È stato tutto bello - Storia di Paolino e Pablito

Film 2022 | Documentario, 107 min.

Anno2022
GenereDocumentario,
ProduzioneItalia
Durata107 minuti
Al cinema2 sale cinematografiche
Regia diWalter Veltroni
Uscitalunedì 19 settembre 2022
DistribuzioneVision Distribution
MYmonetro 2,44 su 5 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Walter Veltroni. Un film Genere Documentario, - Italia, 2022, durata 107 minuti. Uscita cinema lunedì 19 settembre 2022 distribuito da Vision Distribution. Oggi tra i film al cinema in 2 sale cinematografiche - MYmonetro 2,44 su 5 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi È stato tutto bello - Storia di Paolino e Pablito tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento venerdì 16 settembre 2022

Filmati privati, interviste a chi lo ha conosciuto nella sua intimita`, repertorio delle sue prove piu` straordinarie e testimonianze dei suoi momenti piu` difficili.

Consigliato nì!
2,44/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA 2,38
PUBBLICO
CONSIGLIATO NÌ
La storia emozionante di Paolo Rossi in un racconto semplice e diretto. Che forse non basta.
Recensione di Simone Emiliani
venerdì 16 settembre 2022
Recensione di Simone Emiliani
venerdì 16 settembre 2022

Nasce a Prato il 23 settembre 1956 da una famiglia proletaria. Ha un fisico gracile ma una tecnica sublime, come ha sottolineato il suo allenatore Piero con cui ha mosso i primi passi come calciatore. Si trasferisce giovanissimo a Torino per giocare nelle giovanili della Juventus ma si rompe il menisco tre volte e la sua carriera non sembra decollare mai. Poi esplode nel Lanerossi Vicenza dove è stato anche capocannoniere con 24 reti e viene portato a 21 anni in Argentina da Bearzot per i Campionati del Mondo di Calcio dove da Paolino diventa Pablito. La sorte sembra accanirsi ancora contro di lui quando viene fermato due anni per il calcio scommesse. Bearzot decide di portarlo comunque ai Mondiali in Spagna del 1982 anche con quasi tutta la stampa contro. Il resto rimarrà per sempre nella storia del calcio, dalla tripletta con il Brasile, una delle nazionali più forti di sempre, all'apoteosi della finale contro la Germania con il Presidente della Repubblica Sandro Pertini raggiante in tribuna.

Ritorna più volte la tripletta contro il Brasile a Spagna82. Per chi l'ha vista, per chi non c'era. Da lì Paolo Rossi non è stato solo un grande calciatore, con un fiuto innato del gol perché cercava di capire dove andava il pallone. È diventato un'icona.

La sua immagine esultante e sorridente poteva essere il manifesto di un film. Oppure si poteva replicare più volte la sua foto nelle Figurine Panini. Il documentario di Walter Veltroni (quasi coetaneo del calciatore) segue uno schema tradizionale nell'impianto narrativo seguendo la carriera e la vita di Paolo Rossi dagli inizi fino alla morte all'ospedale di Siena il 9 dicembre 2020. Non lo è però da un punto di vista stilistico. Come negli altri documentari che ha firmato, da Quando c'era Berlinguer, I bambini sanno, Indizi di felicità e il più recente Fabrizio de André e PFM. Il concerto ritrovato, ha fatto sempre prevalere l'aspetto più vissuto, emozionale, soggettivo su quello della storia da raccontare.

In È stato tutto bello. Storia di Paolino e Pablito la vicenda personale di Paolo Rossi, tra cadute e rinascite, è già un film ed è stata già al centro quest'anno del documentario Paolo Rossi - L'uomo. Il campione. La leggenda realizzato da Michela Scolari e Gianluca Fellini. Il calciatore, nei video, è come se parlasse in prima persona, anche in quelli struggenti dello scambio di auguri con Diego Armando Maradona (morto due settimane prima di lui) per il compleanno dei 60 anni o l'ultimo viaggio con la moglie e le due figlie alle Maldive nel febbraio 2020. In più, nelle testimonianze, da quelle del fratello Rossano, a Tardelli e Cabrini che ritornano nell'hotel del ritiro e nel luogo dove un tempo c'era il mitico Stadio Sarrià (oggi si è trasformato in un parco-giochi per bambini) sembra di vedere la sua ombra.

C'è tanto materiale in È stato tutto bello. Storia di Paolino e Pablito. Ma come si deve affrontare? La storia di Paolo Rossi è già di per sé emozionante e il merito del documentario di Veltroni è quello di averla raccontata in modo semplice e diretto. Può bastare? Forse sì, forse no.

Ogni tanto depista e perde di vista il soggetto principale - l'intervista di Bearzot a "Mixer" da Minoli - e soprattutto stonano le ricostruzioni fiction con Rossi bambino in bianco e nero che a un certo punto saluta Rossano. Sono impurità imperdonabili o trascurabili. Per un film di lacrime (tante) dove c'è anche un gran cuore (la dedica di Vialli dopo l'Europeo dell'anno scorso è da brividi), ci si può lasciare coinvolgere e perdere di vista tutto il resto. Per un documentario più compiuto, serve soprattutto lasciar parlare direttamente l'archivio e le testimonianze senza veicolarle con troppo insistenza, magari soffermandosi in maniera maggiormente sulle zone d'ombra della sua vita come il calcio scommesse.

Per chi ha vissuto quegli anni o chi vuole scoprire o conoscere meglio Paolo Rossi, è comunque un tuffo nel passato. Magari ripartendo dalle Figurine Panini: Como, Lanerossi Vicenza, Nazionale italiana 1978 e 1982, Perugia, Juventus, Milan e Verona.

Sei d'accordo con Simone Emiliani?
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
martedì 20 settembre 2022
Adriano De Grandis
Film TV

Alle feste per i 40 anni dei Mondiali di Spagna 1982 non poteva mancare Veltroni, direttore delle figurine Panini ai tempi di "l'Unità". Il suo tributo è Paolo Rossi-centrico: Paolino e Pablito, il ragazzino e il campione, l'idolo e il mito di giorni indimenticabili. Rimbalzano i ricordi d'infanzia, il ragazzino che giocava all'ala, il numero 7 come piace a De Gregori, il fratello che lo ricorda tra [...] Vai alla recensione »

lunedì 19 settembre 2022
Riccardo Baiocco
Sentieri Selvaggi

È di recente uscita un libro dall'eloquente titolo: Se aveste fede come un calciatore. L'autore, don Marco D'Agostino, ricerca in personaggi ed eventi calcistici delle chiavi religiose. Un perno fondamentale per il processo di beatificazione del calcio e del calciatore non può che essere la sua icona per eccellenza, la figurina. Questa è il punto di congiunzione con il nuovo documentario di Walter [...] Vai alla recensione »

lunedì 19 settembre 2022
Enrico Danesi
Giornale di Brescia

Paolo Rossi dietro Pablito, l'uomo dietro l'eroe di Spagna, a riflettori (definitivamente) spenti. È questa la direzione che Walter Veltroni, nella ormai consolidata veste di regista (ha firmato una dozzina di titoli in meno di dieci anni), imprime a È stato tutto bello. Storia di Paolino e Pablito, un documentario con brevi inserti di finzione in bianco e nero, relativi all'infanzia del giocatore [...] Vai alla recensione »

domenica 18 settembre 2022
Tiziana Morganti
Asbury Movies

Ci sono delle persone che sembrano nascere con un marchio di normalità ben impresso. Una sorta di destino preannunciato che sembra inevitabilmente diretto verso una sorta di trasparenza sociale. Paolo Rossi sembrava proprio essere uno di loro. A confermarlo c'erano degli elementi piuttosto chiari come un nome comune e un fisico che passava inosservato.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati