Most Dangerous Game

Film 2020 | Azione

Regia di Phil Abraham. Una serie con Liam Hemsworth, Christoph Waltz, Jimmy Akingbola, Carolina Bartczak, Torren Sylvain. Cast completo Genere Azione - USA, 2020, - MYmonetro 2,50 su 2 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Most Dangerous Game tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento sabato 2 ottobre 2021

Un uomo cerca in tutti i modi di provvedere alla moglie incinta prima di morire di una malattia terminale.

Consigliato nì!
2,50/5
MYMOVIES 2,00
CRITICA
PUBBLICO 3,00
CONSIGLIATO NÌ
Una caccia all'uomo interminabile e senza mordente, dove si salva solo Christoph Waltz.
Recensione di Andrea Fornasiero
sabato 2 ottobre 2021
Recensione di Andrea Fornasiero
sabato 2 ottobre 2021

Dodge è un ex atleta che ha cercato successo nel campo degli immobili, ma non ha avuto fortuna. Sua moglie è incinta e lui non solo versa in difficili condizioni economiche, ma scopre pure di essere malato di tumore cerebrale inoperabile. Riceve quindi un'offerta che non può rifiutare: partecipare come preda a una caccia organizzata da ricchi senza scrupoli. Sarà braccato per un giorno da cinque cacciatori e per ogni ora che sopravviverà riceverà un crescente compenso. Convinto che sia l'unico modo per garantire sicurezza economica alla famiglia anche dopo la sua morte, Dodge accetta questo patto col diavolo...

Liam Hemsworth in fuga e Christopher Waltz dietro le quinte non bastano a salvare una produzione mediocre.

Prima di essere re-impacchettato in forma di film, Most Dangerous Game è stato una serie short format, ossia con episodi di una decina di minuti circa, per la sfortunatissima Quibi - la piattaforma di Jeffrey Katzenberg per cellulari, lanciata nella primavera 2020 e chiusa pochi mesi dopo.

Le serie di Quibi venivano classificate come "Movies in Chapters", ossia film in capitoli, e l'idea era sempre stata che poi venissero appunto riconvertite in film a tutto tondo. Ma questo non nasconde che la matrice è una produzione del network americano CBS, con scene d'azione frequenti ma realizzate al risparmio, pensate del resto per essere fruite su un piccolissimo schermo "mobile" anziché in Tv. Gli autori avrebbero anche un buon pedigree, visto che sia lo sceneggiatore Nick Santora, sia il regista Phil Abraham, vengono dalla migliore Tv (I Soprano e Mad Men), ma chiaramente lavorare per la CBS li ha portati "tirare via".

Già l'assunto dell'uomo braccato per gioco da cacciatori sopra le righe (un cowboy, un prete, una donna che fa arti marziali, ecc) è materiale da B-Movie. Ma questo non è necessariamente un difetto se c'è il giusto piglio di invenzioni e sfacciataggine nelle interpretazioni e nell'azione. Invece qui si ci si adegua allo standard più edulcorato, con poco sangue e niente che risulti troppo esplicito.

Allo stesso modo i villain sono più stereotipati che eccessivi, dove il più memorabile è quello rigidissimo fin nella pettinatura, che segue le regole della caccia secondo uno spirito da gentleman dello sport. Liam Hemsworth poi è volenteroso, ma non ha né il fisico prorompente del fratello né il suo carisma. Il solo che si salva grazie al mestiere è Cristoph Waltz, che gigioneggia nel ruolo di chi tira le fila e quindi può liquidare, con il consueto senso di superiorità e qualche battuta più o meno brillante, tutti gli altri personaggi.

L'ambientazione a Detroit è un'altra delle cose quasi salvabili dell'operazione, che usa spesso scene in esterno e attraversa davvero molti luoghi della città, dal ghetto nero ai quartieri d'affari e borghesi, fino al traghetto per il Canada - ma tutte queste scene mancano di grandiosità davvero cinematografica.

Allo stesso modo il film avrebbe alcuni discreti colpi di scena, ma questi finiscono per essere smorzati dall'irrilevanza dei personaggi secondari intorno a cui ruotano. Nonostante un'idea semplice che doveva garantire un intrattenimento godibile, Most Dangerous Game si trascina ben oltre il necessario per due ore. Il che ci porta all'errore forse più imperdonabile: visto il fallimento su Quibi, avrebbe dovuto essere ben chiaro che un montaggio più sintetico era necessario, invece - forse per risparmiare - si è scelta la strada della perseveranza e gli episodi sono stati uniti così com'erano. Ne è venuta una caccia all'uomo di insopportabile e interminabile mediocrità.

Sei d'accordo con Andrea Fornasiero?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 4 ottobre 2021
figliounico

Il plot ricorda La decima vittima di Elio Petri del 1965, ma in questo caso l’ambientazione non è in un futuro distopico bensì nell’odierna America e tutta l’azione si svolge, per una regola del gioco, entro i confini della città di Detroit. Il diabolico organizzatore della caccia all’uomo è interpretato magistralmente, come al solito, dal seraficamente cinico Christoph Waltz.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
martedì 12 ottobre 2021
Adriano De Grandis
Film TV

Dodge è un ex atleta di Detroit, più veloce di gamba che di testa. Ha fallito in campo immobiliare, ha enormi problemi finanziari, una moglie incinta e per non farsi mancare nulla gli viene diagnosticato un tumore al cervello non operabile, e comunque non avrebbe un'assicurazione. Gli restano pochi mesi di vita. Disperato, si aggrappa a un'offerta, che però si rivela diabolica: dovrà accettare di essere [...] Vai alla recensione »

NEWS
PRIME VIDEO
lunedì 4 ottobre 2021
Andrea Fornasiero

Si salva solo Christoph Waltz in un film privo di invenzioni e della giusta sfacciataggine. Disponibile su Amazon Prime Video. Vai all'articolo »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati