El Cid

Film 2020 | Drammatico

Regia di Miguel Alcantud, Adolfo Martínez Pérez, Federico Cueva, Manuel Carballo, Arantxa Echevarria. Una serie con Carlos Bardem, Lucía Díez, Juan Fernandez, Ginés García Millán, José Luis García Pérez. Cast completo Genere Drammatico 2020,

Condividi

Aggiungi El Cid tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

La leggenda storica di Rodrigo Díaz de Vivar.

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES N.D.
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO N.D.
Nuova serie Amazon.
a cura della redazione
giovedì 17 settembre 2020
a cura della redazione
giovedì 17 settembre 2020

La serie narra la storia dell'uomo dietro la leggenda, anche conosciuto con il nome di "Ruy" e interpretato da Jaime Lorente. La serie seguirà il suo epico viaggio, da ragazzino a eroe di guerra e scudiero del re, alla ricerca del proprio posto nella complicata monarchia che cerca di controllarlo. Attraverso la serie, i clienti Prime potranno scoprire le diverse comunità religiose che hanno convissuto in Spagna, cristiani, arabi ed ebrei, e come Ruy sia stato in grado di conquistarsi l'ammirazione e il rispetto di tutti loro.

Episodi: 5

Una grande produzione, dove gli eventi però si susseguono fin troppo veloci e il cast spesso non è adeguato

Recensione di Andrea Fornasiero

Alla sua morte, causata in segreto dal veleno della figlia Urraca, Re Ferdinando ha diviso il regno tra i suoi figli Sancho, Alfonso e Garcia, inoltre ha assegnato alle principesse Elvira e Urraca rispettivamente il convento di Toro e la città di Zamora. Questa divisione porta a una nuova inevitabile serie di guerre interne, mentre i mori di Saragozza scelgono attentamente le alleanze. Ruy, noto anche come "El Campeador", è al servizio di Sancho, ma Alfonso cerca di portarlo dalla sua con una offerta quasi irrinunciabile. Urraca continua a tramare, ma in seguito a un tragico fatto inizia a comportarsi con maggiore coscienza.

Tornano "le dame, i cavallier, l'armi, gli amori" della Spagna dell'XI secolo in una grande produzione, dove gli eventi però si susseguono fin troppo veloci e il cast spesso non è adeguato.

Tolti i due veri protagonisti, Jaime Lorente e Alicia Sanz nei panni di Urraca, tutti gli altri attori lasciano a desiderare, vanificando in parte gli sforzi nella ricostruzione scenografica e delle battaglie. Mancherebbe poco a El Cid per essere al livello delle serie storiche angloamericane, visto che i mezzi per una messa in scena spettacolare ci sono tutti. D'altra parte sembra esserci anche la coscienza di questo limite a cui si cerca di porre rimedio con la velocità: la quantità di tradimenti e scontri sul campo che avvengono nei cinque episodi di stagione è impressionante. I fatti precipitano rapidi in uno scenario in continua evoluzione, dove sono i molti pezzi in movimento trasmettono dinamismo e incertezza. Non tutti i colpi di scena sembrano però ben motivati e soprattutto nelle ultime puntate alcune cose - che non sveleremo - lasciano davvero perplessi, ma la serie stessa fa in modo che siano più o meno dettagli, relegati a personaggi minori che a volte non sono in scena per interi episodi.

Il limite di questo approccio è che la definizione psicologica e la visione politica, ossia il rapporto dei personaggi con l'amministrazione del potere, che tanto ha fatto per Il trono di spade, finisce trascurata in favore della tensione. Ma la tensione per i personaggi arriva davvero solo se c'è affezione per essi e latita invece quando ci si trova di fronte a figure più o meno bidimensionali. Questo probabilmente non ha aiutato gli attori, che a loro volta però non hanno la finezza per rendere efficaci poche battute e lasciar intravedere qualcosa di più. Fanno eccezione Ruy e Urraca, che si sviluppano in modo coerente durante questa seconda stagione, diventando più controversi e ambigui, messi di fronte ai limiti dei propri ideali e obiettivi. Anche Amina è poi un personaggio affascinante, che aggiunge spessore alla vicenda.

La messa in scena ha alcuni limiti, principalmente per l'uso delle location che sembrano appena restaurate anziché che realmente vissute, inoltre nei duelli il montaggio convulso cerca di coprire i limiti delle coreografie e a volte scappa anche qualche errore di continuità. D'altra parte capita anche di trovarsi di fronte a un piano sequenza che si muove fluidamente tra i vari intriganti a corte, mostrando senza stacchi la gran quantità di personaggi e obiettivi in conflitto o in cerca di alleanze. Le battaglie sono poi numerose e diverse tra loro, perché si passa da uno scontro nella foresta a un'imboscata e a un assalto notturno (questo assai mediocre però) e infine all'assalto di una città forse inespugnabile. Qui sono impiegati non solo uomini e cavalli ma pure macchine da guerra, olio bollente e via dicendo in un catalogo spettacolare di armamentario medievale.

Ogni tanto affiora un pizzico di umorismo ad alleggerire la visione, in particolare il personaggio della moglie sassone di Sancho (storicamente inesistente), è quasi un comic relief da manuale con i suoi modi da valchiria completamente fuori contesto. La vicenda storica di El Cid è comunque estremamente ricca di battaglie, avvicendamenti e tradimenti e ancora molto lontana dall'essere esaurita, dunque avrebbe bisogno di una prosecuzione... che è ancora incerta nel momento in cui scriviamo. D'altra parte la stagione arriva a una sorta di chiusura, perché completa l'arco narrativo di un protagonista che scopre i limiti della lealtà e gli orrori della guerra.

Episodi: 5

La storia dell'uomo dietro la leggenda

Recensione di a cura della redazione

Ruy è il figlio di un cavaliere caduto in disgrazia, ma dal padre ha appreso una profonda lealtà. Tanto che protegge il re, lo stesso che ha condannato suo padre, da un tentativo di assassinio in cui è coinvolto il suo stesso nonno. Scudiero del principe Sancho cerca di proteggere anche lui e finisce per ottenere gloria al suo posto sul campo di battaglia, cosa che gli guadagna però rancore e sfiducia da parte del principe. Ruy inoltre viene considerato “baraka”, ossia destinato alla gloria, da un saggio astrologo di Saragozza e così ottiene la stima dei mori, alla corte dei quali conosce la bella Amina. Alla corte di León vive invece il suo vero amore, Jimena, dama di compagnia della machiavellica principessa Urraca e promessa al rivale di Ruy: Orduño, figlio del conte di León.
NEWS
TRAILER
giovedì 12 novembre 2020
 

La serie racconta in 5 episodi la storia dell’uomo dietro la leggenda di El Cid Campeador. Dal 18 dicembre su Prime Video. Guarda il trailer »

TRAILER
venerdì 9 ottobre 2020
 

Regia di Miguel Alcantud, Adolfo Martínez Pérez, Federico Cueva. Una serie con Carlos Bardem, Lucía Díez, Juan Fernandez, Ginés García Millán, José Luis García Pérez. Prossimamente su Amazon Prime Video. Guarda il trailer »

NEWS
giovedì 17 settembre 2020
 

La leggenda storica di Rodrigo Díaz de Vivar. Vai all'articolo »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati