•  
  •  
Apri le opzioni

Ziyi Zhang

Ziyi Zhang. Data di nascita 9 febbraio 1979 a Pechino (Cina). Ziyi Zhang ha oggi 43 anni ed è del segno zodiacale Acquario.

Zig Zha(n)g

A cura di Fabio Secchi Frau

E così a Hollywood la Cina non è più uno spauracchio. Anzi viene accolta a braccia aperte. Almeno questo è ciò che succede se il tuo nome è quello di Zhang Ziyi, una delle più suggestive e miracolose attrici cinesi, che è diventata un'inaspettata reginetta cinematografica del nuovo millennio. Irresistibile e fantastica, si è incapaci di etichettarla, e quindi anche di pronosticarle e quantificarle un futuro, ma per tutti rimane il volto regale di una geisha che mostra come si possa essere libere e indipendenti, senza dover sottostare alle leggi del mestiere più antico del mondo rimanendo libere a vita.
Figlia di un'economista e di un insegnante di scuola materna, ha studiato danza alla Beijing Dance College, passando poi alla Beijing Dance Academy. Laureata alla Central Drama Academy della Cina, ancora giovanissima, frequenta la Chinese Central Drama School, lo stesso istituto frequentato anche da Jackie Chan, dove - con severità e dedizione - si insegna danza, recitazione e arti marziali.
Una volta pronta esordisce nel film tv cinese Xing xing dian deng (1996) di Sun Wenxue e da lì comincia una lunghissima gavetta in film di kung-fu; il primo autore a rilevarne le doti drammatiche è stato il grande Zhang Yimou (già scopritore di un'altra divina dagli occhi a mandorla, Gong Li) che la inserisce in La strada verso casa. La critica è unanime: Zhang Ziyi è deliziosa.
Difficile per Ang Lee non accaparrarsela quando sta dirigendo il film premiato con l'Oscar La tigre e il dragone, dove si frappone fra Michelle Yeoh e Yun-Fat Chow. E se in Cina è già una piccola star, in America bisogna aspettare l'anno seguente per vederla nel suo lato aggressivo-seduttivo, quando Brett Ratner la sceglierà per Colpo grosso al Drago Rosso - Rush Hour 2, dove però incontrerà un piccolo handicap: non sapendo parlare inglese, l'attore Jackie Chan (suo compagno di set) le traduceva ogni cosa che il regista diceva.
La sua patria la reclama ancora una volta e sempre con la voce di Zhang Yimou che la vuole nel suo secondo kolossal Hero con Jet Li, Tony Leung e Maggie Cheung, dove Zhang interpreta la guerriera volante Luna e trova finalmente la consacrazione come star assoluta in patria e attrice da esportazione in America.
Volto della casa di cosmetici Maybelline, dello shampoo Pantene, delle Coca-Cola, con tante relazioni commerciali statunitensi non può non prendere lezioni d'inglese, e dopo aver preso parte all'ultimo kolossal della trilogia cavalleresca-medievale cinese di Yimou (La foresta dei pugnali volanti) e aver ritrovato Tony Leung nel bellissimo 2064 di Wong Kar-Wai nei panni di una sensualissima fanciulla che è oggetto del desiderio dello scrittore protagonista della vicenda, è pronta per il suo ruolo più importante, quello che lo consacrerà come piccola diva: la geisha Chiyo di Memorie di una geisha di Rob Marshall, che ha raccolto un cast eccezionale (da Ken Watanabe alla perfida Gong Li, fino alla mite Michelle Yeoh), per offrirle il ritratto di una donna in balia di un destino impostole fin da bambina e che troverà nell'antagonismo con la geisha Hatsumomo e nell'amore mai dichiarato per un uomo che ha sempre sognato, la realizzazione della sua vita. È una vera rivelazione, infatti viene nominata ai Golden Globe come miglior attrice drammatica e sale allo status di volto importante del cinema mondiale, diventando membro della giuria del Festival di Cannes.
Ancora una volta si immerge nei sontuosi abiti della Cina Imperiale e quindi in quelli dei kolossal (The banquet di Xiaogang Feng), vestendosi della bella e potente imperatrice Wa, divisa fra ragioni del cuore e ragioni del regno, in un misto di Antigone e Amleto.
Nel 2012 prende parte al film di Wong Kar-wai, The Grandmaster, ispirato alla biografia di Ip Man, il maestro di arti marziali che allenò l'adolescente Bruce Lee.
Formidabile ed esotica, con una recitazione che è giocata su due piani ben precisi (quello della gestualità sempre minima e leggera e quello dell'impostazione della voce delicata come la porcellana) e una carriera che va a zig zag fra Pechino e Hollywood, Zhang Ziyi è l'unica erede della fama di Gong Li.

Ultimi film

News

Un ritratto dell'attrice scelta come presidente di giuria della 32.ma edizione del festival.
Oggi in concorso Promised Land con Matt Damon.
Al Festival di Roma è il giorno di Winterbottom e Faenza.
Letitia Casta ha sfilato ieri per il film di Tsai Ming-Liang.
In uscita anche il duello tra Frost e Nixon e il thriller The Horsemen.
Jonas Åkerlund militava in una black metal band prima di darsi alla regia.
I Quattro Cavalieri dell'Apocalisse.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati