Diario di uno scandalo

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Diario di uno scandalo   Dvd Diario di uno scandalo   Blu-Ray Diario di uno scandalo  
Un film di Richard Eyre. Con Cate Blanchett, Judi Dench, Bill Nighy, Andrew Simpson, Max Lewis.
continua»
Titolo originale Notes on a Scandal. Drammatico, durata 92 min. - Gran Bretagna 2006. - 20th Century Fox uscita venerdì 23 febbraio 2007. MYMONETRO Diario di uno scandalo * * * 1/2 - valutazione media: 3,49 su 76 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,49/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * * - -
 critica * * * 1/2 -
 pubblico * * * 1/2 -
   
   
   
Una giovane professoressa alle prese con la gelosia di una collega più anziana.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Torbido dramma delle relazioni umane con due attrici da Oscar
Giancarlo Zappoli     * * * - -

Barbara è un'insegnante londinese ormai vicina alla pensione e poco amata dai colleghi. La sua vita solitaria trova consolazione nella gatta Porzia e nella regolare tenuta di un diario. Un giorno arriva nella scuola una giovane e attraente insegnante, Sheba, sposata con un uomo più maturo di lei e con due figli adolescenti, di cui uno affetto dalla sindrome di Down. Barbara inizialmente la critica e poi scopre la sua relazione sessuale con un allievo quindicenne. Da questo momento è consapevole di avere in pugno quella che vorrebbe fosse per lei un'amica e anche qualcosa di più.
Il regista Richard Eyre si è affidato a uno sceneggiatore di eccezione come Patrick Marber (molti ricorderanno Closer di Mike Nichols, adattato da Marber da una sua opera teatrale) per trasporre al cinema il romanzo in bilico tra comicità e dramma di Zo Heller. L'operazione è riuscita grazie anche alla notevole performance delle due protagoniste.
Si tratta di due scuole di recitazione che si confrontano attraverso due star. La Dench con un'espressività contenuta che gioca tutto sui piccoli ma percettibili movimenti del volto e sulla parola. La Blanchett che invece dà al suo personaggio una vitalità serena e tormentata al contempo.
La storia, se vogliamo, è di quelle note e che hanno toccato il vertice del successo con film come Attrazione fatale: qualcuno che ricatta qualcun altro convinto in tal modo di poterne conquistare l'amore. Notes on a Scandal si spinge però più oltre su due versanti. Affronta infatti il tema della pedofilia al femminile che spesso viene poco considerata. Un uomo che ha relazioni sessuali con una minorenne viene in qualche modo considerato più "colpevole" dal senso comune rispetto alla situazione inversa. L'abuso sembra essere considerato come meno forte, forse anche perché statisticamente meno rilevato. C'è però, ed è forse ancora più interessante, la lettura di due fragilità. La prima, quella di Barbara, chiusa in un'apparentemente inviolabile fortezza di solitudine e pronta a fare del male pur di avere ciò che ritiene il proprio 'bene'. L'altra, quella di Sheba, che sembra cercare nel rapporto sessuale con lo studente adolescente una completezza che la Natura non ha donato a suo figlio. Sarà interessante alla fine scoprire se ci sono dei vincitori o solo dei perdenti. Proprio per questo, se decidete di vederlo, non fatevi anticipare nulla sul finale.

Premi e nomination Diario di uno scandalo MYmovies
Diario di uno scandalo recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Incassi Diario di uno scandalo
Primo Weekend Italia: € 321.000
Incasso Totale* Italia: € 1.384.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 2 settembre 2007
Incasso Totale* Usa: $ 17.437.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 8 aprile 2007
Sei d'accordo con la recensione di Giancarlo Zappoli?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
75%
No
25%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Diario di uno scandalo

premi
nomination
Premio Oscar
0
4
Golden Globes
0
3
* * * * -

L'amore saffico e la solitudine

sabato 29 settembre 2012 di ANDREA GIOSTRA

Film bellissimo. Trattare con classe, con grande stile, con sobrietà, con la giusta sensibilità temi assai delicati da maneggiare e ancora oggi “rinnegati” (nell’accezione freudiana del termine) dalla cultura dominante della società occidentale di impronta cattolica, quali l’attrazione tra donne e l’amore tra una donna matura e un adolescente, non dev’essere stata impresa facile per Richard Eyre,che invece riesce benissimo in questa pericolosissima continua »

* * * * -

L'ira di saffo

venerdì 2 marzo 2007 di Lo

Era dai tempi di Misery non deve morire che non si vedeva una donna di mezza età tanto inquietante come la cupa insegnante interpretata da Judy Dench in questo film. La vecchia Barbara, chiusa nella sua blindata solitudine, vede ritornare il colore sulla sua grigia realtà nel biondo angelico dei capelli della giovane collega Sheba. Il regista Richard Eyre si addentra nella mente contorta di un’apparentemente banale professoressa londinese, talmente permeata da quei valori della media borghesia continua »

* * * - -

Lo scandalo perverso che possiamo diventare

venerdì 9 marzo 2007 di Luana Ciavola

Barbara e Sheba sono due donne intelligenti e sensibili, doti che assai spesso si scontrano con le formalita` e le imposizioni sociali, che obbligano ad assumere ruoli stretti e inadeguati e costringono ad indossare maschere per nascondere vuoti, desideri, e il reale. Barbara e Sheba sono simili, ma anche diverse. Barbara sente che l’eta` sta avanzando, inesorabilmente, il tempo passare, e con quello, il senso della perdita della bellezza della giovinezza, e la solitudine; Sheba invece e` ancora continua »

* * * * -

L'amore può distruggere

lunedì 26 febbraio 2007 di Riccardo Billia

Le prime immagini che scorrono sul grande schermo ci suggeriscono che assisteremo ad un'opera che ha una consistenza rara nel suo svilupparsi: una scrittura brillante, tagliente, sottilmente e dichiaratamente morbosa, che se ne infischia di alcuni involucri posticci che avvolgono alcuni film basati su tematiche scottanti. Chi ha visto "Closer" di Mike Nichols due anni fa intuisce che la penna autrice di questa sceneggiatura con i fiocchi è di Patrick Marber; la sua dirompenza oltraggiosa e spiritosa continua »

Sheba Hart
...C'è una grande distanza tra la vita che sogni e quella reale...
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

DVD | Diario di uno scandalo

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 10 ottobre 2007

Cover Dvd Diario di uno scandalo A partire da mercoledì 10 ottobre 2007 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Diario di uno scandalo di Richard Eyre con Cate Blanchett, Judi Dench, Bill Nighy, Andrew Simpson. Distribuito da 20th Century Fox Home Entertainment, il dvd è in lingue e audio italiano, Dolby Digital 5.1 - inglese, Dolby Digital 5.1. Su internet Diario di uno scandalo è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS.

Prezzo: 7,99 €
Prezzo di listino: 9,99 €
Risparmio: 2,00 €
Aquista on line il dvd del film Diario di uno scandalo

SOUNDTRACK | Diario di uno scandalo

La colonna sonora del film

Disponibile on line da venerdì 9 marzo 2007

Cover CD Diario di uno scandalo A partire da venerdì 9 marzo 2007 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Diario di uno scandalo del regista. Richard Eyre Distribuita da Decca, il cd è composto da musiche di genere Musica da Camera.

Dench e Blanchett tra plagio e attrazione lesbica

di Valerio Caprara Il Mattino

«Notes on a Scandal», passato fuori concorso, non si limita ad ancorarsi alle magistrali prove di attrici fuoriclasse come Judi Dench e Cate Blanchett. L'esperto regista Richard Eyre traspone, infatti, come meglio non si potrebbe, l'omonimo romanzo di Zoe Heller, in cui la sottile morbosità dell'attrazione lesbica e l'inquietante sottomotivo del plagio si traducono in una narrazione lineare e sicura e immagini di preziosa densità espressiva. Barbara Covett (Dench) v'interpreta il ruolo di una matura e solitaria professoressa, tanto nemica del mondo quanto zelante guardiana della «sua» scuola sperduta nella degradata periferia londinese. »

Passioni cannibali

di Roberto Escobar Il Sole-24 Ore

È liscia la pelle di Sheba Hart (Cate Blanchett). Così annota Barbara Covet (Judi Dench), e così dice la sua voce fuori campo in una delle prime sequenze di Diario di uno scandalo (Notes on a Scandal, GranBretagna, 2006,92'). Sembra non ci siano dubbi: è attrazione sessuale, quella che induce la matura insegnante di storia a irretire la giovane col-. lega. Eppure, nel film che Richard Eyre e lo sceneggiatore Patrick Marbe ritraggono da un racconto di Zoe Heller c'è qualcosa che disturba questa lettura: qualcosa che inquieta, e che l'eros non spiega. »

Cate Blanchett e Judi Dench giocano a nascondino tra i banchi di scuola

di Antonello Catacchio Il Manifesto

Judi Dench è un'insegnante zitella, solitaria, scansata da tutti, vive sola col gatto e la sua omosessualità repressa. Riversando sul suo diario tutto il nulla che le capita nell'arco della giornata, con tanto di stelline d'oro per i giorni migliori. Quando al liceo arriva Cate Blanchett, giovane e disinibita insegnante d'arte, sposata con un uomo molto più anziano di lei (naturalmente era il suo professore all'università), madre di un paio di figli di cui uno con sindrome di down. La nuova arrivata non ha pregiudizi, per ringraziare di un piacere l'aspra collega non esita a invitarla a casa sua, scatenando involontariamente un turbine di emozioni che si traducono in molte stellette sul diario. »

di Massimo Lastrucci Ciak

Senza più santi né eroi, siamo soli, noi. Dall'Albione più "perfida", un gioiellino di trascrizione drammaturgica per lo schermo. Contesto, temi e recitazione si amalgamano in uno spettacolo tra i più intensi della stagione. Teatro: la scuola inglese contemporanea, microsocietà in cui all'indolenza o al bullismo dei ragazzi risponde la rassegnazione cinica o burocratica dei docenti. Lì la nuova insegnante Sheba Hart (Cate Blanchett), sposa di un uomo già maturo e madre di due figli (di cui uno down), diventa il centro delle attenzioni collettive, in particolare della cinica professoressa di storia Barbara Covett (Judi Dench), il cui gelido disincanto nasconde solitudine, desiderio sessuale frustrato («Le persone come Sheba non sanno cosa voglia dire essere tanto cronicamente inviolate che il tocco di un conducente di un autobus sulla spalla ti provoca una scossa di desiderio direttamente all'inguine»), e un carattere manipolatore. »

Diario di uno scandalo | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Premio Oscar (4)
Golden Globes (3)


Articoli & News
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità