MYmovies.it
Advertisement
La strada dei fiori di Miral, il libro

Una Gerusalemme al femminile che ha incantato la fantasia di Julian Schnabel.
di Fabio Secchi Frau

La recensione ***

mercoledì 22 settembre 2010 - Libri

La recensione ***
Una donna che avrebbe voluto fare di più nella vita per la sua Gerusalemme e per i suoi abitanti; una madre che sogna di poter dare alle proprie figlie un futuro migliore del suo; una ragazza che sente il peso della “normalità” della guerra isrealo-palestinese. È quest’ultima la vera protagonista del libro, Miral (che è il nome di un fiore raro che sboccia nel deserto dopo la pioggia, giallo all’esterno e dal cuore rosso), giovane ragazza araba che nonostante la difficile situazione politica vive storie d’amore, amicizia e solidarietà intorno a lei. Il tutto grazie agli insegnamenti della sua benefattrice, Hindi Husseini, fondatrice di una scuola per ragazze nel 1948 e al sentimento di affetto sconfinato per sua sorella che, confusa e da lei dipendente, non può fare a meno di lei. E Miral, in realtà, cerca anche se stessa e risposte ai grandi quesiti. Il libro è un po’ una risposta a tutti quelli che pensano che la figura delle donne in nazioni come la Palestina sia inferiore a quella degli uomini. Rula Jebreal ha una prosa dettagliata e pungente, vera come vere sono le storie che racconta, convincente e soprattutto poco borghese e polverosa, come polverose sono le strade di Gerusalemme.

In sintesi
Hindi Husseini è una donna in Palestina. Secondo la tradizione potrebbe fare molto poco per il suo popolo, ma lei proprio non ci sta e da sola fonda nel 1948 un istituto per il sostegno e l’istruzione dei bambini rimasti orfani sotto il conflitto israelo-arabo. Fra loro, dentro quelle mura, cresce Miral, una delle preferite di Husseini, che vorrebbe fare di più fra rabbia, orgoglio nazionale delle sue origini e ribellioni adolescenziali.

L’autore
Rula Jebreal, nasce ad Haifa il 24 aprile 1973, figlia di un commerciante arabo israeliano di Gerusalemme Est e guardia della moschea di al-Aqsa. Cresce a Gerusalemme, studiando nel collegio Dar-At-Tifel, dove si diploma nel 1991, facendo anche volontariato nei campi profughi palestinesi. Nel 1993, ottenuta una borsa di studio del governo italiano per studenti stranieri di Medicina, si trasferisce a Bologna, dove lavora inizialmente in un ospedale psichiatrico. Dopo un incidente, inizia a collaborare come giornalista di politica estera con Il Resto del Carlino, Il Giorno, Il messaggero, La Nazione. È la prima donna straniera a condurre un telegiornale in Italia (sulla rete La7). Dopo una relazione con l’artista Davide Rivalta, ha una figlia, Miral. Nel 2005, conduce “Pianeta 7”, rubrica di approfondimento di esteri, poi passa a “Omnibus Estate”, “Omnibus” e, infine “Annozero” con Michele Santoro e “Onda anomala”. Per la casa editrice Rizzoli ha pubblicato due romanzi, “La strada dei fiori di Miral” (2004) e “La sposa di Assuan” (2005). Attualmente trasferitasi a New York, è l’attuale compagna di Julian Schnabel che ha tratto un film dal suo primo libro.

news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso