The Orphanage

Acquista su Ibs.it   Dvd The Orphanage   Blu-Ray The Orphanage  
Un film di Juan Antonio Bayona. Con Belen Rueda, Fernando Cayo, Roger PrÝncep, Mabel Rivera, Montserrat Carulla.
continua»
Horror, durata 100 min. - Messico, Spagna 2007. - Key Films uscita venerdý 14 novembre 2008. MYMONETRO The Orphanage * * * - - valutazione media: 3,07 su 109 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,07/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * * - -
 critica * * 1/2 - -
 pubblico * * * - -
Trailer The Orphanage
Il film: The Orphanage
Uscita: venerdý 14 novembre 2008
Anno produzione: 2007
Dopo molti anni Laura decide di trasformare l'orfanotrofio nel quale era cresciuta in un centro per bambini disabili. Ma dopo poco iniziano ad accadere cose inquietanti.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Il passato ritorna in un film che ha nella protagonista il proprio punto di forza
Giancarlo Zappoli     * * * - -
Questo film è disponibile in versione digitale, scopri il miglior prezzo:
TROVASTREAMING

Dei bambini stanno giocando. Sono gli ospiti di un orfanotrofio e una di loro, Laura, sta per andarsene perchÚ adottata. Divenuta adulta Laura torna in quel luogo con il marito Carlos. Vuole farlo divenire un istituto accogliente per bambini bisognosi di cure come Simon, il piccolo che ha adottato. Il bambino Ŕ affetto dall'HIV e non gli resta molto da vivere. Simon ha degli amici immaginari che per˛ lasciano anche impronte sul terreno. Laura cerca di assecondarlo ma non riesce a togliersi di dosso la paura. FinchÚ un giorno giunge un'anziana assistente sociale che consegna un dossier sul piccolo. La stessa donna sarÓ sorpresa una notte ad aggirarsi nei pressi del magazzino degli attrezzi. Qualche tempo dopo Simon, che ha scoperto la malattia di cui Ŕ affetto, scompare nel corso di una festa. Laura precipita nell'abisso dell'angoscia.
Guillermo del Toro mette il suo sigillo produttivo sull'opera prima di Juan Antonio Bayona offrendogli una patente di qualitÓ che ne ha consentito l'inserimento tra i 6 film che hanno ottenuto la nomination per gli European Awards 2008. The Orphanage Ŕ un'opera che pu˛ dividere il pubblico in estimatori e detrattori. Partiamo da quest'ultimi. Chi Ŕ appassionato del genere ha giÓ visto in pi¨ occasioni vicende in cui il passato fa ritorno e bambini che si vogliono vendicare di chi ha tolto loro la vita si ripresentano per attrarre i vivi nel loro mondo. Anche questa tipologia di spettatori per˛, insieme a chi non frequenta l'horror, non potrÓ negare che lo stile che Bayona imprime al film Ŕ estremamente raffinato. Grazie soprattutto a un'interpretazione magistrale di BelÚn Rueda che ricordiamo in ruoli molto diversi da questo in Mare dentro e, pi¨ di recente, in Savage Grace. L'attrice riesce a trasformare quello che potrebbe essere un banale soggetto su 'morti che ritornano' in un'indagine psicologica che entra nell'animo di una bambina derubata degli affetti e che, adulta, cerca di suturare ferite ancora sanguinanti. Il suo rapporto di madre con il piccolo Simon finisce con il tradursi nel bisogno di proteggere anche i suoi piccoli compagni di un passato che riemerge con il sottile brivido di porte che si chiudono all'improvviso.
Grazie alla sua prestazione il film si pu˛ permettere anche la sequenza in cui una Geraldine Chaplin (sempre pi¨ inquietante nella sua espressiva magrezza) si aggira come medium nelle stanze dell'ex orfanotrofio. Potrebbe sembrare ridondante e davvero deja vu ma lo sguardo di una madre che cerca il proprio figlio scomparso la sposta dal piano dell'horror di genere a un livello decisamente pi¨ elevato.

Stampa in PDF

TROVASTREAMING
THE ORPHANAGE
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
CHILI
Wuaki.tv
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
Google Play
Infinity
* * * - -

Credere per vedere

venerdý 21 novembre 2008 di Jack

errata corrige... "Non devi vedere per credere, devi credere per vedere". Curiosamente, The Orphanage,pellicola spagnola di Juan Antonio Bayona, affronta la stessa tematica di Changeling, contemporaneamente in sala: la scomparsa improvvisa di un bambino e la lotta disperata e solitaria della madre per ritrovarlo. Invece di lottare contro il corrotto sistema di polizia di Los Angeles, stavolta la madre indomita deve vedersela con delle presenze paranormali nell'orfanotrofio in cui Ŕ cresciuta continua »

* * * * *

Simulacri del passato per vivere il presente

sabato 23 gennaio 2010 di Tiziana Paghini

Straordinario film, di grande impatto visivo ed emotivo. Ottimo il cast e ottime le atmosfere che fanno credere allo spettatore di far parte di una realtà di abbandono ma anche di ricordi positivi legati al passato, nonostante la tristezza di un orfanotrofio. La protagonista è l'unica 'fortunata' bambina di una casa di accoglienza per piccoli orfani. Provvidenziale sarà la sua adozione che, comunque le farà sempre ricordare i piccoli amici del passato. Ignara continua »

* * * * -

Fin dove si pu˛ arrivare per amore?

lunedý 23 maggio 2011 di time_traveler

Perchè si trovi sotto la voce FILM HORROR questo dovrebbero spiegarcelo, e perchè un film così meraviglioso non venga passato alla tivù è un autentico dilemma. Filosofia e rammarico a parte, The orphanage è quanto di meglio si possa pretendere dal cinema dormiente degli ultimi tempi: un vero e proprio romanzo raccontato ed interpretato da una incredibile Belen Rueda e da un produttore tanto giovane quanto geniale, al secolo Guillermo Del Toro. Il produttore continua »

* * * - -

Fantasmi ispanici

domenica 17 ottobre 2010 di Kronos

Gli smaliziati non troveranno nulla di originale in "The Orphanage", ma di certo il film è un mix ben orchestrato tra melodramma e luoghi comuni del thriller soprannaturale, con uno sfizioso tocco di gotico classico. Gli interpreti convincono e la tensione è ben distribuita lungo il racconto, che pure rinuncia allo splatter esibito. Alcune lungaggini si potevano limitare al montaggio e in certe parti la vicenda appare tortuosa, ma continua »

Medium Aurora:
Non si deve vedere per credere. Devi credere per vedere.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Laura
Un due tre tocca la parete...
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Simon
Io non crescrer˛...non invecchier˛..
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Altre frasi celebri del film The Orphanage oppure Aggiungi una frase
Shop

DVD | The Orphanage

Uscita in DVD

Disponibile on line da giovedì 1 agosto 2013

Cover Dvd The Orphanage A partire da giovedì 1 agosto 2013 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd The Orphanage di Juan Antonio Bayona con BelÚn Rueda, Fernando Cayo, Roger PrÝncep, Mabel Rivera. Distribuito da Warner Home Video, il dvd Ŕ in lingue e audio italiano, DTS 5.1 HD - spagnolo, DTS 5.1 HD. Su internet Orphanage (Blu-ray) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 9,74 €
Prezzo di listino: 12,99 €
Risparmio: 3,25 €
Aquista on line il dvd del film The Orphanage

APPROFONDIMENTI | Vincitore di 7 Premi Goya.

Il film

venerdý 14 novembre 2008 - Pressbook

The Orphanage, il film Laura ha trascorso gli anni pi¨ felici della sua infanzia in un orfanotrofio vicino al mare, accudita dal personale e dagli altri bambini orfani che lei ha amato come fossero fratelli e sorelle. Trent'anni dopo, torna in quel luogo con suo marito Carlos e il figlio Simon di sette anni, con il sogno di ristrutturare e riaprire l'orfanotrofio, a lungo chiuso e abbandonato, per farne una dimora per bambini disabili. La nuova casa e i suoi dintorni misteriosi stimolano l'immaginazione di Simon, e il ragazzo comincia ad intrecciare una tela di storie fantastiche e di giochi con amici immaginari.

INCONTRI | L'opera prima di Juan Antonio Bayona segna un nuovo successo nel cinema di genere in lingua spagnola.

L'horror Ŕ ispanico

mercoledý 12 novembre 2008 - Tirza Bonifazi Tognazzi

The Orphanage: l'horror Ŕ ispanico Spagnolo, classe 1975, Juan Antonio Bayona esordisce in lungo con The Orphanage, un horror che gli Ŕ giÓ valso sette Goya e quattro candidature agli European Awards e che in patria Ŕ stato campione di incassi, guadagnando 25 milioni di euro. Forte di un fenomeno tutto europeo che vede piccoli registi affermarsi con film di genere, Bayona ha trovato in Guillermo Del Toro un valido "tutor", un promoter che gli ha permesso di compiere il grande salto sul grande schermo. Paco Plaza, parlando di horror ispanico, ha dichiarato che l'uscita di Nameless - EntitÓ nascosta di Jaume Balaguerˇ signific˛ poter pensare che anche in Spagna si potevano fare dei buoni film dell'orrore.

Un horror senza cadaveri o spargimenti di sangue

di Davide Turrini Liberazione

Aprite pure quella porta. Dietro non ci troverete pazzi assassini o cadaveri maciullati, ma semplicemente candidi fanciulli, magari sottospirito, lasciati deperire in una stanza di un vecchio orfanotrofio delle Asturie spagnole. L'orfanotrofio , prima regia dell'iberico J. A. Bayona, Ŕ un nuovo e riuscito esempio di cinema che terrorizza, senza inondarti necessariamente di emoglobina. Una parvenza di horror (al botteghino spagnolo ha raccolto la cifra record di 25milioni di euro!) inclinato sul versante del fantastico. »

"L'Orphelinat" : un exemple habile du fantastique espagnol

di Jean-Franšois Rauger Le Monde

RÚcemment installÚ dans un bÔtiment qui a ÚtÚ un orphelinat pendant des annÚes, un couple est soudain confrontÚ Ó un drame atroce, la disparition de leur petit garšon. Durant l'insupportable temps d'attente, des ÚvÚnements Útranges, surnaturels, surviennent dans la vieille maison, grosse d'un passÚ traumatique mystÚrieux (une mÚtaphore de l'histoire rÚcente de l'Espagne ?). L'Orphelinat rencontra un Únorme succŔs public dans son pays, confirmant Ó la fois la vitalitÚ d'un cinÚma fantastique national et l'Úmergence d'une gÚnÚration de cinÚastes spÚcialisÚs ainsi que la possibilitÚ pour le genre de sortir du cercle de ses amateurs. »

Tutti i fantasmi dell'orfanotrofio

di Fabio Ferzetti Il Messaggero

Che cosa distingue un buon horror capace di parlare a tutti dalle macchine da brivido fabbricate pi¨ o meno in serie? Elementare: il dolore. Il semplice, genuino, ineffabile dolore. Che non coincide con la cruda sofferenza fisica (per quella bastano i tanti ôgoreö circolanti nelle nostre sale) ma affonda nelle zone pi¨ oscure del nostro Io (della nostra infanzia). Memoria, identitÓ, sentimento di appartenenza. Con relative angosce di separazione pi¨ o meno violenta o definitiva. ╚ questo il sentimento che pulsa dietro alle storie di fantasmi. »

The Ghost Down the Hall Is Scary in Spanish, Too

di A. O. Scott The New York Times

ôThe Orphanage,ö a diverting, overwrought ghost story from Spain, relies on basic and durable horror movie techniques. Give a competent director a gliding camera, creepy music and a dim hallway lined with doors, and a decent scare is likely to follow. No matter how many times you have seen similar tricks, the sudden apparition of a child at the end of that hall Ś especially a child in a weird, anachronistic costume Ś is likely to make you jump a little in your seat. So when a distraught Laura (BelÚn Rueda) stumbles down the corridor and comes face to face with a boy whose shorts and knee socks are accessorized by a burlap sack covering his face, you are likely to be nearly as terrified as she is. »

The Orphanage | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1░ | tiziana paghini
  2░ | time_traveler
  3░ | jack
  4░ | kronos
  5░ | ultimoboyscout
  6░ | jack
  7░ | matthew
Rassegna stampa
Andrea Fornasiero
Approfondimenti
il film
Trailer
1 | 2 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdý 14 novembre 2008
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità