Dizionari del cinema
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
martedì 22 gennaio 2019

Jaime Lorente

Biografia Filmografia Critica Premi Articoli e news Trailer Frasi celebri
occhiello
Il mio amore è vero, non di Stoccolma!
dal film La Casa di Carta (2017) Jaime Lorente è Denver
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5

Dopo La casa di carta, l'attore torna con Jaime Lorente e María Pedraza nella serie Élite, su Netflix dal 5 ottobre.

Miguel Herrán, «non esistono classi sociali, solo esseri umani»

martedì 2 ottobre 2018 - Andrea Fornasiero cinemanews

Miguel Herrán, «non esistono classi sociali, solo esseri umani» Tornano dal 5 ottobre su Netflix tre protagonisti di La casa di carta: Miguel Herrán, Jaime Lorente e María Pedraza, che nella hit spagnola interpretavano rispettivamente Rio, Denver e Alison Parker. Sono tra i personaggi della nuova serie Netflix Original Élite ambientata in una scuola superiore all'avanguardia, Las Encinas, dove sono iscritti i rampolli delle più ricche famiglie. In seguito al crollo di un altro istituto, tre studenti di ben più umile estrazione sociale ottengono un posto a Las Encinas come borsisti, portando alla luce con la loro solo presenza tutto il divario di classe della società. Ne abbiamo parlato con loro, a partire naturalmente dal ruolo che interpretano:

Miguel Herrán: Il mio personaggio è Cristian, è amico di Nano, fratello maggiore di uno degli altri borsisti a Las Encinas. Cristian è molto giovanile, dinamico e gioioso, e ovunque va finisce per creare problemi, ma quasi senza accorgersene. È uno che se la gode, perché ha avuto una vita economicamente difficile e ora non gli interessano i voti, quanto riuscire a fare amicizia con i compagni di classe ricchi ed entrare nel loro mondo.
Jaime Lorente: lo sono il Nano, amico di Cristian anche se il mio personaggio non va a scuola ed è appena uscito di prigione, dove era finito per furto d'auto. Un reato compiuto non per divertimento bensì per portare un po' di soldi a casa, dove vive con la madre e il fratello minore tra molte difficoltà. È un personaggio dalle buone intenzioni, che cerca di fare molte cose ma ne finisce incastrato senza sapere come liberarsi.
María Pedraza: Io interpreto Marina, una studentessa della scuola Las Encinas che però rifiuta il suo stato sociale, non si sente personalmente parte di quel mondo. Marina lega poco con gli altri, è introversa, ma quando si apre con qualcuno allora stabilisce rapporti molto forti.

Ospiti del See What's Next di Netflix, gli attori raccontano l'esperienza sul set e la fama inaspettata.

La casa di carta: «il successo della serie è nella lotta contro il sistema»

venerdì 20 aprile 2018 - Andrea Fornasiero cinemanews

La casa di carta: «il successo della serie è nella lotta contro il sistema» In occasione dell'evento Netflix See What's Next sono venuti in Italia gli attori di La casa di carta María Pedraza (che interpreta Alison Parker), Miguel Herrán (Rio), Jaime Lorente (Denver), Álvaro Morte (il Professore) e Úrsula Corberó (Tokyo). I primi tre saranno anche fra i protagonisti della seconda serie originale di Netflix in Spagna, Élite, quindi li rivedremo già quest'anno, mentre Morte e Corberó torneranno l'anno prossimo con la terza stagione di La casa di carta, che per l'occasione diventerà interamente prodotta da Netflix. Jaime Lorente ha precisato che «Élite e La casa di carta sono due serie che non hanno niente a che fare l'una con l'altra, noi siamo il filo comune perché siamo in tutti e due, è un dono poter interpretare personaggi che sono così diversi e in situazioni così diverse». Miguel Herrán ha parlato del passaggio di produzione da Antena 3 a Netflix: «Credo che si noterà decisamente il cambio, per lo meno per la diffusione della serie su più device e soprattutto per una promozione molto più massiccia». E ha continuato María Pedraza: «La serie avrà la possibilità di raggiungere molte più persone». Si è dilungato molto di più sulla questione Álvaro Morte, che ha raccontato anche come ha ricevuto la notizia: «Abbiamo saputo circa un mese fa che avremmo fatto la terza stagione e non potevano parlarne per contratto. Ricordo che ero sul treno e mi ha telefonato l'ideatore della serie, Álex Pina, ma il segnale andava e veniva e non riuscivo inizialmente a capire quello che mi stava dicendo, quando finalmente ce l'ho fatta non ho però potuto esultare per tutto il treno come avrei voluto! Siamo entusiasti all'idea di continuare anche se non sappiamo niente della trama per ora, ma Álex è molto contento di come sta procedendo il lavoro, è lui il vero Professore, il mastermind, ha una meravigliosa immaginazione e mi fido totalmente di lui. Ho visto tweet che si chiedono perché dopo un finale così perfetto si voglia riaprire di nuovo, ma io la vedo in modo diverso: se le prime due parti della serie sono state così buone perché non fidarsi che lo sarà anche la terza?»

prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità