Santa Subito

Film 2019 | Documentario +13 60 min.

Anno2019
GenereDocumentario
ProduzioneItalia
Durata60 minuti
Al cinema1 sala cinematografica
Regia diAlessandro Piva
Uscitalunedì 9 dicembre 2019
TagDa vedere 2019
DistribuzioneSeminal Film
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,35 su 6 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Alessandro Piva. Un film Da vedere 2019 Genere Documentario - Italia, 2019, durata 60 minuti. Uscita cinema lunedì 9 dicembre 2019 distribuito da Seminal Film. Oggi tra i film al cinema in 1 sala cinematografica Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,35 su 6 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Santa Subito tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Una storia che racconta molto sulla società e sugli esseri umani. Il film è stato premiato a Roma Film Festival,

Consigliato sì!
3,35/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA 3,20
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
Una lezione di documentario su una storia simbolica forte e commovente.
Recensione di Claudia Catalli
sabato 26 ottobre 2019
Recensione di Claudia Catalli
sabato 26 ottobre 2019

Santa Scorese è una ragazza vivace, dalla forte vocazione religiosa, che vive a Bari negli anni 80. Poco più che maggiorenne sogna di diventare missionaria, frequenta assiduamente la Chiesa, affida i suoi pensieri a un diario e a una famiglia che la segue e l'asseconda affettuosa. Fin quando la sua vita si trasforma in un incubo, per colpa della morbosa attenzione di uno sconosciuto che non smetterà di seguirla e perseguitarla. Il 15 marzo 1991, al rientro a casa, Santa viene accoltellata e muore ad appena 23 anni.

Fare un film sul drammatico fenomeno dello stalking non è mai impresa facile. Ne abbiamo avuto esempi di fiction, come The Stalker di Giorgio Amato, ma la realtà è sempre più impressionante e spaventosa della finzione.

Alessandro Piva sceglie con coraggio la via del documentario e, dedicando il suo prezioso e importante film a "Coloro che sopravvivono", sceglie di intervistare proprio loro, i superstiti della tragica morte di Santa Scorese. Sua madre, suo padre, la sorella Rosa Maria, le guide spirituali, le amiche, i parenti, tutti coloro che gravitavano attorno a Santa e rimanevano per loro stessa dichiarazione sorpresi e "contagiati" dal suo entusiasmo. Aveva intrapreso un cammino religioso di cui era molto convinta, come racconta la voce funzionale e dolcissima di Federica Torchetti che ne restituisce tutto l'afflato e l'intensità.

Di colpo si ritrovò a vivere braccata da un uomo incrociato per caso negli ambienti parrocchiali: le sue denunce non servivano a nulla - ci vorranno ancora 18 anni prima dell'istituzione del reato di stalking -, la rabbia e l'impotenza crescevano senza però impedire all'inaccettabile di accadere. Tra femminicidio e martirio, l'imperdibile documentario di Piva racconta la storia di una morte annunciata che forse, fa pensare il film, le istituzioni avrebbero potuto evitare. Avrebbero dovuto evitare.

Una storia simbolica forte e commovente, che finisce per catturare l'attenzione e la sensibilità dello spettatore e inchiodarlo alla poltrona, senza mai ricattarlo con buonismi e retorica. Fino a metà film, per chi non conosce la storia, sembra il racconto di una ragazza che scopre la gioia della vocazione. Poi il documentario cambia drasticamente ritmo e tono, come a restituire lo stesso drastico cambiamento subito da Santa in prima persona.

Prodotto da Fondazione con Il Sud e da Apulia Film Commission, Santa Subito mostra di avere la forza visiva del cinema neorealista, capace di raccontare il quotidiano con una vena di sofferta poesia, soffermandosi sulle espressioni eloquenti dei volti come su una pentola messa a cuocere sul fuoco, o sui panni stesi a Bari vecchia. Ma soprattutto la forza emotiva di una storia vera che si fa implicita denuncia all'indifferenza delle istituzioni e che poteva avere tutt'altro finale, più giusto, più umano.

Sei d'accordo con Claudia Catalli?
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
giovedì 12 dicembre 2019
Martina Toma
Cult Week

Santa Scorese è stata uccisa quando aveva solo 23 anni, vicino a Bari, nel 1991, da un uomo che per tre anni l'ha perseguitata, impedendole di vivere la propria vita da ragazza, costretta a farsi accompagnare ovunque andasse, alla fine ad abbandonare gli studi di Medicina all'Università di Bari. Più volte, insieme al padre, ha provato a denunciare quanto le stesse accadendo, ma trent'anni fa la parola [...] Vai alla recensione »

martedì 10 dicembre 2019
Anna Maria Pasetti
Filmcronache

Nel marzo 1991 la 23enne Santa Scorese cade vittima di uno stalker che la accoltella sotto casa. Questo documentario offre un resoconto dei fatti, fra premesse e conseguenze. Cronaca di una morte annunciata. Senza retorica, così si è consumato il destino di Santa Scorese, accoltellata sotto casa dal suo stalker nel marzo 1991: aveva poco più di 20 anni e un'esistenza alimentata da contagiosa vitalità [...] Vai alla recensione »

martedì 10 dicembre 2019
Alberto Pezzotta
Film TV

Il 15 marzo 1991, a Palo del Colle (Bari), la ventitreenne Santa Scorese viene assassinata sotto casa da un folle che la perseguita da anni, nonostante la ragazza abbia più volte denunciato le molestie subite. Lei è un'aspirante missionaria, cattolica impegnata nel sociale, sempre gioiosa; lui un ex seminarista che coltiva deliri sessual-religiosi. Il regista di LaCapaGira ricostruisce un fatto che [...] Vai alla recensione »

lunedì 28 ottobre 2019
Andrea Giovalè
La Rivista del Cinematografo

Premio del Pubblico alla Festa del Cinema di Roma, e non deve stupire. Il documentario di Alessandro Piva su vita e tragica scomparsa di Santa Scorese, uccisa nel 1994 da uno stalker ante litteram (ovvero prima che il profilo fosse codificato nella legge italiana), è ordinato, pulito, non sottovaluta nemmeno per un secondo il proprio compito né cede alla tentazione di drammatizzare.

venerdì 25 ottobre 2019
Gianluca Vignola
Sentieri Selvaggi

Cinque anni dopo Milionari, Alessandro Piva torna alla Festa del Cinema di Roma, stavolta con un documentario dal titolo Santa Subito. Sessanta minuti in cui il regista d'origini salernitane, da sempre attivo in Puglia, ripercorre l'hinterland barese per raccontare la storia di Santa Scorese, giovane attivista cattolica che nel marzo del 1991 venne uccisa da un molestatore dalle conclamate turbe psichiche. [...] Vai alla recensione »

NEWS
TRAILER
venerdì 6 dicembre 2019
 

Regia di Alessandro Piva. Da 9 all'11 dicembre al cinema. Guarda il trailer »

NEWS
martedì 3 dicembre 2019
 

Una storia che racconta molto sulla società e sugli esseri umani. Vai all'articolo »

FESTA DI ROMA
domenica 27 ottobre 2019
 

"Questo Premio di cui sono felicissimo, dopo la standing ovation e la commozione alla proiezione ufficiale, lo leggo come un segnale di grande maturità da parte di un pubblico consapevole che si mette in discussione, che opta non per un film di intrattenimen [...]

winner
premio del pubblico bnl | gala
Roma Film Festival
2019
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati