Amore 14

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Amore 14  
Un film di Federico Moccia. Con Veronica Olivier, Beatrice Flammini, Flavia Roberto, Raniero Monaco Di Lapio.
continua»
Commedia, Ratings: Kids+13, durata 95 min. - Italia 2009. - Medusa uscita venerdì 30 ottobre 2009. MYMONETRO Amore 14 * - - - - valutazione media: 1,48 su 65 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato assolutamente no!
1,48/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * 1/2 - - -
 critica * 1/2 - - -
 pubblico * 1/2 - - -
   
   
Dall'omonimo libro di Federico Moccia, un film che racconta l'amore e i sogni dei quattordicenni.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Un nuovo capitolo della filiera Moccia dove trionfano leggerezze e complicità da rivista femminile
Edoardo Becattini     * * - - -

Carolina detta Caro è una ragazza graziosa e solare che vive nel suo piccolo grande universo di tredicenne. Questo è composto dalla famiglia, dal padre infermiere, dalla madre che lavora in una stireria, dall'arcigna sorella maggiore e da Giovanni detto Rusty James, il fratello più grande per il quale ha una venerazione, oltre che dalle sue migliori amiche, Claudia detta Clod e Alice detta Alis. Assieme a queste, Caro scandisce il suo ultimo anno alle scuole medie in base all'evolversi dei palpiti e dei sussulti d'amore. Dopo aver finalmente incontrato il ragazzo dei suoi sogni ed aver perso il suo numero di cellulare, Caro trascorre infatti l'intero anno scolastico in attesa di poter rincontrare il suo principe azzurro dalla giacca di pelle e dai riccioli ribelli, cercando di capire cosa è amore e come lo si mette in pratica. Nel frattempo, l'adorato fratello maggiore abbandona gli studi di medicina contro il volere del padre per lavorare in una casa editrice e far pubblicare un suo romanzo. Ma anche i desideri dei ventenni sono difficili da realizzare.
Il segreto del successo di Federico Moccia sta nella semplificazione, nel cercare una complicità con le coscienze confuse delle giovani adolescenti tramite la rappresentazione leggera di un'età universalmente identificata come complessa. L'idea è più o meno la stessa che sta dietro al successo di certe riviste popolari teen: schematizzare e semplificare i problemi e il disorientamento delle adolescenti e affrontare, senza timore di essere troppo precoci, quei temi che il mondo dei "grandi" considera ancora tabù, rendendoli accessibili e facilmente gestibili. Il suo lavoro consiste sostanzialmente nel convertire in materia letteraria quegli articoli di pochi paragrafi e nel dare movimento ai quadri di quei fotoromanzi a puntate. Nel passaggio dalla carta alla pellicola, Moccia segue lo stesso approccio, sapendo bene che la semplificazione deve passare attraverso l'estetica e perciò richiede una certa attenzione riguardo ai gusti effimeri e disparati degli adolescenti. Per questo motivo costruisce il suo film passando in rassegna tutte le mode e i fenomeni tecnologici del momento, con il passo innocente e ruffiano di chi conosce le pratiche del cinema sugli adolescenti e sa che meno problematicamente li si rappresenta e più il successo sarà garantito. Anche i protagonisti maschili rispondono ai canoni di un immaginario femminile infantile: Massi, il ragazzo dei sogni di Carolina, è sosia di Riccardo Scamarcio e ha il portamento e la sfrontata sicurezza di un giovane Marlon Brando, mentre il fratello maggiore si chiama Rusty James perché dovrebbe somigliare al personaggio di Matt Dillon in Rusty il selvaggio ed è un aspirante scrittore con il fisico da modello di biancheria intima.
Alle rappresentazioni di un'adolescenza sguaiata e triviale come quelle dei teen movies americani o a quelle di giovani turpi e dissolute come le protagoniste di Thirteen, Moccia preferisce quindi le acque tiepide e placide di un tempo delle mele più dinamico e meno sentimentale, adattato al tessuto sociale della gioventù romana e ritmato dai diversi generi dei brani che compaiono sulle classifiche più recenti. Nel Moccia-mondo, filiera artistica che procede a ritmi serrati, si ragiona per stereotipi e categorie perché è la velocità quello che conta. Velocità di fruizione e di ritmo di produzione, dove gli spazi più ponderati sono riservati alle operazioni di product placement e a quei marchi che garantiscono una visione del mondo nel nome della normalità, della leggerezza e del pronto consumo.

Premi e nomination Amore 14 MYmovies
il MORANDINI
Amore 14 recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Incassi Amore 14
Primo Weekend Italia: € 1.416.000
Incasso Totale* Italia: € 3.173.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 13 dicembre 2009
Sei d'accordo con la recensione di Edoardo Becattini?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
74%
No
26%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* - - - -

Film per quattordicenni da vietare ai minori di 18

giovedì 9 dicembre 2010 di intilli

Non esprimo nessun giudizio sulla banalità, mediocrità, semplicità degli argomenti trattati: la cosa sconvolgente è che è un film per ragazzini. Amore quattordici è la sinossi di come avere rapporti sessuali appunto a 14 anni. Questo è lo scopo e l'obbiettivo del film. Una volta a sedici anni ci si emozionava per aver dato il "primo bacio". Oggi amore 14 insegna come avere il primo rapporto sessuale altro che bacetti! Come essere alla moda solo se veste griffe da 400 euro, come non essere "sfigati" continua »

Massi e Carolina
Massi:"Ma tu sei pazza..."
Caro:"Si...pazza di te!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Step e Babe
Babe: così felice da toccare il cielo con un dito?
Step: No di più… 3 metri sopra il cielo…
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Niki mentre legge una frase di "Scusate se ho quindici anni"
E sto perdendo me stessa, perdendomi in qualcosa che nemmeno riesco a trovare. Magari è questo il problema . Non riesco a trovarlo. Non riesco a raggiunerlo. Non riesco proprio ad arrivarci.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Altre frasi celebri del film Amore 14 oppure Aggiungi una frase
Shop

SOUNDTRACK | Amore 14

La colonna sonora del film

Disponibile on line da venerdì 20 novembre 2009

Cover CD Amore 14 A partire da venerdì 20 novembre 2009 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Amore 14 del regista. Federico Moccia Distribuita da RTI, il cd è composto da musiche di genere Pop e Rock Internazionale, e Pop e Rock Italiano.

INTERVISTE | Pochi nomi noti, molta musica e molto sesso (a parole).

Torna moccia

lunedì 26 ottobre 2009 - Gabriele Niola

Amore 14: torna Moccia Due cose su tutte dovrebbe spiegare la forza dei prodotti targati Federico Moccia, i 150.000€ spesi per la sola colonna sonora di quest'ultimo Amore 14 e ancora una volta degli sconosciuti nei ruoli dei ragazzi. Nel film ci sono brani noti e meno noti che cambiano in continuazione come i gusti della protagonista. Cambiano come i vestiti e i ragazzi in quello che fino ad oggi è il più smaccatamente snob dei capitoli mocciosi. Si abbassa l'età della protagonista e cresce la leggerezza e la voglia di fare sesso.

LIBRI | Il film di Federico Moccia dal quale lo stesso autore ha tratto un film.

Il libro

mercoledì 28 ottobre 2009 - Fabio Secchi Frau

Amore 14, il libro Carolina, anni 14, potrebbe essere un'adolescente come le tante che ci sono in giro. Invece no, è unica nel suo genere perché vive e percepisce la sua esistenza in una maniera in cui nessuno vive e percepisce. Ha un fratello maggiore, Rusty James che non sembra vero da quanto è perfetto, ha due amiche del cuore Alis (una specie di copia sbiadita di Paris Hilton) e Clod alle quali confida ogni cosa, mentre a scuola più che studiare si divertono a fare casino e a combinare scherzi a destra e a manca.

CELEBRITIES | Federico, figlio di Pipolo, diventato il cantore dell’amore adolescenziale, e non solo.

Scusa ma ti chiamo moccia

martedì 27 ottobre 2009 - Stefano Cocci

5x1: Scusa ma ti chiamo Moccia Se c'è una cosa che non manca a Federico Moccia è la faccia tosta. Sarà merito dei milioni di libri venduti o i guadagni al box office dei suoi film ma ormai è proprio dappertutto, perfino a scegliere i messaggini dentro i baci Perugina. In un'intervista ha dichiarato che Amore 14 è una sorta de “Il giovane Holden” al femminile. Passi per i bigliettini d'amore ma paragonarsi ad uno dei capolavori della letteratura del XX secolo e a uno dei massimi autori di lingua inglese, forse è troppo. Tant'è che oggi il novantenne Salinger vive da eremita pensando ai 65 milioni di copie vendute del suo racconto, mentre Moccia è passato, con un colpo di reni incredibile, dalla tv a gestire budget milionari per i parametri del cinema italiano e a mettersi dietro la macchina da presa per la riduzione cinematografica del suo di “Giovane Holden”.

VIDEO | Sul set del film con tutti i protagonisti.

Il backstage in esclusiva

lunedì 26 ottobre 2009 - Lisa Meacci

Amore 14: il backstage in esclusiva A distanza di un anno dall'uscita del suo romanzo Amore 14, Federico Moccia dà un volto e una voce ai protagonisti della storia portando nelle sale l'omonimo film. Ambientato tra i banchi di una scuola media, Amore 14 cerca di entrare nei pensieri e nelle emozioni dei quattordicenni, alle prese con i primi stupori, le prime disillusioni, i primi grandi sogni...e i primi, immancabili, amori. Dopo Tre metri sopra il cielo, Ho voglia di te e Scusa ma ti chiamo amore, Moccia torna dunque a parlare degli adolescenti e delle loro difficoltà con l'entusiasmo di sempre e siamo certi che ancora una volta otterrà consensi tra il giovane pubblico.

   

di Paola Casella Europa

Chissà perché i film giovanilistici degli ultimi anni, soprattutto quelli scritti da Federico Moccia, mostrano sempre i genitori come incapaci di assolvere al loro ruolo? Sarà mica perché lo stesso Moccia è un quarantenne con il complesso dell'eterno adolescente? Il suo ultimo film dimostra che "sentirsi" quattordicenne non equivale a capire come sono e cosa pensano i teenager veri, alla faccia della "competenza" che Moccia dice di avere acquisito attraverso il suo blog (sic). Così c'è molto poco di credibile nel ritratto che il neoregista fa di tre ragazzine di terza media che pensano solo a fare sesso e a diventare famose su Internet, o nel ragazzino un po' più grande che diventa l'oggetto delle attenzioni di una delle tre grazie, dotate anche di soprannomi ridicoli, come tutti i "mocciosi". »

Ma i quattordicenni sono meglio di così

di Paolo D'Agostini La Repubblica

La deliziosa Carolina (ma per tutti è "Caro") alle prese con il grande passo, la "prima volta". Nel corso dell' anno scolastico che segue la terza media, il primo delle superiori. Dunque, come dichiara inequivocabilmente il titolo del film di Federico Moccia, già il suo quarto, e ancor prima del libro da cui discende, sesto dei suoi sette bestseller, Caro è appena quattordicenne. Moccia è troppo scaltro per aspettarsi il plauso universale. Per non sapere che altro non si può commentare se non che l' adolescenza in circolazione non è tutta così decerebrata com' egli la racconta. »

di Alessio Guzzano City

«Un momento particolare dell'anno è il Natale. Che mi piace, ma mette malinconia. Però ci sono i regali», «Febbraio è il mio mese preferito. Anche perché c'è il mio compleanno». In una già stravista trama baby/grossolana, la graziosa protagonista (19enne e si vede) è costretta a dimostrarne 13 e a declamare pensierini elementari. Non è chiaro che classe frequenti, né ci aiuta sapere che studia Toro Seduto. Ha un fratello che tutti cianciano sia simile a Matt Dillon in "Rusty il selvaggio", ma è Raniero del GF, in scia a Kim Rossi Stuart. »

E bravo Moccia senza spocchia: "Amore 14" è il miglior film adolescenziale di questi anni

di Francesco Alò Il Messaggero

Un anno dell'agiata 14enne romana Carolina: scuola (classe fatiscente, compagno che fa scherzi sul web), feste, famiglia (padre urlatore, mamma comprensiva, sorella rivale, mitico fratellone che le ha fatto vedere Rusty il selvaggio, nonni "cool" che conoscono Dolcenera e gli Oasis), amiche, ma soprattutto amorazzi (lo sfuggente Massi, il tennista cerebroleso, il benzinaio coatto). Il miglior film del primo "colpevole" del filone esploso con Tre metri sopra il cielo. L'eclettico Federico Moccia (4 romanzi e 3 pellicole) è un Pinoteau (Il tempo delle mele, citato con il montaggio serrato della prova vestiti) di oggi con un occhio da spot pubblicitario ma zero spocchia alla Come tu mi vuoi o Iago. »

Amore 14 | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Backstage
1 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 | 41 | 42 | 43 | 44 | 45 | 46 | 47 | 48 | 49 | 50 | 51 | 52 | 53 | 54 | 55 | 56 | 57 | 58 | 59 | 60 | 61 | 62 | 63 | 64 |
Link esterni
Sito ufficiale
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità