I Care a Lot

Film 2020 | Drammatico 118 min.

Titolo originaleI Care a Lot
Anno2020
GenereDrammatico
ProduzioneGran Bretagna
Durata118 minuti
Regia diJ Blakeson
AttoriEiza González, Rosamund Pike, Peter Dinklage, Dianne Wiest, Chris Messina Nicholas Logan, Kevin McCormick (II).
TagDa vedere 2020
MYmonetro 3,05 su 23 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di J Blakeson. Un film Da vedere 2020 con Eiza González, Rosamund Pike, Peter Dinklage, Dianne Wiest, Chris Messina. Cast completo Titolo originale: I Care a Lot. Genere Drammatico - Gran Bretagna, 2020, durata 118 minuti. - MYmonetro 3,05 su 23 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi I Care a Lot tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento venerdì 29 gennaio 2021

Due donne cercano di truffare un'anziana signora ma non sanno tutto della sua storia. Ha vinto un premio ai Golden Globes,

Consigliato sì!
3,05/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 3,17
PUBBLICO 2,97
CONSIGLIATO SÌ
Un thriller a tinte surreali che gioca sulle reazioni degli spettatori dinnanzi alle azioni dei suoi personaggi.
Recensione di Roberto Manassero
lunedì 15 febbraio 2021
Recensione di Roberto Manassero
lunedì 15 febbraio 2021

Marla Grayson è una tutrice legale che sfrutta il proprio ruolo per rinchiudere in case di cura decine di anziani non autosufficienti, per poi appropriarsi dei loro averi e resistere alle denunce dei loro parenti. Aggressiva e spietata, spalleggiata dalla compagna Fran e dalla complicità di medici e dirigenti ospedalieri, Marla trova la perfetta preda da spolpare nell'anziana Jennifer, ricca signora all'apparenza senza parenti. Dopo aver raggirato la povera donna, però, scoprirà a proprie spese di aver truffato la persona sbagliata ed entrerà in incubo di vendette e ritorsioni. Tenace e indistruttibile, Marla saprà anche questa volta rivoltare la situazione a proprio favore...

Rosamund Pike in un ruolo sgradevole e provocatorio è la protagonista di un thriller giocato sulla mancanza d'empatia dei personaggi e sull'impossibilità dello spettatore di aderire alle loro azioni.

I Care a Lot, cioè «ci tengo molto», è il motto di Marla Greyson. Lei, Marla, tiene ai suoi pazienti, alle persone anziane di cui si assume la tutela, alle famiglie che raggira e poi riduce al silenzio sfruttando la complicità dei giudici e prima ancora gli spazi lasciati liberi dai buchi legislativi. Marla è dalla parte della legge, un mostro generato dal sistema e per questo un personaggio tanto sgradevole quanto cinematograficamente forte.

Il film dell'inglese J Blakeson, già fattosi notare con La scomparsa di Alice Creed, non è però un legal thriller sulla corruzione della sanità americana. In perfetta sintonia coi tempi che viviamo (pensiamoci: negli anni '80 e '90 il soggetto e la protagonista sarebbe stati perfetti per un giallo a trama giudiziaria con scena madre in tribunale) I Care a Lot è piuttosto un ritratto psicologico a tinte surreali che sfrutta le reazioni quasi inconsce dello spettatore di fronte a una figura femminile senza scrupoli e palesemente indifferente a ogni questione morale.

Marla Greyson è una leonessa, lo dice di sé nella prima sequenza: si veste in modo austero ed elegantissimo; ha un piglio autorevole ed autoritario; in tribunale sa essere accondiscendente e amorevole; è lesbica, insensibile, inscalfibile, consapevole di doversi muovere come una predatrice in un mondo di uomini che la giudicano per il suo genere e per questo credono di surclassarla. Una figura ingombrante, dunque, con cui è inevitabile (e giusto) fare i conti, e di fronte alla quale la sceneggiatura dello stesso regista fa di tutto per scatenare nello spettatore reazioni istintive di rifiuto, spingendo sul paradosso di una trama congegnata per rendere insopportabili le continue "conquiste" e vittorie della protagonista.

Seguendo la strada tracciata da L'amore bugiardo di Fincher, I Care a Lot mette in scena in maniera più superficiale e divertita la forza dirompente del femminile in un mondo gestito dagli uomini (dove le donne hanno al massimo un ruolo di madri), ricorrendo alla stessa interprete, la formidabile Rosamund Pike, per costruire un'eroina capace di mandare in corto circuito i meccanismi d'adesione ed empatia. E trova per questo una forza e un'attualità innegabili.

Con astuta manipolazione di scrittura, poi, la facilità con cui si rifiuta di parteggiare per un personaggio come Marla Greyson nel corso del film è messa in crisi dal confronto, non con uomini e donne comuni truffati e per questo avvicinabili allo stesso spettatore, ma con nemici simili a lei, se non peggiori, inscenando un gioco al massacro dai toni sempre più grotteschi (a cui contribuisce il mefistofelico Peter Dinklage, mentre Diane Wiest ha un ruolo poco più che di contorno) e insieme macchinosi.

Se I Care a Lot ha un difetto, non è tanto la prevedibilità (anche il finale a sorpresa è in realtà facile da intuire), ma la sua palese programmaticità: a Blakeson interessa la sua figura bigger than life, con le sue motivazioni credibili ed esplicative (avidità capitalista, revanscismo femminista, necessità d'imporsi sugli altri) e il mondo disumano e indifferente in cui si muove da padrona.

L'ironia è un aspetto fondamentale di questa rappresentazione dai toni accessi ed eccitati (con punte nell'action e nel revenge movie), ma come il resto finisce per risultare ridondante, come se l'innegabile abilità di scrittura di Blakeson e la prova formidabile della sua interprete, il loro divertimento e pure il loro cinismo, finissero per eccedere e rendere tutto sommato innocuo il film.

Sei d'accordo con Roberto Manassero?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
sabato 26 marzo 2022
pigi51

Girato nel 2020 l'anno dell'esplosione del COVID-19 è un film che fa davvero pensare sulle perversioni oscure della legge che porta via i bambini dalle loro case e li da in affidamento sulla base di relazioni manipolate da assistenti sociali senza scrupoli, o, come in questo caso, allontana gli anziani da quella che è la loro vita , portandoli in una casa di riposo extralusso [...] Vai alla recensione »

domenica 21 febbraio 2021
Fabio Silvestre

il film ha come assoluta protagonista l'attrice Rosamund Pike nel ruolo di Marla Grayson tutrice legale la quale, grazie alla connivenza di una dottoressa e di un direttore di una casa di cura, riesce ad ottenere con provvedimenti del tribunale la tutela di anziani "apparentemente" incapaci di intendere e di volere e fisicamente non autosufficienti.

mercoledì 30 giugno 2021
Felicity

I Care a Lot e mescola un po’ di crimine a un po’ di gangster ad un po’ di umorismo con sfacciataggine e noncuranza. Il raro film in cui gli eventi prendono pieghe sufficientemente impreviste da lasciare nello spettatore una continua sete di più informazioni, più scene, più svolgimento e più minutaggio.

lunedì 21 giugno 2021
Alessandro De Felice

Che bello! Finalmente un film in cui tutti ma proprio tutti son personaggi malvagi, deprecabili, ignobili, cattivi dentro..e potremmo andare avanti per ore. Nessuno si salva in questo bel film; lo spettatore assiste impietrito ad una serie di efferatezze continue ..e quando pensi che il peggio sia arrivato ...la sceneggiatura ti prepara una nuova sorpresa.

mercoledì 1 dicembre 2021
Luca Scialo

Marla Grayson è una tutrice legale senza scrupoli, la quale, in combutta con un medico di famiglia, riesce ad ottenere l'internamento di anziani in una costosa casa di riposo per poter entrare in possesso delle loro proprietà mobiliari ed immobiliari.Tuttavia, un giorno finisce per rinchiudere la donna sbagliata, che gli complica non poco la vita.J.

domenica 19 settembre 2021
Pino Balestrieri

I CAR A LOT un film che ha come assoluta protagonista l'attrice Rosamund Pike,strepitosa, come sempre. Ritmo e tensione. Film che intrattiene lo spettatore fino alla fine. Un film che va visto perchè godibile e non ti annoia.

domenica 19 settembre 2021
Pino Balestrieri

I CAR A LOT un film che ha come assoluta protagonista l'attrice Rosamund Pike,strepitosa, come sempre. Ritmo e tensione. Film che intrattiene lo spettatore fino alla fine. Un film che va visto perchè godibile e non ti annoia.

lunedì 15 marzo 2021
tommy

Sarà pure poco credibile nella seconda parte del film, ma marito qualche stellina in più per il ritmo e la tensione. Un film che va visto perchè godibile e non ti annoia.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
mercoledì 17 febbraio 2021
Gabriele Niola
Wired

Ci sono tre britannici che hanno fatto un film sull'America, la società americana e la degenerazione dell'etica americana. Sono Rosamund Pike, Peter Dinklage e a scrivere e dirigere J Blakeson, il risultato si intitola I Care a Lot e mescola un po' di crimine a un po' di gangster ad un po' di umorismo con la sfacciataggine e la noncuranza di Martin McDonagh (In Bruges, Tre manifesti ad Ebbing, Missouri) [...] Vai alla recensione »

lunedì 3 maggio 2021
Luca Baroncini
Gli Spietati

Marla Grayson è un'evoluzione della Amy 2.0 de L'amore bugiardo, senza più il gaglioffo Nick tra i piedi e con le idee sempre più chiare. Brama il potere di fare ciò che vuole attraverso l'unica arma che ritiene in grado di fare la differenza: il denaro. Per raggiungere i suoi obiettivi Marla chiarisce fin dal prologo la sua visione del mondo: "la correttezza è un inganno dei ricchi per farci restare [...] Vai alla recensione »

martedì 9 marzo 2021
Tonino De Pace
Duels.it

Che nel capitalismo ci sia del marcio lo sapevamo già, ma che questo marcio potesse proliferare, trasformandosi da arrampicata sociale in solitaria in una santa alleanza tra canaglie, ce lo fa scoprire J. Blakeson con la sua commedia nera, ma coloratissima, che stravolge i canoni di ogni buonismo e rilegge, con evidente sapienza che viene dal passato, il ruolo del cattivo quale archetipo imprescindibile [...] Vai alla recensione »

domenica 7 marzo 2021
Fabio Ferzetti
L'Espresso

Una bionda spietata e bellissima si fa strada in un mondo di squali (e di uomini) giocando più sporco e duro di loro. Già visto? Certo, la femme fatale è nata col cinema, anzi molto prima. Ma la Marla Grayson della sempre più brava Rosamund Pike ha una marcia in più, anche se il terzo e godibile film dell' inglese J Blakeson, ora su Amazon, non esce dal buon cinema di genere.

venerdì 5 marzo 2021
Chiara Fedeli
Cinemonitor.it

Il titolo gioca con un'iperbole. "I care a lot" è effettivamente quello che la protagonista Marla Grayson (Rosamund Pike) afferma più spesso, e non possiamo certo dire che menta. A lei interessa molto dei suoi anziani assistiti, le interessa a tal punto che una parete del suo ufficio è interamente rivestita di foto dei vecchietti di cui si prende "cura".

lunedì 1 marzo 2021
Matteo Galli
Close-Up

Mai come in questo dannatissimo periodo è entrato nell'uso comune l'acronimo RSA (Residenze Sanitarie Assistite), mai come in questo dannatissimo periodo l'esistenza di decine di migliaia di cittadini anziani che vivono (e muoiono) in questo mondo fuori dal mondo, in questa anticamera della morte ha raggiunto un livello di visibilità che forse senza il CoVid mai avrebbe raggiunto.

domenica 28 febbraio 2021
Fulvia Caprara
Specchio

Odiosa fino all'ultimo respiro. Detestabile perfino quando riesce a sventare un piano efferato che avrebbe fatto fuori chiunque. Ma non lei. Dal primo attimo in cui entra in scena, falcata da pantera, caschetto biondo scolpito, Maria Grayson (Rosamund Pike), tutrice sadica e assetata di denaro che, in I Care a Lot di J. Blakeson, si prende amorevolmente cura di anziani soli e indifesi con l'obiettivo [...] Vai alla recensione »

domenica 28 febbraio 2021
K. Austin Collins
Rolling Stone

C'è un tipo particolare di sorriso, un ghigno insieme smagliante e spaventoso che sembra dirti: «Ti odio». Ma anche: «Adesso ti uccido». Possiamo chiamarlo "il sorriso Pike"? Il nome viene da Rosamund Pike, naturalmente, ovvero colei che lo "indossa" meglio di qualsiasi altro attore in circolazione, e che a quel sorriso maligno aggiunge una voce capace di rappresenta una minaccia ulteriore, grazie [...] Vai alla recensione »

sabato 27 febbraio 2021
Veronica Orciari
Sentieri Selvaggi

Sorriso rassicurante, caschetto biondo, sigaretta elettronica alla mano, tacchi a spillo. Questa la "divisa" di Marla Greyson (Rosamund Pike), una truffatrice, letteralmente, in piena regola. «In un mondo in cui sei o preda o predatore, io sono una fottuta leonessa» esordisce Marla. Una leonessa potremmo dire, che per difendere i suoi cuccioli, anzi il suo cucciolo, il denaro è disposta davvero a tutto. [...] Vai alla recensione »

venerdì 26 febbraio 2021
Andrea Chimento
Il Sole-24 Ore

Può sembrare un thriller (questa volta di finzione) anche «I Care a Lot» di J Blakeson, ma si coglie presto che la vera natura di questo lungometraggio è quella della dark comedy.Arrivato on-demand su Amazon Prime Video, il film vede protagonista Rosamund Pike nei panni di una tutrice legale che dovrebbe prendersi cura (come suggerisce il titolo) degli anziani che le vengono affidati.

giovedì 25 febbraio 2021
Maria Capozzi
Nocturno

Ci sono sorprendentemente pochi film che puoi di primo acchito definire divertenti pur non essendo progettati come commedie. I Care a Lot ne è un esempio: un film che non è una commedia, ma forse una satira, sul capitalismo e le sue conseguenze sugli esseri umani. È ovvio, il capitalismo è prima di tutto un ottimo bersaglio di critiche e derisioni, perché fa veramente bene solo a poche persone; in [...] Vai alla recensione »

martedì 23 febbraio 2021
Manuela Caserta
L'Espresso

Se ricordate e avete amato l'inquietante infermiera Mildred Ratched nata dalla fervida mente di Ryan Murphy, non potrà non turbarvi l'algida Marla Greyson protagonista di I care a lot disponibile su Amazon Prime, interpretata da una perfetta Rosamund Pike. I care a lot scritto e diretto da J Blakeson già regista de La quinta Onda e La Scomparsa di Alice Creed, realizza con questo nuovo film, un inquietante [...] Vai alla recensione »

sabato 20 febbraio 2021
Mariarosa Mancuso
Il Foglio

Materia già vista in un film bulgaro, deprimente ma purtuttavia vincitore al Festival di Locarno. "Godless" di Ralitza Petrova: un' infermiera rubava ai malati le carte di credito e le rivendeva per comprarsi la droga. Ne abbiamo letto di recente sui giornali: per depredare i vecchietti, magari non lucidissimi, nulla è meglio che prendersi cura di loro.

sabato 20 febbraio 2021
Sara Gallaccio
Asbury Movies

Regista britannico ancora poco conosciuto, J Blakeson non passerà certamente inosservato con l'uscita di I Care a Lot, commedia dai tratti dark, che ammicca al thriller senza assumere le caratteristiche enigmatiche del genere: Blakeson confeziona infatti un prodotto di successo che appare immediatamente destinato a fare breccia sia tra la critica che tra il pubblico.

venerdì 19 febbraio 2021
Piero Zardo
Internazionale

Marla Grayson ha trovato il modo di realizzare il suo sogno americano sfruttando uno spazio nelle pieghe del sistema. Tutto è perfettamente legale, basta sapere come funziona e avere pochi scrupoli. Prima di tutto bisogna garantirsi la tutela legale di una persona. È abbastanza facile se si tratta di una persona anziana e sola: serve un certificato medico che ne attesti l'incapacità di essere autosufficient [...] Vai alla recensione »

venerdì 19 febbraio 2021
Benjamin Lee
The Guardian

Guardando Rosamund Pike sgattaiolare attraverso questo thriller astuto e crudele, viene da chiedersi chi altro avrebbe potuto fornire una performance altrettanto chirurgica e selvaggia in modo quasi soprannaturale. Nella bellezza ultraterrena di Pike si può avvertire qualcosa di intrinsecamente inquietante, qualcosa che David Fincher ha perfettamente individuato e sfruttato in Gone girl, dove l'attrice [...] Vai alla recensione »

venerdì 19 febbraio 2021
Serena Nannelli
Il Giornale

I care a lot, film inedito disponibile da oggi su Amazon Prime Video, è un gioiellino nel mettere in scena condotte spietate riuscendo, nello stesso tempo, a divertire e indignare. Partendo dall'assunto, enunciato dalla voce narrante della protagonista, che al mondo non esistano brave persone, si racconta di una truffa tutto sommato plausibile e quindi in grado di colpire dritta allo stomaco.

venerdì 19 febbraio 2021
Stefano Giani
Il Giornale

Marla Greyson non era una samaritana. Anche se si prendeva cura degli anziani. Averli a cuore, nel suo personalissimo vocabolario, significava spolparli. E, per questo aveva messo in piedi una rete di complicità con direttori di case di riposo, giudici stolti o forse "comprati" a suon di quei dollaroni che si metteva in tasca dopo aver internato il nonnetto di turno in una di quelle strutture che sono [...] Vai alla recensione »

giovedì 18 febbraio 2021
Maurizio Acerbi
Il Giornale

Una graffiante, ma non solo, critica al capitalismo fatta attraverso le pieghe di un thriller che pesca nella commedia nera, affidandosi alla bravura di una strepitosa protagonista, Rosamund Pike. È la sintesi di I Care a Lot, acclamato al Toronto Film Festival e, soprattutto, capace di mettere d' accordo praticamente tutti i critici, grazie al 93 per cento di consensi ottenuti nell' aggregatore di [...] Vai alla recensione »

martedì 16 febbraio 2021
Francesco Alò
Il Messaggero

Se invece cercate un noir cattivello, ricco di formidabili colpi di scena e più di qualche carogna in azione, da non perdere I care a lot (tradotto: Mi interessa molto oppure Ho molti interessi) dal 19 febbraio su Amazon Prime Video. Sempre America ma non western di ieri ma Est ricco e progressista di oggi dove una spietata direttrice di clinica per anziani punta i vecchietti soli e da spennare, si [...] Vai alla recensione »

martedì 16 febbraio 2021
Fiaba Di Martino
Film TV

Devono essere attempati, meglio se un filo rincitrulliti da acciacchi e malanni sul terminale andante, ma vanno bene pure se appena appena âgé, persino presenti a se stessi: quel che importa, e molto, alla luciferina tutrice legale Marla, sorriso smagliante e inflessibile zelo, è che abbiano una bella casa, un patrimonio consistente e nessun familiare a metter becco.

lunedì 15 febbraio 2021
Gian Luca Pisacane
La Rivista del Cinematografo

Un anno tutto al femminile. Frances McDormand in Nomadland di Chloé Zhao ha regalato una delle migliori interpretazioni della sua carriera. Vanessa Kirby in Pieces of a Woman di Kornél Mundruczó ha stregato la Mostra di Venezia con il ritratto di una maternità mancata. Viola Davis è la star del soul Ma Rainey in Ma Rainey's Black Bottom di George C.

NEWS
NEWS
venerdì 29 gennaio 2021
 

Due donne cercano di truffare un'anziana signora ma non sanno tutto della sua storia. Vai all'articolo »

winner
miglior attrice in un film brillante
Golden Globes
2021
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati