, Anna acquista un interfono di quelli che si usano per ascoltare il sonno dei neonati da una stanza all’altra. »

Babycall | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Nicoletta Dose
Pubblico (per gradimento)
  1° | ashtray_bliss
  2° | renato volpone
  3° | donni romani
  4° | de lorean
  5° | cenox
  6° | peppe.simeone
Rassegna stampa
Paola Casella
Roma Film Festival (1)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 |
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 31 agosto 2012
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità