Army of the Dead

Film 2021 | Azione, Fantascienza, Horror 148 min.

Regia di Zack Snyder. Un film Da vedere 2021 con Dave Bautista, Ella Purnell, Ana de la Reguera, Hiroyuki Sanada, Theo Rossi. Cast completo Titolo originale: Army of the Dead. Genere Azione, Fantascienza, Horror - USA, 2021, durata 148 minuti. - MYmonetro 2,97 su 15 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Army of the Dead tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Las Vegas dopo un'invasione di zombie che l'ha lasciata in rovina e isolata dal resto del mondo.

Consigliato sì!
2,97/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 2,93
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
Il ritorno di Snyder agli zombie è divertente e spettacolare, ma pure magniloquente e traballante.
Recensione di Andrea Fornasiero
giovedì 20 maggio 2021
Recensione di Andrea Fornasiero
giovedì 20 maggio 2021

Una coppia di sposini si dà al sesso sulle strade del Nevada, che sono però meno deserte del previsto: finiscono infatti per sbandare contro un convoglio militare, liberando il paziente zero dell'apocalisse zombie! La città di Las Vegas finisce sotto il controllo dei non-morti e i superstiti sono variamente traumatizzati e disperati. Al punto che Scott Ward accetta l'offerta di ritornare tra i mostri per svaligiare il caveau di un casinò, poco prima che la città venga nuclearizzata. Mette insieme una banda pronta a tutto, ma che comprende pure sua figlia operatrice umanitaria, decisa a salvare una famiglia di immigrati.

Al matrimonio tra zombie e heist movie si aggiunge l'accostamento tra il cinema adrenalinico muscolare e la critica liberal alla presidenza Trump: troppo per un solo film, nonostante le quasi due ore e mezza di durata.

Spesso in Army of the Dead trionfa l'autoindulgenza di Zack Snyder, noto per la plasticità delle singole scene in ralenti più che per l'equilibrio generale dei suoi film, ma qui le sue digressioni sono spettacolari o divertenti e il risultato è in fondo un godibile scaccia pensieri. La presenza della figlia del protagonista, con la sua ostinazione contro ogni istinto di sopravvivenza, finisce però per neutralizzare la crudezza e la pericolosità dello scenario, dove la brutalità appare più estetizzata che spaventosa. La sceneggiatura fa poi acqua in più punti e in particolare crolla rovinosamente quando un personaggio rivela il proprio piano segreto. Questo si sarebbe potuto mettere in pratica in modo molto più semplice e diretto, invece si sviluppa appoggiandosi su un membro della banda che nemmeno doveva far parte della squadra, denunciando tutta la propria insensatezza.

A coprire la scrittura lacunosa ci pensa lo spettacolo, che alterna sequenze più leggere ad altre di concitata azione, spesso con qualche brano ironico in colonna sonora. A questo proposito, come già in Watchmen, Snyder si dimostra bravissimo in titoli di testa che da soli sanno raccontare, in stile videoclip, l'intera premessa della storia che seguirà. Ossia una commistione di generi tra film di zombie e di rapina, che era più originale quando era stata pensata nel 2007 di quanto non sia oggi, un anno dopo il coreano Train to Busan: Peninsula che è riuscito molto meglio nella medesima impresa.

In Army of the Dead tutto è volutamente sopra le righe e i personaggi eccentrici della banda, dal geek che fa urletti in falsetto alla pilota di elicottero con pulsioni suicide (ma il cuore d'oro), fino al muscoloso nero con improbabili soliloqui fanno il possibile per non far prendere la vicenda sul serio.

Il cast affiatato è il principale punto di forza del film e, nel capitanarlo, Dave Bautista si conferma attore adatto a questo tipo di ruoli. Buca lo schermo per intensità dello sguardo e look agguerrito anche l'attrice e cantante francese Nora Arnezeder, probabilmente la miglior sorpresa di Army of the Dead. Rimanendo al cast un discorso a parte merita Tig Notaro, subentrata nel film dopo che la carriera Chris D'Elia è stata travolta da accuse di molestie. L'attore è stato rimosso digitalmente a Notaro è stata inserita al suo posto, con una serie di tecniche che hanno spaziato dalla computer graphic al rifacimento di riprese in cui interagiva con altri attori. Un'operazione riuscita perfettamente: la sua presenza non risulta mai fuori posto o appiccicaticcia.

L'adesione degli attori allo spirito picaresco di Army of the Dead può comunque solo fino a un certo punto. Se fossimo di fronte a un B-Movie non ci sarebbe molto da ridire, ma Snyder è magniloquente, sfoggia lunghe scene costose e una durata monstre che finiscono per allungare troppo il gioco: diventa impossibile non percepire che un tale sforzo sarebbe stato degno di miglior causa. Come se non bastasse già sappiamo che arriverà un prequel e di certo il film si conclude sul cliffhanger per un sequel. C'è insomma la volontà di dare vita a un franchise anche se basta già il primo capitolo per ritrovarsi satolli. L'idea di costruire una montagna da questo topolino pare molesta come un bis non richiesto.

Sei d'accordo con Andrea Fornasiero?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
martedì 6 luglio 2021
Felicity

Army of the Dead è un film mediocre di Zack Snyder, un film con parecchie belle idee che vengono sistematicamente abbattute; è mediocre nel senso più letterale possibile, sta esattamente a metà tra il buon film (che si fa vedere durante le sequenze più action) e il pessimo film (praticamente tutto il resto) e il risultato è un minestrone verdastro nel quale [...] Vai alla recensione »

domenica 23 maggio 2021
GUSTIBUS

Mai visto un film sui non morti dove gli zombie corrono come atleti,sono perfino intelligenti,il capo,che sembra una maschera orco del "signore degli anelli"ha rigurgiti di sentimento..l'oscar..si fa per dire..alla tigre zombie.Il tutto si svolge in una Las Vegas ormai distrutta da questa contaminazione di morti-viventi.Un team di persone che non hanno piu'nulla da perdere decide [...] Vai alla recensione »

Frasi
Vanno tutti matti per i Lobster Roll
Scott (Dave Bautista)
dal film Army of the Dead - a cura di Joe
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
lunedì 28 giugno 2021
Gabriele Barducci
Nocturno

Las Vegas è diventato un focolaio zombie. Gli Stati Uniti rispondono cercando di arginare gli infetti e il propagarsi dell'infezione installando una sorta di muro attorno la città, una pila di container a formare un anello a protezione del mondo sano per tenere arginata l'intera città, una vera e propria prigione zombie. Alcuni superstiti che anni prima riuscirono a fuggire dall'incubo, sono invitati [...] Vai alla recensione »

venerdì 11 giugno 2021
Paolo Lughi
Il Piccolo

L'inizio è molto ben fatto. Da un convoglio militare Usa che viaggia nel deserto del Nevada, fugge il ferocissimo e inarrestabile "zombie zero", che fa una strage di militari. Poi, mentre partono gli ironici titoli di testa sulle note di "Viva Las Vegas", si vede come tutta la città venga contagiata e isolata dal resto del Paese. E qui comincia la sfida di questo "Ocean's Eleven" in chiave "morti viventi": [...] Vai alla recensione »

giovedì 3 giugno 2021
K. Austin Collins
Rolling Stone

«Ho sempre usato gli zombie come simbolo per una satira o una critica politica e sociale», ha detto George A. Romero nel 2013. «E trovo che questo manchi in ciò che vediamo ora». Ora era il momento in cui uscì The Walking Dead («una soap opera con, incidentalmente, degli zombie»), ma vale per tutta questa nuova ondata di zombie movie (e serie). Possiamo scorrere una lista infinita di titoli, da quelli [...] Vai alla recensione »

martedì 1 giugno 2021
Jasmine Laudato
Cinemonitor.it

Las Vegas invasa dagli zombie, questo è lo sfondo di "Army of the Dead", il nuovo film diretto da Zack Snyder e disponibile su Netflix. Un camion militare si ribalta, lasciando in libertà uno zombie dotato di forza e intelligenza. Un morso dopo l'altro l'essere uscito dal camion riesce a trasformare le persone in non morti, costringendo il governo a chiudere l'intera zona di Las Vegas per arrestare [...] Vai alla recensione »

lunedì 31 maggio 2021
Andrea Chimento
Cineforum

Un altro lungo addio: dopo l'ultima versione della Justice League, Zack Snyder firma un nuovo lungometraggio che sembra anch'esso segnato dalla morte di sua figlia Autumn, scomparsa proprio durante la lavorazione del film precedente. Una perdita inimmaginabile, che l'ha portato ad allontanarsi da quel progetto e che sembra ancora (ri)echeggiare in questa nuova produzione, arrivata direttamente su Netflix. [...] Vai alla recensione »

venerdì 28 maggio 2021
Jeannette Catsoulis
The New York Times

Ocean's eleven avrebbe potuto essere migliore se ci fossero stati gli zombi? Netflix ha deciso di sciogliere il dubbio di Zack Snyder e il risultato è Army of the dead, un ridondante ibrido tra heist movie e horror che sembra interminabile come un'estate a Las Vegas. Eppure il prologo - un'ispirata collisione di assurdità, eccessi, carneficina e back story - è realizzato in modo magistrale.

venerdì 28 maggio 2021
Davide Di Giorgio
Duels.it

In un momento di quiete della missione a cui sono stati assegnati dal ricco Bly Tanaka/Hiroyuki Sanada, i protagonisti di Army of the Dead azzardano l'ipotesi di essere finiti in un loop temporale: qualcuno prima di loro è già passato per i cunicoli di quella Las Vegas trasformata in un inferno dall'apocalisse zombie, sempre allo scopo di recuperare i soldi custoditi in una cassaforte.

domenica 23 maggio 2021
Marco Minniti
Asbury Movies

Da tempo il cosiddetto zombie-movie ha rinunciato all'ambizione di far paura, almeno nel senso più stretto del termine. I tanti imitatori del capostipite La notte dei morti viventi di George A. Romero (e degli altri episodi della saga di Romero) hanno progressivamente abbandonato la repulsione del "ritornante" come incarnazione della morte stessa, spostando l'attenzione sul coté post-apocalittico che [...] Vai alla recensione »

venerdì 21 maggio 2021
Gian Luca Pisacane
La Rivista del Cinematografo

Gli zombi ed Elvis Presley sembrano essere sempre più uniti. In Zombieland: Doppio colpo la passione per "Il Re del Rock and Roll" era uno dei tratti distintivi del film. In Army of the Dead sentiamo risuonare imperiosa la sua Suspicious Minds. Sarà un caso? Non esattamente. I non morti sono i mostri più politicizzati di sempre, parafulmine di ogni critica sociale, emblema di tutti i difetti umani, [...] Vai alla recensione »

giovedì 20 maggio 2021
Simone Emiliani
Sentieri Selvaggi

A 17 anni da L'alba dei morti viventi, Romero e Carpenter, indicati come all'epoca come possibili punti di riferimento, sono sempre più lontani. Con loro, e assieme a Sam Raimi, Zack Snyder oggi è l'unico cineasta statunitense che riesce a umanizzare i suoi spettri/supereroi. Army of the Dead radicalizza un personalissimo cinema di zombie in una ricchissima galleria dove sono passati anche Batman, [...] Vai alla recensione »

giovedì 20 maggio 2021
Francesco Alò
Il Messaggero

Se quelli del 2004, nel remake L' alba dei morti viventi dal maestro George Romero, saltavano e correvano, questi del 2021 sono addirittura scattisti degni di Bolt. Parliamo degli zombi di Army of the Dead, il nuovo blockbuster horror (90 milioni di dollari di budget) diretto da Zack Snyder, mai così vivo alla regia se non grazie a un' orda di non morti famelici diretti a Las Vegas dove mercenari, [...] Vai alla recensione »

giovedì 20 maggio 2021
Maurizio Acerbi
Il Giornale

L' inizio è folgorante. Da un convoglio militare fugge «lo zombie zero» che fa una strage di soldati. Poi, mentre partono i titoli di testa, sulla note di Viva Las Vegas si vede come tutta la città venga contagiata e isolata dal resto del mondo. Una squadra di coraggiosi sfida gli zombie per recuperare 200 milioni di dollari, chiusi in un caveau sotterraneo.

martedì 18 maggio 2021
Rocco Moccagatta
Film TV

Gli zombie che hanno conquistato Las Vegas sono ancora gli zombie che tentavano disperatamente di entrare nel mall 40 anni fa? Ovvio, no. Proprio Snyder l'aveva già capito, osando con L'alba dei morti viventi un remake di Zombi/Dawn of the Dead, parecchio sottovalutato, ma aderentissimo all'epoca e (ri)fondativo. Lo spunto - Las Vegas zombieficata e isolata da un muro, circondata da campi profughi, [...] Vai alla recensione »

lunedì 17 maggio 2021
Gabriele Niola
Wired

Zack Snyder ha un nome da difendere e una reputazione da tenere alta, come se fosse una sfida con se stesso a in ogni nuovo film alza di poco l'asticella di quel che si può fare con una scena d'apertura. È un segno di stile ricorrente a cui ha iniziato a dare una forma compiuta con Watchmen. In quel prologo c'era già tutto: un abbinamento musicale inatteso, il racconto di un antefatto e immagini al [...] Vai alla recensione »

NEWS
NETFLIX
giovedì 20 maggio 2021
Andrea Fornasiero

Un film volutamente eccentrico e sopra le righe. Dal 21 maggio su Netflix. Vai all'articolo »

NETFLIX
mercoledì 14 aprile 2021
 

Regia di Zack Snyder. Un film con Dave Bautista, Ella Purnell, Ana de la Reguera, Hiroyuki Sanada, Theo Rossi. Dal 21 maggio al cinema e su Netflix.  Guarda il trailer »

NETFLIX
giovedì 25 febbraio 2021
 

Regia di Zack Snyder. Un film con Dave Bautista, Ella Purnell, Ana de la Reguera, Hiroyuki Sanada, Theo Rossi. Dal 21 maggio su Netflix. Guarda il trailer »

NETFLIX
lunedì 22 febbraio 2021
 

Collocata in un prossimo futuro, il film è ambientato in una Las Vegas posta sotto quarantena. Una giovane donna che cerca di studiare le cause del virus, rimane intrappolata in città e il padre parte per andare a salvarla.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati