Il grande Lebowski

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Il grande Lebowski   Dvd Il grande Lebowski  
Consigliato assolutamente sì!
4,06/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Usa)
 dizionari * * * 1/2 -
 critican.d.
 pubblico * * * * -
   
   
   
Drugo Lebowski (Bridges) è un originale che vivacchia senza impegnarsi, dormendo, fumando - moderatamente - marijuana, giocando a bowling coi suoi fidati amici (Goodman e Buscemi).
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Capolavoro leggero, ironico, illogico dei fratelli Coen
Giancarlo Zappoli     * * * * -

Los Angeles Anni Novanta. Jeffrey Lebowski passa la giornata tra una partita di bowling con gli amici Donny e Walter, una visita al supermercato in accappatoio e uno spinello. Un giorno però due brutti ceffi gli orinano sull'unico tappeto del suo appartamento scambiandolo per un ricco omonimo. Lebowski va a cercarlo con l'unico scopo di farsi rimborsare la perdita e finisce invischiato come corriere di un ingente somma di denaro che il magnate,costretto su una sedia a rotelle, deve pagare per riavere la giovane ninfetta che esibisce come trofeo coniugale.
Se si vuole assistere a una summa del cinema dei Coen non si può perdere Il grande Lebowski. Quando si dice 'cinema dei Coen' si intende Cinema tout court (la maiuscola non è un errore di battitura). Perché solo loro possono condensare in meno di due ore citazioni, riferimenti a generi, surrealismo e analisi della realtà senza un briciolo di quella supponenza cinefila che spesso caratterizza le opere di chi vuole dimostrarci di 'sapere tutto' sulla Settima arte.
Le vicende in cui Dude (soprannome che significa 'tipo/tizio' e, a differenza del maldestro 'drugo' attribuitogli dalla versione italiana, non ha alcun ammiccamento al kubrickiano Arancia meccanica) viene coinvolto rotolano via come la palla di rovi che apre il film o come quella da bowling (con la spettacolare soggettiva) con la leggerezza che è propria di chi sa scrivere e poi controllare e rendere visivamente caleidoscopica una sceneggiatura cinematografica. Quelle televisive dell'epoca non debbono piacere molto ai due fratelli se sadicamente chiudono in un polmone d'acciaio l'autore degli script di una serie amata da Walter.
Tra Volkswagen che pedinano, artiste che si esprimono nude, nichilisti, danzatori sovrappeso e audiocassette con il canto delle balene i Coen non dimenticano di affondare la lama della loro ironia nella società che li circonda. George Bush padre e la prima guerra con l'Iraq, il ricordo del Vietnam che ossessiona Walter, l'ebraismo, le fondazioni umanitarie sfruttate da persone senza scrupoli entrano a far parte di una storia che omaggia Il grande sonno di Chandler/Hawks ma è innervata da un'originalità inventiva che non è mai fine a se stessa e sa essere irriverente (vedi lo spargimento delle ceneri) senza perdere il senso della misura.

Premi e nomination Il grande Lebowski MYmovies
il MORANDINI
Primo Weekend Usa: $ 5.534.000
Incasso Totale* Usa: $ 5.534.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 15 febbraio 1998
Sei d'accordo con la recensione di Giancarlo Zappoli?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
88%
No
12%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* * * * *

Capolavoro dell'assurdo

venerdì 11 ottobre 2013 di Filippo Catani

Los Angeles inizio anni '90. Un pigro hippie dedito ai white russian e alle sfide a bowling con gli amici rimane coinvolto in un caso di rapimento a causa di uno scambio di persona dovuto ad omonimia. Da quel momento si verificheranno una serie di eventi tragicomici. In breve la trama è quella riassunta sopra ma un film come questo non viaggia al pari della trama ma a un livello superiore. Questo perchè più dello svolgimento dei fatti a rendere interessante il film ci sono continua »

* * * * *

Una risata vi salverà

giovedì 5 aprile 2007 di Lenin

Questa volta i terribili fratellini Coen hanno deciso di rovesciare il loro cinismo in corrosiva ironia sul mondo. Già in Arizona Junior ci avevano mostrato la loro vena dissacrante e comica, ma qui si superano. L'identità Lebonskiana verte su idealtipi umani antitetici (il magnate e lo spiantato) dove il secondo, con la sua slow life, la sua anarchia postmoderna, stravince sul primo. In tempi di capitalismo selvaggio non è poco. Allo stesso modo, i comprimari di entrambi rafforzano la dicotomia: continua »

* - - - -

Orripilante pastrocchio in salsa coen

venerdì 7 giugno 2013 di GlobeTrotter2

Sono stato spinto a guardare questa "cosa" (perchè definirla FILM è un oltraggio a tutti i grandi film prodotti dal cinema USA) dall'entusiasmo di amici e dalla fama del titolo e del protagonista, il "drugo" (ripreso non si sa come da kubrick), che avevo sentito nominare spesso da qualcuno. Dopo 5 minuti ho già le mani fra i capelli, la trama è priva di ogni significato umano e i personaggi sono ridicoli, irritanti e pretendono di giganteggiare continua »

* * * * *

L'america

martedì 31 maggio 2005 di Gianpaolo

Attraverso una sceneggiatura da applausi, i geniali "Coen",..ci offrono un memorabile affresco nichilista. Strepitosa la caratterizzazione dei personaggi,...soprattutto quelle del belligerante -Goodman, e dell'accidioso-Bridges,...due entità obsolete,.."prodotte" e "vomitate" dal sistema, le quali per certi versi rappresentano l'effetto collaterale del cosidetto "sogno-americano"..essendone loro stessi le inconsapevoli "vittime". continua »

Lo sbronzo Jeff Bridges e il capitano di polizia
Conosco i miei diritti, amico.
Tu non conosci un ca**o, Lebowski.
Voglio un avvocato, porca puttana! Perry Mason, capito? Oppure…Matlock.
Il signor Treehorn dice che ha dovuto farti allontanare dalla festa che dava in giardino, perché eri ubriaco e molesto.
Il signor Treehorn tratta gli oggetti come donne, lo sapeva?
Il signor Treehorn fa girare molti soldi in questa città, tu fai girare solo le palle. La nostra è una graziosa cittadina balneare, e il mio obiettivo è mantenerla tranquilla. Perciò ti chiarisco una cosa: non mi piace che tu vada in giro a importunare i nostri cittadini, col tuo cognome da mezza sega, con la tua faccia da mezza sega, con i tuoi modi da mezza sega, e non mi piaci tu, mezza sega. Sono stato abbastanza chiaro?
Mi spiace, non stavo ascoltando.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Treehorn a Drugo
La gente ormai ha dimenticato che il cervello è l'organo erogeno più esteso… Parla per te amico…
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
John Goodman, con Lloyd Bridges e Steve Buscemi, fa paragoni tra la guerra in Vietnam e la Guerra del Golfo
Solo io e il muso giallo, a fissarci negli occhi: quello si chiama combattere. L’uomo con la mimetica nera, Drugo, quello sì che era un avversario.
Chi ha la mimetica nera?
Non rompere Donny…chi abbiamo adesso di fronte? Una banda di beduini con un asciugamano in testa che cerca di capire dov’è la marcia indietro nei carri russi
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | Il grande Lebowski

Uscita in DVD

Disponibile on line da venerdì 8 marzo 2013

Cover Dvd Il grande Lebowski A partire da venerdì 8 marzo 2013 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Il grande Lebowski di Joel Coen con Steve Buscemi, Jeff Bridges, John Turturro, John Goodman. Distribuito da Universal Pictures, il dvd è in lingue e audio italiano, DTS 5.1 - italiano, Dolby Digital 5.1. Su internet grande Lebowski (DVD) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 7,99 €
Prezzo di listino: 9,99 €
Risparmio: 2,00 €
Aquista on line il dvd del film Il grande Lebowski

SOUNDTRACK | Il grande Lebowski

La colonna sonora del film

Disponibile on line da sabato 7 marzo 1998

Cover CD Il grande Lebowski A partire da sabato 7 marzo 1998 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Il grande Lebowski del regista. Joel Coen Distribuita da Mercury, il cd è composto da musiche di genere Pop e Rock Internazionale. Su internet il cd Il grande Lebowski (The Big Lebowski) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS.

Prezzo: 10,20 €
Prezzo di listino: 13,00 €
Risparmio: 2,80 €
Aquista on line la colonna sonora del film Il grande Lebowski

di Lietta Tornabuoni La Stampa

Gran film americano, strepitoso e velenoso, ricco d'inventiva, d'intelligenza e divertimento, d'originalità e stile: Il grande Lebowski dei fratelli Coen (Joel regista, Ethan produttore, tutt'e due sceneggiatori, tutt'e due quarantenni) è il ritratto d'un ex ragazzo degli Anni Settanta e della città di Los Angeles ("dopo averla vista, puoi morire senza pensare che Dio t'abbia fregato") nel 1991 della guerra del Golfo; è introdotto e concluso da un narratore, vecchio cowboy dalla faccia di legno; si rifà a certi romanzi di Raymond Chandler, alle loro atmosfere sfasate, violente e confuse, al loro protagonista Philip Marlowe, antieroe quotidiano consapevole del marciume del mondo e tuttavia deciso a fare del suo meglio, fedele all'amicizia e alla propria idea del dovere. »

di Roberto Escobar Il Sole-24 Ore

Sospinta dal vento, una palla di rovi rotola per il deserto. Seguendola, la macchina da presa arriva sul bordo di un’altura: in basso, c’è Los Angeles illuminata. Guidati dai rovi e dal vento, ora i fratelli Joel ed Ethan Coen s’addentrano nella città, loro presi dal piacere di raccontare e noi da quello d’ascoltare e guardare. Intanto, ci introduce alla narrazione la voce di Sam Elliot (più avanti, lo vedremo nel ruolo d’uno straniero con un cappello da cow-boy). All’epoca della guerra del Golfo, racconta, c’era a Los Angeles Jeff Lebowski detto Drugo, il più pigro dei suoi abitanti. »

di Luigi Paini Il Sole-24 Ore

L’uomo più pigro del mondo abita a Los Angeles. è Drugo (Jeff Bridges), un “disoccupato organizzato” che passa il tempo a giocare a bowling in compagnia di due squinternati che rispondono al nome di Walter (John Goodman) e Donny (Steve Buscemi). Non è sposato, beve vodka, fuma spinelli, ascolta musica anni ‘70 e si fa un sacco di bagni caldi. In realtà si chiama Jeff Lebowski (é lui il protagonista di Il grande Lebowski, di Joel Coen) ma nessuno ricorda il suo vero nome. Nessuno, tranne due poco di buono che irrompono all’improvviso nelle sua casa, gli danno un sacco di legnate e, prima di andarsene, gli rovinano l’unico tappeto bello. »

Il grande Lebowski | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | filippo catani
  2° | lenin
  3° | gianpaolo
  4° | pinous
  5° | claudiofedele93
  6° | ash006
  7° | ultimoboyscout
  8° | alex41
  9° | malvex
10° | jeff lebowsky
11° | harloch74
12° | giuli18
13° | alexander 1986
14° | renato clint ian mazza
15° | fighter
16° | il grande lewboski
17° | shiningeyes
18° | esaminatore
19° | rambo
20° | brando fioravanti
21° | reservoir dogs
22° | taniamarina
23° | bella earl!
24° | globetrotter2
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità