Un amore all'improvviso

Film 2009 | Sentimentale +13 112 min.

Titolo originaleThe Time Traveler's Wife
Anno2009
GenereSentimentale
ProduzioneUSA
Durata112 minuti
Regia diRobert Schwentke
AttoriRachel McAdams, Eric Bana, Ron Livingston, Jane McLean, Stephen Tobolowsky Arliss Howard, Brooklynn Proulx, Alex Ferris, Michelle Nolden, Hailey McCann, James Lafazanos.
Uscitavenerdì 2 ottobre 2009
Distribuzione01 Distribution
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 2,37 su -1 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Robert Schwentke. Un film con Rachel McAdams, Eric Bana, Ron Livingston, Jane McLean, Stephen Tobolowsky. Cast completo Titolo originale: The Time Traveler's Wife. Genere Sentimentale - USA, 2009, durata 112 minuti. Uscita cinema venerdì 2 ottobre 2009 distribuito da 01 Distribution. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 2,37 su -1 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Un amore all'improvviso tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Henry De Tamble è un bibliotecario, che a causa di disordine genetico, quando si trova sotto stress viaggia nel tempo. In Italia al Box Office Un amore all'improvviso ha incassato nelle prime 5 settimane di programmazione 549 mila euro e 269 mila euro nel primo weekend.

Un amore all'improvviso è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato nì!
2,37/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA 1,75
PUBBLICO 3,18
CONSIGLIATO NÌ
Il film riempie il tempo della visione ma non è senza buchi.
Recensione di Marianna Cappi
lunedì 28 settembre 2009
Recensione di Marianna Cappi
lunedì 28 settembre 2009

Clare ha conosciuto Henry quando aveva sei anni e lui era già un uomo. L'ha rivisto altre volte e altre volte lo ha guardato sparire all'improvviso. Henry possiede un gene che lo fa viaggiare nel tempo, avanti e indietro, senza controllo né preavviso. Nonostante questo, benché sappia che potrebbe non presenziare nemmeno al proprio matrimonio e non sappia con quale di lui, se un giovane o un vecchio, trascorrerà il Natale, Clare cerca disperatamente e pazientemente di costruirsi con l'amato una vita normale.
Metafora valida del rapporto di coppia, rispetto alle cui difficoltà siamo tutti avvertiti ma mai veramente preparati, Un amore all'improvviso, nel suo inspiegabile titolo italiano, sposta repentinamente l'attenzione non solo dalla protagonista ("The time traveller's wife", dal romanzo omonimo di Audrey Niffenegger) ma anche dall'eccezionalità dell'oggetto, cercando di riportarlo nell'alveo della commedia sentimentale (ops, amore, ho scordato i vestiti) quando di drammone si tratta ed è nel non lasciar spazio al divertimento che sta la sua cifra, piaccia o meno ("sei entrato nella testa di una bambina di sei anni", detto da Clare, è più lo sfogo di una condannata che il sospiro di una predestinata).
Lo sceneggiatore di Ghost Bruce Joel Rubin rigioca, questa volta per Robert Schwentke, la carta del romanticismo tinto di soprannaturale, ma pare dimenticare che, al cinema, solo un'immersione profonda nel reale può indurci a credere a ciò che lo supera e non è parlando e trattando esclusivamente di sentimenti che questi si suscitano e si liberano. I momenti migliori del film, non a caso, raccontano la vita di Henry - costretto a vestirsi da donna perché quelli sono i primi abiti che trova; sedotto da una donna che non sa chi sia ma che è certa che si sposeranno e sarà lui a dirglielo, sbucando da un cespuglio fra qualche anno, quando lei non sarà ancora abbastanza grande per ritrarsi; impegnato a consolare la propria compagna che ha appena litigato con un altro lui stesso - e sono i momenti più interessanti perché reggono fuor di metafora, facendo appello alla fantasia e dunque alla peculiarità per parlare della realtà comunemente esperita.
I fuochi d'artificio, i tuoni, il ballo, le creazioni artistiche di lei (che citano fastidiosamente quelle di Demi Moore) non sono decorazioni, per quanto superflue, ma stonature belle e buone, che tolgono vita al personaggio già delicato di Henry e ne fanno davvero, nell'economia del film, una presenza intermittente, che ogni tanto dissolve nelle trasparenze dell'incredibile.

Sei d'accordo con Marianna Cappi?
Il film riempie il tempo della visione ma non è senza buchi.
a cura della redazione

La storia di Henry DeTamble è un librario che a causa di una rara malattia genetica si trova a viaggiare nel tempo tra passato e futuro. Il luogo e il tempo dei suoi viaggi straordinari sembrano dettati dal suo inconscio e il momento della partenza sembra essere legato a stati di stress. Clare Abshire è invece un'artista dalla vita tranquilla. Tra i due nascerà una storia d'amore apparentemente impossibile...

UN AMORE ALL'IMPROVVISO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-
TIMVISION
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 1 agosto 2011
Fiffa89

Quando Clare sposa Henry, nonostante sia consapevole del difetto genetico da cui è affetto, non può fare a meno di sentirsi "obbligata" a comprendere la sua frequente e inaspettata assenza ed ha giustificarla...ma anche se il loro amore è capace di abbattere le barriere del tempo, attendere il ritorno di Henry non è mai facile.

mercoledì 9 febbraio 2011
ultimoboyscout

Col film non c'entra proprio un tubo! A parte questo il film è così così, recitato maluccio, Bana non è il massimo dell'espressività e non lo si scopre certo oggi. Si tratta di una commedia a tinte rosa solo in parte, infatti la maschera è rosa quella che nasconde un certo dramma, perchè di amore si tratta ma certo è che si tratta di amore [...] Vai alla recensione »

venerdì 28 agosto 2009
shopgirl

Come si fa a scegliere il titolo di un film??Come fa "La moglie dell'uomo che viaggiava nel tempo" a diventare "L'amore all'improvviso"???Ma almeno chi ha preso questa decisione ha letto il libro da qui è tratto il film??Come fanno le persone che hanno letto il libro e non sanno che al film è stato appioppato sto titolo,che si tratta della medesima storia???Perdonatemi,ma a me sto titolo da l'impressione [...] Vai alla recensione »

domenica 4 ottobre 2009
JohnnyG

Ma perchè chi fa critica cinematografica non si lascia mai andare? A causa di una ipertrofia dell'emisfero cerebrale sinistro, evidentemente congenita in chi svolge la sua attività, Marianna Cappi censura aprioristicamente la possibilità che il pubblico si lasci contagiare dalla tenera e affascinante atmosfera della storia. Non spende una parola per i protagonisti, letteralmente deliziosi.

sabato 3 ottobre 2009
alberd9

Io l'ho visto ieri sera. Nonostante il film non sia molto elaborato e sicuramente non uno dei miei generi preferiti si lascia decisamente guardare. La storia è scorrevole, non lascia domanda aperte nel finale e le quasi due ore di film volano senza accorgersene. Sono ottimi anche gli intrecci fatti a seconda dei viaggi nel tempo fatti da un Buon Eric Bana.

lunedì 12 ottobre 2009
shopgirl

Non voglio dilungarmi sulle differenze tra il libro ed il film.So benissimo che quello che funziona sulla carta molto spesso non funziona sul grande schermo(a parte alcune eclatanti eccezioni).Quindi voglio parlare del film in sè.Premesso che adoro Eric Bana,la sua interpretazione qui è un po statica.Non è riuscito ad emozionarmi,per inteso.Il film è abbastanza gradevole ma lento.

sabato 13 giugno 2009
shopgirl

Bellissimo.Ho appena visto il trailer e la locandina e la data d'uscita im america è stata spostata al 14 agosto.Sono sicura che arriveranno presto anche su mymovies.

lunedì 5 ottobre 2009
JohnnyG

Maurizio Porro è una aiznarag. Cioè una garanzia che funziona al contrario. Quando dice che un film è una puttanata andate a vederlo tranquilli, nella peggiore delle ipotesi state per passare un paio d'ore piacevoli. Quando definisce un film "imperdibile" girate i tacchi e scappate a gambe levate dal quartiere dove è ubicata la sala: rischiavate una clamorosa corazzata potemkin.

giovedì 15 aprile 2010
Mr.Duff

Bellissimo film. I passaggi dal presente al passato e al fututo sono a tratti un po critici e complessi ma solo se si va a pensare a un logica ke alla fine non c'è, cioè molte cose nn quadrano se si entra nel dettaglio. Il titolo italiano lo trovo ridicolo e superfluo tanto ke sembra una nurmalissima commedia romantica quando poi c'è un pizzico di sovrannaturale e atmosfera magica del tempo,mi ha ricordato [...] Vai alla recensione »

martedì 9 agosto 2011
Mirko77

Un film davvero godibile e fortemente espressivo. Ottima la recitazione dei protagonisti e la sceneggiatura. Alcuni momenti sono molto toccanti. Mi viene in mente ad esempio quando Henry vede se stesso mentre muore lasciando un'impronta di vapore conj la mano sulla finestra. Nel futuro, la stessa impronta svanirà nello stesso istante in cui Henry perderà la vita.

sabato 19 marzo 2011
Shebangsthedrums

La mia domanda è perché? Ho adorato il libro più di ogni altra cosa, nella mai testa cercavo di immaginarmi come sarebbe stato un ipotetico film. Ecco, appunto, mi sento dispiaciuta, avrei voluto dargli cinque stelle ma purtroppo non mi ha presa. Ci sono stati quei momenti che sentivo la commozione salire ma veniva bloccata, nel senso che in alcune scene, come per esempio, quando Henry sta per morire, [...] Vai alla recensione »

giovedì 18 febbraio 2010
sonny3

da guardare

sabato 10 settembre 2016
nerazzurro

Consiglio vivamente la visione di questo film che sa far emozionare. Da far passare in secondo piano la scelta italiana del titolo che davvero stona con tutto il film (cosa cavolo centra "un amore all improvviso" con gli avvenimenti del&nbs [...] Vai alla recensione »

martedì 9 agosto 2011
Mirko77

Un film che lascia il segno. Meraviglioso nel montaggio e ancor più nel pathos. Peccato per il titolo che non rende giustizia a una pellicola di valore.

domenica 3 aprile 2011
Cry94

L'ho visto da poco su sky e mi è piaciuto tantissimo !!! Sicuramente tecnicamente non è fatto benissimo e ha qualche buco magari anche recitativo da parte di eric bana...ma la trama secondo me è notevole! Ti coinvolge molto e l'idea è sicuramente molto originale ! E poi adoro Rachel McAdams e non riesco ad essere molto obiettivo nel suo caso.

lunedì 20 settembre 2010
PaulNacci

Ho visto il film per caso in quanto come spesso accade il titolo del film in italiano non ha nulla a che vedere con il titolo del romanzo.Devo dire che ho trovato che il film coglie l'essenza del romanzo pur trascurando per ovvie ragioni di adattamento cinematografico alcuni aspetti.

lunedì 5 aprile 2010
Liuk

Bel film, originale e romantico. Da vedere.

martedì 9 marzo 2010
Lost876

Mi aspettavo veramente molto di più da questo film, che alla fine si è rivelati una delusione e basta!!!

venerdì 10 settembre 2010
doni64

Film da me definito utopicodrammatico poiche' ...al di la' della realta'..La trama e' inconsueta e a parte incomprensibile per alcune scene troppo assurde dovute al comparire dell'attore interprete e scomparire in ere diverse....cmq...nel complesso un film piu' che discreto ma per la scenografia e l'interpretazione che non e' da meno.Voto 6+ 

domenica 11 ottobre 2009
CAPPELLaiO MATT.O

non mi ha emozionato per niente..certo non sono un cultore del genere ma speravo in qualcosa di più

lunedì 12 ottobre 2009
MOVIE

Esclusivamente destinato ad un pubblico di romanticoni, che amano i film melensi e strappalacrime, se poi la trama fa buchi da tutte le parti poco importa... Tratto da un romanzo, mi auguro, più coeso nella trama, la storia si dipana a singhiozzi, spizzichi e bocconi. Tante cose restano inspiegate e inspiegabili: perchè la figlia di Henry e Clare riesce a "dominare" la propria malattia? Quanto tempo [...] Vai alla recensione »

Frasi
"Vieni a prendere un caffè con me, oppure vieni a cena, o qualcosa"... Non può dirmi di no, questo Henry che mi ama nel passato e nel futuro, deve amarmi anche ora, nell'eco di un tempo diverso che dura un battito di ciglia.
Una frase di Clare Abshire (Rachel McAdams)
dal film Un amore all'improvviso - a cura di Lussién
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Alessio Guzzano
City

Il libraio bel fusto di Chicago Erica Bana viene ostinatamente inquadrato dal regista di "Flightplan" come fosse in fuga perenne da un calendario sexy. Invece è vittima di improvvisi viaggi nel tempo suo malgrado. In trance emotivo e senza vestiti, saltella da un decennio all'altro causando(si) cortocircuiti romantici spesso curiosi, a volte furiosi, infine dolorosi.

Francesco Alò
Il Messaggero

A volte svaniscono. La povera Clare (McAdams) ama un uomo che spesso si smaterializza piantandola in asso senza una parola. Le lettrici penseranno: "Dov'è la notizia? Ci capita sempre". E' vero. La novità nel caso del film di fantascienza amorosa L'amore all'improvviso è che il bibliotecario di Chicago Henry DeTamble (Bana) sparisce per una strana forma di malattia genetica.

Antonello Catacchio
Il Manifesto

Ci sono strane alchimie che determinano il titolo di un film. Si potrebbe pensare che un prodotto statunitense che si chiama The Time Traveler's Wife, tratto da un romanzo di Audrey Niffenegger, edito in Italia da Mondadori come La moglie dell'uomo che viaggiava nel tempo, abbia lo stesso titolo. Invece diventa Un amore all'improvviso. Misteri di traduzione.

Peter Travers
Rolling Stone

I'd watch the vibrant Rachel McAdams and Eric Bana in anything, but The Time Traveler's Wife is pushing it. Based on the chick-lit bestseller by Audrey Niffenegger, the movie is Kryptonite for guys, pulling out every tearjerking stop to make us believe in the undying passion between Clare (McAdams), an artist, and Henry (Bana), the Chicago librarian she's loved since she was six years old and he appeared [...] Vai alla recensione »

Manohla Dargis
The New York Times

You could say that “The Time Traveler’s Wife” is a science-fictiony romance about eternal love and all that sniffy, weepy stuff. Or you could think of it as a crazy story about a stalker who sweet-talks a little girl whom he later seduces when she’s a teenager only to then knock her up and emotionally, psychologically and spiritually knock her down again and again, as he hopscotches naked across the [...] Vai alla recensione »

Paola Casella
Europa

C'è un genere di film che può funzionare magicamente o può battere la faccia sul selciato: è il melodramma romantico con derive esoteriche. Ne sono esempi recenti La casa sul lago del tempo, Vanilla Sky e City of Angels. L'esempio classico di funzionamento magico è Ghost, dove il compianto Patrick Swayze, Demi Moore e soprattutto Whoopi Goldberg riuscivano a farci credere nella perseveranza dell'amore [...] Vai alla recensione »

Alberto Castellano
Il Mattino

Non è un caso che «Un amore all'improvviso» diretto da Robert Schwentke richiami «Ghost». Lo sceneggiatore Bruce Joel Rubin infatti è lo stesso che firmò il cult sentimentale che lanciò Patrick Swayze. E anche il protagonista Eric Bana appare e improvvisamente svanisce come faceva l'attore recentemente scomparso. In questo caso però non si tratta del fantasma di un morto, ma di un uomo che a causa [...] Vai alla recensione »

Michele Anselmi
Il Riformista

Il titolo italiano, "Un amore all'improvviso", bara parecchio. L'originale suona infatti "The Time Traveler's Wife", ovvero la moglie del viaggiatore nel tempo. Al povero Henry capita infatti, per via di un'anomalia genetica chiamata "crono alterazione" (?), di scomparire quando meno se l'aspetta, in genere sotto botte di stress. Il giovanotto, incarnato da Eric Bana, che fu già l'incredibile Hulk, [...] Vai alla recensione »

Gian Luigi Rondi
Il Tempo

Siamo ancora ai viaggi nèl tempo, senza il brio, però, e le furbizie dei tre film sul «Ritorno al futuro» di Robert Zemeckis. Un po'di fantascienza c'è anche qui, ma in cifre domestiche, con l'accento soprattutto su una storia d'amore. Alla base, infatti, c'è un romanzo non a caso intitolato «La moglie dell'uomo che viaggiava nel tempo» riscritto per il cinema da quel Bruce Joel Rubin che su climi [...] Vai alla recensione »

Alessandra Levantesi
La Stampa

Per farsi un'idea del film Un amore all'improvviso (sceneggiato dal reputato Bruce Joel Rubin di Ghost) meglio basarsi sul titolo del bestseller ispiratore, La moglie dell'uomo che viaggiava nel tempo. Una storia romantica raccontata in forma di diario a due che la scrittrice (anche grafica e artista) Audrey Niffenegger ha pensato bene di rendere più originale impiccandola a un marchingegno fantascientifico [...] Vai alla recensione »

Paolo D'Agostini
La Repubblica

Si qualifica come fanta-romantico ma risulta spesso comico, involontariamente. C' è un tal Henry, che se fosse stato interpretato da un attore meno grigio forse era meglio, che per via di un' anomalia genetica viaggia nel tempo. Conosce quella che diventerà sua moglie quando è ancora una bambina, e incontra per la prima volta sua figlia quando lei è già grandicella e lui già defunto.

Paola Casella
Europa

C'è un genere di film che può funzionare magicamente o può battere la faccia sul selciato: è il melodramma romantico con derive esoteriche. Ne sono esempi recenti La casa sul lago del tempo, Vanilla Sky e City of Angels. L'esempio classico di funzionamento magico è Ghost, dove il compianto Patrick Swayze, Demi Moore e soprattutto Whoopi Goldberg riuscivano a farci credere nella perseveranza dell'amore [...] Vai alla recensione »

Massimo Bertarelli
Il Giornale

Non c'è limite alla faccia tosta degli sceneggiatori, che giustamente (?) se ne infischiano della verosimiglianza. Peccato che a volte tirino troppo la corda, finendo per precipitare nell'umorismo involontario. Come succede nella ridicola commedia sentimentale Un amore all'improvviso, banale titolo tradotto del più pertinente The Time Traveler's Wife, una storia a dir poco bizzarra, che non sta né [...] Vai alla recensione »

NEWS
LIBRI
giovedì 1 ottobre 2009
Fabio Secchi Frau

La recensione ** Avviso per tutti quelli che credono sia semplicemente un romanzo di fantascienza: non avventuratevi all’interno di questo libro se credete di trovare robot, alieni, dimensioni parallele, Morlock, Eloi e altri tipici elementi provenienti [...]

GALLERY
martedì 21 aprile 2009
Marlen Vazzoler

La Warner Bros ha rilasciato le prime immagini di The Time Traveler's Wife, il film doveva uscire inizialmente a metà 2008 per la new Line Cinema, ma poi era stato bloccato e ripreso dalla Warner. La storia racconta di Henry Detamble (Eric Bana), [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati