Mad Men

Film 2007 | Drammatico

Regia di Tim Hunter, Andrew Bernstein, Phil Abraham, Lesli Linka Glatter, Alan Taylor. Una serie Da vedere 2007 con Jon Hamm, Elisabeth Moss, Vincent Kartheiser, January Jones, Christina Hendricks. Cast completo Genere Drammatico - USA, 2007, Valutazione: 4,50 Stelle, sulla base di 5 recensioni.

Condividi

Aggiungi Mad Men tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Un dramma che coinvolge la piùprestigiosa agenzia dal 1960 di New York, concentrandosi su uno dei dirigenti, il più misterioso ma estremamente talentuoso della ditta, Donald Draper. La serie ha ottenuto 12 candidature e vinto 5 Golden Globes, 31 candidature e vinto 3 Emmy Awards, 5 candidature a CCTA,

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 4,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
ASSOLUTAMENTE SÌ
La pubblicità anni '60 fa tendenza.
Recensione di Mattia Nicoletti
Recensione di Mattia Nicoletti

A Madison Avenue negli anni '60 ci sono degli uomini che vivono esistenze perse nei vizi, nelle convenzioni, nell'immagine e che credono che il futuro sia il loro business. Don Draper, il direttore creativo della Sterling Cooper (poi Sterling Cooper Draper Pryce), un'advertising agency tra le più note di New York, è un uomo dal passato oscuro. Si divide tra ufficio, famiglia e amanti, ma in lui regna l'inquietudine. In agenzia ha un amico o presunto tale, Roger Sterling, più anziano di lui e che spesso vive la paura degli anni che passano. Di fianco a loro ci sono Peggy Olson, ambiziosa e controcorrente, Joan Harris, capo segretaria dalle curve mozzafiato, Pete Campbell, account executive in carriera, e una schiera di creativi, di mogli, di fidanzate e amanti che anima una società così lontana e così vicina alla nostra. I PERSONAGGI Donald "Don" Draper (Jon Hamm). Direttore Creativo della Sterling Cooper (in seguito Sterling Cooper Draper Pryce), sposato con Betty Draper (divorzierà da lei) ha 3 figli, beve a qualunque ora del giorno e fuma decine di sigarette. È molto affascinante, amato dalle donne, riflessivo. Parla solo quando ha da dire qualcosa.
Margaret "Peggy" Olson (Elisabeth Moss). Nasce come segretaria e diventa copywriter. Ha una relazione complessa con Pete Campbell e poi pochi amori duraturi. Guarda al futuro, a come il mondo cambierà, e spesso non viene capita dalle altre donne.
Pete Campbell (Vincent Kartheiser). Ha in testa solo l'acquisizione dei clienti ed essere rispettato dalla moglie. Vuole diventare il migliore, vuole fare carriera, ma non ha un carattere forte. Nel corso delle stagioni cresce e matura, guadagnando la considerazione dei colleghi.
Elizabeth "Betty" Draper (January Jones). Moglie di Don Draper (dal quale si separerà) ha continui conflitti con lui. Fa la donna di casa, cresce i figli, vede le amiche al tè delle 5, e attende che il marito ritorni a casa. È schiava delle convenzioni.
Joan Harris (Christina Hendricks). Responsabile delle segretarie, è una donna apparentemente fredda e risoluta, ma con alcune debolezze. Seduce gli uomini con le sue forme ed è adorata da Roger Sterling con il quale ha una relazione. Si sposa con Greg Harris, un aspirante chirurgo che ha problemi a trovare lavoro.
Roger Sterling (John Slattery). Socio della Sterling Cooper (e in seguito della Sterling Cooper Draper Pryce) ha un'amicizia non sempre limpida con Don. È sposato con Mona, ma stravede per Joan. È responsabile del cliente Lucky Strike rappresentante gran parte del fatturato dell'agenzia.
STAGIONE 1 Don Draper è il direttore creativo della Sterling Cooper, ha una bella moglie, Betty, e due figli. L'agenzia ha dei grossi clienti tra cui Lucky Strike con cui Don entra in conflitto. Peggy Olson entra in agenzia come segretaria ma presto le sue aspirazioni di creativa saranno glorificate, mentre si scontra con Joan. Pete, invece, mentre è fidanzato non smette di fare l'immaturo e flirtare con le colleghe. Intanto Don viene incaricato da Roger Sterling e Betram Cooper di occuparsi della campagna presidenziale di Nixon contro John Fitzgerald Kennedy. STAGIONE 2 La seconda stagione inizia il giorno di S. Valentino del 1962. Il medico dice a Don che deve condurre una vita più sana. Pete cerca di avere un figlio con la moglie Trudy e in alternativa considerano l'ipotesi dell'adozione. Quando il comico Jimmy Barrett insulta uno dei clienti non trova di meglio che avere una relazione con la manager/moglie del comico. L'agenzia in questa stagione che si conclude con la crisi dei missili su Cuba ha a che fare con Playtex, Heineken, American Airlines. STAGIONE 3 È l'inizio del 1963 e la Sterling Cooper si fonde con l'inglese Puttnam, Powell and Lowe e Lane Pryce, un responsabile finanziario dei partner si trasferisce nell'agenzia di New York per risanarla. Questo porta a licenziamenti e a una concorrenza spietata anche tra gli account executive Pete Campbell e Ken Cosgrove. Nel frattempo Roger Sterling, risposatosi con la giovane Jane, soffre che amici e colleghi non capiscano le ragioni del suo matrimonio, e Betty Draper partorisce il terzo figlio di Don. Betty, però, poco dopo scopre un segreto sul passato di Don che la induce a chiedere il divorzio. Nel finale dopo lunghe discussioni, Draper, Sterling, Cooper e Pryce fondano una nuova agenzia per sfuggire alla patnership con McKann Erickson. STAGIONE 4 Chi è Don Draper? Mad Men, la serie tv ideata da Matthew Weiner, si interroga di continuo su un uomo, emblema di una società che ha nei pubblicitari di Madison Avenue i suoi estremi. Convenzioni, eccessi, avanguardia convivono nell'evoluzione dell'advertising della Sterling Cooper Draper Pryce. Ed è sempre Don a dettarne il ritmo nel bene e nel male, con i suoi segreti, il suo bicchiere di whisky, la sua sigaretta in bocca, le sue amanti, e la sua creatività. Elogiata dalla critica, parallelo evidente con i nostri tempi, Mad Men ama i dettagli e ricostruisce degli anni '60 in cui tutto è ostentato, come a evidenziare che è l'abito che fa l'uomo. La donna, in periodo di transizione, appare in secondo piano, salvo Peggy, unica anima ribelle, germe di un femminismo e di una parità ancora lontana. Non ci sono mezze misure, mai, in Mad Men, e nemmeno simpatia. Il pubblico osserva quegli esseri umani con le loro "follie" e li segue soprattutto perché vede qualcosa di se stesso. CURIOSITÀ » La Mattel ha prodotto delle Barbie da collezione raffiguranti i personaggi di Mad Men.
» John Slattery aveva fatto l'audizione per il ruolo di Don Draper prima che gli fosse assegnato quello di Roger Sterling. IN TELEVISIONE Nonostante sia amata dalla critica e diventata una delle serie che fanno le mode, Mad Men è stata seguia negli USA sul canale AMC, trasmessa dal 19 luglio 2007, da 900.000 spettatori per la premiere della prima stagione, per arrivare ai 2,9 milioni per la premiere della terza. In Italia è andata in onda in prima visione assoluta su Cult dal 18 marzo 2008. La quarta stagione è andata in onda su FX. Dal 3 ottobre 2009 è stata trasmessa in chiaro su Rai 4. IL CONSIGLIO Se ti piace Mad Men ti consigliamo di vedere anche The Walking Dead, The Good Wife, Boardwalk Empire.

Sei d'accordo con Mattia Nicoletti?

MAD MEN disponibile in DVD o BluRay su IBS

DVD

BLU-RAY
€19,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
mercoledì 20 giugno 2012
LucaC1993

Un gioiello di serie televisiva! Assolutamente fantastica!

domenica 18 novembre 2012
LucaC1993

Indubbiamente una delle più grandi ed avvincenti serie televisive di tutti i tempi! Una storia spettacolare che ci racconta cosa si può cela dietro l'intricato mondo della pubblicità e i suoi uomini, inserito un meraviglioso scenario puramente Anni '60!

Frasi
"Solo le persone noiose si annoiano"
Betty Draper (January Jones)
dalla serie Mad Men
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Aldo Grasso
Il Corriere della Sera

È difficile trovare parole appropriate per tessere l' elogio di una delle più belle serie americane. Di «Mad Men», giunta intanto alla quarta stagione, è già stato detto che è un ritratto formidabile dell' America degli anni 60, sospesa fra sogno e disprezzo, fra «persuasori occulti» e il sacrosanto bisogno di lasciarsi persuadere, fra sviluppo economico ed emancipazione sociale e personale.

Elena Martelli
Il Venerdì di Repubblica

I protagonisti di Mad Men pensano solo al denaro e al sesso. E tornano in tv per ripetere il successo della prima serie. II segreto? Dice Matthew Weiner, l'autore: sembrano gli anni 60, ma sono i nostri. L'unica frase che Matthew Weiner aveva in mente, prima di iniziare a scrivere, otto anni fa, il pilot di Mad Men (uomini pazzi, ma anche abbreviazione di Madison Avenue) - pluripremiato l'anno scorso [...] Vai alla recensione »

NEWS
NEWS
lunedì 22 settembre 2008
Stefano Lo Verme

Mad men e 30 Rock grandi vincitori Sono stati Mad men e 30 Rock i grandi vincitori della sessantesima edizione degli Emmy Award, i massimi riconoscimenti della tv americana, assegnati ieri sera al Nokia Theatre di Los Angeles nel corso della consueta [...]

winner
miglior serie televisiva drammatica
Golden Globes
2009
winner
miglior attore in una serie televisiva drammatica
Golden Globes
2008
winner
miglior serie televisiva drammatica
Golden Globes
2010
winner
miglior serie televisiva drammatica
Golden Globes
2008
winner
miglior attore in una serie televisiva drammatica
Golden Globes
2016
winner
miglior serie televisiva drammatica
Emmy Awards
2009
winner
miglior fotografia serie tv (un'ora)
Emmy Awards
2008
winner
miglior serie televisiva drammatica
Emmy Awards
2008
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati