•  
  •  
Apri le opzioni

Isao Takahata

Isao Takahata. Data di nascita 29 ottobre 1935 a Mie (Giappone) ed è morto il 5 aprile 2018 all'età di 82 anni a Tokyo (Giappone).

Dal cinema francese realista all'animazione gipponese

A cura di Fabio Secchi Frau

Regista d'animazione giapponese, è anche sceneggiatore e produttore di un buon numero di acclamate pellicole, nonché il co-fondatore dello Studio Ghibli assieme ad Hayao Miyazaki. È l'autore di lungometraggi animati come: il drammatico Una tomba per le lucciole, il romantico Only Yesterday, Pom Poko e la commedia My Neighbors the Yamada.

Passione: Prévert
Nato il 29 ottobre 1935 nella Prefettura di Mie, nella stessa città del regista Kon Ichikawa (mentre suo padre era cresciuto con il grande regista Yasujiro Ozu), Isao Takahata trascorre gran parte della sua infanzia e della sua adolescenza nella prefettura di Okayama, appassionandosi a quelli che sono i suoi due hobbies principali: la musica e la letteratura. Molto portato per la storia dell'arte, sceglie di specializzarsi in questa e, una volta conclusi i suoi studi liceali, si immatricola nell'Università di Tokyo, iscrivendosi al corso di letteratura francese, dove ha occasione di scoprire la poetica di Jacques Prévert. Laureato nel 1959, comincia a lavorare come traduttore francese delle opere di questo autore. Ed è proprio grazie a Prévert che si avvicina al cinema, alla sua storia e alla sua analisi. Entrato in un club di studi cinematografici, diventa poi critico per una rivista studentesca, dove ha occasione di descrivere e spiegare il cinema francese. Quando Prévert collabora con Paul Grimault in La Bergère et le ramoneur, Takahata fa un ulteriore e decisivo passo verso l'animazione, che abbraccerà poi totalmente. Pur non essendo mai stato un disegnatore, ne apprende il mestiere dopo aver vinto un concorso ed essere entrato a far parte della Toei Doga come allievo regista. Fra il 1959 e il 1965, collabora in diverse produzioni cinematografiche e televisive come: Anju to Zushimaru (1961); Tetsu monogatari (1962); Wanpaku ji no orochi taiji (1962); Ankokugai saidai no kett (1963); e Hustle Punch (1965). Purtroppo, già alla fine degli Anni Settanta, la Toei deve affrontare una grande crisi finanziaria nell'impossibilità di competere contro il colosso disneyano che tutto macinava.

Ken il ragazzo lupo
Con l'arrivo del nuovo media, la televisione, le varie case di produzione, rivedono i loro canoni e integrano il loro lavoro cinematografico a quello per il piccolo schermo, producendo, con budget ridotto, opere seriali come Ken il ragazzo lupo, di cui Takahata dirige alcuni episodi.

Il flop La grande avventura del piccolo principe Valiant
Nel 1968, arriva la sua prima regia cinematografica: La grande avventura del piccolo principe Valiant. Il film è l'occasione perfetta per cominciare a lavorare colleghi come Hayao Miyazaki e Yasuo tsuka ma non ottiene i risultati sperati al botteghino.

Dalla Toei alla A Production
Dopo questo flop, Takahata è fortemente demotivato e, quindi, si affiderà maggiormente a Miyazaki e insieme collaboreranno strettamente per perfezionare il loro stile che, però, verrà messo in pericolo dalle scelte direttive della Toei. A questo punto, accettano di passare a una nuova casa di produzione, la A Production (una branca della Tokyo Movie) fondata da un loro ex superiore, Daikichiro Kusube. Uno dei loro primi lavori vorrebbe essere la serie animata di "Pippi Calzelunghe", così Miyazaki e Takahata partono per la Svezia per acquistarne i diritti e per studiare le location, ma disgraziatamente incontrano le opposizioni dell'autrice Astrid Lingren. Fortemente frustrati da questo rifiuto, non pensano che potrebbe andare peggio di così, invece, improvvisamente viene loro chiesto di firmare alcune produzioni seriali animate. È così che arrivano a noi opere come: Môretsu atarô (1969); Gegege no Kitarô (1971); Apache yakyûgun (1971-1972); Lupin III (1971-1972); Kôya no Shônen Isamu (1973); Heidi (1974,); Marco - Dagli Appennini alle Ande (1976); il mitico Conan il ragazzo del futuro (1978); Anna dai capelli rossi (1979, è suo l'approfondimento genitoriale nel rapporto fra la piccola Anna e Marilla). Lupin III, Heidi, Conan il ragazzo del futuro e Anna dai capelli rossi otterranno un successo strepitoso in tutto il mondo. Ci sarà anche un progetto con la Disney che, però, salterà a causa di enormi divergenze artistiche fra loro e gli altri animatori.

La fondazione dello Studio Ghibli
Spinti da questi successi, dopo molte altre piccole e grandi produzioni lungo tutta la prima metà degli Anni Ottanta, coronano il loro sogno di fondare un loro studio di animazione: lo Studio Ghibli. È così che Takahata torna alla regia di un lungometraggio con Una tomba per le lucciole (1988), all'interno della quale dirigerà la storia di Akiyuki Nosaka incentrata su due bambini vittime della seconda guerra mondiale e che, secondo la critica statunitense, è uno dei più grandi film bellici mai realizzati.

Only Yesterday e Pom Poko
Nel 1991, viene il turno di Only Yesterday, che invece è la trasposizione di un noto manga omonimo di Hotaru Okamato e Yuuko Tone e che racconta le vicende di una donna divisa fra passato e presente, forse uno dei film più delicati del regista. Mentre nel 1994, firma Pom Poko che, invece, rimane uno dei suoi titoli più ecologici e mirati a una seria riflessione sull'ambiente. Usando come protagonisti dei procioni, Takahata illustra l'aumento della crescita demografica giapponese negli Anni Sessanta che portarono le autorità a estendere l'urbanizzazione nelle incontaminate zone di campagna, con una seria minaccia per la natura circostante.

My Neighbors the Yamada
Dopo cinque anni, ritorna alla regia con My Neighbors the Yamada, una commedia d'animazione su una famiglia media che, per stile, è caratterizzata da un tratto grezzo, quasi abbozzato (poi successivamente ripreso da altri autori).

La storia della principessa splendente
Vincitore del Leopardo d'onore al Festival di Locarno del 2009, è tutto fuorché interessato a mettersi a fare il pensionato e così nel 2013, dirige una nuova pellicola: La storia della principessa splendente, tratto da racconto popolare giapponese, "Taketori Monogatari" (Storia di un tagliabambù), che ha non poche analogie con la più europea fiaba di Pollicina.

Stile e temi
Fortemente influenzato da Jacques Prévert, dal neorealismo italiano e, in seguito, anche dalla Nuovelle Vague, Takahata preferisce, diversamente dalla maggior parte degli animatori della sua generazione, tratti realistici e toni espressionistici per le sue pellicole.
L'influenza del neorealismo è evidente nella quantità di attenzioni ai dettagli e nella visualizzazione di azioni quotidiane che sono palesi soprattutto lì dove la vita dei personaggi delle sue opere, televisive e cinematografiche, si compone prevalentemente di quelle piccole o grandi attività contadine che scandiscono l'arco della giornata (in Anna dai capelli rossi, per esempio, è possibile notare la grande importanza che Takahata fa nella descrizione di eventi come l'andare in chiesa ogni settimana, i lavori di pulizie di una particolare stanza o di alcuni particolari oggetti o, più in generale, il lavoro dei contadini). Ovviamente, visto che il suo è uno stile fortemente sperimentale, ci sono delle eccezioni. Per esempio, con Pom Poko, più favolistico che realista, e con Sero hiki no Gôshu (1982), dove un violoncellista è aiutato dagli animali parlanti di una foresta. Mentre le influenze espressionistiche emergono principalmente in scene in cui la fantasia di uno o più personaggi prende vita sullo schermo.
Inoltre, Takahata è riconosciuto come uno di quegli autori più interessati a parlare a un pubblico adulto che a uno infantile. È per questo motivo che uno dei suoi film più apprezzati è Only Yesterday, che ruota attorno a un unico personaggio (una donna che lavora in un ufficio a Tokyo e che si prende delle vacanze per trascorrerle con il cognato e per lavorare come bracciante in campagna) combattuto fra la nostalgia per il suo passato da scolaretta nella provincia giapponese e l'interessante vita all'interno di una metropoli. Dilemma che è più interessante per uno spettatore maturo.

Ultimi film

News

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati