Tutta colpa di Giuda - Una commedia con musica

Film 2008 | Drammatico 102 min.

Regia di Davide Ferrario. Un film Da vedere 2008 con Kasia Smutniak, Fabio Troiano, Gianluca Gobbi, Cristiano Godano, Luciana Littizzetto. Cast completo Genere Drammatico - Italia, 2008, durata 102 minuti. Uscita cinema venerdì 10 aprile 2009 distribuito da Warner Bros Italia. - MYmonetro 3,23 su 20 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi
Tutta colpa di Giuda - Una commedia con musica
tra i tuoi film preferiti.




oppure

Il film si svolge nel carcere delle Vallette a Torino e racconta la storia di una regista che su richiesta del cappellano del carcere, a scopo educativo, deve mettere in scena la Passione di Cristo. Il film ha ottenuto 6 candidature ai Nastri d'Argento e 1 candidatura a David di Donatello. In Italia al Box Office Tutta colpa di Giuda - Una commedia con musica ha incassato nelle prime 8 settimane di programmazione 276 mila euro e 78,1 mila euro nel primo weekend.

Tutta colpa di Giuda - Una commedia con musica è disponibile a Noleggio e in Digital Download su TROVASTREAMING Compralo subito

Consigliato sì!
3,23/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA 2,83
PUBBLICO 3,01
CONSIGLIATO SÌ
Un film 'nel' carcere, non 'sul' carcere, che si interroga senza pietismo sul senso profondo della religione.
Recensione di Giancarlo Zappoli
sabato 4 aprile 2009
Recensione di Giancarlo Zappoli
sabato 4 aprile 2009

Irena Mirkovic è una giovane regista teatrale da sempre attenta alla sperimentazione e in fase di distacco sentimentale dal suo compagno attore Cristiano. Decide di accettare la proposta dal cappellano di un carcere, don Iridio: mettere in scena con i detenuti un musical sulla passione di Cristo. Il direttore del penitenziario è favorevole, molto meno lo è la rigida, ma in fondo molto pragmatica, suor Bonaria. I carcerati accettano di partecipare al progetto ma quando giunge il momento di assegnare le parti nessuno intende interpretare Giuda. Per il semplice motivo che l'apostolo è il traditore, cioè l'"infame" per eccellenza. Come risolvere il problema? Irena sente nascere dentro di sé una domanda: si può pensare a Cristo senza Giuda? Forse sì.
Davide Ferrario realizza un film importante per il cinema italiano. Un film 'nel' carcere e non 'sul' carcere come egli stesso ama sottolineare. Da ateo convinto Ferrario non rinuncia ad interrogarsi sul senso profondo della religione e sulle risposte che in essa gran parte dell'umanità cerca. Consapevolmente o no prende le mosse da quanto dice Gesù nel Vangelo di Matteo: "ero carcerato e siete venuti a trovarmi." Ferrario opera nelle carceri da un decennio circa ma lo fa lontano dai riflettori, con pudore. Qui 'va a trovare i carcerati' in piena luce non per suscitare un pietismo ipocrita offrendo invece l'occasione alla ventina di detenuti della sezione VI, blocco A della Casa Circondariale "Lo Russo e Cutugno" di Torino per confrontarsi con un complesso lavoro di messa in scena e con una domanda: è possibile evitare il negativo della vita, ciò che ti trascina in basso, è indispensabile sprofondare in ciò che ti annulla per poi poter rinascere? Si può pensare a un colpevole senza il carcere e, più filosoficamente, a un Cristo senza la Croce?
Mel Gibson risponderebbe di no. Anzi, considerato lo spazio minimale lasciato alla resurrezione in The Passion, per lui solo il patire può essere considerato il fulcro della missione di Gesù sulla terra. Il termine passione invece qui viene letto con un'altra accezione. Ecco allora che Irena e i suoi 'attori/cantanti', in questo Jesus Christ dietro le sbarre (che si vedono però volutamente molto poco dopo la prima inquadratura), possono pensare che la Croce possa essere evitata.
Gesù nell'orto degli Ulivi dice "Padre, se vuoi, allontana da me questo calice di dolore. "(Lc, 22, 42). Se don Iridio, che si scandalizza dinanzi all' idea di Irena, avesse pensato a questo passo del Vangelo, si sarebbe accorto che lo stesso Messia ha avuto, come vero uomo, il desiderio di poter evitare il tradimento di Giuda (e la conseguente sofferenza e morte) proprio poco prima che tutto accadesse. Il sacerdote aveva chiesto alla regista di puntare sull'umanità di Cristo. Irena lo ha fatto. Perché solo a partire da lì si può cominciare a sperare e la Croce può trasformarsi in una rampa di lancio verso un mistero a cui ognuno di noi tenta di dare una spiegazione.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
TUTTA COLPA DI GIUDA - UNA COMMEDIA CON MUSICA
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
TIMVISION
-
-
iTunes
-
-
-
-
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
martedì 14 aprile 2009
xoting

Il cinema si può fare in tanti modi: all’americana, con effetti speciali, con grandi mezzi oppure con grandi idee. E’ proprio questo caso. Tutto ha il suo rilievo. Assumono aspetti accattivanti le inquadrature dei lunghi corridoi con mille termosifoni azzurri, le facciate grigie intrise di umido del carcere, i cortili in cemento visti di dietro le sbarre, il giubbotto jeans di un detenuto, il cielo [...] Vai alla recensione »

lunedì 20 aprile 2009
lindab

L'impressione che si ha durante la proiezione è di vivere il teatro in un film, la ricerca, la realizzazione di uno spettacolo. Personalmente mi ha sorpresa Kasia Smutniak positivamente più per aspetti che non avevo mai visto affrontare da parte sua prima d'ora, la danza, l'imbattersi nel suonare uno strumento musicale, pur aspettandomi di più sulla sua qualità della recitazione, non sempre le battute [...] Vai alla recensione »

giovedì 16 aprile 2009
ciccio capozzi

“TUTTA COLPA DI GIUDA” di DAVIDE FERRARIO; ITA,09. In un reparto soft del carcere delle Vallette di Torino, una regista teatrale è ingaggiata per mettere su un musical sulla Passione con i detenuti: ma nessuno vuole fare Giuda. Il regista è un autore completo: si è scritto la sceneggiatura e ha pure prodotto il film. Il suo è uno sperimentalismo irriducibile che personalmente apprezzo molto, anche [...] Vai alla recensione »

domenica 8 febbraio 2015
gianleo67

Regista e coreografa di origini serbe, Irena Mirkovic è stata incaricata di mettere in scena un musical sperimentale all'interno di una sezione speciale del carcere delle Vallette di Torino. Tra curiosità e diffidenza, il supproto del prete del carcere, l'intesa sentimentale con il direttore ed il convolgimento di alcuni detenuti riuscirà nel difficile intento di concepire una rappresentazione della [...] Vai alla recensione »

domenica 19 aprile 2009
mrsmaryjoan

originale, da leggere nelle righe di un ritmo ben percosso. Non scontata la tematica su chi è davvero colpevole, o se ha senso essere riconosciuti colpevoli. Quanto stigmatizzata è la figura di Giuda? Gesù non sarebbe stato comunque condannato, con tutta l'"opinione pubblica" che allora contava, contro, anche senza Giuda? Sono più delinquenti e pericolosi i detenuti reali o quelli c he per vie traverse [...] Vai alla recensione »

domenica 16 agosto 2009
paride86

Davide Ferrario, regista dichiaratamente ateo, affronta in "Tutta colpa di Giuda" la passione di Cristo ambientandola in un carcere e prendendo lì spunti e attori. Il problema di questo film è la premessa di fondo - ripetuta anche nella martellante canzoncina -, ovvero il parallelismo tra Gesù e i carcerati (come Gesù sono stato condannato/ non avevamo un buon avvocato/ [.

martedì 18 agosto 2009
Kronos

Molti italiani, più per abitudine che per conoscenza, sparano a zero sulla produzione cinematografica nazionale. Poi quando escono films originali e ben confezionati come questo, non li vanno a vedere ... gentaglia? Fatto sta che il film di Ferrario, al di là del discorso ideologico che potrebbe infastidire i cattolici acefalo-fanatici, è una ventata di freschezza: bello, originale, ben confezionato. [...] Vai alla recensione »

sabato 11 aprile 2009
cinofilo

intelligente e divertente, anzi molto intelligente e molto divertente. da vedere

lunedì 13 aprile 2009
Manfredi 4ever

Ho visto questo film dopo aver letto la trama, la quale mi ha molto incuriosito. Una storia con una struttura narrativa diversa e avvincente girata all'interno di un carcere e con detenuti veri. Il musical torna al cinema e lo fa in maniera ineccepibile

sabato 11 aprile 2009
gioper

semplicemente...geniale

sabato 2 maggio 2009
sbozz

Fa ridere, riflettere e, perchè no, anche voglia di ballare. Lo consiglio davvero

domenica 19 aprile 2009
mrsmaryjoan

originale, da leggere nelle righe di un ritmo ben percosso. Non scontata la tematica su chi è davvero colpevole, o se ha senso essere riconosciuti colpevoli. Quanto stigmatizzata è la figura di Giuda? Gesù non sarebbe stato comunque condannato, con tutta l'"opinione pubblica" che allora contava, contro, anche senza Giuda? Sono più delinquenti e pericolosi i detenuti reali o quelli c he per vie traverse [...] Vai alla recensione »

domenica 3 luglio 2011
ultimoboyscout

Il tentativo misero di una regista di inscenare la passione di Cristo coi detenuti di un carcere torinese: nobilissimo intento che naufraga quando nessuno vuole interpretare Giuda. E ci si metterà pure l'indulto a complicarle i piani! Simpatico (e nulla più) esperimentino di cinema low cost, dai buoni propositi, dal cast giovane ed allegro che vuole affrontare temi seri con leggerezza [...] Vai alla recensione »

Frasi
- Ma se dico passione, qual è la prima cosa alla quale pensi? L'amore o la sofferenza?
- Talvolta coincidono.
Dialogo tra Irena (Kasia Smutniak) - Libero (Fabio Troiano)
dal film Tutta colpa di Giuda - Una commedia con musica - a cura di Valentina
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Claudio Carabba
Corriere della Sera Magazine

Gli attori-carcerati si rifiutarono di vestire i panni dell’infame nell'inedito musical, ispirato alla Passione di Cristo . Nell'ala più quieta del carcere di Torino, dove convivono piccoli rapinatori ed ergastolani rassegnati, Il direttore vuole allestire una recita. Una giovane artista arriva piena di idee ardite. Il prete della prigione vuole la Passione di Cristo.

Maurizio Porro
Il Corriere della Sera

Signora mia, non ci sono più i Venerdì santo di una volta, quando si sentiva Bach in radio, al cinema c' era al massimo Bernadette. Oggi esce Tutta colpa di Giuda, girato da Davide Ferrario al carcere Le Vallette a Torino (lo conosce bene per cause artistiche). Apparentemente sembra un film irrispettoso ma invece è il contrario, perché l' autore, a parte gli attori ben scelti, si fida e s' affida ai [...] Vai alla recensione »

Maria Pia Fusco
La Repubblica

Nel mio film girato in carcere nessuno voleva fare Giuda, l’infame Davide Ferrario (Dopo Mezzanotte) ha realizzato una commedia-musical alle Vallette di Torino. Lo spunto: che ne sarebbe stato di Gesù senza il cattivo? Gli attori: i detenuti, che non volevano fare il «traditore». Le difficoltà: l'indulto, che gli ha azzerato il cast. E se Giuda si fosse ribellato al suo destino e non avesse dato [...] Vai alla recensione »

Paolo D'Agostini
La Repubblica

Se uno non riconoscesse gli attori "veri" - Kasia Smutniak, Fabio Troiano, Gianluca Gobbi, Luciana Littizzetto - farebbe fatica a distinguere tra professionisti e non. Cioè a capire che tutti o quasi tutti gli altri sono veri detenuti del vero carcere di Torino dove il film è stato girato. Due cose, quindi, si segnalano subito di Tutta colpa di Giuda.

Luigi Paini
Il Sole-24 Ore

Non c'è che dire,Giuda non è mai stato molto popolare, tanto meno dietro le mura di un carcere... Ma da qui ad affermare che sia davvero Tutta colpa di Giuda ( è il titolo del film-"commedia con musiche"di Davide Ferrario) ce ne corre: perché in quella prigione di Torino, dove la pellicola è stata girata, mettendo insieme attori professionisti e detenuti, si racconta una storia diversa.

Cristina Piccino
Il Manifesto

Un film che parla di carcere e di religione oggi in Italia, di garantismo e di giustizialismo, di giustizia divina , o meglio dogmatica e di stato, di quel fatto personale che è o dovrebbe essere dio. E lo fa col tono giusto, scanzonato e in leggerezza, senza appesantire né sottolineare con la retorica dei Grandi Temi (che mica produce maggior spessore), giocando invece tra finzione e documentario, [...] Vai alla recensione »

Fabio Ferzetti
Il Messaggero

Antico quanto il cinema, il genere carcerario di rado incrocia generi forti come musical e documentario. A tentare il salto mortale è Davide Ferrario, non nuovo a film-scommessa (come l'eccellente Dopo mezzanotte), che qui usa l'occasione "penitenziaria" per riflettere proprio su questo. Sulla libertà sempre condizionata di cui gode un regista. Sul contratto che lega un autore agli attori che sceglie [...] Vai alla recensione »

Antonio Bibbò
Il Mucchio

Le prime immagini di questo film fanno un po’ temere il polpettone carcerario con afflati documentaristici: immagini sgranate da digitale leggero e frasi, più o meno fatte, pronunciate con fortuna alterna dai non-attori carcerati. Poi si capisce che si vira verso la fiction. Un musical realista (e questo ossimoro stilistico è la cifra principale del film) di veri detenuti di un braccio speciale, in [...] Vai alla recensione »

Maurizio Cabona
Il Giornale

Davide Ferrario tenta la commedia carceraria, proponendo al pubblico ciò che lui fa da tempo per i detenuti di Torino: rappresenta la passione di Cristo coi sottintesi del caso: Cristo crocifisso fra i ladri, «beati gli ultimi», ecc. Il suo alter ego è una giovane regista (Kasia Smutniak), che in carcere non trova un delinquente disposto a interpretare Giuda, perché è l'infame.

NEWS
VIDEO
venerdì 10 aprile 2009
 

Dance slow Dopo avervi mostrato la videoclip di Francesco Signa, in occasione dell'arrivo nelle sale (da oggi) di Tutta colpa di Giuda, vi segnaliamo anche altre due clip che contribuiscono alla realizzazione di quella che è stata definita una "commedia [...]

NEWS
venerdì 10 aprile 2009
Lisa Meacci

Una commedia musicale per Pasqua Eccoci arrivati al weekend di Pasqua, se il mal tempo (purtroppo previsto in molte regioni) dovesse bloccarci nelle nostre città in questi giorni di festa, possiamo sempre consolarci con le novità cinematografiche [...]

VIDEO
mercoledì 8 aprile 2009
Lisa Meacci

Il video In occasione dell'uscita del film di Davide Ferrario, Tutta colpa di Giuda, (in arrivo nelle sale da questo venerdì) vogliamo mostrarvi le videoclip musicali che fanno da cornice alla pellicola.

NEWS
venerdì 3 aprile 2009
Lisa Meacci

Se Giuda non ci fosse stato... Sarà tra pochi giorni nelle sale (a partire dal 10 aprile), Tutta colpa di Giuda - Una commedia con musica, un film scritto, prodotto e diretto da Davide Ferrario e distribuito in circa 70 copie dalla Warner Bros.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati