The Dreamers - I sognatori

Acquista su Ibs.it   Dvd The Dreamers - I sognatori  
Un film di Bernardo Bertolucci. Con Michael Pitt, Louis Garrel, Eva Green, Robin Renucci, Anna Chancellor.
continua»
Titolo originale The Dreamers. Drammatico, durata 130 min. - Italia, Gran Bretagna, Francia 2003. MYMONETRO The Dreamers - I sognatori * * * - - valutazione media: 3,01 su 57 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,01/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Usa)
 dizionari * * - - -
 critican.d.
 pubblico * * * - -
   
   
   
Triangolo amoroso e celebrale per il ritorno di Bernardo Bertolucci dietro la macchina da presa.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Triangolo amoroso medio-borghese ricco di ammiccamenti cinefili per il ritorno di Bernardo Bertolucci
Giancarlo Zappoli     * * - - -

Mentre i genitori sono in vacanza, Isabelle e suo fratello Theo invitano Matthew, un giovane americano appena conosciuto, a casa loro. Durante la convivenza, i tre ragazzi sperimentano un codice di comportamento e esplorano le proprie emozioni e pulsioni erotiche.Bertolucci rivisita il '68 e lo fa con una ricercatezza di stile che sfiora il manierismo. Per chi ha amato un film altrettanto attento a ogni minimo segno portato sullo schermo sembrerà quasi contraddittorio parlare qui di manierismo. Invece di questo si tratta. Se "Ultimo tango" sembrava ormai alle spalle la sua ossessione ritorna. Con in più il raffinato ammiccamento cinefilo che fa sì che il terzetto che si forma trova il primo collante proprio nella passione per il cinema di qualità. Peccato però che lo sfondo di questo sottile gioco al massacro erotico sia il '68. Sul quale emerge una posizione che farebbe nascere sotto i polpastrelli la parola 'reazionaria' se i tempi non fossero cambiati. I gemelli di Bertolucci hanno bisogno di un sasso che spacca una finestra e di un giovane americano tanto 'puro' quanto pragmatico e utopista al contempo, per rendersi conto che 'fuori' sta capitando qualcosa di assolutamente nuovo che travalica la rappresentazione della realtà offerta dal cinema. Bertolucci torna a raccontare di un mondo medio borghese che ben conosce ma che non è rappresentativo del '68 e delle sue rivolte politiche e sessuali. C'erano anche loro, è vero, e probabilmente oggi stanno dall'altra parte ma il film non lo dice. Preferisce attardarsi sui giovani corpi nudi lasciando spazio a una frigida ricerca estetica. Per molti di quelli che non c'erano è una lettura consolatoria fatta da un Maestro che forse ha dimenticato i veri, per quanto confusi, sogni di quella generazione.

Stampa in PDF

Premi e nomination The Dreamers - I sognatori MYmovies
il MORANDINI
The Dreamers - I sognatori recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Sei d'accordo con la recensione di Giancarlo Zappoli?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
39%
No
61%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* - - - -

Ma quali sognatori...

martedì 22 agosto 2006 di November Rain

Il film in uscita del 2003, vanta d’aver il nome d’un regista di un certo rilievo come Bernardo Bertolucci che per la trama si è ispirato al libro di Gilbert Adair. La storia in teoria si basa sui moti studenteschi nella Parigi del ’68, anno di grandi mutamenti, in un periodo in cui i giovani si ribellavano alla chiusura mentale che li circondava. Lo sguardo di Bertolucci su tutta questa situazione lo si può intravedere solamente alla fine del film, per l’esattezza nell’ultima scena, quando un continua »

* * * * *

Lo sguardo di un sognatore

domenica 6 maggio 2012 di remo valitutto

Filigrana di un cinema dei ricordi, nostalgica memoria di un vissuto, al contempo, privato e collettivo, The dreamers è la storia controversa di tre studenti, men che ventenni, due gemelli francesi, Théo e Isabelle (L. Garell e E. Green), e uno americano, Matthew (M. Pitt),che si incontrano a Parigi nei mesi che precedono la contestazione del maggio del '68. I due decidono di ospitare il nuovo amico nel loro appartamento, approfitando della temporanea assenza dei genitori. I tre appassionati di continua »

* * * * *

Straordinario!!

mercoledì 23 febbraio 2005 di Anonimo

the dreamers è davvero un capolavoro!! sarebbe banale soffermarsi sulle scene per molti forti che il film propone! i tre giovani che decidono di isolarsi nel lussuoso quanto tetro appartamento parigino scelgono di contrastare i sentimenti di protesta e violenza che il '68 proponeva con l' amore che è prima incestuoso, poi omosessuale per arrivare alla totale purezza. azzeccata la scelta degli attori che nel caso dei due protagonisti maschili presentano corpi che sembrano le copie umane dei kouroi continua »

* * * - -

The dreamers

giovedì 19 febbraio 2004 di alessandro pesce

E’ curioso che i due "enfants terribile" del cinema italiano inizi anni 60, Bellocchio e Bertolucci, abbiano quasi contemporaneamente girato due film rispettivamente sulla fine e sull’inizio della Grande Utopia, scegliendo entrambi però di non parlarne affatto…..e comunque preoccupandosi di dare un’immagine matura e moderata, l’uno rivalutando la figura del Padre (identificandola con Moro) e l’altro enfatizzando il discorso sull’inutilità della violenza (nell'invettiva di Matthew nell’ultima scena). continua »

Isabelle
Qualcuno disse: non esiste l'amore, esistono solo prove d'amore.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Matthew e Théo
Tutti abbiamo un padre.
Sì. Ma il fatto che Dio non esiste, non significa che lui possa prendere il suo posto.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Matthew, Isabelle e Théo
Matthew: Io ti amo Isabelle...
Isabelle: E anch'io ti amo Matthew.
Matthew: Si ma io... Ti amo sul serio.
Isabelle: E anch'io ti amo sul serio. Tutti e due ti amiamo, non è vero Théo?
Théo: Oh sì.
Matthew: Non è quello che volevo sentirvi dire.
Théo: E che volevi sentirti dire?
Matthew: Voglio che mi diciate ti amo.
Théo: L'abbiamo appena detto Matthew.
Matthew: No, avete detto che anche voi mi amate, io non voglio che diciate che anche voi mi amate, voglio che diciate... Che mi amate.
Théo: Ti amiamo, ti amiamo, ti amiamo, ti amiamo, ti amiamo...
Matthew: Non va bene neanche così. Lo dovete dire per primi.
Isabelle: Non possiamo Matthew... L'hai già detto tu per primo!
Matthew: Perché è così, perché sono sempre io il primo a dirlo?
Isabelle: Oh... Povero Matthew È vero che ti amiamo moltissimo!
Matthew: Non voglio essere amato moltissimo... voglio essere amato.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | The Dreamers - I sognatori

Uscita in DVD

Disponibile on line da lunedì 10 giugno 2013

Cover Dvd The Dreamers - I sognatori A partire da lunedì 10 giugno 2013 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd The Dreamers - I sognatori di Bernardo Bertolucci con Michael Pitt, Louis Garrel, Eva Green, Robin Renucci. Distribuito da Warner Home Video, il dvd è in lingue e audio italiano, Dolby Digital 5.1 - inglese, Dolby Digital 5.1. Su internet Dreamers. I sognatori (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film The Dreamers - I sognatori

di Mariuccia Ciotta Il Manifesto

C'era una volta Parigi, il Maggio francese, la Cinémathèque di Langlois, Antoine Doinel... una camera-car scorre eccitante sul lungo Senna e sospinge Matthew oltre il Pont d'Iéna verso un viaggio nel «sogno». Alice attraversa lo specchio. Il mondo al di là esiste ma non si vede, dislocato in una dimensione spazio-temporale altra, parco dei piaceri aperto a tutti. Il ‘68 di Bernardo Bertolucci non è una favola di trentacinque anni fa ma è lo svelamento del suo permanere, del suo essere qui, trauma visivo che trascina fuori da sé e obbliga a vedere. »

di Stefano Lusardi Ciak

The Dreamers non è un'avventura nostalgica del passato, ma un racconto - dal febbraio al maggio 1968 - su tre tipi di utopia, sociale, sessuale, immaginifica, e "gli avvenimenti del Maggio" rappresentano, allo stesso tempo, meno e più di uno sfondo: Bernardo Bertolucci con un'operazione vertiginosamente speculare, ribalta lo specchio e ci regala uno dei film più belli, consapevoli e appassionati sul rapporto fisico tra cinema e vita, sulla "grande truffa" che è il cinema, l'apparire quando si crede di vivere. »

di Paolo Boschi

Il 1968, la libertà, il sesso, la cinefilia, la letteratura, la crescita, il sogno: sono i temi portanti, non necessariamente nell'ordine, di The dreamers - I sognatori, l'ultima fatica registica di Bernardo Bertolucci, tratta da un romanzo dello scrittore inglese Gilbert Adair, che ne ha curato l'adattamento per il grande schermo. Ambientato a Parigi nel 1968, agli albori della contestazione giovanile, il film prende avvio con l'incontro di Matthew, studente americano in trasferta transalpina, con i gemelli Isabelle e Théo davanti ai cancelli della Cinémathèque Française, un incontro non casuale, considerando che tutti e tre sono incalliti cinefili. »

di Alberto Crespi L'Unità

Folla delle grandi occasioni, decine di persone sedute per terra: atmosfera da ‘68. Sì, parliamo di The Dreamers ­ I sognatori, attesissimo film di Bernardo Bertolucci passato per la stampa alle 22 di domenica in un’atmosfera da curva Sud (tifo pro e tifo contro, senza mezzi termini). Ma forse parliamo della mostra tutta, perché qui al Lido si respira aria di sommossa: gli «accrediti cinema» (culturali, associazioni, studenti) sono in rivolta, perché non riescono a vedere neanche un film grazie alla delirante organizzazione. »

The Dreamers - I sognatori | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Shop
DVD
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità